• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

rappresentazioni semplificate: soppressione feature assieme

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016
Regione: Friuli Venezia Giulia
#23
Modalità molto interessante questa, non funzionava con la wildifire 3, non l'ho poi verificata dalla 4 in poi, però vedo che con la CREO 3.0 funziona decisamente bene.
Un po' una rottura se sono tanti componenti da preparare, però il suo scopo lo raggiunge; unica cosa che non mi fa impazzire, è che i componenti diventano dipendenti anche dall' assieme.
 

Beth

Utente Standard
Professione: Progettista stampi
Software: Pro/e
Regione: Lombardia
#24
Scusate

ridefinendo una rappr. semplificata , l'opzione "valuta regole modello " a cosa serve ?.
"Modifica regole" mi funziona ma "valuta regole " non mi da nessun risultato ?

Cosa ne dite ?
 

BFausto

Utente Standard
Professione: Stampi
Software: dalla 18 a Creo4 (per ora)
Regione: Lombardia
#25
Ciao, provo a risponderti.

Devi ricordarti, se aggiorni una rappr. semplificata inclusa, devi agire su rappr. semplificata→modifica→valuta regole modello, altrimenti non aggiorna quella che racchiude le altre.
Altrimenti vale tutto ciò che si è detto.
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016
Regione: Friuli Venezia Giulia
#26
Quindi per "regole" il sistema intende proprio queste rappresentazioni con feature "spente" derivate da assiemi?
 

Beth

Utente Standard
Professione: Progettista stampi
Software: Pro/e
Regione: Lombardia
#28
Personalmente quando ho meccanismi particolarmente estesi e/o complessi, ci vado pesante con gli skeleton (multiskeleton di meccanismo quindi), quello effettivamente può essere un assieme esterno (fatto solo di skeleton con vincoli meccanismo e meccanismi veri e propri) che ti può tornare utile, con parametro codice "DA FILTRARE" così quando inserisci la tabella della BOM, filtri solo questo elemento e il resto dell' assieme è perfettamente coerente.
Tra l'altro avere un assieme di supporto fatto di skeleton, ti permette di dedicarti al meccanismo o ai meccanismi in santa pace, senza il resto dell' assieme praticamente (tutt' al più monto momentaneamente i componenti in questo assieme, per le verifiche di fino, dopo però li tolgo per avere appunto una BOM coerente con la distinta e/o il processo).
Ho provato lo skeleton motion e tutto ok ! ma un chiarimento se possibile.

Descrivo la situazione in cui mi trovo :

Il mio scheletro principale contien tutto il progetto fatto di curve e riferimenti.
Ho poi creato i corpi mobili ma solo per provare il movimento , in assieme ho creato le parti compreso quelle che si muovono copiando le pubblizazioni e assemblando per default (come nel caso dello scheletro standard).

Per provare il movimento riassemblo di fatto i componenti mobili sui "corpi" dello skeletro e tutto funziona .
Ma in reltà li assemblo due volte in totale , falsificando la quantità nella bom.

E' possibile filtrare i componenti fittizzi in qualche modo ?
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016
Regione: Friuli Venezia Giulia
#29
Ho provato lo skeleton motion e tutto ok ! ma un chiarimento se possibile.

Descrivo la situazione in cui mi trovo :

Il mio scheletro principale contien tutto il progetto fatto di curve e riferimenti.
Ho poi creato i corpi mobili ma solo per provare il movimento , in assieme ho creato le parti compreso quelle che si muovono copiando le pubblizazioni e assemblando per default (come nel caso dello scheletro standard).

Per provare il movimento riassemblo di fatto i componenti mobili sui "corpi" dello skeletro e tutto funziona .
Ma in reltà li assemblo due volte in totale , falsificando la quantità nella bom.

E' possibile filtrare i componenti fittizzi in qualche modo ?
Beh si, fai una rappresentazione semplificata per il drawing dove filtri i componenti doppi (personalmente filtrerei i componenti del meccanismo).
 

Beth

Utente Standard
Professione: Progettista stampi
Software: Pro/e
Regione: Lombardia
#30
Ma tu cosa faresti :
creeresti le parti direttamente sui corpi mobili quindi un soolo componente come è giusto che sia , oppure un assieme fittizzio con i corpi mobili riassemblati? in questultimo caso assemblandoli direttamente nell'assieme di scheletro sarebbe sbaglaito ?

poi prendendo la tua citazione da me richiamata precedentemente cosa intendevi col codice "da filtrare" non otterresti lo stesso risultato in bom con il parametro distinta si/no.

Scusa insistenza

Grazie
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016
Regione: Friuli Venezia Giulia
#31
Dipende dal meccanismo e dall' assieme.
Di mio, dopo essere passato dalla progettazione di prodotti di media e grande serie configurati con più di 2000 componenti, non sono propenso a creare troppe geometrie vincolate da elementi esterni (copy geometry ed affini), cerco di tenere gli elementi più "neutri" possibile e lascio la gestione allo skeleton (se però lo skeleton è potenzialmente riutilizzabile in altri contesti, cerco di limitare anche li i riferimenti esterni).

Normalemente in Creo (ma anche in altri cad) i meccanismi vanno in pallone quando devono rispettare ed aggiornare in automatico i riferimenti esterni contemporaneamente ai vincoli di meccanismo, quindi:
-se l'assieme è troppo complesso per essere assemblato nuovamente o per prassi interna non è possibile avere l'assieme di produzione e l'assieme di progettazione (ma spererei che nel 2017 questa sia una mentalità superata), puoi utilizzare direttamente i componenti di progettazione con lo skeleton, ma disabilitando almeno tutti i i copy geometry (si fa velocemente tramite la ricerca, ma bisogna ricordarsi di riattivarli prima di salvare l'ultima volta l'assieme)
-se invece è possibile riassemblare l'assieme o solo le parti per il meccanismo per il test di funzionalità, allora vale la pena gestirlo con un suo skeleton meccanismo a parte o come assieme a se (di studio/progettazione) o nello stesso assieme come componenti aggiuntivi da filtrare poi con una rappresentazione semplificata.

Sul discorso filtrare, non vorrei che ti stessi riferendo al filtrare della tabella di bom nei disegni, perchè altrimenti ti staresti complicando la vita non poco.
Creo ha la gestione delle rappresentazioni tra le più efficaci e potenti in circolazione (Catia sembra autocad R12 in questo....), vuol dire che sia per il disegno, sia che utilizzi altre funzioni per esportare la bom del prodotto, puoi creare una rappresentazione semplificata chiama "drw" o "bom" in cui terrai attivi solo i componenti della bom, dopo non dovrai fare altro che richiamare questa rappresentazione nel disegno prima di inserire la tabella.
Il tutto con la possibilità di richiamare questa rappresentazione (e qualsiasi altra rappresentazione che fai) in altri assiemi di livello superiore, ed aggiornarle in maniera automatica mano a mano che farai le modifiche.
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016
Regione: Friuli Venezia Giulia
#33
Ma tu cosa faresti :
creeresti le parti direttamente sui corpi mobili quindi un soolo componente come è giusto che sia , oppure un assieme fittizzio con i corpi mobili riassemblati? in questultimo caso assemblandoli direttamente nell'assieme di scheletro sarebbe sbaglaito ?

poi prendendo la tua citazione da me richiamata precedentemente cosa intendevi col codice "da filtrare" non otterresti lo stesso risultato in bom con il parametro distinta si/no.

Scusa insistenza

Grazie
Dovrei vedere l'assieme e capirne lo sviluppo oltre il progetto fine a se stesso.
Non mi sento di darti un parere diretto.

Lo skeleton è per definizione lo scheletro dell' assieme, quindi usarlo non è mai sbagliato, trovo una forzatura invece, quando attraverso lo skeleton si passano geometrie di copiatura da un componente all' altro, questo no, lo skeleton deve rimanere il più "pulito" possibile, perchè se fallisce lui, fallisce tutto l'assieme, anche se i fallimenti nelle versioni attuali, sono molto più gestibili.

Il parametro "distinta: si/no" lo trovo inutile perchè le rappresentazioni semplificate lo fanno già in modo ancor più funzionale.
Per esempio il pacchetto "process for assembly" (non so come lo chiamino ora), i vari step si fanno esattamente come rappresentazioni semplificate e le tabelle poi le seguono fedelmente.