• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

render come arte

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
#1
E' quando vedo immagini come questa che penso che la CG sia arte a tutti gli effetti...:)
 

Strumpf

Utente Standard
Professione: progettazione meccanica, industrial design, reverser engineering...
Software: SolidWorks, Rhino, NX
Regione: Veneto, Schio - (VI)
#2
A parte il mento che sembra troppo CAD, il resto e meraviglioso.
Sono felice di non essere in grado di modellare/renderizare le cose del genere, almeno finche prototipazione rapida arriva a certi liveli :D
 

Meccbell

Utente Senior
Professione: cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
Software: SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D
Regione: Malpensaland - Lombardia
#4
Nulla da eccepire sulla bravura dell'autore e sulla constatazione che qui siamo più sull'espressione artistica.
Ma, riprendendo un concetto già espresso in altra discussione, dico che il lavoro è di quasi sublime fattura, ma si vede lontano un km che è "artificiale".
una cosa per tutte: non ci sono quasi per niente ombre "da contatto" (quindi più nette delle altre) localizzate sui dettagli del viso e del vestito, si pensi solo alla pelle sotto le 2 strisce sulla scollatura, oppure all'attaccatura dei capelli, che ha un che di "asfaltato" :p

Poi, ma questo è una costante di un certo tipo di grafica computerizzata, il tutto ha un qualcosa come di "cupo".
Capisco che nello specifico ci può anche stare un'ambientazione da "segreta", magari al lume di candela e, visto il soggetto, va anche bene che ciò aggiunga un tocco di "intrigo".
Però state certi al 101% che se lo stesso soggetto veniva tracciato "pompando" un po' di più le luci, allora tutti i problemi tipici della grafica "sintetica" si sarebbero evidenziati ed alla grande.
 

Strumpf

Utente Standard
Professione: progettazione meccanica, industrial design, reverser engineering...
Software: SolidWorks, Rhino, NX
Regione: Veneto, Schio - (VI)
#5
Visto che qui parliamo di ARTE, bisogna ignorare le cose NON REALI, cioè non è che deve somigliare piu possibile a una foto.
Pensate a tutte le pitture artisctiche, quante cose non realistiche hanno??
VanGogh, Picaso... ?!? da questo punto di vista.... meglio render :D
 

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
#6
Beh anche un dipinto si vede che è artificiale...:p

..e di questa cosa dici?
 

Allegati

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
#7
Cioè io pensavo che è arte a tutti gli effetti perchè come il pittore man mano che dipinge rettifica il risultato fino ala propria soddisfazione , così colui che opera in questo caso di tastiera fa la stessa identica cosa.:)
 

Vitruvio

Utente Standard
Professione: Studente Architettura 4S
Software: AutoCad Architecture-3Dstudio-Mental Ray-VRay-Rhinoceros-Photoshop
Regione: Toscana
#8
Visto che qui parliamo di ARTE, bisogna ignorare le cose NON REALI, cioè non è che deve somigliare piu possibile a una foto.
Pensate a tutte le pitture artisctiche, quante cose non realistiche hanno??
VanGogh, Picaso... ?!? da questo punto di vista.... meglio render :D
Ti straquoto.

non è importante il mezzo con il quale si fa arte ma il messaggio.
Io non credo che per il primo caso mostrato da myface ci troviamo davanti ad un'opera d'arte, non riesco a vederci di + di un bel viso, mentre per il secondo, penso che possimo definrla arte (almeno a me trasmette qualcosa).


Secondo me chiedersi se con quel mezzo sia possibile fare arte, è concettulamente sbagliato, poi è chiaro che ci sono persone (io compreso) che subiscono il fascino di una pennellata piuttosto che quello di quadratini luminosi accostati; io mi chiederei invece se dietro a quell'opera c'è un'artista.

è come per la musica, quando i nostri nonni hanno visto l'arrivo della chitarra elettrica definirono quella musica rumore, ma chi oggi definirebbe rumore la musica del grande jim? Personalmente penso che jim sarebbe uscito cmq anche suonando la ballalaica perchè è un'artista con la A maiscuola.:cool:
 

Strumpf

Utente Standard
Professione: progettazione meccanica, industrial design, reverser engineering...
Software: SolidWorks, Rhino, NX
Regione: Veneto, Schio - (VI)
#9
..e di questa cosa dici?
:eek: guarda sti capelli :eek:

altro che scarse luci o meno, qui viene da chiedere: "che shampoo usi?"
verramente impressionante
Bravo MyFace, hai fatto un ottimo lavoro :D
e la tua vicina di casa questa? :D
 

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
#10
guarda sti capelli

altro che scarse luci o meno, qui viene da chiedere: "che shampoo usi?"
verramente impressionante
Bravo MyFace, hai fatto un ottimo lavoro :D
e la tua vicina di casa questa? :D
Hei calma , non le ho fatte io! c'è anche la firma sotto.. magari fossi capace di fare cose del genere! ci perderei le notti... ( almeno con la modella :D )
 

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
#11
Ti straquoto.

non è importante il mezzo con il quale si fa arte ma il messaggio.
Io non credo che per il primo caso mostrato da myface ci troviamo davanti ad un'opera d'arte, non riesco a vederci di + di un bel viso, mentre per il secondo, penso che possimo definrla arte (almeno a me trasmette qualcosa).


Secondo me chiedersi se con quel mezzo sia possibile fare arte, è concettulamente sbagliato, poi è chiaro che ci sono persone (io compreso) che subiscono il fascino di una pennellata piuttosto che quello di quadratini luminosi accostati; io mi chiederei invece se dietro a quell'opera c'è un'artista.

è come per la musica, quando i nostri nonni hanno visto l'arrivo della chitarra elettrica definirono quella musica rumore, ma chi oggi definirebbe rumore la musica del grande jim? Personalmente penso che jim sarebbe uscito cmq anche suonando la ballalaica perchè è un'artista con la A maiscuola.:cool:

Infatti anche a me la seconda immagine mi ha trasmesso una emozione molto particolare , i bit sono solo il veicolo diverso , ma l'intento di creare ad arte una atmosfera particolare è riuscitissimo.:)
 

incasinata

Utente Standard
Professione: Architetto-Ricercatore
Software: Rhino, 3ds, Photoshop e pian pianino Autocaz
Regione: Lombardia
#13
Bhe solo modelle..........
e un bel modello non lo trovate per noi, poche (ma buone!;)) esponenti femminili del forum?
 
Ultima modifica:

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#14
E' quando vedo immagini come questa che penso che la CG sia arte a tutti gli effetti...:)
Io invece ci vedo una gran maestria tecnica nell'uso del mezzo CG ma assolutamente niente di più, sia nella prima che nella seconda immagine.
Mi vedo l'autore a sbattersi per trovare texture, materiali, bump map, posizionare luci, fare mille render di prova ecc senza contare la prima fase di modellazione. Boh.... tutto 'sto sbattimento proprio non lo capisco.
Non è questione di fare paragoni, ma se realismo si cerca, realismo si deve ottenere, invece queste "barbie" in CG che si vedono in giro son tutte "plasticose" uguali. Che prendano caratteri somatici ereditari dai software che le creano piuttosto che dalle idee di chi sta davanti al monitor?
Mi sa che mi tocherà mettere questo tipo di realizzazioni "virtuali" nella mia personalissima classifica assieme ai vari zombie e alieni, capitelli 3d, gioielli al CAD et similia.
Il mondo è bello perchè e vario e poi sono vecchio, non così tanto come Stefano_ME30 :) ma mi difendo quindi, se potete, compatitemi :)

ciao


Marco
 

Meccbell

Utente Senior
Professione: cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
Software: SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D
Regione: Malpensaland - Lombardia
#15
Sarà anche arte, ma anch'io sto nella scia di Marcof.
Troppo plasticosi, quasi sempre "sospesi" nel vuoto e come "incollati" agli ambienti circostanti.

Poi voi pensatela come volete, ma in queste cose ciò che fa la differenza è l'uso della luce.
Provate a confrontare questi "alieni" con, ad esempio, un quadro di Vermeer come "la ragazza con la collana di perle" o di Rembrandt, tipo "la ronda di notte" o "il ratto di Proserpina".
Quando si riesce perfino a far percepire la luminosità del pulviscolo atmosferico, oppure i riflessi della fiamma di una candela sui dettagli di un gioiello, allora sì che quella è Arte (notasi la A).
:)
 

Vitruvio

Utente Standard
Professione: Studente Architettura 4S
Software: AutoCad Architecture-3Dstudio-Mental Ray-VRay-Rhinoceros-Photoshop
Regione: Toscana
#16
Da wikipedia:

L'arte, nel suo significato più ampio, comprende ogni attività umana - svolta singolarmente o collettivamente - che, poggiando su accorgimenti tecnici, abilità innate e norme comportamentali derivanti dallo studio e dall'esperienza, porta a forme creative di espressione estetica. Nella sua accezione odierna, l'arte è strettamente connessa alle emozioni, per cui le espressioni artistiche, pur puntando a trasmettere "messaggi", non costituiscono un vero e proprio linguaggio, in quanto non hanno un codice inequivocabile condiviso tra tutti i fruitori, ma al contrario vengono interpretate soggettivamente.

L'arte può essere considerata anche sotto l'aspetto di una professione di antica tradizione svolta nell'osservanza di alcuni canoni codificati nel tempo. In questo senso, le professioni artigianali - quelle cioè che afferiscono all'artigianato - discendono spesso dal Medioevo, quando furono in qualche modo sviluppate come attività specializzate e gli esercenti arti e mestieri vennero riuniti nelle corporazioni. Ogni arte aveva una sua tradizione, i cui concetti fondamentali venivano racchiusi nella regola dell'arte, cui ogni artiere doveva conformarsi.
 

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
#17
A me è proprio quell'alone di irreale che mi intriga , quella specie di silenzio cosmico che emana una immagine CG.

Sembra una scheggia impazzita , senza prima e senza dopo , inconfrontabile e sconosciuta. Il tentativo di stabilire un contatto crea una miriade inarrestabile di congetture e stati d'animo , mi interrogo ancora , perciò vivo.

Mentre nell'arte classica (parlo di pittura e scultura) mi sembra di sentire ancora l'eco delle ultime scalpellate o il fruscio delle setole sulla tela ormai ultimata , il vociare dei bambini all'imbrunire , insomma il richiamo ad una quotidianità che è sicuramente rassicurante e riscalda anche il cuore , ma annoia , e fa desiderare di partire.

( non ho fumato , giuro! :D)