qualcuno mi farebbe una verifica?

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#1
sto esercitandomi con salome, e volevo chiedervi se qualcuno potrebbe rifare l'analisi su un assieme con il suo sw abituale, per vedere se i risultati sono congruenti coi miei.

allego:

1) file step dell'assieme
2) file pdf della tavola dell'assieme con lo schema dei carichi
3) immagine dei risultati ottenuti con salome-meca.

grazie, ciao.
 

Allegati

Matteo

Moderatore CAE/FEM/CFD
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo, ProEngineer, Creo Simulate, ProMechanica, SolidWorks, SolidEdge, SpaceClaim, OpenFOAM
Regione: Pianeta Terra
#2
sto esercitandomi con salome, e volevo chiedervi se qualcuno potrebbe rifare l'analisi su un assieme con il suo sw abituale, per vedere se i risultati sono congruenti coi miei.

allego:

1) file step dell'assieme
2) file pdf della tavola dell'assieme con lo schema dei carichi
3) immagine dei risultati ottenuti con salome-meca.

grazie, ciao.
Ciao, appena trovo un minuto di tempo faccio una pssata in ProM e NEiNastran... non prima di dimani o Lunedi però! Se non mi faccio vivo mandami un MP :)
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#3
non prima di dimani o Lunedi però!
guarda fallo quando vuoi, non e' un lavoro per un cliente! Mi sono solo costruito un caso didattico per imparare a muovermi un po' in questo ambito.

Ciao e grazie!
 

bio

Utente Standard
Professione: .
Software: .
Regione: lombardia
#4
guarda fallo quando vuoi, non e' un lavoro per un cliente! Mi sono solo costruito un caso didattico per imparare a muovermi un po' in questo ambito.

Ciao e grazie!
sono a casa e non ho nulla installato sul pc al momento, che tipo di vincolo c'è fra forcella e asta? è tutto vincolato?

bio
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#5
sono a casa e non ho nulla installato sul pc al momento, che tipo di vincolo c'è fra forcella e asta? è tutto vincolato?

bio
credo di aver messo una cerniera, non sono certo che sia una cerniera pura perche' la sintassi dei comandi di code_aster non e' la cosa piu' semplice di questo mondo e io sono agli inizi.
Invece la superficie di applicazione della forza ha i tre gradi di liberta' alla traslazione e nessuno alla rotazione.
Ad ogni modo cosi' sono definite le condizioni al contorno nel file dei comandi di code_aster:

Vincoli=AFFE_CHAR_MECA(MODELE=FEMQuad,
...............................DDL_IMPO=_F(GROUP_MA='TERRA',
.........................................DX=0.0,
.........................................DY=0.0,
.........................................DZ=0.0,),
...............................LIAISON_MAIL=_F(GROUP_MA_MAIT='FORCELLA',
....................................................GROUP_MA_ESCL='PERNO_AS',
....................................................CENTRE=0.0,),
...............................LIAISON_UNIF=_F(GROUP_MA='FORZA',
....................................................DDL=('DX','DY','DZ',),),
...............................PRES_REP=_F(GROUP_MA='FORZA',
....................................................PRES=-2.037,),
...............................INFO=1,);

il vincolo relativo al perno e' LIAISON_MAIL in cui la mesh 3d FORCELLA comanda il movimento del cedente ESCLAVE , che in questo caso specifico e' la mesh 2d PERNO_AS che appartiene all'asta.
L'ultimo vincolo PRES_REP e' l'applicazione della forza, sotto forma di pressione (2,037N/mm^2 su una faccia D=25mm fanno circa 1000N).
In realta' ci deve essere qualcosa di sbagliato perche' se aumento tantissimo l'amplificazione della rappresentazione degli spostamenti, si vede che la forcella e' deformata come se ci fosse un attrito tra perno e boccola. Forse avrei dovuto infittire ulteriormente le mesh in corrispondenza del contatto ma gia' cosi' vado in timeout (ho il limite a 600 secondi, magari provo ad alzarlo).

ciao.
 

Allegati

Ultima modifica:

bio

Utente Standard
Professione: .
Software: .
Regione: lombardia
#6
prendi con le pinze i miei risultati...di solito qualcosa mi sfugge :D






54207 elementi (simmetrico), 168 secondi per risolvere con ansys wb 11 sp1, 32 bit sul mio vista 64.. avevo solo quello a portata di mano...

ho usato un contatto e un joint..ho verificato anche con tutti i contatti frictional e sembrano buoni i risultati...

bio

edit: qualche ritocchino...
edit: salendo con la mesh le variazioni sono minime e verso l'alto con gli sforzi...
 
Ultima modifica:

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#7
Ho infittito la mesh ma effettivamente cambia molto poco.

Nb of element of dimension 3: 44200
Nb of nodes: 11471

INFORMATION TEMPS D'EXECUTION> (EN SECONDE)
TEMPS CPU TOTAL .............. 329.50
TEMPS CPU USER TOTAL ......... 308.37
TEMPS CPU SYSTEME TOTAL ...... 21.13
TEMPS CPU RESTANT ............ 9670.50

Per il tempo di calcolo c'e' da considerare che sto lavorando su un portatile a 1.7 GHz con 2 GB di ram e linux a 32 bit.
Inoltre ho lavorato sul modello intero e non emisimmetrico, appena imparo come si fa la simmetria la usero' anche io.

La mesh di Bio mi pare piu' uniforme e piu' fitta.
 

Allegati

bio

Utente Standard
Professione: .
Software: .
Regione: lombardia
#8
La mesh di Bio mi pare piu' uniforme e piu' fitta.
fitta è ovvio, ho + elementi su metà del modello... cmq ho infittito ulteriormente la mesh...con 100k elementi i risultati sono ancora simili a quelli postati (+-3%)...

ho un core duo a 2.66 ghz con 4 giga di ram, windows vista 64 ma ansys 32 installato.. 100k elementi sono la mesh che vedi sotto, ma è pure troppo fitta...



se tarocco leggermente il joint fra asta e forcella, ho la soluzione in 160 secondi :biggrin: e devo dire che i risultati sono abbastanza simili :p

bio
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#9
se tarocco leggermente il joint fra asta e forcella,
cosa intendi con questo? in che modo puoi interagire nell'interazione delle parti? Se ce l'hai a dispozione, caricheresti un immagine della deformata della forcella con un fattore di scala "esagerato"?
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#10
cosa intendi con questo? in che modo puoi interagire nell'interazione delle parti? Se ce l'hai a dispozione, caricheresti un immagine della deformata della forcella con un fattore di scala "esagerato"?
Ciao, belli questi test.
Ti chiedo due cose:
- di che materiale sono i pezzi?!
- che dati hai inserito (riguardanti il materiale) nel programma e confrontato rispetto al grafico di Von Mises?!?
ciao:smile:
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#11
Ciao, belli questi test.
Ti chiedo due cose:
- di che materiale sono i pezzi?!
- che dati hai inserito (riguardanti il materiale) nel programma e confrontato rispetto al grafico di Von Mises?!?
ciao:smile:
Li ho indicati nel primo messaggio, nel pdf allegato:

Asta:
Acciaio E=210.000 N/mm^2 nu=0.3

Forcella:
Alluminio E=70.000 N/mm^2 nu=0.3

non ho inserito limiti di snervamento ed altro.

Relativamente al grafico della tensione, in realta' il valore massimo raggiunto e' piu' alto (ca 500 MPa) ma ho deciso di limitare la scala a valori utili in quanto il limite superiore si raggiungeva in uno spigolo ed ho pensato che si trattasse di un abberrazione matematica o giu' di li.

Spero di aver capito bene la tua domanda ed aver risposto in maniera pertinente, in caso contrario non esitare a PARLARMI LENTAMENTE SCANDENDO BENE LE PAROLE, sai sono nuovo di questo settore.... :biggrin::biggrin::biggrin:
 
Ultima modifica:
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#12
Li ho indicati nel primo messaggio, nel pdf allegato:

Asta:
Acciaio E=210.000 N/mm^2 nu=0.3

Forcella:
Alluminio E=70.000 N/mm^2 nu=0.3
Ok:smile:
I dati che ottieni quando lanci l'analisi (valore di Von Mises), con che dato del materiale l'hai confrontato?!?
Hai applicato anche un coefficiente di sicuretta (eta)?
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#13
Ok:smile:
I dati che ottieni quando lanci l'analisi (valore di Von Mises), con che dato del materiale l'hai confrontato?!?
Hai applicato anche un coefficiente di sicuretta (eta)?
Scusa non capisco bene la domanda.
Non ho confrontato niente, penso che quanto indicato nella scala rappresenti il valore puntuale della tensione equivalente. Per come e' impostato il calcolo, in questo caso specifico sicuramente non viene fatto nessun confronto fra la tensione ed il valore limite ammissibile recuperato da qualche database di materiali.
Tra l'altro, non avendo inserito nessun valore di snervamento, penso che il sistema sia elastico all'infinito.
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#14
Scusa non capisco bene la domanda.
Non ho confrontato niente, penso che quanto indicato nella scala rappresenti il valore puntuale della tensione equivalente. Per come e' impostato il calcolo, in questo caso specifico sicuramente non viene fatto nessun confronto fra la tensione ed il valore limite ammissibile recuperato da qualche database di materiali.
Tra l'altro, non avendo inserito nessun valore di snervamento, penso che il sistema sia elastico all'infinito.
Quindi la tua era solo una prova iniziale di mesh e applicazione vincoli/carichi?!?
Sarebbe interessante andare anche oltre ed interpretare i risultati che genera il programma.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#15
Sarebbe interessante andare anche oltre ed interpretare i risultati che genera il programma.
Di che tipo di interpretazione parli? Come dovrebbe proseguire l'analisi una volta noti i valori di tensione e deformazione puntuali? Non sono sufficienti per l'ingegnere per capire cosa succedera'?
 

Matteo

Moderatore CAE/FEM/CFD
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo, ProEngineer, Creo Simulate, ProMechanica, SolidWorks, SolidEdge, SpaceClaim, OpenFOAM
Regione: Pianeta Terra
#16
Ho visto i modelli e mi resta un dubbio: il sistema non è del tutto vincolato (resta libera la rotazione intorno al perno). Come si blocca questo gradi di libertà? Ipotesi: la focella è vincolata a un tirante che ne vincola la "quota"?

Per chi ha già proposto una soluzione: è stato imposto un contatto non lineare tra perno e forcella? I 160 secondi si riferiscono a una analisi non lineare? Con quali criteri di convergenza?
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#17
Ho visto i modelli e mi resta un dubbio: il sistema non è del tutto vincolato (resta libera la rotazione intorno al perno). Come si blocca questo gradi di libertà? Ipotesi: la focella è vincolata a un tirante che ne vincola la "quota"?
La superficie di applicazione della forza "dovrebbe" essere vincolata a rimanere sempre verticale, cioe' puo' traslare in X e Y ma non puo' ruotare attorno a Z, inoltre e' vincolata a non deformarsi: intendo che tutti i nodi sono vincolati a muoversi della stessa quantita in x, y, z.
Almeno questa era l'intenzione quando ho fatto la prova, ma come detto e' possibile che abbia compiuto degli errori.
 

bio

Utente Standard
Professione: .
Software: .
Regione: lombardia
#18
come richiesto, ecco un'immagine amplificata di qualche volta (73 volte)...



ho usato un joint fra asta e forcella che permette la rotazione e la traslazione lungo Z fra i 2 componenti..il "trucchetto" che ha modificato di nulla gli sforzi trasmetti sull'asta è stato quello di fare indeformabile questo joint...cosa non reale ma che trascurando praticamente il contatto fra i componenti rende il calcolo + veloce...

@stef_design

parlando di coefficienti di sicurezza, per come la vedo io (o meglio, mi è stato insegnato a vedere) è una cosa da fare a carta e penna...l'utilizzo dei dati forniti dal sw è di verifica dopo il dimensionamento di massima del progettista e di controllo.. sforzi ammissibili (max/fatica/saldature/altro) sono da valutare a posteriori dell'analisi...

altra cosa è anche la filosofia di pensiero (qua non mi intrometto dal basso della mia ignoranza) di usare von mises o gli sforzi principali (trazione/compressione)...un nostro consulente esterno (progettazione) non vuole usare von mises per la verifica mentre noi internamente usiamo praticamente solo quello (ovviamente ci sono criteri e criteri)...

cmq il discorso è enorme e forse non sono la persona giusta per parlarne :biggrin:



bio
 

bio

Utente Standard
Professione: .
Software: .
Regione: lombardia
#19
aggiungo prima di uscire così animate il discorso se volete...

anche il metodo per raggiungere lo scopo è importante...dato che il perno in questo caso dovrebbe essere già verificato sulla carta, perchè includerlo nella simulazione?



a destra la simulazione originale (la mia) con la forcella nascosta...a sinistra una semplificazione che tiene conto solo dell'asta (magari la verifica va fatta sull'asta dato che la forcella è poco sollecitata)...

ovviamente l'esecuzione dell'analisi di sinistra è durata 21 secondi contro 370 secondi dell'analisi a destra..

bio
 
Ultima modifica:

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#20
ho usato un joint fra asta e forcella che permette la rotazione e la traslazione lungo Z fra i 2 componenti..il "trucchetto" che ha modificato di nulla gli sforzi trasmetti sull'asta è stato quello di fare indeformabile questo joint...cosa non reale ma che trascurando praticamente il contatto fra i componenti rende il calcolo + veloce...
Ok, capito.
In realta' cio' che mi ha spinto a inventarmi questo modellino era propio il lavorare con un sistema articolato.

Comunque' e' interessante anche la tua modifica perche' fa capire che a volte vale la pena semplificare senza perdere molto in precisione.

Relativamente alle considerazioni sull'analisi dei risultati del calcolo, a pelle mi viene da darti ragione: il software mi dia i numeri crudi, poi se vanno bene per la mia applicazione lo lascio decidere all'ingegnere. Pero' su questo mi piacerebbe sentire anche l'opinione di chi fa questo lavoro per mestiere.
 
Ultima modifica: