• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

[Recuperato] Formula1

Stefano_ME30

Guest
#1
Allego quello che sono riuscito a recuperare del vecchio thread di Formula1.

Non e' completo, mancano molte pagine, ma non sono riuscito a fare di meglio.

salutoni

Stefano
 

Allegati

Demo

Utente Junior
Professione: Leggo i post del PRESIDENTE
Software: Quelli necessari
Regione: Italia
#2
Allego quello che sono riuscito a recuperare del vecchio thread di Formula1.
Scusate, una curiosità da ignorante informatico: come fate a recuperare parti del vecchio forum??
Avevate salvato voi qualcosa che adesso reinserite nel nuovo forum, o cosa?

Grazie.
 

Stefano_ME30

Guest
#3
Scusate, una curiosità da ignorante informatico: come fate a recuperare parti del vecchio forum??
Avevate salvato voi qualcosa che adesso reinserite nel nuovo forum, o cosa?

Grazie.
Tutto recuperato da guggle.
La cache e' ancora piena di pagine del vecchio sito.
Il "trucco" e' di chiedere a guggle di trovare le pagine con la "chiave" (tipo Cad3d & formula1), pero' devi arrivare all'ultima pagina che guggle ti da' e clicchi su:
"ripetere la ricerca includendo i risultati omessi"

A questo punto Guggle ti da' tutte le pagine del forum (e non solo le prime 2 o 3 piu' "viste").

ciao
 

Stefano_ME30

Guest
#6
Grande presidente!...come al solito non ti smentisci mai....la tua è un'ottima ed interessante idea, che magari molti pensano sia una gran cacchiata ma io non mi stancherò di ripetere che grazie alle cacchiate si fa progresso!!....complimenti per l'esempio....prendere spunto da una mosca per introdurre l'effetto giroscopico devo dire che è geniale!
Quanto al regolamento lo allego alla presente magari qualcuno che ha + tempo da dedicarci può dare un'occhiata :D
Ti ringrazio per la stima (i complimenti fatti da chi e' del settore valgono "doppi")!

P.S.: quando ero "giovine" mi venivano "naturali" come la febbre :)
Dovrei andare a scavare nella memoria per ritrovarne altre.
:D
 

apple

Utente Standard
Professione: in sviluppo
Software: Spider FreeCell Pro_E
Regione: Lombardia
#7
Tutto recuperato da guggle.
La cache e' ancora piena di pagine del vecchio sito.
Il "trucco" e' di chiedere a guggle di trovare le pagine con la "chiave" (tipo Cad3d & formula1), pero' devi arrivare all'ultima pagina che guggle ti da' e clicchi su:
"ripetere la ricerca includendo i risultati omessi"

A questo punto Guggle ti da' tutte le pagine del forum (e non solo le prime 2 o 3 piu' "viste").

ciao
Genialeeee!
 

Sandra_ME30

Super Moderatrice
Professione: SuperModeratrice
Software: ND
Regione: Reggio Emilia
#12
stefano_ME30
12-01-2006, 08.52.33

Ci sono esperti del settore?
Avrei qualche buona idea per far andare piu' forte una formula1!

E va beh! Perche? Non posso avere qualche buona idea?
Senno vado e scrivo direttamente a Barnard oppure a Postelwhite (io quelli conosco!).
stefano

P.S.:guardate che posso anche scrivere a Forghieri e Chiti, che voi sbarbatelli neanche sapete chi sono!



andle11
12-01-2006, 09.29.31

E se ti va puoi provare anche con Rory Byrne e Adrian Newey...
Andrea


Jarno
12-01-2006, 09.30.44
Forghieri e Chiti, che voi sbarbatelli neanche sapete chi sono
Sèè. Chiti me lo ricordo solo di nome, ma Forghieri me lo ricordo bene.
ciao!


stefano_ME30
12-01-2006, 10.13.01
Sèè. Chiti me lo ricordo solo di nome, ma Forghieri me lo ricordo bene.
ciao!
Solo di nome!!!?!?!?!?

INCREDDIBBBILE!!!!

P.S.:volete sapere cosa hanno a che fare le F1 con le mosche?



stefano_ME30
12-01-2006, 10.16.13
E se ti va puoi provare anche con Rory Byrne e Adrian Newey...
Andrea
hmmm.....sentiti nominare....
P.S.:veramente, per non fare brutta figura, ho sbirciato su GUUGLE!


oTToLeoP
12-01-2006, 10.55.09
.... bè.... sto consiglio?


stefano_ME30
12-01-2006, 11.01.21
.... bè.... sto consiglio?
prima voglio essere sicuro che stia leggendo uno del settore!!
Eh gia' fate presto voi poco professionali a criticare le buone idee!!!
Quando sara' in ascolto uno SERIO allora parlero'!!!

stefano

P.S.:adesso viene giu' un inferno!


stefano_ME30
12-01-2006, 11.04.08
prima voglio essere sicuro che stia leggendo uno del settore!!
Eh gia' fate presto voi poco professionali a criticare le buone idee!!!
Quando sara' in ascolto uno SERIO allora parlero'!!!

stefano

P.S.:adesso viene giu' un inferno!
oops!!!
ho letto il Suo profilo, e mi sa' che ho toppato!!

sorry

stefano

P.S.:non me ne voglia!

P.P.S.:con quelli di Torino (e di Bra) e' meglio non litigare!!!


oTToLeoP
12-01-2006, 11.04.23
L'importante e che sto consiglio non arrivi a Briatore !!!



stefano_ME30
12-01-2006, 11.06.12
L'importante e che sto consiglio non arrivi a Briatore !!!
Perche'? cattivo?

stefano



oTToLeoP
12-01-2006, 11.14.06
direi buffone


stefano_ME30
12-01-2006, 11.32.35
Butto giu' tuttodunfiato.
Aoh! Io ci vado giu' pesantuccio di norma, quindi chi e' di stomaco debole andasse a farsi una passeggiata. Ormai ci ho una eta', e non e' che posso cambiare (oltre al CAD) pure il carattere!!

Dunque, domanda:
Ma voi avete mai visto volare una mosca?
Non rispondete senno m'inc..zo!

La mosca e' un insetto (novita'!), i ragni hanno 8 zampe (calmi!!!) e gli insetti hanno 4 ali.
Giusto? Bene.
Ma la mosca di ali ne ha DUE (verificate ignoranti!).
Invece no! La mosca ha quattro ali, ma due si sono trasformate, (ohhhhh!!!) in una specie di mazze. La mosca quando vola, mette in rotazione le mazze e sbatte la ali (ignoranti!! non sto scherzando!!!).
E che fanno le mazze quando girano? (non rispondete a pesce di cane!)
Accumulano ENERGIA.
Ora, ma voi l'avete vista volare una mosca?!?!?! Avete visto che praticamente vola dritta come un fuso e poi (ALLA STESSA VELOCITA') curva (SENZA APPARENTE INERZIA!) in una direzione diversa.
Invero la mosca vola percorrendo dei triangoli.
E come c...o fa la mosca (a differenza di tutti gli altri insetti) a volare e soprattutto a CURVARE in siffatto modo?!?!?
Perche' la mosca ci ha una coppia di giroscopi (le mazze!) e utilizzando l'energia dei giroscopi curva. Non puo' curvare molto, e subito dopo deve fare un bel rettilineo per accumulare nuova energia nei giroscopi e dopo un po' fa un'altra bella curva a spigolo e via cosi' (triangoli e non cerchi).
Ora una F1 che fa? Frena (mazza se frena) Accelera (eccome) Mantiene le curve (eccome) si ma nonc'e' verso di farcela entrare in una curva una F1.
Lo chiamano sottosterzo, e' copa di tutte quelle stronzate che birano birano...tipo alberi motori e ruote (o cose leggere che girano fortissimo o cose che girano lente ma pesanti...) che si oppongono al poveraccio del pilota che vorrebbe INSERIRE la monoposto in curva.
E allora! Facciamo come le Mosche!!! Ci mettiamo nell'avantreno due bei giroscopini da un etto che girano a100.000 giri e che accumulano energia nei rettilinei (tanto la potenza non manca e gia' le F1 fanno schifo come efficienza) e quando il Sochmacher gira il volante comandiamo i goroscopini che (seguendo la legge dei giroscopi) prendono e applicano una forza immensa (qualche decimo di secondo) per INSERIRE la macchinina in curva. Poi ci pensa lo Soschmacher a tenercela dentro. Poi serve un altro rettilineo pero'. Ma scusate in F1, dopo una curva, non c'e' sempre un rettifilo?!?!!?

Ecco finito, adesso provate a dire che e' il regolamento che lo vieta!!

Stefano



oTToLeoP
12-01-2006, 11.59.15
Praticamente dei "flap" che si regolerebbero automaticamente a secondo della curva impostata? .... non male come idea



stefano_ME30
12-01-2006, 12.18.00
Praticamente dei "flap" che si regolerebbero automaticamente a secondo della curva impostata? .... non male come idea
Appendici aerodinamiche mobili sono vietate.
Basta ruotare il giroscopio intorno ad un asse (con uno sforzo minimo) e lui applica su un altro asse (secondo la regola della mano destra) con una forza proporzionale alla massa e al regime di rotazione.
E' un fenomeno che conoscono bene in aeronautica, quando cerchi di cambiare direzione ad un aereo con l'elica (in parte anche a reazione) questa si comporta come un giroscopio e si oppone o meno (dipende dal verso di rotazione) al movimento dell'aereomobile.


Zimmemme
12-01-2006, 12.44.19
Sì, ok, ma di quando dovrebbero sporgere? Perchè in F1 ci sono anche delle dimensioni di massima da cui non si può sforare.
E poi... quanto dovrebbero essere grossi? Non è che possiamo togliere la già scarsa visibilità che ha il pilota.
E poi... quanta potenza dovrebbero accumulare per poter fare una curva "tipo mosca"?
E poi... nel caso di un tornante di una shicane (si scrive così?) cioè di una curva ed una controcurva, non è che i giroscopi siano più dannosi che utili.

Ciao.

Comunque... bell'idea!

Mi ricordo quando qualcun'altro ebbe una bella idea tipo la tua.
Cioè...
D:perchè le macchine in curva rallentano?
R:perchè sennò finiscono fuori strada.
D:perchè finiscono fuori?
R:perchè perdono aderenza in curva, l'effetto suolo non è sufficiente a basse velocità.

Ed allora... ecco la genialata! Una ventola grossa che aspira l'aria da sotto il motore.
Risultato? La macchina ha un effetto suolo fortissimo ed è praticamente attaccata al suolo tanto che può affrontare le curve a velocità impressionanti.
In più l'aria aspirata serve a raffreddare il motore!!!

Peccato che questa modifica sia stata vietata dal regolamento dopo che si sono disputate alcune gare.
Per quello che sono state vietate le appendici aerodinamiche mobili (intese anche le ventole) e infatti le F1 non hanno piu' nemmeno le ventole per i radiatori e se stanno ferme fondono!
Era una Chaparral Alfaromeo se non mi ricordo male, era il tempo anche delle Tyrrel a sei ruote con le quattro anteriori sterzanti!
 
Ultima modifica:

Sandra_ME30

Super Moderatrice
Professione: SuperModeratrice
Software: ND
Regione: Reggio Emilia
#13
stefano_ME30
12-01-2006, 13.54.01

Sì, ok, ma di quando dovrebbero sporgere? Perchè in F1 ci sono anche delle dimensioni di massima da cui non si può sforare.
E poi... quanto dovrebbero essere grossi? Non è che possiamo togliere la già scarsa visibilità che ha il pilota.
E poi... quanta potenza dovrebbero accumulare per poter fare una curva "tipo mosca"?
E poi... nel caso di un tornante di una shicane (si scrive così?) cioè di una curva ed una controcurva, non è che i giroscopi siano più dannosi che utili.
Ciao.
Comunque... bell'idea
Grazie!

Secondo me, con una coppia di giroscopi da 100.000 giri parliamo di oggetti che possono stare trnaquillamente nel musetto della F1.
La potenza (energia in questo caso dato che pariiamo di accumulatori) non ne serve molta, e poi dipende dal tempo dell'impulso di potenza (questa si elevatissima). Direi che un impulso di qualche decimo di secondo sarebbe sufficiente ad annullre l'effetto "riottoso" della F1 a "mettere" il muso nella direzione giusta.
Nelle schicane (boh!) avresti un effetto marcato nella prima e ridotto nella seconda (i giroscopi rallentano) ma non saranno mai dannosi al limite ininfluenti.


stefano_ME30
12-01-2006, 14.05.27

10.4.2 Power assisted steering systems may not be electronically controlled or electrically powered. No such system may carry out any function other than reduce the physical effort required to steer the car.

Come li controlli i giroscopi????
Meccanicamente, per quanto riguarda l'energia (dalle ruote anteriori per esempio).
Non penso dovrebbero essere controllati elettronicamente, basterebbero una coppia di biellette collegate alle ruote anteriori per permettere ai giroscopi di "sentire" quando le ruote anteriori sterzano.
Inoltre non e' un sistema tipo servosterzo, in realta' non e' altro che un coppia di masse in rotazione he cannullano le forze (sempre giroscopiche) delle ruote e di tutto cio' che in rotazione sulla vettura.
Per capire la quantita' dell'effetto, predete un ventilatore casalingo (vecchio senno' poi ve menano!) accendetelo e tenetelo in mano, ora dopo la reazione all'avviamento tutto sembra in quiete, se provate a ruotare il ventilatore (muovendo il polso) vedrete l'effetto giroscopico, ora provate un movimento secco e veloce di alcuni gradi in qualsiasi direzione (se non vi rimane in mano a pezzi) vi divertirete.
Il principio e' quello della conversione della energia accumulata da una massa in rotazione in un singolo inpulso di potenza elevatissima.

stefano

P.S.:hey nessuno mi ha mandao a c....e!!!!
Buon segno!!


stefano_ME30
12-01-2006, 14.09.46

10.4 Steering:
10.4.1 Any steering system which permits the re-alignment of more than two wheels is not permitted.
10.4.2 Power assisted steering systems may not be electronically controlled or electrically powered. No such system may carry out any function other than reduce the physical effort required to steer the car.
10.4.3 No part of the steering wheel or column, nor any part fitted to them, may be closer to the driver than a plane formed by the entire rear edge of the steering wheel rim. All parts fixed to the steering wheel must be fitted in such a way as to minimise the risk of injury in the event of a driver's head making contact with any part of the wheel assembly.
10.4.4 The steering wheel, steering column and steering rack assembly must pass an impact test, details of the test procedure may be found in Article 16.5

Come li controlli i giroscopi????

Ma lo conosci tutto a memoria il regolamento?

Stefano


api992
12-01-2006, 14.33.37

http://www.formula1.it/


Chi cerca trova e i cocci son suoi

Tanto và la gatta al lardo che ci lascia il giroscopio

every steering is beautiful to his mother


andle11
12-01-2006, 14.48.06

"Al GP di Svezia poi la Brabham scioccò l'ambiente con la BT 46 Alfa con ventilatore posteriore..."
Trovato qui:
http://www.f1grandprix.it/public/IBforum2/lofiversion/index.php?t3203.html


stefano_ME30
12-01-2006, 15.13.07

"Al GP di Svezia poi la Brabham scioccò l'ambiente con la BT 46 Alfa con ventilatore posteriore..."
Trovato qui: http://www.f1grandprix.it/public/IBforum2/lofiversion/index.php?t3203.html
Vero verissimo era l Brabham! io mi ricordavo l'originale Americano che correva con una soluzione simile.

come sono vecchio!
Gia guardavo la F1 in TV quando correva sto fossile!

stefano


api992
12-01-2006, 15.30.23

con bella foto del mitico vill....

P.S. se tu 6 vecchio anche noi altri però.........

http://www.ff1.it/ff1/sezioni/tecnica/areodinamica/


stefano_ME30
12-01-2006, 16.03.47

con bella foto del mitico vill....

P.S. se tu 6 vecchio anche noi altri però.........

http://www.ff1.it/ff1/sezioni/tecnica/areodinamica/
Quelle si che erano macchine e piloti!!!
Gente con le palle, non le "signorine" che ci sono adesso!!!

"eh ma qui l'elettronica non gira, qua il grip non va', qui il sedile mi va un po' strettino..." ma andate a lavura'!!!!

Guarda li' in pieno controsterzo smadonnando e urlando, COSI' si guida!!!
Altro che ste menate di macchinine con tutti quei pulsantini!!!!
Provate a fare a pugni con Keke Rosberb o James Hunt o Riccardo Patrese!
Vi da' giu' una "pappina" che vi fare il record sul giro a Monza fermandovi anche ai box!!

Ma andiamo!!!......co ste storie!!!.........e che cavolo!!!!


P.S.:e ragazzi quando si diventa vecchi si diventa anche rognosetti!!
eheh


stefano_ME30
12-01-2006, 20.24.30

Al GP di Svezia poi la Brabham scioccò l'ambiente con la BT 46 Alfa con ventilatore posteriore..."
Trovato qui: http://www.f1grandprix.it/public/IBforum2/lofiversion/index.php?t3203.html

ecco la progenitrice.

stefano


guglio
12-01-2006, 21.27.16

Ebbene si , Stefano ha ragione , forse un po' di elettronica in meno non guasta!.
Per fortuna che ci sono ancora gli sport prototiti a regalarci delle belle emozioni , sono tecnologicamente evoluti ..........ma c'e' ancora spazio per l'uomo.


stefano_ME30
13-01-2006, 08.26.40

Si va bene, vi ringrazio molto, ma.....

STIAMO ANDANDO FUORI TEMA!!!

Voglio commenti sulla F1 con la mosca dentro!!!!

Stefano


andle11
13-01-2006, 08.26.57

ecco la progenitrice.
stefano
Ahh...grazie, non ne conoscevo l' esistenza.
Sembra quasi più un condizionionatore con le ruote che una macchina da corsa!
Ciao


api992
13-01-2006, 08.39.15

10.4 Steering:

10.4.2 Power assisted steering systems may not be electronically controlled or electrically powered. No such system may carry out any function other than reduce the physical effort required to steer the car.
Valido nella teoria ma bocciato dal regolamento


stefano_ME30
13-01-2006, 09.14.10

Valido nella teoria ma bocciato dal regolamento
hmmm.....continui a intenderlo come un dispositivo dello sterzo.

Mi sa' che sei amico di Briatore!

Va bene lo metto in mezzo alla macchina e lo rendo passivo (non collegato alle ruote) e lo dichiaro una bussola, oppure un sistema di avviamento del motore a inerzia!

Allora!!!??!?!

stefano

P.S.:io a questi dei regolamenti li ammazzerei da piccoli!!!


api992
13-01-2006, 10.30.48

1) Hai notato i movimenti che fà lo sterzo quando toccano un cordolo? prova a pensare cosa succederebbe
2) Montecarlo, partenza, rettilineo, curva del portiere, ingorgo, leggero contatto tra la posteriore sx e l'anteriore dx di due macchine. La macchina che segue curva repentinamente a sx schiantandosi frontalmente contro il muro.
3) Montecarlo (a mè piace Montecarlo), storico problema con i tombini, pensa cosa succederebbe se ne tocchi uno nel tunnel: contro il muro o nel porto?

Ciaps®
Api


stefano_ME30
13-01-2006, 11.02.47

1) Hai notato i movimenti che fà lo sterzo quando toccano un cordolo? prova a pensare cosa succederebbe
2) Montecarlo, partenza, rettilineo, curva del portiere, ingorgo, leggero contatto tra la posteriore sx e l'anteriore dx di due macchine. La macchina che segue curva repentinamente a sx schiantandosi frontalmente contro il muro.
3) Montecarlo (a mè piace Montecarlo), storico problema con i tombini, pensa cosa succederebbe se ne tocchi uno nel tunnel: contro il muro o nel porto?

Ciaps®
Api
E' un problema di dimensionamento, le F1 ne hanno gia' a bizzeffe di giroscopi, pensa solo ai pneumatici, che normalmente si oppongono alle curve (in certe condizioni, chiedi a chi guida le moto Guzzi o BMW!), lo scopo non e' quello di creare una specie di flipper (soprattutto nel tunnel di Montecarlo) ma di rendere piu' agile la monoposto (esattamente la differenza che c'e' tra un Ciao e uno Sfera).

Pero' la Rascas e' la piu' bella! (riguardarsi i filmati di Senna per capire la differenza tra un Pilota e quella truppa di smidollati elettronicizzati che girano adesso!).

Domanda, lo sapete chi e' stato l'unico pilota che e' riuscito a superare Senna a Montecarlo (in gara intendo, cioe' proprio passato di brutto)??

stefano

P.S.:ah gia'!!! Ma voi che caspio ne sapete del Ciao!!!!

scusate!!!
 
Ultima modifica:

Sandra_ME30

Super Moderatrice
Professione: SuperModeratrice
Software: ND
Regione: Reggio Emilia
#14
stefano_ME30
15-01-2006, 12.23.53

Ok! Ho messo in moto (a calci nel didietro) una coppia di "ingenieri" Teteschi (dicono che sono buoni), e mi hanno partorito questa variente ultima.
Allora, mettiamo un volano in asse al motore (se in linea all'asse longitudinale della vettura) tipo volano classico della Punto (la PUNTO!?!?!?!, Beppe Grillo "Il Grande" docet). Solo che il volano lo colleghiamo tramite un riduttore e una frizione, oppure, meglio mettiamo un piccolo alternatore sull'albero motore e azioniamo un motore elettrico AC sul volano. Bene, fatto?. Ora abbiamo il volano che gira e abbiamo pensato bene di montarlo su una specie di giunto elastico (tipo gomma) in modo da permettere qualche grado di angolo di liberta' al volano.
Piazziamo due cilindretti idraulici (o pneumatici o come vi pare) su un piatto di comando spostiamo l'asse di rotazione del volano di uno o due gradi secondo un asse orizzontale trasversale alla vettura.
Ecco fatto tutto qui', con una volano di circa 5 kg e 100.000 giri abbiamo il "motefacciovedeiocomesifannolecurve" per la F1. Il volano sara' in "folle" durante le accelerazioni (senno il pilota si lagna che ci ha la Punto e non la F1) e quando abbiamo raggiunto i giri max. Poi se uno vuole lo usa per mettere in moto l'engine o per sgommare meglio a i box!


ipdesign
16-01-2006, 08.48.17

Ciao Stefano,

Quando ho letto la tua tesi sulle mosche la prima cosa che mi è venuta in mente è stata " azz.. dove abita questo deve esserci quello buono per davvero, e lui neanche lo allunga con l'acqua" ,
poi ripensandoci mi è tornata in mente una gag tra L.Laurenti e P.Bonolis a Striscia la notizia dove si sedeva su una sedia da tecnigrafo tenedo in mano per i mozzi una ruota di bicicletta e dimostrando che la ruota poteva farti girare sulla sedia ( fino a quando non ha brasato il cavallo dei pantaloni ) .

Come vedi l'idea per il brevetto è già stata anticipata .

ariciao


stefano_ME30
16-01-2006, 09.10.40

hehe, quella di Bonolis me la ricordo, ma mi pare che Laurenti non e' riuscito nel suo intento per problemi di ordine psicologico!
Mentre per le mosche e' una teoria assolutamente serie e argomento di un approfondito articolo su "Le Scienze" di qualche anno fa.
Esiste anche un prototipo di autobus dotato di volano (in questo caso utilizzato come accumulatore di energia per la trazione elettrica) in azoto liquido.
Per quanto riguarda "quello buono" non so dirti perche' sono astemio, ma gli "amici" parlano di "cicoria" e di "fumo", forse hanno ragione?


UGoverAll
16-01-2006, 11.52.22

hehe, quella di Bonolis me la ricordo, ma mi pare che Laurenti non e' riuscito nel suo intento per problemi di ordine psicologico!
Mentre per le mosche e' una teoria assolutamente serie e argomento di un approfondito articolo su "Le Scienze" di qualche anno fa.
Esiste anche un prototipo di autobus dotato di volano (in questo caso utilizzato come accumulatore di energia per la trazione elettrica) in azoto liquido.
Per quanto riguarda "quello buono" non so dirti perche' sono astemio, ma gli "amici" parlano di "cicoria" e di "fumo", forse hanno ragione?

Stefano
Ciao Carissimo!
Appena vado in STR (Scuderia Toro Rosso), appena passata a NX, chido un parere sulla tua idea!

Chi ha superato Senna a montecarlo????
Il video che ha postato OttoLeo mi sembra riferito al sorpasso di Prost da parte di Senna o sbaglio????


stefano_ME30
16-01-2006, 12.13.25

Chi ha superato Senna a montecarlo????
Il video che ha postato OttoLeo mi sembra riferito al sorpasso di Prost da parte di Senna o sbaglio????
Era uno italiano, e stava alla Ferrari, Senna alla Lotus, Michele era davanti, buco' e riusci a riprendere Senna e passarlo.
Mai nessuno e piu' riuscito a passare Senna a Montecarlo.
Era, penso, il 1985 forse 86, non mi ricordo bene.

Ciao

P.S.: perche' non siete ancora riusciti a convincerli a passare a NX?
E con che lavorano? Seveicse? o Cattia?


UGoverAll
16-01-2006, 18.47.43

Era uno italiano, e stava alla Ferrari, Senna alla Lotus, Michele era davanti, buco' e riusci a riprendere Senna e passarlo.
Mai nessuno e piu' riuscito a passare Senna a Montecarlo.
Era, penso, il 1985 forse 86, non mi ricordo bene.

P.S.: perche' non siete ancora riusciti a convincerli a passare a NX?
E con che lavorano? Seveicse? o Cattia?
ALBORETO???
... e io che pensavo fosse una pippa...

STR è passata a NX a Novembre 2005


dirotec_mf
16-01-2006, 22.08.48

ma di un compare di software non ti fidi............hihihih


stefano_ME30
17-01-2006, 08.09.29

ALBORETO???
... e io che pensavo fosse una pippa...

STR è passata a NX a Novembre 2005
STR?!?! E chi e'?
Sotomajor Tyre Racing?
Subaru Taroc Radiocontrolled?
Sochmacher Traction Retarded?
?!
stefano


Jarno
17-01-2006, 08.58.49

Scuderia Toro Rosso, mi fa pensare a S. Agata Bolognese che mi risulta usassero PTC.
ciao


stefano_ME30
17-01-2006, 09.03.27
Scuderia Toro Rosso
Inquietante!!!


stefano_ME30
17-01-2006, 09.05.53

Visto ieri il giretto di Sochmaker?

Bella!
Il suono dell'8cilindri non e' male.

stefano

P.S.:Facevano le prove di pescaggio......ma dai!!!!!


UGoverAll
17-01-2006, 09.31.54

Scuderia Toro Rosso, mi fa pensare a S. Agata Bolognese che mi risulta usassero PTC.
Scuderia Toro Rosso = Minardi F1
Usavano CIMATRON nell'antichità...
Poi Catia V5 fino a Novembre 2005.
Adesso NX3.

A S. Agata c'è la lamborghini se non erro... si loro usavano Pro/E.


Zimmemme
17-01-2006, 10.43.09

Tornando al Topic....

2 Dubbi.

1) Non è che un volano da 5 Kg sia eccessivo? Nel senso che si lavora sul mezzo chilo di benzina in più o in meno per avere qualche decimino in più e tu gli vai a sommare ben 5 kg?

2) Mettiamo di montare questa coppietta di giroscopi.
Non è che dopo le prime tre o quattro curve le ruote anteriori decidano di salutare il pilota inquanto spiattellate o almeno consumate in modo eccessivo?



oTToLeoP
17-01-2006, 10.51.06

1) Non è che un volano da 5 Kg sia eccessivo? Nel senso che si lavora sul mezzo chilo di benzina in più o in meno per avere qualche decimino in più e tu gli vai a sommare ben 5 kg?
Nelle monoposto di formula 1, sotto la scocca vengono poste le cosi' dette zavorrre per far in modo che le auto non siano piu' leggere di un certo peso.
 
Ultima modifica:

Sandra_ME30

Super Moderatrice
Professione: SuperModeratrice
Software: ND
Regione: Reggio Emilia
#15
stefano_ME30
17-01-2006, 11.04.22

1) Non è che un volano da 5 Kg sia eccessivo? Nel senso che si lavora sul mezzo chilo di benzina in più o in meno per avere qualche decimino in più e tu gli vai a sommare ben 5 kg?
Non penso il peso sia un problema, come giustamente dice l'amico OttoLeoP, le F1 sono tutte sottopeso (anche se gli serve per "tarare" la zavorra ad ogni gara).

2) Mettiamo di montare questa coppietta di giroscopi.
Non è che dopo le prime tre o quattro curve le ruote anteriori decidano di salutare il pilota inquanto spiattellate o almeno consumate in modo eccessivo?
Mi sono spiegato, male. I girospopi (due o anche uno solo come nell'ultima "proposta") non hanno nulla a che vedere con le ruote anteriori (solo che messe davanti dovrebbero agevolare il movimento dell'avantreno che i piloti "sentono" sempre "riottoso" ad "entrare" in curva). L'effetto e' applicato a tutta la massa della vettura e le ruote anteriori non hanno problemi (anzi se si riduce "l'inerzia" della vettura ad "entrare" in curva, si possono usare "scampanature" meno esasperate alle ruote anteriori e ridurne l'usura).


Zimmemme
17-01-2006, 14.25.10

Io intendevo dire che se l'avantreno entra di scatto in curva sicuramente le ruote saranno sottoposte ad un usura maggiore.

Se per assurdo montassimo un giroscopio enorme, quando si entra in curva la macchina verrebbe letteralmente trascinata dentro.

Poi... altro dubbio... sul giroscopio stavolta.
Ma non è che per far si che il giroscopio funzioni si debba inclinarlo nella direzione della curva?
E come si calcolerebbe tale inclinazione?
Ed ancora... secondo me per dare un aiuto effettivo ci andrebbe un giroscopio molto grosso e pesante, quelli piccoli che dici tu mi sa che non influirebbero a sufficienza.


andle11
17-01-2006, 14.50.11

Da ignorante in materia ho una domanda da porvi: mi sembra d'aver sentito in passato che il concetto del giroscopio è stato anche sfruttato per sviluppare i sistemi di guida dei missili.
Può essere?


stefano_ME30
17-01-2006, 15.09.33

Io intendevo dire che se l'avantreno entra di scatto in curva sicuramente le ruote saranno sottoposte ad un usura maggiore.
L'avantreno non deve entrare di scatto, deve essere meno "sui binari" di come e' adesso.

Se per assurdo montassimo un giroscopio enorme, quando si entra in curva la macchina verrebbe letteralmente trascinata dentro.
Appunto! Non deve essere enorme.

Poi... altro dubbio... sul giroscopio stavolta.
Ma non è che per far si che il giroscopio funzioni si debba inclinarlo nella direzione della curva?
No' in realta' se tu muovi un giroscopio secondo un asse lui reagisce applicando una coppia intorno ad un asse che e' sfasato di 90°.

E come si calcolerebbe tale inclinazione?
Ed ancora... secondo me per dare un aiuto effettivo ci andrebbe un giroscopio molto grosso e pesante, quelli piccoli che dici tu mi sa che non influirebbero a sufficienza.
Piu' che l'angolo, conta la velocita' con cui sposti il giroscopio.
Per ridurre la dimensione del giroscopio basta aumentarne i giri e con le tecnologie attuali, penso sia un puro divertimento (tecnologico intendo) fare giroscopi da 100.000 piuttosto che 200.000 giri (vedi applicazioni per mandrini di macchine utensili).
Per quanto riguarda le dimensioni, quarda quella specie di bicicletta a due ruote parallele (quella che adesso provano tutti) e vedi come dei piccoli giroscopi riescono a stabilizzare i 100 kg di una persona in equilibrio cosi' precario. Nel nostro caso dobbiamo destabilizzare un veicolo quel tanto (poco) che serve a contrastare i giroscopi naturali di una F1 (ruote, grosse ma lente).


Zimmemme
17-01-2006, 17.08.34

Altra domanda da ignorante... ma mi sto documentando!

Allora... il senso di rotazione di un giroscopio (orario o antiorario tanto per capirci) può influenzare le svolte a dx o a sx?



UGoverAll
17-01-2006, 17.34.28

Altra domanda da ignorante... ma mi sto documentando!
Allora... il senso di rotazione di un giroscopio (orario o antiorario tanto per capirci) può influenzare le svolte a dx o a sx?
No, non le influenza.


Zimmemme
17-01-2006, 22.15.57

Allora... prendiamo un giroscopio.
Teniamolo con l'asse orizzontale ed i due estremi li posiamo sui polpastrelli delle due dita indici delle mani.
Supponendo che giri, come detto, se togliamo ad esempio il dito sx il giroscopio non cadrà per terra ma rimarrà in equilibrio sul solo polpastrello dx.
Ma non solo.
Inizierà a ruotare intorno al polpastrello sempre tenendo l'asse orizzontale rispetto al terreno.

Domanda: gira in senso orario o antiorario?
Perchè?


stefano_ME30
18-01-2006, 09.12.23

Allora... prendiamo un giroscopio.
Teniamolo con l'asse orizzontale ed i due estremi li posiamo sui polpastrelli delle due dita indici delle mani.
Supponendo che giri, come detto, se togliamo ad esempio il dito sx il giroscopio non cadrà per terra ma rimarrà in equilibrio sul solo polpastrello dx.
Ma non solo.
Inizierà a ruotare intorno al polpastrello sempre tenendo l'asse orizzontale rispetto al terreno.
Domanda: gira in senso orario o antiorario?
Perchè?
cos'e' un indovinello?
Non sono sicuro di aver capito quale e' il dubbio.
Il verso di rotazione del giroscopio influenza solo la direzione della reazione non il fenomeno in se'.
Un giroscopio tende a mantenere la sua posizione indipendentemente dal verso di rotazione. Ma la reazione al movimento dipende anche dal verso di rotazione.
Su una bicicletta, per esempio, quando vai dritto le ruote sono girosopi che tengono in equilibrio il sitema.
Ora nel momento in cui tu cerchi di inclinare la bicicletta da on lato, a destra per esempio, la rotazione impressa alla ruota anteriore (secondo l'asse longitudinale) impone una reazione da parte del giroscopio.
La ruota anteriore e' libera di ruotare sull'asse verticale (manubrio), ora se guidi senza mani, quando ti inclini a destra la ruota (il giroscopio) ruota sullasse verticale a destra (mentre la posteriore e' vicolata e quindi si oppone a qualsiasi movimento, facendo da stabilizzatore) questa rotazione della ruota anteriore nella direzione dellinclinazione della bicicletta e' quello che permette alla bicicletta di autocerreggere gli sbandamenti durante la marcia. Fate una prova, inclinandovi da un lato, provate a impedire al manubrio di ruotare e scoprirete la forza di un giroscopio.


P.S.: Non so se mi rendo conto di quello che dico, ma questi esercizi mentali sono ardui alla mia veneranda eta' (c'e' qualcuno della IP che ne sa' qualcosa).


stefano_ME30
24-01-2006, 21.45.30

mbeh!!!! allora?!?!?!?
Forza con le domande....sto qui apposta per "rispondere"


tomcat_73
16-02-2006, 20.04.25

Ci sono esperti del settore?
Avrei qualche buona idea per far andare piu' forte una formula1!
E va beh! Perche? Non posso avere qualche buona idea?
Senno vado e scrivo direttamente a Barnard oppure a Postelwhite (io quelli conosco!).
P.S.:guardate che posso anche scrivere a Forghieri e Chiti, che voi sbarbatelli neanche sapete chi sono!
Mi dispiace, ma sei rimasto un pò indietro...John Barnard dopo i fasti delle McLaren Project Four motorizzate Porsche V6 biturbo e le Ferrari 639 e 640 (Prost e Mansell per intenderci) non ha più combinato nulla, e manca dal circus della Formula 1 da molti anni ormai.
Da notare che il buon vecchio Ron si è rifatto con Gordon Murray...
Già, le rosse...cominciarono con un V12 60 valvole e basamento in ghisa...poi sono passati alle 48 valvole...poi hanno abbandonato la ghisa per l'acciaio...e infine il 12 per il 10...

Postelthwhite è deceduto.


tomcat_73
16-02-2006, 20.21.55

P.S.:guardate che posso anche scrivere a Forghieri e Chiti, che voi sbarbatelli neanche sapete chi sono!
Mauro non ha bisogno di presentazioni.
Di Chiti ricordo un suo bellissimo motore (M. Moderni, 1988 - 89), un V12 a 180° (3500 cm3) costruito per la Formula 1 per conto di una nota casa giapponese che oggi va forte nei rally.
620 cv a 12.500 giri, 41 kgm di coppia max intorno ai 9000 giri
l'albero motore girava su 4 soli supporti di banco...5 valvole per cilindro, bielle in Ti6Al4V e pistoni con 3 segmenti...

tomcat



stefano_ME30
16-02-2006, 20.39.54

come sbarbatello ne sai di cose!!!!
P.S.:lo sapete quale e' stato il primo motore a iniezione (indiretta) usato in aviazione?

tomcat_73
16-02-2006, 20.57.02

beh...sbarbatello, il 73 del mio nick sta per 1973, cioè sono 32!
comunque, di motori me ne intendo...ho studiato solo per quelli.
Anche se non ho mai avuto il piacere di lavorarci sopra, purtroppo.
ho anche fatto un master in collaborazione con powertrain
ho lavorato e lavoro tuttora nel settore automotive, che tutto sommato è molto piccolo...
 
Ultima modifica:

Sandra_ME30

Super Moderatrice
Professione: SuperModeratrice
Software: ND
Regione: Reggio Emilia
#16
stefano_ME30
17-02-2006, 08.13.45

del '73!!! Vedi che avevo ragione!
Il sottoscritto e' del '59, e quelli del 73 li considero ragazzini.
Si vede che sei appassionato e la passione nel lavoro conta, anche se fanno di tutto per dimostrarmi il contrario, non mollo.

P.S.:vedo se ritrovo una foto che avevo fatto a Kiti nel 78, se riesco la "scanno" e la "posto".
Bello questo nuovo linguaggio.


stefano_ME30
17-02-2006, 08.18.30

A proposito, il "micio" lo stanno mandando in pensione. Costa troppo.
Passeranno al modello unico tuttofare F/A18.

P.S.:la vuoi una copia della rivista AEREI del '73? Quella dove l'F16 era un modello ingegneristico e l'F18 si chiamava Y117 Cobra e concorreva contro il 116?



F1-JJ
22-02-2006, 14.04.55

Ciao me30 .....
Allora vuoi renderi parteipe della tua grade ituizione?
Sono del settore e anche se da poco comincio a capirne qualcosa...

Quindi spetto con ansia il suggerimento.

P.S: Forghieri è stato fino a metà degli anni '80 direttore tecnico i Ferarri
Adrian Newey è l'attuale dir. tec. di McLaren


F1-JJ
22-02-2006, 14.07.23

Mi scuso per gli errori ma, che ci crediate o no in questa tastiera del c???o per digitare le lettere C - N - ed S servono delle martellate.

Ciao Ciao
Luca


F1-JJ
22-02-2006, 14.20.01

Mi ritiro .... Dalla vergogna!!!

Non avevo visto che di messaggi ne erano arrivati + di 60 e che di conseguenza l'argomento è stato abbondantemente trattato.
Comunque la "storia" della mosca la conoscevo anch'io
anche se non sono un ing.aerodinamico
(intendo dire che questa categoria ne parla con ammirazione e che bene o male la conoscono tutti)
ma solo un umile disegnatore che deve dare una forma alle loro idee... a volte un tantino irrealizzabili.

Ciao
Non so se vi frega ma io uso Catia V5R16


stefano_ME30
22-02-2006, 15.02.11

intendo dire che questa categoria ne parla con ammirazione
di che? delle mosche?

Ciao
stefano


F1-JJ
23-02-2006, 14.29.03

Si!!!!! proprio delle mosche.
e del fantastico sistema che la natura ha dato loro per sfuggirci ogni qualvolta che noi "umani" cerchiamo di schiacciarle con una rudimentale paletta.
Bravo Me30 bella discussione la tua.
LUCA


biasio
23-02-2006, 21.15.49

Ho letto un pò stò forum sulle modifiche aereodinamiche maa...
Quale monoposto 2005 era veramente innovativa?


stefano_ME30
23-02-2006, 21.28.01

Si!!!!! proprio delle mosche.
e del fantastico sistema che la natura ha dato loro per sfuggirci ogni qualvolta che noi "umani" cerchiamo di schiacciarle con una rudimentale paletta.
Bravo Me30 bella discussione la tua.
LUCA
grazie!


stefano_ME30
23-02-2006, 21.29.37

Ho letto un pò stò forum sulle modifiche aereodinamiche maa...
Quale monoposto 2005 era veramente innovativa?
non sono esperto, a me sembravano la fotocopia una dell'altra.



tomcat_73
28-02-2006, 21.27.17

A proposito, il "micio" lo stanno mandando in pensione. Costa troppo.
Passeranno al modello unico tuttofare F/A18.
chissà cosa sarebbe stato un film come top gun senza l'F-14? Non oso immaginare...che sballo i post-bruciatori accesi al decollo! Eh sì, il ciclo Brayton fa sempre la sua bella figura...
Quasi meglio dei motori da formula 1...a pensarci che schifo questi nuovi V8 (lo detesto) da appena 2,4 litri. Fosse per me tornerei ai turbo da 1,5 litri con pressione di alimentazione limitata. Visto che ci sono, via le scanalate per le slick...
A proposito, sai la mia F1 preferita? Williams FW 14B eh eh tanto per rimanere in tema...
tomcat


biasio
28-02-2006, 21.58.01

Ci sono piccole grandi differenze fra le monooposto ....

Basta guardare il musetto anteriore !!!

I regolamenti li puoi trovare sul sito della FIA ....

Prova a pensare quante varianti (flip, flick, ale, musetti, ..) vengono provate e sperimentate!!!

ciao


stefano_ME30
31-07-2006, 07.46.17

Ok! Ho messo in moto (a calci nel didietro) una coppia di "ingenieri" Teteschi (dicono che sono buoni), e mi hanno partorito questa variente ultima.
Allora, mettiamo un volano in asse al motore (se in linea all'asse longitudinale della vettura) tipo volano classico della Punto (la PUNTO!?!?!?!, Beppe Grillo "Il Grande" docet). Solo che il volano lo colleghiamo tramite un riduttore e una frizione, oppure, meglio mettiamo un piccolo alternatore sull'albero motore e azioniamo un motore elettrico AC sul volano. Bene, fatto?. Ora abbiamo il volano che gira e abbiamo pensato bene di montarlo su una specie di giunto elastico (tipo gomma) in modo da permettere qualche grado di angolo di liberta' al volano.
Piazziamo due cilindretti idraulici (o pneumatici o come vi pare) su un piatto di comando spostiamo l'asse di rotazione del volano di uno o due gradi secondo un asse orizzontale trasversale alla vettura.
Ecco fatto tutto qui', con una volano di circa 5 kg e 100.000 giri abbiamo il "motefacciovedeiocomesifannolecurve" per la F1. Il volano sara' in "folle" durante le accelerazioni (senno il pilota si lagna che ci ha la Punto e non la F1) e quando abbiamo raggiunto i giri max. Poi se uno vuole lo usa per mettere in moto l'engine o per sgommare meglio a i box!

stefano

"mass dumper" (smorzatore inerziale).........15 kg......hmmmm........serviva per "passare meglio sui cordoli"........pero' le curve venivano meglio........hmmmm........le gomme (anteriori) si consumavano meglio......

E se girava (tipo giroscopio)? Chissa!

Magari c'ero andato vicino, che ne pensate?
Stefano


Demo
27-09-2006, 00.40.03

Sono MOOOOLTO in ritardo, ma non potevo esimenrmi da dire la mia..

Di Colin Chapman e della Lotus che mi dite?
E' arrivato dopo di lui in Formula1 un genio progettista del genere?
E senza Catia, NX4,Pro E,IDEAS, e via dicendo, solo tecnigrafo, kilometri di equazioni risolte a mano e con la testa..
Ed in pista gente che aveva voglia di premere l'acceleratore a fondo e controsterzare, senza anti-spin o differenziali elettronici, cambi sequenziali e variazioni dinamiche del veicolo per 10 pascal di variazione di pressione delle gomme..
Per i più giovani basterà leggere un pò di storia..

Quelli - che sò - a caso, del 1959, però dovrebbero averlo sentito nominare

PS. Che forse il nuovo Colin Chapman sia Stefano_ME30?
Pensate: BANCAD Racing Team..


stefano_ME30
27-09-2006, 08.14.24

Quelli - che sò - a caso, del 1959, però dovrebbero averlo sentito nominare
PS. Che forse il nuovo Colin Chapman sia Stefano_ME30?
Pensate: BANCAD Racing Team..
Mi vergogno anche solo ad essere avvicinato a Chapman.
Purtroppo la mia generazione vedeva Chapman come un nemico e siamo stati poco teneri con lui.
Ripensandoci oggi si puo' affermare, senza ombra di dubbio, che e' stato il piu' grande progettista di F1 di tutti i tempi.
Solo il fatto di aver introdotto il monoscocca e il motore portante gia' lo metterebbe in cima.
Oltretutto lavorava "assemblando" componentistica "commerciale", motore (Ford) sospensioni freni ecc e riusciva a "produrre" una "rivoluzione" ogni 2 o 3 anni.
Impareggiabile.


Demo
27-09-2006, 19.32.44

E che dire di quel certo CLARK JIM che guidava quelle piccole monoscocche motorizzate Ford clienti come nessuno - probabilmente - ha fatto più in Formula 1? Guida pulitissima su vetture con poco carico aerodinamico che invece volevano esser guidate di traverso..
Nell'era aerodinamica l'unico che gli può esser confrontato - e forse l'ha superato - é Senna, ma anche lui, all'inizio, fu aiutato da un certo aerodinamico di nome Ducarouge (mi sembra si scriva così )..
Ad ogni grande pilota, c'é sempre stato un grande tecnico: chi non si ricorda dell'accoppiata Villenueve - Forghieri..


stefano_ME30

27-09-2006, 21.33.20

E che dire di quel certo CLARK JIM che guidava quelle piccole monoscocche motorizzate Ford clienti come nessuno - probabilmente - ha fatto più in Formula 1? Guida pulitissima su vetture con poco carico aerodinamico che invece volevano esser guidate di traverso..
Nell'era aerodinamica l'unico che gli può esser confrontato - e forse l'ha superato - é Senna, ma anche lui, all'inizio, fu aiutato da un certo aerodinamico di nome Ducarouge (mi sembra si scriva così )..
Ad ogni grande pilota, c'é sempre stato un grande tecnico: chi non si ricorda dell'accoppiata Villenueve - Forghieri..
Su Senna non c'e nulla da dire, il piu grande in assoluto, uno che "faceva il tempo" a comando, incredibile (solo Valentino ha la stessa sensibilita').
Clark purtroppo e' di una generazione troppo vecchia e ne ho sentito parlare ho visto qualche filmato, ma non riesco a "sentirlo" come pilota.
Il primo che mi ricordo era Rindt che riusciva a guidare come poi fece Lauda.
Ma Senna.......
 
Ultima modifica:

Sandra_ME30

Super Moderatrice
Professione: SuperModeratrice
Software: ND
Regione: Reggio Emilia
#17
Demo
28-09-2006, 17.14.28
Su Senna non c'e nulla da dire, il piu grande in assoluto, uno che "faceva il tempo" a comando, incredibile (solo Valentino ha la stessa sensibilita').
Clark purtroppo e' di una generazione troppo vecchia e ne ho sentito parlare ho visto qualche filmato, ma non riesco a "sentirlo" come pilota.
Il primo che mi ricordo era Rindt che riusciva a guidare come poi fece Lauda.
Ma Senna.......
Senna.. Peccato veramente sia andata così: come persona e come uomo..
Di clark si é letto, Senna e la sua guida l'hanno visto in tanti e a tanti ancora manca di vedere un pilota così..
Ai suoi tempi d'oro 6 cilindri, cambi manuali, due turbo, 1500CV in prova con poca elettronica e sempre 600 kg di peso.
E non me ne vogliano i tifosi di M.S. - ormai anche lui quasi ex - ma quando Senna ha avuto l'incidente, lui era dietro..


stefano_ME30
24-11-2006, 11.27.55

ecco ho trovato un buon disegno di quello che intendevo.
Purtroppo i generatori di vortici sono "guardati male" dai puristi della aerodinamica in aviazione (creano forti resistenze) e vengono considerati delle "patches" per "tappare" qualche problema di progetto.
Negli aerei a bassa velocita' vengono usate con i profili "spessi" negli aerei moderni vengono usati localmente per eliminare "buffeting" in qualche zona.
Invece, per me, sono ottimi strumenti di "conversione" di energia e in F1 dove la resistenza puo' essere "sacrificata" poter convertire l'energia di avanzamento della macchina in energia del flusso laminare sui profili delle "ali" potrebbe essere utile.
Chiaramente i generatori andrebbero messi sul bordo di attaco inferiore dell'ala rovesciata di una F1.
In questo caso sono usati per eliminare gli "sbattimenti" e la risposta degli alettoni in prossimita' dello stallo. Ma vengono usati (A4, SF260 e quasi tutti gli "agricoli") per migliorare il comportamento dell'ala vicino allo stallo.

ciao
P.S.: voi direte, si ma che c'entra? c'entra c'entra!


meccbell
24-11-2006, 12.10.10
P.S.: voi direte, si ma che c'entra? c'entra c'entra!
Con Stefano c'entra. C'entra SEMPRE !!!

Mr. President, Lei sta raggiungendo vette inarrivabili dalla mente dei comuni mortali.
Di questo passo, ogni volta che sul monitor appare un Suo post, dovremo prostrarci in deferente omaggio.

Un bacio alla pantofola


stefano_ME30
24-11-2006, 13.47.41

hehe ti ringrazio!
stefano

P.S.: spero che alla fine oltre agli "onori" e agli "omaggi" qualche "buonanima" si convinca a farmi qualche "offerta" altrimenti la Wife 1.03 (recentemente patchata) mi fa, come si suol dire, correre!!!


tomcat_73
24-11-2006, 23.47.23

Sono MOOOOLTO in ritardo, ma non potevo esimenrmi da dire la mia..
Di Colin Chapman e della Lotus che mi dite?
E' arrivato dopo di lui in Formula1 un genio progettista del genere?
Certo, di geni in Formula 1 ce ne sono sempre stati: prima, durante e dopo.
Prima: Vittorio Jano.
Durante: Forghieri, il Furia.
Dopo (li conosco meglio): Gordon Murray (lo zingaro), John Barnard, Adrian Newey, Rory Byrne.

tomcat


tomcat_73
24-11-2006, 23.56.07

Senna.. Peccato veramente sia andata così: come persona e come uomo..
Di clark si é letto, Senna e la sua guida l'hanno visto in tanti e a tanti ancora manca di vedere un pilota così..
Ai suoi tempi d'oro 6 cilindri, cambi manuali, due turbo, 1500CV in prova con poca elettronica e sempre 600 kg di peso.
E non me ne vogliano i tifosi di M.S. - ormai anche lui quasi ex - ma quando Senna ha avuto l'incidente, lui era dietro..

1500 cv sono (per la cubatura dell'epoca) 1000 cv/dm3...troppi.
Il massimo è stato raggiunto dal 4 in linea bavarese, 1400 cv con una pressione di sovralimentazione 5,5 bar (6,5 bar assoluti). Ma solo nelle qualificazioni.
In gara i valori erano più bassi. Ovviamente.

tomcat


Demo
25-11-2006, 21.58.52

1500 cv sono (per la cubatura dell'epoca) 1000 cv/dm3...troppi.
Il massimo è stato raggiunto dal 4 in linea bavarese, 1400 cv con una pressione di sovralimentazione 5,5 bar (6,5 bar assoluti). Ma solo nelle qualificazioni.
In gara i valori erano più bassi. Ovviamente.
Non metto in alcun dubbio la tua conoscenza di motori, di F1 e storia automobilistica, nonché la tua preparazione e tipologia di formazione universitaria, e se ho scritto cose errate, mi scuso..
Però - per esperienza diretta - ti posso dire che "qualcuno" i 1500CV in prova (ovviamente) e magari in qualche giro di qualifica (tanto si poteva cambiare il motore) aiutati soprattutto da carburanti adatti, li ha raggiunti.
E non era bavarese..
Probabilmente il motore avrà retto 5 giri o meno, ma ci arrivarono.
In gara molti meno, non c'è dubbio.


stefano_ME30
25-11-2006, 22.02.23

aiutati soprattutto da carburanti adatti, li ha raggiunti.
hai detto bene, carburanti!
Perche' chiamarla "benzina" ci voleva coraggio!


Demo
25-11-2006, 22.12.39

Certo, di geni in Formula 1 ce ne sono sempre stati: prima, durante e dopo.
Prima: Vittorio Jano.
Durante: Forghieri, il Furia.
Dopo (li conosco meglio): Gordon Murray (lo zingaro), John Barnard, Adrian Newey, Rory Byrne.

Nomi eccellenti e grandi progettisti..
Non c'è dubbio..
Ma ritengo ancora che Chapman sia ancora il più prolifico progettista avuto in formula 1, anche - e soprattutto - perché ha vissuto in un epoca lontana anni luce dalla tecnologia attuale pur avendo compreso e sviluppato concetti che ancora sono alla base delle attuali F1..
Di Barnard - sinceramente - non ricordo niente di così eccelso, tranne le scocche in materiali compositi della MP/4, perché l'innovazione più importante da lui introdotta sulla Ferrari (il cambio robotizzato) era già stato realizzato da Forghieri e provato da Villenueve (che lo trovò inadatto). Inoltre aveva la tendenza, Barnard, ad appropriarsi di idee altrui per poi farle sue..


Demo
25-11-2006, 22.15.12

hai detto bene, carburanti!
Perche' chiamarla "benzina" ci voleva coraggio!
Ho scritto carburanti apposta
Di benzina avevano poco...
Però facevano volare le auto..
Chiedere al povero DeAngelis.


stefano_ME30
26-11-2006, 10.19.32

Ma ritengo ancora che Chapman ....compreso e sviluppato concetti che ancora sono alla base delle attuali F1..
Assolutamente "una spanna" sopra a tutti, ma purtroppo in Italia e' stato sempre incompreso. Era un genio perche' faceva vetture vincenti (sempre) usando "componentistica commerciale" (motore, sospensioni e freni) e la "differenza" usciva tutta da quello che lui ci metteva di suo.

Di Barnard ..... Inoltre aveva la tendenza, Barnard, ad appropriarsi di idee altrui per poi farle sue..

Conosco il "soggetto", ne ho avuto esperienza diretta e ne sto ancora pagando le conseguenze.


tomcat_73
26-11-2006, 14.41.08

Però - per esperienza diretta - ti posso dire che "qualcuno" i 1500CV in prova (ovviamente) e magari in qualche giro di qualifica (tanto si poteva cambiare il motore) aiutati soprattutto da carburanti adatti, li ha raggiunti.
Non c'è male! Hai 35 anni e parli per esperienza diretta! Quindi a 10 anni frequentavi gli autodromi...
Comunque, vediamo di fare un censimento datato 1986, ultimo anno con pressioni libere (vado a memoria):

- Judd (aspirato)
- Cosworth (aspirato)
- Brian Hart (aspirato)
- Honda (turbo)
- Ferrari (turbo)
- BMW (turbo)
- Porsche (turbo)
- Renault (turbo)

Non vedo nessun altro oltre Paul Rosche (BMW Motorsport) in grado di andare oltre i 1400 cavalli...

tomcat


tomcat_73
26-11-2006, 14.50.28

Di Barnard - sinceramente - non ricordo niente di così eccelso, tranne le scocche in materiali compositi della MP/4, perché l'innovazione più importante da lui introdotta sulla Ferrari (il cambio robotizzato) era già stato realizzato da Forghieri e provato da Villenueve (che lo trovò inadatto).
Oggi però tutte le monoposto sono in materiali compositi e tutte hanno il cambio semiautomatico.
La seconda soluzione tecnica mi risulta IMPOSTA con minaccia di dimissioni immediate se non fosse stata implementata...
Però, che spettacolo Mansell in Ungheria che supera Ayrton...una vittoria già all'esordio...che tempi ragazzi! Se avessero avuto un V10 avrebbero vinto anche con Alain.

tomcat
 
Ultima modifica:

Sandra_ME30

Super Moderatrice
Professione: SuperModeratrice
Software: ND
Regione: Reggio Emilia
#18
graffito
26-11-2006, 16.36.50

Non c'è male! Hai 35 anni e parli per esperienza diretta! Quindi a 10 anni frequentavi gli autodromi..
Comunque, vediamo di fare un censimento datato 1986, ultimo anno con pressioni libere (vado a memoria):

- Judd (aspirato)
- Cosworth (aspirato)
- Brian Hart (aspirato)
- Honda (turbo)
- Ferrari (turbo)
- BMW (turbo)
- Porsche (turbo)
- Renault (turbo)

Non vedo nessun altro oltre Paul Rosche (BMW Motorsport) in grado di andare oltre i 1400 cavalli...

tomcat
Ciao a tutti... interessante discussione.. soprattutto queste info sui vari progettisti!

Se vi interessa, c'è questo sito che trovo davvero interessante, dove si trovano parecchie foto e alcuni dati proprio sui motori di quegli anni.. e non solo...

http://www.gurneyflap.com/bmwturbof1engine.html

Vorrei chiedervi anche un piccolo parere riguardo a queste immagini..
Secondo voi per quale motivo la valvola a farfalla è stata montata in quella posizione, subito prima del turbo..
Io ho fatto le mie ipotesi, ma mi piacerebbe conoscere anche la vostra opinione...


Demo
26-11-2006, 18.41.39

Oggi però tutte le monoposto sono in materiali compositi e tutte hanno il cambio semiautomatico.
La seconda soluzione tecnica mi risulta IMPOSTA con minaccia di dimissioni immediate se non fosse stata implementata...
Però, che spettacolo Mansell in Ungheria che supera Ayrton...una vittoria già all'esordio...che tempi ragazzi! Se avessero avuto un V10 avrebbero vinto anche con Alain.

tomcat
I materiali compositi sono la naturale evoluzione in un campo che é molto vicino all'aeronautica, il cambio robotizzato un'altra necessità, che però sarebbe tornato manuale, visto le innumerevoli difficoltà iniziali (non avute in tal numero da Williams e McLaren) se Barnard non avesse fatto una vettura che non permetteva il ritorno alla trasmissione tradizionale.
Tutto questo per dire che Barnard ha sviluppato e applicato concetti già visti (vedi cambio di Forghieri) approfittando spesso della sua posizione per fare sue idee di altri, sia in McLaren che Ferrari. Per non parlare della GTA, ciclopica struttura inglese mangiatrice di soldi pretesa dallo stesso..
E questo non é una opinione personale, ma un dato di fatto che fa parte della storia della F1.
Così come la storia insegna che Chapman é stato un grande progettista.
Mansell é stato un grande campione, ma sia l'esordio che il sorpasso su Senna in Ungheria si devono principalmente a lui, e meno all'auto; Prost avrebe vinto il titolo se un certo Ing. Fiorio avesse tenuto a freno Mansell..
Tuttavia, se la tua passione per Barnard e la Ferrari ti fa essere poco obiettivo anche in ragione del tuo essere ingegnere che dovrebbe portarti ad essere razionale, ritengo che questa sia una discussione che non porta a niente.
Per il resto ti ho scritto in privato, perché per rispetto della professionalità, certe informazioni non sono adatte ad essere postate pubblicamente.


tomcat_73
26-11-2006, 19.21.46

Se vi interessa, c'è questo sito che trovo davvero interessante, dove si trovano parecchie foto e alcuni dati proprio sui motori di quegli anni.. e non solo...

http://www.gurneyflap.com/bmwturbof1engine.html

Vorrei chiedervi anche un piccolo parere riguardo a queste immagini..
Secondo voi per quale motivo la valvola a farfalla è stata montata in quella posizione, subito prima del turbo..
Io ho fatto le mie ipotesi, ma mi piacerebbe conoscere anche la vostra opinione...
valvole a farfalla prima dei turbo non se ne montano. I gruppi turbocompressore prevedono due tipi di valvole: waste-gate e pop-off (o pierburg), ovviamente con funzioni diverse.

tomcat


tomcat_73
26-11-2006, 19.56.02

I materiali compositi sono la naturale evoluzione in un campo che é molto vicino all'aeronautica, il cambio robotizzato un'altra necessità
I compositi si sono resi necessari per aumentare la rigidezza del telaio, la sicurezza passiva, abbattere il peso della monoposto.
Il cambio robotizzato non è propriamente una necessità: si può cambiare benissimo anche con un manuale. All'epoca i tempi di cambiata erano paragonabili (parole di Patrick Head), ma non certo costanti.
Il vantaggio era proprio questo: sganciare l'efficienza del cambio marcia dalle situazioni soggettive del pilota. Il sistema, tuttavia, rimane più efficace con i motori turbo (infatti nacque per quelli): minimizzare i tempi in cui il turbocompressore non riceve gas di scarico a piena apertura.
Puoi anche vedere la questione in modo speculare: minimizzare i tempi in cui il motore non eroga potenza per fare avanzare la macchina.

che però sarebbe tornato manuale, visto le innumerevoli difficoltà iniziali (non avute in tal numero da Williams e McLaren)
Williams all'epoca faceva programmi a lungo termine: le innovazioni introdotte in gara erano quasi sempre già affidabili (sospensioni attive, abs, traction control, ecc...)
Per la McLaren: problemi ce ne sono stati eccome...il loro sistema inizialmente era pneumatico, completamente diverso dagli altri.

se Barnard non avesse fatto una vettura che non permetteva il ritorno alla trasmissione tradizionale. Tutto questo per dire che Barnard ha sviluppato e applicato concetti già visti (vedi cambio di Forghieri) approfittando spesso della sua posizione per fare sue idee di altri, sia in McLaren che Ferrari.
Pensa se Newey non avesse fatto quello che gli pareva in Williams. I geni vanno assecondati e guidati, non frenati. John ha reagito così, ha fatto bene e la storia gli ha dato ragione.


Per non parlare della GTA, ciclopica struttura inglese mangiatrice di soldi pretesa dallo stesso..E questo non é una opinione personale, ma un dato di fatto che fa parte della storia della F1.
Il fatto è che i migliori telaisti si trovano in Inghilterra. Che tutto questo si scontri con una realtà emiliana ben determinata, con una cultura profondamente diversa lo posso capire.

Così come la storia insegna che Chapman é stato un grande progettista.
Mai messo in discussione. Ma sappi che Clark ha perso tante gare quante quelle vinte, proprio perchè il genio a cui fa riferimento molte volte si faceva prendere la mano...


Mansell é stato un grande campione, ma sia l'esordio che il sorpasso su Senna in Ungheria si devono principalmente a lui, e meno all'auto
E' il binomio che vince: uomo e macchina sono una cosa sola.


Prost avrebe vinto il titolo se un certo Ing. Fiorio avesse tenuto a freno Mansell..
Detesto gli ordini di scuderia, la penso come Williams.


Tuttavia, se la tua passione per Barnard e la Ferrari ti fa essere poco obiettivo

Non sono un tifoso Ferrari, ho smesso all'epoca dell'F92A quando si inventarono il doppio fondo e l'FW 14B andava come...un F 14 tomcat...


anche in ragione del tuo essere ingegnere che dovrebbe portarti ad essere razionale, ritengo che questa sia una discussione che non porta a niente.
infatti lo sono: quando posso sono sempre quantitativo. La discussione è improntata su pareri personali, quindi soggettivi ed opinabili. Non è richiesta una sintesi che superi le tesi iniziali.


Per il resto ti ho scritto in privato, perché per rispetto della professionalità, certe informazioni non sono adatte ad essere postate pubblicamente.
Leggo e poi rispondo
tomcat


Demo
26-11-2006, 20.06.24

valvole a farfalla prima dei turbo non se ne montano. I gruppi turbocompressore prevedono due tipi di valvole: waste-gate e pop-off (o pierburg), ovviamente con funzioni diverse.
tomcat
Perfetto..
Ma i turbo VGT non hanno bisogno di waste-gate per ovvie ragioni..
Il controllore REA in luogo del pneumatico perfeziona il funzionamento.
La pop-off é una valvola di sicurezza impiegata in alcuni motori sovralimentati per evitare che all'interno del collettore di aspirazione e delle tubazioni a valle del compressore si possano raggiungere pressioni troppo elevate, ma i VGT e i CGT per il loro sistema di funzionamento, ne rendono inutile l'utilizzo..


graffito
26-11-2006, 20.32.54

valvole a farfalla prima dei turbo non se ne montano. I gruppi turbocompressore prevedono due tipi di valvole: waste-gate e pop-off (o pierburg), ovviamente con funzioni diverse.
tomcat
Ok... e fino a qui ci siamo... ma questa valvola, che si trova prima della girante del compressore (prima sono stato poco preciso ma pensavo si capisse...) , a cosa serve secondo te?
una mia piccola curiosità...

http://www.gurneyflap.com/Resources/DSC06080.jpg


Demo
26-11-2006, 20.42.05

Ok... e fino a qui ci siamo... ma questa valvola, che si trova prima del turbo, a cosa serve secondo te?
una mia piccola curiosità...
http://www.gurneyflap.com/Resources/DSC06080.jpg
Direi che quella valvola a farfalla che vedi montata a monte del compressore centrifugo serva a modulare il flusso di aria proveniente dai "camini" esterni.
In altre parole, i turbocompressori utilizzati in F1 erano tecnologicamente datati anni 80 (fine) e di grandi dimensioni (e inerzie) per permettere a tali motori di raggiungere i 400-450 Cv/litro: la suddetta valvola doveva avere la funzione di regolare il flusso in entrata evitando risonanze dell'aria aspirata nel compressore e operando
in un certo senso come gli attuali compressori a geometria variabile. (Vedi Porsche turbo)
 
Ultima modifica:

Sandra_ME30

Super Moderatrice
Professione: SuperModeratrice
Software: ND
Regione: Reggio Emilia
#19
graffito
26-11-2006, 20.49.47

Direi che quella valvola a farfalla che vedi montata a monte del compressore centrifugo serva a modulare il flusso di aria proveniente dai "camini" esterni.
In altre parole, i turbocompressori utilizzati in F1 erano tecnologicamente datati anni 80 (fine) e di grandi dimensioni (e inerzie) per permettere a tali motori di raggiungere i 400-450 Cv/litro: la suddetta valvola doveva avere la funzione di regolare il flusso in entrata evitando risonanze dell'aria aspirata nel compressore e operando in un certo senso come gli attuali compressori a geometria variabile. (Vedi Porsche turbo)
Le mie perplessità riguardavo il fatto che la posizione fosse abbastanza insolita... e io stesso immaginavo fosse per questione di regolazione di flusso...
Grazie Demo... speravo anche in un parere del presidente...


Demo
26-11-2006, 20.58.24

Le mie perplessità riguardavo il fatto che la posizione fosse abbastanza insolita... e io stesso immaginavo fosse per questione di regolazione di flusso...
Grazie Demo... speravo anche in un parere del presidente...
Ad ogni modo, visto il tipo di comando utilizzato per pilotare la valvola, mi riprometto di verificare il perché utilizzassero tale sistema (che ovviamente agisce comunque sul flusso) con amici della Honeywell-Garrett.


stefano_ME30
27-11-2006, 09.20.42

Le mie perplessità riguardavo il fatto che la posizione fosse abbastanza insolita... e io stesso immaginavo fosse per questione di regolazione di flusso...
Grazie Demo... speravo anche in un parere del presidente...
Perche' mi vuoi "mettere in mezzo"?!?!?!
Allora te la sei cercata!
La turbina e' molto "lontana" dalle valvole di aspirazione, in un'altra foto si vede che popo di "interculer" ci aveva la "bestia". Morale ti ritrovi una "camera" pressurizzata a valle del compressore non indifferente.
Oltretutto la massa d'aria li dentro e' in movimento e quando chiudi la "farfalla" sui cassoncini di aspirazione, tutta la massa d'aria "a monte" continua a "spingere", con il compressore che data la sua massa (enorme) e i giri continua a "comprimere" per un po'. I collettori di asprirazione e tutto il sistema di condotti, gia' belli generosi per "reggere" la pressione di sovralimentazione andrebbero in "sovrappressione" e l'unica soluzione sarebbe una "valvola di massima" che pero' ti "sgonfierebbe in modo incontrollato tutto "l'ambaradam" e poi alla successiva "accelerata" devi aspettare la "curva dopo".
Allora che si fa'? Si "strozza" in modo "dinamico" l'aspirazione del compressore insieme alla "farfalla" a valle e si modula la "sovrapressione" mantenendo in modo preciso la pressione nei condotti "fissi" alla pressione "nominale" in modo tale che quando "apri" la farfalla a valle ti ritrovi ancora il circuito "pressurizzato" e pronto a "spararti" alla prossima curva.
E' un sistema di "accordatura" e bilanciamento a "due valvole".

Di piu' nin zo'!


tomcat_73
27-11-2006, 20.18.44

Perfetto..
Ma i turbo VGT non hanno bisogno di waste-gate per ovvie ragioni..
Il controllore REA in luogo del pneumatico perfeziona il funzionamento.
La pop-off é una valvola di sicurezza impiegata in alcuni motori sovralimentati per evitare che all'interno del collettore di aspirazione e delle tubazioni a valle del compressore si possano raggiungere pressioni troppo elevate, ma i VGT e i CGT per il loro sistema di funzionamento, ne rendono inutile l'utilizzo..

Sempre a memoria, il primo motore di serie a benzina sovralimentato con turbo a geometria variabile dovrebbe essere un V6 Honda...circa 190 cv, ma l'aspetto più interessante riguardava il rapporto di compressione: 9:1...niente male.

tomcat


graffito
27-11-2006, 22.47.45

Perche' mi vuoi "mettere in mezzo"?!?!?!
Allora te la sei cercata!
Di piu' nin zo'!
Già... un pochino me la sono cercata, perchè sapevo di trovare ricche risposte...

Quindi la prima valvola seguirà la prima per mantenere l'accordartura costante.. e la pressione stabile.
ok.. tutto chiaro!

Ottima spiegazione! Grazie!


graffito
27-11-2006, 22.53.00

Sempre a memoria, il primo motore di serie a benzina sovralimentato con turbo a geometria variabile dovrebbe essere un V6 Honda...circa 190 cv, ma l'aspetto più interessante riguardava il rapporto di compressione: 9:1...niente male.
tomcat
Scusami tomcat... per quanto ne sono io la prima auto a benzina con Vgt è stata proprio la porsche turbo di cui parlava Demo.. solo recentemente sono stati superati i problemi che si avevano per le temperature dei gas di scarico molto più alte rispetto ai propulsori diesel.


tomcat_73
29-11-2006, 00.59.22

Scusami tomcat... per quanto ne sono io la prima auto a benzina con Vgt è stata proprio la porsche turbo di cui parlava Demo.. solo recentemente sono stati superati i problemi che si avevano per le temperature dei gas di scarico molto più alte rispetto ai propulsori diesel.
Scusarti? E di cosa? L'ho specificato che andavo a memoria...mica sono la biblioteca storica delle quattro ruote!
E sapere questi particolari è diverso dal conoscere i motori in modo oggettivo (questo sì, mi interessa).
Saluti, tomcat

P.S.: per caso hai i rilievi sperimentali delle linee a velocità e carico costante del motore sovrapposti al diagramma del compressore? Mi piacerebbe vedere come sono accoppiati...


stefano_ME30
29-11-2006, 08.58.30

P.S.: per caso hai i rilievi sperimentali delle linee a velocità e carico costante del motore sovrapposti al diagramma del compressore? Mi piacerebbe vedere come sono accoppiati...
Il miglior compressore era quello a due velocita' e due stadi del Merlin Inglese.
Andava talmente bene che gli Americani, nonostante avessero un ottimo compressore turbo (GE) hanno usato il Merlin sul loro P51.
Tieni conto che doveva scortare le Fortezze a 9000 metri e aveva una curva di ristabilimento della pressione in quota veramente eccezionale.
Il sistema tedesco (Daimler) era molto piu' sofisticato nella trasmissione, giunto idraulico (giri costanti) e la relativa curva non aveva i tipici "salti" di quelli con le "marce" (due velocita'). Ma negli ultimi anni (dop il 43) erano in ritardo sugli intercooler (si erano affidati esclusivamente alla iniezione d'acqua) e sul doppio stadio (si erano affidati alla iniezione di metanolo e/o perossido di azoto). Insomma gli Anglo/americani avevano scelto la strada "meccanica" i Teteschi piu' quella "chimica".

stefano
P.S.: vabbe' che c'entra? niente, ma sono le uniche curve di pressione che conosco!


graffito
29-11-2006, 18.59.43

Scusarti? E di cosa? L'ho specificato che andavo a memoria...mica sono la biblioteca storica delle quattro ruote!
E sapere questi particolari è diverso dal conoscere i motori in modo oggettivo (questo sì, mi interessa).
Sai com'è.. capitano i permalosi.. quindi si va coi piedi di piombo..
Cmq mi pare che tu ne sappia parecchio di storia motoristica...

P.S.: per caso hai i rilievi sperimentali delle linee a velocità e carico costante del motore sovrapposti al diagramma del compressore? Mi piacerebbe vedere come sono accoppiati...
mhh.. rilievi sperimentali..?

per le curve di rendimento di diversi compressori puoi dare un'occhiata qui...
http://not2fast.wryday.com/turbo/maps/


graffito
29-11-2006, 19.04.08

President... Lei si è davvero la biblioteca storica...


stefano_ME30
29-11-2006, 19.07.08

Se vi interessa apro un thread sulla "storia dell'aviazione" e vi "ammorbo" per le prossime due decadi!


graffito
10-12-2006, 11.01.32

Se vi interessa apro un thread sulla "storia dell'aviazione" e vi "ammorbo" per le prossime due decadi!
Ma quando inizia il corso sull'aviazione?


stefano_ME30
10-12-2006, 15.26.50

Guarda che io comincio dall'inizio.
E' una "palla infernale"!

stefano
P.S.:voglio le analisi e una dichiarazione di "sana e robusta costituzione" prima di iniziare!


Marcof
10-12-2006, 17.17.35

Guarda che io comincio dall'inizio.
E' una "palla infernale"!
Io mi iscrivo subito, anche se
[criptic mode ON] il medico mi ha detto di stare attento alle eliche...[criptic mode OFF]

P.S.:voglio le analisi e una dichiarazione di "sana e robusta costituzione" prima di iniziare!
Basta fisica o ti serve psicofisica ?.....

ciao
 
Ultima modifica:

Sandra_ME30

Super Moderatrice
Professione: SuperModeratrice
Software: ND
Regione: Reggio Emilia
#20
graffito
10-12-2006, 18.16.29

Guarda che io comincio dall'inizio.
Ok.. proverò a seguire.. al limite farò finta di seguire e pure di capire!
Da dove si inizia.. fratelli Wright? Oppure da Icaro?
Secondo me le macchine di Leonardo per il volo, sono veramente magnifiche... Credo sia il primo ad avere tentato la costruizone di "macchine volanti"... (ora che ci penso.. nessuno qui sul forum a provato a modellare una delle sue invenzioni?)


tomcat_73
10-12-2006, 20.02.24

Guarda che io comincio dall'inizio.
E' una "palla infernale"!
stefano
P.S.:voglio le analisi e una dichiarazione di "sana e robusta costituzione" prima di iniziare!
Stefano, colgo l'occasione per segnalare a tutti gli appassionati del volo (e dei motori), un bellissimo museo dell'aeronautica:

http://www.comunedibracciano.it/pagine_web/turismo/Museo_vignav.htm

si trova a Nord di Roma, a Bracciano per essere più precisi.
L'ingresso è gratuito ed è possibile guardare di tutto: da una ricostruzione del velivolo dei Wright al Tornado, passando per i G91 Y, gli F104 ecc...

saluti, tomcat

P.S.: oltre agli aerei, è notevole il numero e il tipo di motori esposti: in linea, a V fino a 24 cilindri, a stella, ed infine a reazione, spaccati e non.


stefano_ME30
10-12-2006, 20.33.21

Stefano, colgo l'occasione per segnalare a tutti gli appassionati del volo (e dei motori), un bellissimo museo dell'aeronautica:

http://www.comunedibracciano.it/pagine_web/turismo/Museo_vignav.htm

si trova a Nord di Roma, a Bracciano per essere più precisi.
L'ingresso è gratuito ed è possibile guardare di tutto: da una ricostruzione del velivolo dei Wright al Tornado, passando per i G91 Y, gli F104 ecc...
saluti, tomcat
P.S.: oltre agli aerei, è notevole il numero e il tipo di motori esposti: in linea, a V fino a 24 cilindri, a stella, ed infine a reazione, spaccati e non.
Ci vado almeno 2 volte l'anno dal lontano 1977 e i "miei" lo considerano una specie di "pellegrinaggio" tipo Lourdes!
Se volete le foto non avete che da chiedere.
stefano


stefano_ME30
10-12-2006, 21.12.08

Ok vado in "aeronautica" e inizio il "postone".
Mo' siete "fritti".
stefano
P.S.: si comincia dai Wright e si finisce al 1945 dopo.....e' stato tutto un "magna magna" e non conta.


oTToLeoP
11-12-2006, 13.31.17

Stefano, colgo l'occasione per segnalare a tutti gli appassionati del volo (e dei motori), un bellissimo museo dell'aeronautica:
http://www.comunedibracciano.it/pagine_web/turismo/Museo_vignav.htm
si trova a Nord di Roma, a Bracciano per essere più precisi.
L'ingresso è gratuito ed è possibile guardare di tutto: da una ricostruzione del velivolo dei Wright al Tornado, passando per i G91 Y, gli F104 ecc...
saluti, tomcat
P.S.: oltre agli aerei, è notevole il numero e il tipo di motori esposti: in linea, a V fino a 24 cilindri, a stella, ed infine a reazione, spaccati e non.
...Bei ricordi... mio nonno era Generale AUC e prestava servizio proprio a Bracciano, era un elicotterista, ed ogni volta che presentavano un nuovo elicottero, mi ricordo A129 Mangusta ci andavo sempre, si magiava bene belle ragazze e presentazioni spettacolari.


stefano_ME30
11-07-2007, 18.17.04

Guardando l'ultima gara in Inghilterra, ho visto una Ferrari particolarmente "reattiva" in ingresso delle curve.
Chissa se hanno messo "mano" alla "conversione di energia"!


biasio
12-07-2007, 13.46.17

quell'ingresso sulle curve... è solo miglioramento dell'aereodinamica e....
i nuovi paracerchi fissi delle ruote con uno spicchio in basso per ridurre l'effetto negativo delle correnti calde.


stefano_ME30
12-07-2007, 13.53.06

quell'ingresso sulle curve... è solo miglioramento dell'aereodinamica e....
i nuovi paracerchi fissi delle ruote con uno spicchio in basso per ridurre l'effetto negativo delle correnti calde.
Le carenature le pensavo piu' utili in rettilineo, ma chissa'!
E dell'aletta "canard" che si dice?

P.S.: forse serviva di poter "decollare" meglio!


stefano_ME30
12-07-2007, 13.54.25
......con uno spicchio in basso per ridurre l'effetto negativo delle correnti calde.
Fammi capire, le carenature non girano insieme alle ruote?


biasio
12-07-2007, 14.09.17

E' dubbio che sono regolamentari !!!
MA visto che non le hanno vietate e hanno chiesto espressa aut. zione !!
....
Hanno un punto di incernieramento sul dado del cerchio...
hanno 2 dadi di montaggio le ruote !!!!


meccbell
12-07-2007, 14.33.19

Fammi capire, le carenature non girano insieme alle ruote?
No, sia perchè altrimenti lo spicchio che serve a ventilare i freni "centrifugherebbe" l'aria con immaginabili vortici spiroidali, sia perchè, non essendo solidali al cerchio, si tratta di "appendici" ed il regolamento vieta espressamente le "appendici" mobili


biasio_a
14-07-2007, 20.33.15

http://www.racingworld.it/public/img_news/Raikkonen/26460a.jpg

http://www.racingworld.it/public/photo/car2.jpg

dA RACINGWORLD.IT:
L'indirizzamento preciso del flusso d'aria calda unito alla sensibile riduzione della turbolenza, in questo caso, attribuisce comunque alla soluzione una spiccata natura aerodinamica, ancora più accentuata delle carenature posteriori che, anch'esse, aiutano il raffreddamento dei freni e, in aggiunta, riducono la turbolenza della rotazione del pneumatico. E' proprio la turbolenza generata dalle gomme in rotazione uno dei principali problemi che i progettisti devono, infatti, affrontare nel disegno dell'aerodinamica: un problema che, grazie a queste soluzioni, la Ferrari sta riducendo drasticamente.

La particolarità del cerchio anteriore, però, lascia spazio a molte interpretazioni: secondo molte fonti particolarmente autorevoli, il tappo così com'è aiuta l'inserimento in curva della vettura, ottenendo una funzione di "spinta" sulla ruota esterna quando questa inizia a piegarsi per seguire la traiettoria. Il sottosterzo cronico delle moderne Formula 1 andrebbe così a ridursi, migliorando di molto lo sfruttamento delle gomme anteriori e la trazione in uscita.
Non solo: vista la convergenza delle ruote in rettilineo, i due scudi aiuterebbero la penetrazione dell'auto, migliorandone le velocità di punta e permettendo un raffreddamento migliore dei radiatori posti nelle pance laterali, ora in grado di ricevere un flusso d'aria più pulito grazie alla minore turbolenza prodotta alle alte velocità.

La componente, come tutte quelle che vanno su una monoposto di Formula 1, è stata sicuramente visionata dalla Federazione che l'ha autorizzata: ma vista la sua evidente funzione aerodinamica, la carenatura infrange, a nostro modesto parere, il regolamento per due motivi distinti.
Innanzitutto si tratta di un'aerodinamica ad assetto variabile, poiché è scontato che questa vari di posizione e di efficienza in base all'angolo di inclinazione della ruota: favorisce la velocità di punta in rettilineo grazie alla convergenza delle ruote dritte mentre aiuta l'inserimento quando le ruote vengono girate. In secondo luogo, poi, risulterebbe comunque essere un'appendice con funzione aerodinamica (riduzione della turbolenza) montata sulla massa non sospesa dell'auto, cosa assolutamente vietata dal regolamento. Di questo si discusse, infatti, già all'introduzione della carenatura posteriore, senza che però si arrivasse ad una conclusione precisa.
Alcuni tra i più "maligni", inoltre, hanno avuto da ridire anche sulle fasi di pit-stop: vista la complessità della manovra, la Ferrari ha studiato delle pistole apposite, dotate di un piattello che rimuove insieme alla ruota anche la carenatura. La procedura usata dai meccanici è infatti di sostituire ogni volta il tappo di carbonio, usando due pistole diverse, una solo per svitare la gomma e l'altra per riagganciare la gomma nuova usando una nuova carenatura.
E' di sicuro un'interpretazione esagerata considerare questa come una violazione del parco chiuso, che imporrebbe l'autorizzazione della FIA per ogni tipo di modifica, ma si scontra con il fatto che la carenatura fa sempre parte della ruota e, come tale, non è soggetta a tali regole. Un "buco" di regolamento, in questo caso giustamente sfruttato dalla scuderia.

La Ferrari così come la Formula 1 tutta è impegnata nel districarsi da un caso ben più grave di questo, con l'indagine per i fatti di spionaggio che coinvolge anche McLaren e Honda, e questo sollevato da noi è solo un problema marginale. La chiarezza, in entrambi i casi, è sicuramente molto lontana.
 
Ultima modifica: