[Recuperato] Viti e cuscinetti

RUGGIUNO

Guest
#1
poliur_
11-05-2005, 17.45.01

Salve a tutti, perdonate la domanda forse banale per molti di voi..... pensavo se avessi bisogno nella realizzazione di un progetto/disegno di ricorrere a viti, dadi o cuscinetti (quindi particolari unificati) devo costruirmele oppure esistono dei modi per più sbrigativi attraverso i quali attingere?
Grazie
Poliur_


N_Melloni
12-05-2005, 08.13.54

Non sei molto originale!
La stessa domanda l'avranno fatta in 5 solo nell'ultimo mese.

Ps Si ricorda che l'uso dello strumento Cerca (http://www.cad3d.it/modules.php?op=modload&name=XForum&file=search) non genera impotenza.


poliur_
12-05-2005, 12.55.45

Ciao Melloni, ho dato un'occhiata ai vecchi post, tuttavia mi sembra di aver capito che i particolari unificati come viti o cuscinetti sono nelle librerie ottenibili soltanto scaricandole da internet. Una domanda che potrà sembrarti banale, ma lavorando in ufficio tecnico, quando vi è la necessità di utilizzare un oggetto come vite o cuscinetto occorre andare a scaricarselo dalla rete oppure no?
Grazie
Poliur_


N_Melloni
12-05-2005, 13.24.19

Come risposto anche altrove:
- se hai un sistema di codifica aziendale per cui i particolari devono avere un determinato codice, parametri interni, viste, livelli, nomi di riferimenti/piani/assi, semplicità e leggerezza di feature, precisione e tolleranze (per evitare sorprese in fase di montaggio) conviene prendere i pezzi fisici oppure un manuale o catalogo e rifarsi i pezzi creando una family table e generarsi le proprie librerie.

- se non hai grosse pretese o vincoli aziendali puoi attingere dalla rete.

Se vuoi un consiglio: fatti le librerie da solo! Magari partendo come spunto da quello che trovi sulla rete. Senza troppi fronzoli o cercando di utilizzare al meglio le family table.

Alla lunga è un approccio che paga. Poi si tratta di copiare la tabella di un catalogo sulla tabella della family table... non "perdi" troppo tempo.

Occhio al nome che dai alle quote. Conviene impostare gli stessi nomi della tabella per avere una compilazione veloce.

Se poi utilizzi le relazioni puoi ottenere in automatico le descrizioni da inserire nella tabella della messa in tavola. Ci vuole solo un po' di organizzazione iniziale ed estendere tale organizzazione a tutti i pezzi di minuteria.


poliur_
16-05-2005, 13.00.26

Ciao Melloni, non capisco quando dici:
parametri interni, viste, livelli, nomi di riferimenti/piani/assi, semplicità e leggerezza di feature, precisione e tolleranze (per evitare sorprese in fase di montaggio)
cosa intendi con tutto ciò? Le viste, i riferimenti e i parametri interni quali sarebbero?
Inoltre cosa sarebbero le relazioni?
Grazie per il tuo cortese aiuto
Poliur_


UGoverAll
16-05-2005, 14.52.05

Usi ProE e non sai che sono le relazioni, i parametri, i nomi delle entità... etc?
Mi stupisci...
Anche io che non uso Pro/E ho capito il discorso di Melloni...


N_Melloni
17-05-2005, 08.35.53

Usi ProE e non sai che sono le relazioni, i parametri, i nomi delle entità... etc?
Mi stupisci...
In effetti stupisce anche me!

Ripeto se non hai vincoli aziendali oppure non hai la necessità di standardizzare i tuoi modelli puoi attingere dalla rete. Se hai tali vincoli... devi ragionarci sopra parecchio!


poliur_
17-05-2005, 14.12.31

Forse sono andato oltre, viste, livelli, piani e assi ne ho padronanza e so cosa sono, tuttavia relativamente alle relazioni e ai parametri mi piacerebbe capire nello specifico di cosa si tratta, perciò spero di ricevere informazioni in merito. Se vuole intervenire anche UGoverAll che a quanto pare sembra aver afferrato il concetto ne apprezzerei la partecipazione.
Grazie mille
Poliur_


N_Melloni
17-05-2005, 14.59.24

tuttavia relativamente alle relazioni e ai parametri mi piacerebbe capire nello specifico di cosa si tratta,
Considerando che Pro/E (come la maggior parte dei Cad3D) è un cad parametrico variazionale... come argomento trattiamo proprio la base delle informazioni sui cad.

Sicuramente tali cose le sai ma, scusa il gioco di parole, "non sai di saperle".
Cioè le usi senza renderti conto di come funziona. (Tipo al maggior parte degli utenti con una normale TV).

Si confonde spesso il concetto di parametro con quota. Quando fai uno sketch ed inserisci delle quote in realtà inserisci dei parametri di nome d1, d2, d3 ecc. con valore 10, 25, 531ecc.
Normalmente li visualizzi come quote e le immagini come tali. Ma la loro funzione non termina lì. Puoi utilizzare tali parametri per effettuare ulteriori operazioni e legarli ad altri parametri che utilizzano valori e stringhe (es. Descrizione, materiale, diametro, peso ecc.)

Esempio se ho una family table di viti posso definire che il parametro descrizione che deve apparirmi sulla tabella del disegno sarà la somma della scritta "Vite M" + il valore del parametro (quota) d1 che definisce il mio diametro + la lettera "x" + valore del parametro (quota) d2 che definisce la mia lunghezza. Tutto questo lo definisco con una relazione che avrà un aspetto di questo tipo:

Descrizione="Vite M"+Floor(D1)+"x"+Floor(D2) (vado a memoria... ci sarà sicuramente qualche errore nella sintassi)

Il risultato, ad esempio, sarà Vite M4x25 e lo otterai in automatico per ogni nuova vite che inserirai nella family table.

Le relazioni servono anche a molto altro. Puoi legare 2 parametri (es quote) per renderli uguali oppure per definire che tale lunghezza è sempre 10 volte tale spessore (Es D1=D2*10 ecc.)

Sono funzionalità che sono alla base di Pro/E e che puoi impostare in maniera molto semplice se utilizzi delle start-parts personalizzate (altro argomento cardine) e se ti crei da solo le librerie.

Es. Se per tutti gli oggetti sei certo che esista un parametro chiamato "descrizione" puoi utilizzare la stessa tabella in tutti i disegni che si aggiornerà in automatico.
Così anche per il materiale nel cartiglio e via dicendo.

Inoltre se utilizzi Intralink puoi effettuare delle ricerche proprio per descrizione o per materiale filtrando gli altri oggetti che non ti interessano.

Ecco perchè nella mia risposta ti pongo di fronte ad un bivio: se hai regole aziendali imposte o da creare ti conviene pensarci su e farti le librerie da solo seguendo tali regole.
Se non hai vincoli di sorta.... fai come ti pare! Utilizza i modelli della rete e modificali a seconda delle tue esigenze del momento ed eviterai di perdere tempo (Sempre al momento!).

Il discorso, come forse hai capito, è molto complesso e articolato.
Se hai ulteriori domande... fai pure.

Saluti
 
Ultima modifica da un moderatore:

Ozzy

Guest
#2
Eviterei di recupare thread del passato,creano solo confusione.
Piuttosto si riprendono e si puliscono di tutte le cose inutili.