Quotature

azampi

Utente poco attivo
Professione: Progettista
Software: Pro-engineer - Catia R5.18
Regione: Veneto/Italia
#1
Ciao a tutti, sono un nuovo utente di Catia r5.18.
In passato ho usato pro-e e con questo software c'è la possibilità di estrarre le quote automaticamente dal modello per riportarle nella tavola. Ho più volte ricercato qualche soluzione su questo forum, ma senza risultati. Attualmente i miei colleghi fanno il disegno con le viste e poi riportano le quote necessarie per costruire il pezzo manualmente. Esiste qualche sistema per non dover quotare manualmente ogni tavola? Vi ringrazio molto per la risposta che mi ridurrebbe molto i tempi di esecuzione di tavole.
 

ferrezio

Moderatore
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#2
il somando é "quotatura automatica" ma comporta che le quote siano dei vincoli degli schizzi o meglio ancora dei vicoli 3d magari con riportati i valori di tolleranza.

ti avviso che la modifica del valore della quata sul 2d non implica la modifica sul 3d.

ciao
 

azampi

Utente poco attivo
Professione: Progettista
Software: Pro-engineer - Catia R5.18
Regione: Veneto/Italia
#3
Quindi la risposta è negativa. Sarebbe a dire che non c'è modo di estrarre le quote dal modello 3d sul bidimensionale e non c'è legame tra bidimensionale e tridimensionale? E' molto peggio di quello che avevo pensato...
Grazie comunque per la risposta.
 

ferrezio

Moderatore
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#4
Invece la risposta è si, Non hai capito affatto.
Come tutti i cad (ad esempio proe) le quate in automatico provengono dai vincoli geometrici sugli schizzi e i vicoli 3d che possono essere corredati di tolleranze.
ora il problema é se vuoi modificare il vaore delle quote dal 2d, per defoult non lo puoi fare ma modificando l'opportuna opzione puoi fare anche questo il problema che rimane e che la geometria 3d deve essere aggiornata.

per cui si comporta come tutti gli altri sistemi.
Ora per esperienza personale ho notatato che a volte le quote da 3d non sempre rispecchiano quelle necessarie, per cui bisogna valutare la convenienza a realizzare tale tipo di quotatura.

ciao
 

falonef

Moderatore CATIA V5
Staff Forum
Professione: PLM Support Expert (Consumer Goods)
Software: CATIA V5 / PARTsolutions / QA-Report / Q-Checker / Type3toCatia / Agile-PLM / Windows 10
Regione: Svizzera
#5
esiste la possibilità di poter editare la quota nel 2D per poi ripercuotersi nel 3d. Un po' di tempo fa avevamo già discusso di questa problematica.

Comunque dico la mia:
- lavorando con Pro/E avevo anch'io questa metodologia, modifica nel 2D -> aggiornameto automatico del 3D

- con CV5 la riflessione é di utilizzare il 3D come master, quindi le modifiche vengo sempre dal 3D. Quindi per questa ragione l'opzione noil 'abbiamo bloccata
 

ferrezio

Moderatore
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#6
esiste la possibilità di poter editare la quota nel 2D per poi ripercuotersi nel 3d. Un po' di tempo fa avevamo già discusso di questa problematica.

Comunque dico la mia:
- lavorando con Pro/E avevo anch'io questa metodologia, modifica nel 2D -> aggiornameto automatico del 3D

- con CV5 la riflessione é di utilizzare il 3D come master, quindi le modifiche vengo sempre dal 3D. Quindi per questa ragione l'opzione noil 'abbiamo bloccata
era quello che volevo dire.

ciao
 

bboyfab

Utente Junior
Professione: studente
Software: ansys catia
Regione: marche
#7
Invece la risposta è si, Non hai capito affatto.
Come tutti i cad (ad esempio proe) le quate in automatico provengono dai vincoli geometrici sugli schizzi e i vicoli 3d che possono essere corredati di tolleranze.
ora il problema é se vuoi modificare il vaore delle quote dal 2d, per defoult non lo puoi fare ma modificando l'opportuna opzione puoi fare anche questo il problema che rimane e che la geometria 3d deve essere aggiornata.

per cui si comporta come tutti gli altri sistemi.
Ora per esperienza personale ho notatato che a volte le quote da 3d non sempre rispecchiano quelle necessarie, per cui bisogna valutare la convenienza a realizzare tale tipo di quotatura.

ciao
qual'e' l'opzione da modificare per poter modificare il valore della quota 2D senza che si ripercuota nel 3D???

Grazie
 

bboyfab

Utente Junior
Professione: studente
Software: ansys catia
Regione: marche
#10
Hai ragione :biggrin:

Io ho risolto in questa maniera:
-faccio la quota
-tasto destro sopra la quota
-proprieta'
-valore
-spunto la casella "Fake dimension" e posso ora mettere il valore che voglio
 

tomahawk64

Utente Junior
Professione: Progettazione meccanica
Software: Proe, Catia
Regione: Lombardia
#11
Restando sull'argomento quote nel 2d, io avrei un problema che purtroppo ( pur cercando nel forum ) non riesco a risolvere.
Ho la necessità di creare un 2d, quotarlo, associare alla quota il parametro creato in 3d e dalla quota 2d modificare il valore.
Di conseguenza, aggiorno il 2d e aggiorno il 3d.
Praticamente ( per il tipo di lavoro che sto facendo ) sono costretto a cambiare le dimensioni dal 2d e non viceversa.
Se c'è una soluzione ve ne sarei grato.
Ringrazio anticipatamente...
Ciao
 
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#12
Ti stai incasinando di brutto.

Qui si tratta di scegliere un metodo di lavoro, in funzione della tipologia di progettazione che fai (ad occhio sembrerebbe carpenteria metllica e strutture).

Di base quando progetti comanda la matematica 3d... per cui modifiche di quote e creazione di parametri...eccc devono essere eseguite partendo dal 3d.
Il 2d diventa solo un docuneto di emissione, dove tu, dai una serie di informazioni in forma ordinata per costruire il particolare.

Difatti in CATIA, le quote che tu assegni in 2d (normalmente di colore nero) sono di tipo associativo, questo implica che se modifichi il 3d, le quote si modificano anche nel 2d.

Inoltre In Strumenti/utilità trovi un comando bach che ggiorma tutte le tavole legate a dei 3d.
Questa è la procedure che predilige CATiA , tantè che si sta andando nella direzione della quotatura diretta sul modello 3d.

Quel che cerchi tu é la procedura che è tipica dei cad attuali.

Per ottenerlo. basta quotare la tavola, leggendo i vincolo dimensionali e 3d che crei nel modello 3d di partenza.

Il comando é "quotatura automatica" in drawing (ti compariranno una serie di quote verdi che sono le corrispondenti quote che crei negli schizzi del 3d).

La spiacevole scoperta, è che provando a modificare il volore di una di queste quote, scopri che non sono modificabili.
Anche questo é risolvibile, basta andare a stumenti\opzioni\mechanical design\drawing e nell'ultimo riquadoro (si dovebbe chiamare "generale"), trovi una voce da attivare "ablilita modifica dei vincoli 3d".

Fatto questo puoi modificare il parameto e la tua modifica si riperquote sul 3d.

Il problema e che questo deve essere aperto e devi avviare l'operazione di aggiornamento della matematica (con il rischio di problemi di ricostruzione).

Per cui come puoi intuire comanda il 3d sempre.
Vorrei sottolineare il fatto che, cambiare un qualsiasi parametro su una matematica 3d, comporta spesso problemi di ricostruzione.


Ciao
 

tomahawk64

Utente Junior
Professione: Progettazione meccanica
Software: Proe, Catia
Regione: Lombardia
#13
Ti ringrazio x la tua ottima spiegazione. Ne farò sicuramente tesoro.
Purtroppo x questo tipo di lavoro ( scheletro che comanda una attrezzatura meccanica ), il cliente vuole che crei un 2d che abbia la possibilità di modificare le quote da tale ambiente. Vallo a capire...... Il cliente a sempre ragione.....

Ti ringrazio ancora.
Ciao
 

tomahawk64

Utente Junior
Professione: Progettazione meccanica
Software: Proe, Catia
Regione: Lombardia
#14
ferreziooooooooooooo, sono ancora io. Se vuoi, mandami al diavolo. Purtroppo la voce abilita modifica dei vincoli 3d, non la trovo.
Sicuramente sono impedito io......
Fai cortesemente un'ulteriore sforzo x me.
Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
Ciao
 

tomahawk64

Utente Junior
Professione: Progettazione meccanica
Software: Proe, Catia
Regione: Lombardia
#15
La voce che dicevi l'ho trovata, ma purtroppo non funziona.
Perdonami ma questa faccenda mi sta facendo impazzire.
Ciao
 

mcbramby

Utente Standard
Professione: Utilizzatore
Software: Catia V5 CAD e CAM
Regione: Lombardia
#16
ma non ho capito una cosa .............. magari ho letto marginalmente e velocemente i post ............
ma questo fantomatico cliente , usa CATIA V5 ????????????
xchè mi sembra la classica richiesta (scusate magari mi sbaglio) , di chi non capisce molto di CAD e pretende di modificare una logica di un programma , in questo caso di CATIA , per adattarla alla sua testa , che magari è intelligentissimo ed è un meccanico bravissimo o un bravissimo ingegnere ............ ma che "cozza" con la logica di un cad .
Il Cad deve essere un mezzo per disegnare , o creare , e l'utilizzatore dovrebbe imparare i mezzi che il programma mette a disposizione ............
Quindi se questo cliente usa CATIA che ti dica come fare a creare i disegni , così magari impariamo qualcosa di nuovo .............. se invece è il classico disegnatore da tecnigrafo che vede solo i 2D allora .............. il cliente avrà anche ragione :)
scusate l'intromissione ma siccome ci sono passato + di una volta in queste discussioni, mi sono permesso di "sparlare" .

Ciao a tutti
 

tomahawk64

Utente Junior
Professione: Progettazione meccanica
Software: Proe, Catia
Regione: Lombardia
#17
Caro McBramby, fantomatico o no, capace o incapace, la tua esternazione non serve a molto.....
Piuttosto se hai la soluzione x il mio problema te ne sarei grato.
Visto i tempi che corrono, ogni attività da svolgere deve essere bene accetta.
Pertanto capisco il problema, sono vecchio del mestiere, ma quello che mi passa il convento in questo momento e questo.
Grazie ciao.
 
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#18
Non vedendo la struttura del tuo lavoro e cosa stai facendo, é pressochè impossibile esserti di aiuto.
Posso solo immaginare che il problema che hai é legato all'aggiornamento dei 3d, come già ti avevo anticipato.
ti assicuro che il sistema funziona, ma si lega sempre ai file che hai aperto.

Ciao
 

tomahawk64

Utente Junior
Professione: Progettazione meccanica
Software: Proe, Catia
Regione: Lombardia
#19
Grazie x la precisazione.
In parte ho risolto, ma il problema mi rimane con le quote offset x creare piani di riferimento.
A proposito, si possono vedere anche i piani nel drawing? Se si come si fa?
In ogni caso un immenso ringraziamento x il tempo che mi dedichi.
Ciao
 

mcbramby

Utente Standard
Professione: Utilizzatore
Software: Catia V5 CAD e CAM
Regione: Lombardia
#20
Caro McBramby, fantomatico o no, capace o incapace, la tua esternazione non serve a molto.....
Piuttosto se hai la soluzione x il mio problema te ne sarei grato.
Visto i tempi che corrono, ogni attività da svolgere deve essere bene accetta.
Pertanto capisco il problema, sono vecchio del mestiere, ma quello che mi passa il convento in questo momento e questo.
Grazie ciao.
si hai ragione , era solo una mia esternazione ........................ visto i tempi che corrono .....
cmq la soluzione te l'ha già data Ferrezio ................ , è l'unica che mi viene in mente anche a me, l'ho usata x pochissimo e poi abbandonata xchè non aveva senso ....... ora non ricordo come avevo settato CATIA ma praticamente con le quote automatiche venivano messe in tavola le quote che avevo messo nel 3D , e se non tocchi i colori delle quote nelle opzioni , le quote sono di colore verde , alla fine cmq modificando una di quelle quote ( e non quelle che aggiungi poi nel 2D ...... quote nere) ti veniva chiesto l'aggiorna nel 3D con la modifica , ma non era (e x me non è) un buon lavoro xchè passi più tempo ad aggiornare che a disegnare , xchè se non ricordo male avevi un ping pong di aggiorna tra 3D e 2D ............... cmq funzionava , prova a farlo e vedi se ti basta quello .