• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Quale futuro per T3?

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
E' proprio come dici tu, Tequila_pilota.
Per mia fortuna, una volta eseguite le messe in tavola, non vi sono più grosse modifiche.
Le tavole le salviamo (stampiamo) sempre nel formato pdf per essere inviate ai clienti, così posso sempre consultarle e stamparle senza problemi.
Nel caso specifico di ThinkDesign, se salvo le tavole nel formato dxf esplodendo le quote (opzione del salvataggio) si ottiene una tavola 2d puro con le quote che non vanno "a spasso per il disegno". In questo modo si possono gestire piccole modifiche lavorando come se fossimo davanti ad un tecnigrafo. Meglio di niente! Impensabile però continuare a gestire lavori ricorrenti con questo sistema, in tal caso l'unica cosa da fare è rieseguire la messa in tavola con il nuovo sistema. Per quanto riguarda il 3D lo step ed il parasolid di ThinkDesign sono parecchio buoni, il progetto completo con la sua struttura di assieme passa senza difficoltà ma ovviamente è statico. Il lavoro grosso e reinventarsi le procedure ed il now-how della progettazione-lato-strumento rapportati al nuovo software, ma in fondo ogni tanto fa bene fare un po' di pulizia... "per fare ordine ci vuole un gran disordine" o no?
IMHO...
la migrazone del 3D non è un gran problema, se le tue forme non sono complessissime. (non so che fai, quindi lo ipotizzo...)
NX (non so Catia) con la ST ti risolve i problemi in modo molto efficiente.

la migrazione 2D non è nemmeno lei problematica: il DXF/CGM/IGES hanno un'ottima resa pittorica e in caso di modifiche "leggere" vai tranquillo.

Dove sono i problemi?
1) Nel legame 2D/3D nel caso di modifiche + pesanti: alla fine, pian piano, la tavola va rifatta. Per una migrazione catia>NX ho sperimentato una metodologia che consiste nella rimozione delle "viste" 2D e la loro sostituzione con analoghe viste che provengono dal modello, modificato via ST.
Teamcenter ti tiene comunque i legami vivi a livello logico.

2) Nei vincoli di assembly.
In caso di modifiche ai componenti chi ti assicura che non si siano ingenerate spiacevoli interferenze?
2 soluzioni... ST a livello di assembly, oppure si mettono i constrain 3D (sempre per questa migrazione catia>NX ho fatto sviluppare un prototipo di app da uno dei miei AE che mette da solo gli Assy Constraint basandosi sulle forme delle facce in accoppiamento e sulla loro posizione reciproca... funzionicchia)

Comunque ti vedo "ottimista" e questo è la componente principale per il successo di una migrazione CAD :finger:
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
Vabbe come immaginavo per i 2d bisogna rifarli o quantomeno riquotarli.Mi date un consiglio invece verso quale cad andreste avendo a che fare non tanto con assiemi complessi quanto con superfici molto complesse tipo profumeria artistica.Vi ringrazio in anticipo
Fossi in te valuterei Pro/E o diciamo il nuovo Creo.. :wink:
é un cad di fascia alta, lavori molto bene con assiemi complessi e anche con le superfici fai dei lavori di ottimo livello, inoltre non sei obbligato a comprare nessun PLM se non lo desideri.
Non sono ancora un grande esperto di Catia, ma ti assicuro che riesci a farci quello che vuoi. E' largamente utilizzato sia nel settore automotive che nel settore aerospaziale. E' molto utilizzato anche per la modellazione di gioielli da produrre in serie. Anche NX è un ottimo programma, insieme a Catia stà nella fascia più alta del mercato. Ovviamente i costi sono più elevati rispetto a ThinkDesign ma se vuoi cambiare in meglio... E' da valutare anche il discorso PDM-PLM sempre se lo utilizzate. NX mantiene una certa continuità fra le versioni. CATIA, invece, sino ad ora, tende ad a fare un "punto zero" ed a proporre una nuova versione che in realtà è un nuovo software, vedi V3, V4, V5 ed è già pronta la V6. da CATIA V6 sarà obbligatorio lavorare con il suo PLM con un sacco di pregi, gestione documenti, revisioni, codifica..... ma anche qualche lato negativo per le piccole realtà e cioè maggiori costi legati alla manutenzione di un PLM.
NX, invece può funzionare anche senza PLM, sempre per chi può o vuole farne a meno... ma è un peccato. Se invece si desidera risparmiare qualcosina credo che potresti farti mostrare Solid-Edge, le ultime versioni includono notevoli migliorie sulla manipolazione della pelle (o superfici), è il fratello minore di NX e pertando conserva un buona compatibilità con quest'ultimo. Per quanto riguarda la parte tecnica dello stampo sono sicuro che fa al caso tuo, da valutare invece per quanto riguarda la parte della "figura", ma tu sai meglio di me quali sono le complessità delle tue superfici estetiche. Perchè non ti fai fare una bella demo con i tuoi file?
Ma guarda sto avendo un'esperienza diretta per quanto riguarda il nuovo Catia V6 con il PLM integrato 2.0 da un nostro "cliente"...
A quanto pare Dassault siccome di PLM non ne vendeva proprio, ha avuto la brillante idea di integrarlo obbligatoriamente nella V6.
Molto carino da vedere, ma purtroppo hanno venduto anche tanto fumo, infatti questo cliente nonostante gli avessi detto di fare molta attenzione a quello che "prometteva" dassault , ne sta pagando lo scotto e sta valutando di fare dietrofront su windchill 10.
Si sono concentrati molto sull'aspetto scenico e grafico ma in realtà le funzionalità sono disastrose, un buon PLM deve avere un pò di anni di rodaggio alle sue spalle, cosa che PLM 2.0 non ha e quando un'azienda fa un investimento in tal senso, deve essere ben sicura che tutto funzioni a dovere, per non incappare in brutte soprese e dover ricominciare da zero ogni volta.
Sia chiaro io sono un estimatore dei PLM ma solo quando un azienda ne necessita veramente, l'obbligatorietà mi urta, soprattutto quando vogliono venderti qualcosa che non va....:cool:

Saluti
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
PS: avevo addirittura consigliato TC a questa azienda se non avessero voluto prendere Winchill, ma al proprietario piacciono troppo le novità anche se non funzionano. :)
Non c'era speranza....:smile:
 

Mauro:)

Utente Junior
Professione: Progettazione stampi ad iniezione per termoplastici, ...
Software: CATIA V5 (Prima: Thinkdesign, Solidworks)
Regione: Veneto
Grazie di aver riportato la tua esperienza, "Parametric_Ozzy". Quelli che per me erano solo timori orano iniziano a preoccuparmi un po' di più! Già per noi il PDM non è indispensabile, se poi ti fa anche dannare perchè non va bene... Credo che spingerò per NX ma credo di avere gli stessi problemi del tuo cliente !!
 

flaviobrio88

Utente Standard
Professione: AE
Software: ---------------
Regione: World
PS: avevo addirittura consigliato TC a questa azienda se non avessero voluto prendere Winchill, ma al proprietario piacciono troppo le novità anche se non funzionano. :)
Non c'era speranza....:smile:
avrà pensato

"Il solito tecnico venditore che vuole propormi qualcosa di meglio del maestoso e fantastico catia"
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
Grazie di aver riportato la tua esperienza, "Parametric_Ozzy". Quelli che per me erano solo timori orano iniziano a preoccuparmi un po' di più! Già per noi il PDM non è indispensabile, se poi ti fa anche dannare perchè non va bene... Credo che spingerò per NX ma credo di avere gli stessi problemi del tuo cliente !!
Di nulla, bisogna dare a Cesare quel che é di Cesare, visto gli enerrabili casini già con le versioni CAD tra una release e l'altra, figurati il PLM...
Credo che molti problemi siano comuni, purtroppo oggi noto che si guarda più l'interfaccia e le belle ribbon piuttosto che la solidità e l'architettura di un sistema, per il cad la posso anche far passare fa tanto figo, ma per i PLM assolutamente no... Beh se non è indispensabile tanto meglio, ma per un futuro lo caldeggerei comunque, l'importante è avere la facoltà di scelta. :finger:
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
avrà pensato

"Il solito tecnico venditore che vuole propormi qualcosa di meglio del maestoso e fantastico catia"
eh eh no è proprio quello il punto, su Catia non discuto neanche sappiamo tutti le qualità che ha, ma come CAD e punto!
Anche se a dirti la verità, per quello che facevano penso gli sarebbe bastato pure solidedge o inventor a livello di modellazione, ma ripeto il proprietario è una persona molto eclettica, uno che bada più all'immagine aziendale che alla sostanza, ripeto... si sono scottati e stanno tornando indietro, d'altronde non è il proprietario che ci lavora sui sistemi....
 

flaviobrio88

Utente Standard
Professione: AE
Software: ---------------
Regione: World
eh eh no è proprio quello il punto, su Catia non discuto neanche sappiamo tutti le qualità che ha, ma come CAD e punto!
Anche se a dirti la verità, per quello che facevano penso gli sarebbe bastato pure solidedge o inventor a livello di modellazione, ma ripeto il proprietario è una persona molto eclettica, uno che bada più all'immagine aziendale che alla sostanza, ripeto... si sono scottati e stanno tornando indietro, d'altronde non è il proprietario che ci lavora sui sistemi....
maestoso e fantastico lo dicevo per ironia ;)
 

rizzeto

Utente Junior
Professione: CTO
Software: UG (ormai molto poco) Think3
Regione: Monaco

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Questo era il senso del wait and see.
Si, ma dal tuo "wait and see" uno cosa poteva capire? Se uno aveva le licenze ASF in scadenza, cosa avrebbe dovuto fare dopo aver letto il tuo messaggio? Avrebbe avuto qualche strumento in piu' per orientarsi? A me non sembra.
 

rizzeto

Utente Junior
Professione: CTO
Software: UG (ormai molto poco) Think3
Regione: Monaco
Si, ma dal tuo "wait and see" uno cosa poteva capire? Se uno aveva le licenze ASF in scadenza, cosa avrebbe dovuto fare dopo aver letto il tuo messaggio? Avrebbe avuto qualche strumento in piu' per orientarsi? A me non sembra.
Per chi era li li alla scadenza nessuno strumento in più, purtroppo ... se non pagare e gettare i soldi.
Perchi aveva un pò di tempo però .....

detto questo, per chi avesse pagato ora potrebbe richiedere indietro i soldi, poichè versata non dovrebbe essere più in grado di onorare il contratto
(questo è quanto penso).
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)

rizzeto

Utente Junior
Professione: CTO
Software: UG (ormai molto poco) Think3
Regione: Monaco
a parte quanto scritto sul link, alla fine delle cose Think3 che fine farà? Verrà messa su un angolo di un magazzino a marcire o Versata per venderlo dovrà fare un restyling del software e proporlo con un altro nome?
A) Think3 è ormai vuota. Via le persone chiave che vuoi fare?
B) Versata a mio modestissimo parere non è in grado di metterci mano
C) La cosa migliore che può accadere è che si trovi un altro acquisitore.

D) E' dura .... mooolto dura
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
A) Think3 è ormai vuota. Via le persone chiave che vuoi fare?
B) Versata a mio modestissimo parere non è in grado di metterci mano
C) La cosa migliore che può accadere è che si trovi un altro acquisitore.

D) E' dura .... mooolto dura
A) Problema molto grosso...
B) Hai ragione... e poi ci vorrebbe un cambio di strategia e qualcuno con idee chiare sul mercato che vuoi coprire
C) Adesso è dura. Chi è interessato ad una azienda che ha l'80% del suo parco installato in Italia??? parco installato, tra l'altro, che viene razziato dai concorrenti ormai a mani basse...
D) Hai ragione... anzi, secondo me T3 è semplicemente finita
 

rizzeto

Utente Junior
Professione: CTO
Software: UG (ormai molto poco) Think3
Regione: Monaco
A) Problema molto grosso...
B) Hai ragione... e poi ci vorrebbe un cambio di strategia e qualcuno con idee chiare sul mercato che vuoi coprire
C) Adesso è dura. Chi è interessato ad una azienda che ha l'80% del suo parco installato in Italia??? parco installato, tra l'altro, che viene razziato dai concorrenti ormai a mani basse...
D) Hai ragione... anzi, secondo me T3 è semplicemente finita
ragione quasi su tutto, ma sul parco installato non dimenticarti il giappone. sono tante.
 

ful72

Utente poco attivo
Professione: Progettista Stampi per vetrerie
Software: thinkdesign_GBG
Regione: Veneto
Chi ha firmato contratti con vrsata che fine farà, dovrà pagare? Per che cosa a questo punto?