• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Raggruppare dei componenti nel Product

Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#1
Spesso negli assiemi devo inserire molte viti o altre minuterie. Così mi trovo ad avere un albero dei componenti molto lungo. Si possono raggruppare tutti i componenti uguali in dei "gruppi".
Ad esempio, in altri cad, si selezionano i componenti -> tasto desto -> comando Gruppo.
In Catia c'è qualcosa di simile?
ciao
 
Ultima modifica:

falonef

Moderatore CATIA V5
Staff Forum
Professione: PLM Support Expert (Consumer Goods)
Software: CATIA V5 / PARTsolutions / QA-Report / Q-Checker / Type3toCatia / Agile-PLM / Windows 10
Regione: Svizzera
#2
si, si puo basta che li ragruppi sotto questa icona che trovi con il pulsante destro in ambito CATProduct:
 

Allegati

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#3
si, si puo basta che li ragruppi sotto questa icona che trovi con il pulsante destro in ambito CATProduct:
Ok grazie, dimmi se ho fatto giusto:

FASE 1: tasto destro sull'assieme -> Nuovo Componente

FASE 2: vedo l'icona dei due ingranaggi sull'albero dell'assieme

FASE 3: trascino le varie parti dentro il nuovo Componente (esempio tutte le viti).

Ovviamente, come diceva renkat, quest'operazione va fatta prima di vincolare le parti altrimenti bisogna ri-vincolarle.

Curiosità: ma invece di chiamarlo "Nuovo Componente" non potevano chiamarlo "Nuovo Gruppo". Anche perchè alla fine serve solo per organizzare meglio le parti nell'albero non mi crea nessun componente fisico?!?

Come sempre...Grazie. Ciao:)
 

Allegati

andrea71

Utente Standard
Professione: ingegnere
Software: Catia v5, Solidworks, I-deas, MSC...ed altri
Regione: FVG
#4
In realtà non crea un file, ma ha un livello, da un punto di vista di albero BOM. Cosa invece diversa da, per esempio, i gruppi di SWX.
 

falonef

Moderatore CATIA V5
Staff Forum
Professione: PLM Support Expert (Consumer Goods)
Software: CATIA V5 / PARTsolutions / QA-Report / Q-Checker / Type3toCatia / Agile-PLM / Windows 10
Regione: Svizzera
#5
ciao Stef la tua proposta l'ho già inoltrata io personalmente a IBM / DS un po di tempo fa. Naturalmente nni si sono scomodati ... i famosi PMR's
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#6
In realtà non crea un file, ma ha un livello, da un punto di vista di albero BOM. Cosa invece diversa da, per esempio, i gruppi di SWX.
Si è vero, se si crea un "Nuovo Componete" catia lo interpreta non come un gruppo o contenitore di altre parti, ma proprio come un Product virtuale.
Infatti se si guarda la distinta base, Catia lo fa comparire come Product/assieme con all'interno delle parti.

Però non lo capisco il ragionamento.
Faccio un esempio: nel mio assieme chiamato PIPPO ho 50 viti M4. Creo un "nuovo Componente" chiamato viteria M4 e trascino dentro le mie 50 viti.
Faccio la distinta base.
Nelle distinta base appare l'assieme viteria M4 con all'interno le 50 parti chiamate viti.

Nella realtà questo non esiste, perche non esiste un asssieme con le vite, ma l'assieme PIPPO avra all'interno le 50 viti.
No:confused:
 

Allegati

andrea71

Utente Standard
Professione: ingegnere
Software: Catia v5, Solidworks, I-deas, MSC...ed altri
Regione: FVG
#7
Si è vero, se si crea un "Nuovo Componete" catia lo interpreta non come un gruppo o contenitore di altre parti, ma proprio come un Product virtuale.
Infatti se si guarda la distinta base, Catia lo fa comparire come Product/assieme con all'interno delle parti.

Però non lo capisco il ragionamento.
Faccio un esempio: nel mio assieme chiamato PIPPO ho 50 viti M4. Creo un "nuovo Componente" chiamato viteria M4 e trascino dentro le mie 50 viti.
Faccio la distinta base.
Nelle distinta base appare l'assieme viteria M4 con all'interno le 50 parti chiamate viti.

Nella realtà questo non esiste, perche non esiste un asssieme con le vite, ma l'assieme PIPPO avra all'interno le 50 viti.
No:confused:
Corretto. Infatti secondo me i gruppi di swx (ad esempio) sono migliori da questo punto di vista, perchè ti permettono di "semplificare" l'albero senza forzare la struttura della BOM. Sinceramente lo scopo di introdurre i Product fatti così mi è sempre sfuggito, soprattutto dopo che DS ha introdotto il raggruppamento dei vincoli. Se hai capito che l'albero fatto così si allunga a dismisura, introduci anche il raggruppamento di parti, no??
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#8
Se hai capito che l'albero fatto così si allunga a dismisura, introduci anche il raggruppamento di parti, no??
La domanda è riferita a quelli di DS?!?!

Infatti hanno fatto raggruppa vincoli non potevano fare raggruppa componenti. é oscurooooo:confused:
 

torniaccio

Utente Standard
Professione: Tra un'interruzione e l'altra modello qualcosa, ma cosa?
Software: CatiaV5 ProE AutoCAD Inventor 2013 64bit
Regione: Lazio
#10
Mi sembra sia inserisci nuovo componente e all'interno di questa cartella puoi metterci le varie parti che ti interessano.
Devi preventivamente creare la cartella e poi inserirci le parti perchè se tenti di spostarle dopo perdi tutti i vincoli che hai usato per posizionarle.
C'è qualcosa che però mi sfugge.
Quando sposto le mie viterie all'interno del nuovo componente poi non posso gestirle come singole unità. Catia le sente come un nuovo assieme rigido e le sposta tutte insieme. Mi chiedo se debba a questo punto definire tale assieme secondario "flessibile".

Chi mi aiuta?
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#11
C'è qualcosa che però mi sfugge.
Quando sposto le mie viterie all'interno del nuovo componente poi non posso gestirle come singole unità. Catia le sente come un nuovo assieme rigido e le sposta tutte insieme. Mi chiedo se debba a questo punto definire tale assieme secondario "flessibile".

Chi mi aiuta?
è vero, non me ne ero mai accorto.
Se inserisco delle parti (esempio viti) con nomi uguali lui le sposta assieme. Sebra che "il gruppo" non sia indipendente ma dipendente dall'assieme padre:confused:
Come posso gestire le parti "raggruppate" singolarmente:confused:
 

andrea71

Utente Standard
Professione: ingegnere
Software: Catia v5, Solidworks, I-deas, MSC...ed altri
Regione: FVG
#12
Forse c'è un po' di confusione: il NuovoComponente NON crea un gruppo all'interno del'assieme padre ma un vero e proprio sottoassieme con tutte le sue prerogative eccezion fatta per la NON creazione di un file .CatProduct. Quindi se voglio usarlo come un metodo per raggruppare, ad esempio, la viteria di un assieme, ne sto forzando la natura e devo necessariamente renderlo flessibile, per poter vincolare le sue parti indipendentemente una dall'altra e rispetto ad elementi di livello diverso.
Lo scopo del Componente, penso sia piuttosto per creare assiemi che per certo nascono e muoiono nell'assieme in cui sto lavorando, evitando il proliferare di catproduct inutili, ma rispettando la gearchia della BOM.
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#13
Lo scopo del Componente, penso sia piuttosto per creare assiemi che per certo nascono e muoiono nell'assieme in cui sto lavorando, evitando il proliferare di catproduct inutili, ma rispettando la gearchia della BOM.
Scusa mi puoi spiegare meglio questo passaggio...mi fai un esempio magari.

Ma se io in Catia voglio solo Raggruppare i componenti per averli meglio organizzati nell'albero, come faccio?!?

grazie mille
 

andrea71

Utente Standard
Professione: ingegnere
Software: Catia v5, Solidworks, I-deas, MSC...ed altri
Regione: FVG
#14
Fai come avete già scoperto...usando un component. Sapendo però che non è la sua vera funzione e quindi ricordandoti che lo devi necessariamente rendere flessibile, che devi crearlo prima di creare i vincoli, altrimenti appena "raggruppi" le parti e le sposti, queste scendono di livello e, come sappiamo, i vincoli si spezzano, e che lo troverai nella part list come sottoassieme, quindi le parti al suo interno saranno, appunto, scese di un livello.
Viste le premesse, mi sembra confermato che il suo utilizzo sia un escamotage per ovviare ad una mancanza di Catia.
 

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#15
Fai come avete già scoperto...usando un component. Sapendo però che non è la sua vera funzione e quindi ricordandoti che lo devi necessariamente rendere flessibile, che devi crearlo prima di creare i vincoli, altrimenti appena "raggruppi" le parti e le sposti, queste scendono di livello e, come sappiamo, i vincoli si spezzano, e che lo troverai nella part list come sottoassieme, quindi le parti al suo interno saranno, appunto, scese di un livello.
Viste le premesse, mi sembra confermato che il suo utilizzo sia un escamotage per ovviare ad una mancanza di Catia.
Ok andrea. Forzerò il comando per creare dei fittizzi Raggruppamenti.
Creo il nuovo componente, inserisco le parti, rendo flessibile quella che voglio vincolare e la vincolo all'assieme generale.

Grazie per le spiegazioni:)
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#16
Fai come avete già scoperto...usando un component. Sapendo però che non è la sua vera funzione e quindi ricordandoti che lo devi necessariamente rendere flessibile, che devi crearlo prima di creare i vincoli, altrimenti appena "raggruppi" le parti e le sposti, queste scendono di livello e, come sappiamo, i vincoli si spezzano, e che lo troverai nella part list come sottoassieme, quindi le parti al suo interno saranno, appunto, scese di un livello.
Viste le premesse, mi sembra confermato che il suo utilizzo sia un escamotage per ovviare ad una mancanza di Catia.
Ho fatto una prova per gestire un “Nuovo Componente” come se fosse un gruppo.

Allora, come avevamo detto, se vincolo o muovo i componenti all’interno del “Nuovo Componente”, si muovono tutti assieme (IMMAGINE 1).

Per muoverle o vincolarle singolarmente devo trasformare il “Nuovo Componente” in assieme Flessibile (cambia l’icona sull’albero) e così le posso gestire SINGOLARMENTE (IMMAGINE 2).

Ho notato che, per tenere sempre i vincoli, non devo mai ri-trasformare il mio “Nuovo Componente” in assieme Rigido perché altrimenti la situazione torna alla posizione iniziale. Se questo succede mi basta riportare l’assieme in flessibile.

DOMANDA: lo scopo mio della funzione “Nuovo Componente” è quello di raggruppare e trattare singolarmente i componenti, quindi per me il “Nuovo Componente” è sempre nello stato FLESSIBILE. Riesco a “congelare” lo stato flessibile senza che inavvertitamente si trasformi in rigido?!?
Esempio: pensate ad un “Nuovo Componente” chiamato Viteria: all’interno ci sono delle viti di piccole dimensioni. L’assieme è grande e con molti componenti. Se inavvertitamente le viti diventano “rigide” chi riesce a vedere il loro spostamento?!?
ciao:)
 

Allegati

Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#17
Ho fatto una prova per gestire un “Nuovo Componente” come se fosse un gruppo.

Allora, come avevamo detto, se vincolo o muovo i componenti all’interno del “Nuovo Componente”, si muovono tutti assieme (IMMAGINE 1).

Per muoverle o vincolarle singolarmente devo trasformare il “Nuovo Componente” in assieme Flessibile (cambia l’icona sull’albero) e così le posso gestire SINGOLARMENTE (IMMAGINE 2).

Ho notato che, per tenere sempre i vincoli, non devo mai ri-trasformare il mio “Nuovo Componente” in assieme Rigido perché altrimenti la situazione torna alla posizione iniziale. Se questo succede mi basta riportare l’assieme in flessibile.

DOMANDA: lo scopo mio della funzione “Nuovo Componente” è quello di raggruppare e trattare singolarmente i componenti, quindi per me il “Nuovo Componente” è sempre nello stato FLESSIBILE. Riesco a “congelare” lo stato flessibile senza che inavvertitamente si trasformi in rigido?!?
Esempio: pensate ad un “Nuovo Componente” chiamato Viteria: all’interno ci sono delle viti di piccole dimensioni. L’assieme è grande e con molti componenti. Se inavvertitamente le viti diventano “rigide” chi riesce a vedere il loro spostamento?!?
ciao:)
Ciao qualcuno riesce a rispondere alla mia domanda?!?:rolleyes:
 

andrea71

Utente Standard
Professione: ingegnere
Software: Catia v5, Solidworks, I-deas, MSC...ed altri
Regione: FVG
#18
Mi sfugge il motivo per cui un assieme flessibile dovrebbe "inavvertitamente" diventare rigido. O hai avuto esperienze in questo senso?
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#19
Mi sfugge il motivo per cui un assieme flessibile dovrebbe "inavvertitamente" diventare rigido. O hai avuto esperienze in questo senso?
No no è solo che è strano avere all'interno di un'assieme tutte le parti rigide e quelle del "Nuovo Componente" flessibili.
Pensavo che la condizione flessibile fosse da appliccare alle parti non per sempre.
Ma per vincolare dei conponenti in modo singolo li devo lasciare flessibili sempre, vero?!? Se il Product contiene all'interno degli assieme flessibili non ci sono problemi se dopo faccio cinematismi o scenari:confused:
ciao
 

andrea71

Utente Standard
Professione: ingegnere
Software: Catia v5, Solidworks, I-deas, MSC...ed altri
Regione: FVG
#20
La stranezza deriva dal fatto che, come ormai assodato, è uno strumento utilizzato per scopi diversi da quelli per cui è stato introdotto. Il che richiede alcune forzature.
Ciò premesso, lasciarlo flessibile non mi ha mai dato problemi, in passato (lo usavo proprio per le viterie). Ciò non toglie, che se in futuro DS dovesse cambiare qualcosa, le cose possano complicarsi. Un po' come con l'introduzione dell'UUID (R12? o R10?): prima si facevano le schifezze più inenarrabili a livello di file, tanto bastava introdurre un pippo.catpart, Catia ricostruiva il link e poi eliminavi l'elemento dall'assieme. Poi DS ha introdotto l'UUID è questo non è stato più possibile, obbligano molti a modificare il proprio modus operandi.
Per gli scenari, nessun problema, in passato.
DMU.Kinematichs: nessun problema, ma non uso mai i vincoli dell'assieme. Creo sempre ex novo vincoli cinematici, per avere la corretta catena di azionamento e coinvolgendo SOLO gli elementi importanti. Quindi improbabile che mi sia toccato di coinvolgere in un cinematismo assiemi flessibili.