[Recuperato] Molle

Oldwarper

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam
Regione: Emilia Romagna
#1
-Discussione recuperata dalla cache di Google.
-I rispettivi moderatori sono autorizzati a cancellare o modificare la presente discussione dal proprio forum.
Grazie per la collaborazione.
Oldwarper.



m.sambo
17-06-2002, 21.55.30

Salve a tutti e piacere di incontrarvi sul nuovo forum di SolidWorks.
Mi permetto di inserire alcuni interventi inseriti tempo addietro nel vecchio forum e che ritengo interessanti.

Da: TOM - 13 Maggio 2002
E' POSSIBILE CREARE UN FILE DI ASSIEME COMPOSTO DA FLANGE CHE CONTENGONO UNA MOLLA E VEDERE LA MOLLA CHE SI COMPRIME E SI ALLUNGA IN BASE ALLA DISTANZA DELLE DUE FLANGE, VORREI SIMULARE IL COMPORTAMENTO DELLA MOLLA SOTTO CARICO.
GRAZIE IN ANTICIPO



m.sambo
17-06-2002, 22.08.31

Solidworks, essendo un modellatore solido e non un programma di analisi cinematica o strutturale, non gestisce le deformazioni elastiche dei solidi.
La soluzione, all'interno degli assiemi, è quella di generare una serie di configurazioni dell'assieme in cui le flange vengono visualizzate nelle diverse posizioni di funzionamento (ad es: escursione massima, minima e intermedia) ed in ognuna di queste configurazioni viene richiamata la configurazione della molla che si adatta, come lunghezza totale, alla distanza tra le flange.
La seconda alternativa che mi viene in mente è quella di creare sempre le configurazioni delle varie posizioni delle flange all'interno dell'assieme ma con la molla creata all'interno dell'assieme con la misura della lunghezza totale legata alla posizione delle due flange. Questa seconda possibilità implica, però, la necesssità di inserire un accoppiamento di "Distanza" tra le due flange.
In entrambi i casi la deformazione non è continua, ma ai fini della visualizzazione e della messa in tavola credo che possa essere sufficiente.
Qualcun altro ha trovato altre soluzioni? E' un problema ricorrente, come lo avete risolto?
Per ulteriori suggerimenti o chiarimenti mi contatti.
Vedrò di creare due gruppi di file di esempio disponibili in qualche zona del sito. Inserirò successivamente il link diretto.

Michele Sambo



m.sambo
17-06-2002, 23.29.06

Ho realizzato un primo esempio, senza configurazioni ma soltanto introducendo un'equazione.
Spiego brevemente: ho realizzato due semplici flange inserendole nell'as sieme una in coincidenza dell'origine (e quindi fissa), l'altra opposta alla prima, legate da una relazione di concentricità tra le aree cilindriche, da un'altra relazione di concentricità tra due fori e dalla relazione di distanza (fissata per esempio ad 80mm) tra le aree circolari interne all'alloggiamento delle molle. Poi è stata inserita la molla in modo che stia concentrica alle due flange e aderente a quella inferiore.
A questo punto ho inserito una semplice equazione che impone che la lunghezza totale della molla (l'elica era stata definita per lunghezza totale e numero di spire), sia pari alla distanza tra le flange meno 5mm (diametro della sezione della molla). Modificando la quota relativa alla relazione di distanza la molla viene rigenerata di conseguenza mantenendo lo stesso numero di spire e variando il passo il passo. Dalle singole posizioni possono essere create diverse configurazioni.
Questa è una prima soluzione realizzata a dire il vero in velocità. La inserisco nella sezione DOWNLOAD (è realizzata in SolidWorks 2001Plus). Appena ho altre idee le inserisco. Commenti? Pareri? Suggerimenti?

Michele Sambo



Rkappa
11-09-2002, 18.58.08

Ciao Mambo,
Tutto ok? Sono rimasto interessato in questo problema della molla "dinamica".
Io una volta l'ho risolto così come te ma con un piccolo particolare: ho disegnato un sketch layout dove imponevo la distanza tra le flangi che sarebbe uguale all'altezza della molla (questo l'hai già fatto). Poi nei "tools option" attivavo la "option" "ovveride dimensions on drag". Con il "drag" attivato allungo e accorcio il sketch "layout" in una forma continua*** e la molla ottiene l'effeto che si pretende.

***comunque penso che questa sia appena una soluzione sbrigativa. Il computer deve essere molto veloce per effetuare i calcoli con quasi lo stesso timing di quando si fa il drag.
Sto pensando in una soluzione che non esiga così tanti calcoli dal pc. La "helix" della molla deve essere disegnata in un'altra forma senza utilizzare il comando "helix" perchè questo comando ti impone certe restrizioni all'effetto che si pretende.
La soluzione sarebbe costruire un' "helix" la quale possa essere alterata (diametro e altezza) in una forma continua senza grandi calcoli fztti dal programma che si oppongono all'effetto preteso ossia un'effettto continuo.

Ti darò notizie o forse tu me le darei prima ;-)

Un'abbraccio
Riccardo
 
Ultima modifica da un moderatore: