• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Ridefinire collegamenti modello-tavola

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#1
SOLID EDGE V18
[youtube]NxlmHgwzPjY[/youtube]
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#2
Questo non te lo faccio vedere semplicemente perchè in Creo non può accadere.
Non esistono i riferimenti interrotti.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#3
Questo non te lo faccio vedere semplicemente perchè in Creo non può accadere.
Non esistono i riferimenti interrotti.
cioe'? Non e' possibile che un operatore per sbaglio rinomini una cartella? O che per esempio il nuovo manager imponga che la cartella dei 3d d'ora in poi si chiamera' 3d-2012 invece che 3d e basta? Questo in assenza di PDM ovviamente.

O mi stai dicendo che Pro/E salva tutto in un solo file: parti/modelli/assieme?

Scusa ma non ho capito bene cosa intendi....
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#4
cioe'? Non e' possibile che un operatore per sbaglio rinomini una cartella? O che per esempio il nuovo manager imponga che la cartella dei 3d d'ora in poi si chiamera' 3d-2012 invece che 3d e basta? Questo in assenza di PDM ovviamente.

O mi stai dicendo che Pro/E salva tutto in un solo file: parti/modelli/assieme?

Scusa ma non ho capito bene cosa intendi....
In Creo (Pro/E) non esistono i collegamenti a cartelle, si lavora per directory di lavoro oppure per search_path in assenza di pdm.
Vuol dire che tutti i componenti sono indicizzati in un unico file di testo che ne discretizza i percorsi.
Se il cad manager vuole rinominare quella cartella, è sufficiente andate nel file di testo aprirlo e rinominare il percorso, i file di tutti gli assiemi puntano sempre a quel file, quindi è impossibile sbagliare.
Scomodo all'inizio da far capire, ma come ho sempre ribadito molto più utile quando succedono queste cose, cambia solo una stringa di testo e tutti gli assiemi,sottoassiemi, parti, punteranno sempre nella directory corretta. :smile:
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#5
In Creo (Pro/E) non esistono i collegamenti a cartelle, si lavora per directory di lavoro oppure per search_path in assenza di pdm.
Vuol dire che tutti i componenti sono indicizzati in un unico file di testo che ne discretizza i percorsi.
Se il cad manager vuole rinominare quella cartella, è sufficiente andate nel file di testo aprirlo e rinominare il percorso, i file di tutti gli assiemi puntano sempre a quel file, quindi è impossibile sbagliare.
Scomodo all'inizio da far capire, ma come ho sempre ribadito molto più utile quando succedono queste cose, cambia solo una stringa di testo e tutti gli assiemi,sottoassiemi, parti, punteranno sempre nella directory corretta. :smile:
Questo presuppone pero' di avere un albero del file system univoco: io mi trovo a gestire diversi clienti, e per ciascuno di essi ho una sottoradice sul mio server che copia lo schema del file system del cliente in oggetto. In questo caso dovrei farmi un file di inzializzazione per ciascun cliente, in cui descrivo l'albero?

Comunque ho capito, in Pro/E il legame padre<-->figlio in assembly o modello<-->parte in tavola non e' scritto all'interno del singolo file di assembly o di disegno, ma bensi' in questo file di testo.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#6
Questo presuppone pero' di avere un albero del file system univoco: io mi trovo a gestire diversi clienti, e per ciascuno di essi ho una sottoradice sul mio server che copia lo schema del file system del cliente in oggetto. In questo caso dovrei farmi un file di inzializzazione per ciascun cliente, in cui descrivo l'albero?

Comunque ho capito, in Pro/E il legame padre<-->figlio in assembly o modello<-->parte in tavola non e' scritto all'interno del singolo file di assembly o di disegno, ma bensi' in questo file di testo.
Esatto, anche se sposti i componenti da una cartella all'altra basta indicare nel search-path quali sono le cartelle da cui andarli a pescare (se sono esterni alla cartella di lavoro).
Secondo te è meglio o peggio ? :smile:
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#7
Questo presuppone pero' di avere un albero del file system univoco: io mi trovo a gestire diversi clienti, e per ciascuno di essi ho una sottoradice sul mio server che copia lo schema del file system del cliente in oggetto. In questo caso dovrei farmi un file di inzializzazione per ciascun cliente, in cui descrivo l'albero?

Comunque ho capito, in Pro/E il legame padre<-->figlio in assembly o modello<-->parte in tavola non e' scritto all'interno del singolo file di assembly o di disegno, ma bensi' in questo file di testo.
Si beh anche noi gestiamo diversi clienti con diverse configurazioni, per ognuno di loro abbiamo anche search_path differenti, non cambia un granchè, se non trova il componente va in fallimento, vuol dire che o il componente non è in directory di lavoro, oppure non è indicizzato nel search path.
soluzione1 (per chi non usa il search path)- ti copi il componente in directory di lavoro
soluzione2-cambi il percorso nel file di testo.
soluzione3- ti compri il plm, che ti gestisce anche la versione ed il ciclo di vita :smile:
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#8
Esatto, anche se sposti i componenti da una cartella all'altra basta indicare nel search-path quali sono le cartelle da cui andarli a pescare (se sono esterni alla cartella di lavoro).
Secondo te è meglio o peggio ? :smile:
Non so, immagino dipenda dai casi. Cosa succede in caso di esportazione di assemi/parti/tavole verso una ditta esterna? Chi riceve i file deve avere cura di rimettere i file dentro le cartelle giuste nel suo sistema, altrimenti il caricamento fallisce? cioe' le viti nella cartella delle viti, i cuscinetti nella cartella dei cuscinetti, i file della commessa del 2007 nella cartella dei file del 2007?

comunque si puo' capire solo lavorandoci per lungo tempo, cosi' posso farmi solo una vaga idea.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#9
soluzione3- ti compri il plm, che ti gestisce anche la versione ed il ciclo di vita
Questo pero' mi sa che rende difficile l'interazione con gli esterni, da quando si stanno diffondendo i pdm non faccio altro che perdere clienti, non perche' lavoro male ma perche' "sai, ora che siamo sotto pdm e' diffcile far lavorare gli esterni etc etc...":mad:
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#10
Non so, immagino dipenda dai casi. Cosa succede in caso di esportazione di assemi/parti/tavole verso una ditta esterna? Chi riceve i file deve avere cura di rimettere i file dentro le cartelle giuste nel suo sistema, altrimenti il caricamento fallisce? cioe' le viti nella cartella delle viti, i cuscinetti nella cartella dei cuscinetti, i file della commessa del 2007 nella cartella dei file del 2007?

comunque si puo' capire solo lavorandoci per lungo tempo, cosi' posso farmi solo una vaga idea.
No Caccia, lui può mettere tutto dove gli pare, basta che lo scriva nel file di testo.
Altrimenti fai un salvataggio di backup del progetto e il programma ti salva tutto in una cartella da te scelta.
In verità mi trovo benissimo, bisogna solo stare attenti a non fare caxxate ... del tipo usare file con lo stesso nome e indicare le cartelle che li contengono al search path ... in questo caso il programma carica il primo file che trova.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#11
Questo pero' mi sa che rende difficile l'interazione con gli esterni, da quando si stanno diffondendo i pdm non faccio altro che perdere clienti, non perche' lavoro male ma perche' "sai, ora che siamo sotto pdm e' diffcile far lavorare gli esterni etc etc...":mad:
Beh ma per questo ho parlato di PLM, i PDM permettono poca collaborazione in outsorcing, i PLM abilitano molto invece questa possibilità, ambienti di progetto dove puoi far interagire, partner,fornitori,clienti, rispettando il tuo workflow e dando accesso totale a parti di progetto ma tenendo monitorato che quest'ultimi lavorano con gli standard aziendali corretti.Ma questi sono altri discorsi, in parte purtroppo non posso che darti ragione...:frown:
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#12
Ripensandoci: chi usa Pro/E comunque puo' sempre fare un video di come fa ad inserire nel suo sistema file provenienti da ditte esterne che usano una struttura di cartelle differente, cosi' vediamo che cosa comporta fare questa importazione.

Tutto sommato, il caso in oggetto si puo' declinare anche in questo modo.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#13
Ripensandoci: chi usa Pro/E comunque puo' sempre fare un video di come fa ad inserire nel suo sistema file provenienti da ditte esterne che usano una struttura di cartelle differente, cosi' vediamo che cosa comporta fare questa importazione.

Tutto sommato, il caso in oggetto si puo' declinare anche in questo modo.
Quindi dovrei far vedere come si copia una stringa di testo con notepad ?
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#15
E certo Max, qui si fanno i corsi anche di Windows che ti credi? Magari ci pianti dentro anche qualche dollaro come carattere jolly e non si sa mai che qualcuno impara qualcosa. :smile:
Quindi dovrei far vedere come si copia una stringa di testo con notepad ?
Scusate, stavo cercando di capire cosa significa importare dati provenienti da uffici esterni in Pro/E, visto che non ho mai assistito a questa procedura.
Comunque se ritenete che la cosa sia talmente ovvia e banale da non dover essere illustrata, mi accontento delle vostre parole sulla superiorita' del metodo del file dei collegamenti, piuttosto che su quella basata sul Revision Manager di SE o SWX explorer.

Quindi ho capito: un collaboratore esterno mi manda un file zip con dentro tutti i file alla rinfusa, e automaticamente Pro/E li prende, mette nelle cartelle giuste i file (viti nella cartella delle viti, disegni della commessa x51 del 2009 nella cartella 3d-x51-2009, modelli della commessa e-38 del 2007 nella cartella e-38-2007, cuscinetti nella cartella dei cuscinetti) e ricostituisce i collegamenti modelli-tavola e assieme-parte, il tutto semplicemente modificando una riga di testo. Molto interessante, effettivamente mi sembra un sistema potentissimo.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#16
Scusate, stavo cercando di capire cosa significa importare dati provenienti da uffici esterni in Pro/E, visto che non ho mai assistito a questa procedura.
Comunque se ritenete che la cosa sia talmente ovvia e banale da non dover essere illustrata, mi accontento delle vostre parole sulla superiorita' del metodo del file dei collegamenti, piuttosto che su quella basata sul Revision Manager di SE o SWX explorer.

Quindi ho capito: un collaboratore esterno mi manda un file zip con dentro tutti i file alla rinfusa, e automaticamente Pro/E li prende, mette nelle cartelle giuste i file (viti nella cartella delle viti, disegni della commessa x51 del 2009 nella cartella 3d-x51-2009, modelli della commessa e-38 del 2007 nella cartella e-38-2007, cuscinetti nella cartella dei cuscinetti) e ricostituisce i collegamenti modelli-tavola e assieme-parte, il tutto semplicemente modificando una riga di testo. Molto interessante, effettivamente mi sembra un sistema potentissimo.
E' sufficiente prendere il malloppo del cliente, con directory lister fare un elenco delle
cartelle in .txt, copiarlo e incollarlo nel search.pro.
Nell'ambito delle directory indicate nel search.pro puoi spostare i file come vuoi, il programma li caricherá senza alcun errore e senza avvisarti.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#17
E' sufficiente prendere il malloppo del cliente, con directory lister fare un elenco delle
cartelle in .txt, copiarlo e incollarlo nel search.pro.
Nell'ambito delle directory indicate nel search.pro puoi spostare i file come vuoi, il programma li caricherá senza alcun errore e senza avvisarti.
ma se il cliente sei tu, immagino che vorrai mantenere la tua struttura delle cartelle, non avere una nuova cartella "viti" ogni volta che il fornitore ti rimanda il lavoro. Intendo dire che vorrai mantenere la tua struttura di cartelle, per cui la vite che il fornitore ti ha mandato nel malloppo tu la vorrai mettere nel tuo server nella cartella:

\\server\commerciali\viti\TCEI\zincate\TCEI-M8x45.prt

e invece il draft dell'albero che il fornitore ti ha mandato nel malloppo tu lo vorrai mettere nella cartella:

\\server\commesse\2012\U023\disegni\albero_mandrino.drw

Si riesce a gestire tutto dal search.pro? o questi spostamenti devi farli a mano con il file manager di windows?
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#18
ma se il cliente sei tu, immagino che vorrai mantenere la tua struttura delle cartelle, non avere una nuova cartella "viti" ogni volta che il fornitore ti rimanda il lavoro. Intendo dire che vorrai mantenere la tua struttura di cartelle, per cui la vite che il fornitore ti ha mandato nel malloppo tu la vorrai mettere nel tuo server nella cartella:

\\server\commerciali\viti\TCEI\zincate\TCEI-M8x45.prt

e invece il draft dell'albero che il fornitore ti ha mandato nel malloppo tu lo vorrai mettere nella cartella:

\\server\commesse\2012\U023\disegni\albero_mandrino.drw

Si riesce a gestire tutto dal search.pro? o questi spostamenti devi farli a mano con il file manager di windows?
Vediamo se ho capito, allo studio esterno mando due cartelle, una con tutti i commerciali, l'altra con i file di progetto.
Lo studio esterno si copia le due cartelle (con le sottocartelle) e inserisce nel suo search.pro gli indirizzi.
Quando mi restituisce il tutto io non devo fare niente (a parte copiare le 2 cartelle) perchè si suppone che i due indirizzi li avessi giá.
Intendevi questo ?
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#19
Vediamo se ho capito, allo studio esterno mando due cartelle, una con tutti i commerciali, l'altra con i file di progetto.
Lo studio esterno si copia le due cartelle (con le sottocartelle) e inserisce nel suo search.pro gli indirizzi.
Quando mi restituisce il tutto io non devo fare niente (a parte copiare le 2 cartelle) perchè si suppone che i due indirizzi li avessi giá.
Intendevi questo ?
No, intendevo che il fornitore ti manda uno zip tutto spiattellato in una cartella (un pack and go fatto coi piedi diciamo), e tu pazientemente devi rimettere i file nelle cartelle giuste. Esiste uno strumento come il revision manager di SE o il Solidworks Explorer che ti assistano in questo lavoro?
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#20
No, intendevo che il fornitore ti manda uno zip tutto spiattellato in una cartella (un pack and go fatto coi piedi diciamo), e tu pazientemente devi rimettere i file nelle cartelle giuste. Esiste uno strumento come il revision manager di SE o il Solidworks Explorer che ti assistano in questo lavoro?
Io non ho un PDM/PLM e per evitare questi problemi uso un sistema di denominazione dei file differente fra progetti e parti commerciali.
Penso si debba altrimenti passare per forza per um PDM.