Punti di forza del vostro CAD

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#1
Ciao a tutti,
prendendo spunto da una discussione nata nel forum CATIA V6 che chiedeva di CATIA V5 e di NX.... insomma un casino totale, ho pensato di iniziare questo thread per conoscere quali sono i punti di forza del o dei CAD che usate.
Io utilizzo NX dal lontano... (forse l'America doveva ancora essere scoperta sigh!!), cioè da molto tempo (si chiamava ancora UG11).
La scelta l'ho fatta valutando TUTTI i CAD allora in commercio, da Surfcam a Pro\E a Microstation (i nomi non me li ricordo più).
Anche se il 3D era ancora agli albori, il 3D di UG mi è sembrato ADATTO ALLE MIE ESIGENZE. Ciò non vuol dire che UG fosse il migliore ma quello che più si adattava al mio lavoro.
Tornando al volo al thread ed elencando:

-completa integrazione solidi superfici (per NX una superficie è un solido di spessore 0)
-pacchetto superfici adeguato già dalla versione base (si può fare tutto, naturalmente con più fatica)
-unica estensione di file (in pratica non esiste distinzione tra file di drafting, modellazione, assieme, sheet metal)
-multibody

Ho messo quelli che mi sono venuti in mente tanto per iniziare la discussione.

Riciao

:wink:
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#2
Ciao Ceschi1959,

è una discussione che preannuncia temporali in arrivo. Io ho inziato in epoca moderna (scusa la terminologia:biggrin:) con swx '99. in 12 anni anche questo mid è cambiato moltissimo.
credo che il punto di forza sia nella semplicità d'uso e nell'interfaccia molto immediata.
Questo vantaggio non è da poco, un'interfaccia curata (e non solo dal punto di vista estetico) consente risparmio di tempo anche all'utente più smaliziato.
per quanto riguarda i pacchetti è già molto completo nella versione standard, (solidi, superfici, lamiera, multibody, saldati, ecc...)
Paragonarlo ad un cad di fascia alta mi sembra però inopportuno, credo siano prodotti che non possano confrontarsi direttemente.
Io non conosco NX ma ho proe e mi sembra che per certi versi proe "ne abbia di più", ma se quel di più non ti serve fai prima con swx.
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#3
Ciao Ceschi1959,

è una discussione che preannuncia temporali in arrivo.

Spero prorpio di no!!! Non è mia intenzione aprire una discussione su quale sia il CAD migliore o su chi abbia maggiori capacità.

Io ho inziato in epoca moderna (scusa la terminologia:biggrin:) con swx '99. in 12 anni anche questo mid è cambiato moltissimo.

Anche per NX c'è stata un'evoluzione enorme dal punto di vista dell'interfaccia che certo aiuta molto.
Ho notato un certo avvicinamento a SE (della stessa Siemens) anche nell'impostazione dei comandi (il modulo Sheet Metal è pressochè identico) ma in questo non mi trovo molto d'accordo. Inglobare in un comando molti 'sottocomandi' se da un lato ti permette di avere in un'unica schermata i parametri, dall'altra se fallisce uno di questi sottocomandi ti salta tutto!
Mi piace invece il fatto che quasi tutte le features sono basate su sketch (proe è stempre stato così se non sbaglio) che a sua volta è stato potenziato molto. Questo ti permette di sfruttare non solo il parametrico ma anche il variazionale.


Paragonarlo ad un cad di fascia alta mi sembra però inopportuno, credo siano prodotti che non possano confrontarsi direttemente.
Io non conosco NX ma ho proe e mi sembra che per certi versi proe "ne abbia di più", ma se quel di più non ti serve fai prima con swx.
Il discorso fascia alta: c'è un po' di confusione secondo me in questo e mi spiego.
NX (come proe credo) parte da meno di 9.000 € con un pacchetto che ti fa un sacco di cose (mancano alcune superfici che avrò usato sì e no 2 volte, l'advanced assembly e altre cose che possono essere gestite da una licenza più costosa su un parco di diverse licenze).

Ciao
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#4
Per quelli che uso io:

SolidEdge:
Pro: messa in tavola eccellente, revision manager, gestione proprieta' anagrafiche, ambiente schizzo, gestione del modello tramite variabili e/o relazioni ottima.
Contro: non supporta il multibody, lento a gestire i grandi assiemi, pessime le features di assieme (almeno fino alla V20)


Solidworks:
pro: gestione multibody, configurazioni
contro: ambiente tavola scadente, solidworks explorer castrato, gestione proprieta' anagrafiche carente

Non per esperienza personale, ma per giudizio di personi affidabili e con esperienze pregresse di altri cad:

CoCreate OSD:
pro: veramente molto performante con i grandi assiemi, molto "facile" per chi arriva dal 2d
contro: scarsamente preciso in fase di modellazione, cattiva gestione di distinte e proprieta' anagrafiche senza moduli aggiuntivi (su questa non sono sicuro, chiedo conferma a chi ce l'ha).
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#5
.....ambiente tavola scadente
Ciao Cacciatorino,
permettimi di dire che non sono d'accordo su questa affermazione, potrà essere migliorabile, ma da swx tiro fuori ottime tavole e quando mi presento per la prima volta da un cliente e proprio la qualità delle tavole ad impressionare positivamente.
Non so cosa ti aspetti dalle funzionalità di messa in tavola, ma io non mi lamento.

Per quanto riguarda l'anagrafica ed explorer... li uso pochissimo ma sarebbero sicuramente migliorabili.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#6
Ciao Cacciatorino,
permettimi di dire che non sono d'accordo su questa affermazione, potrà essere migliorabile, ma da swx tiro fuori ottime tavole e quando mi presento per la prima volta da un cliente e proprio la qualità delle tavole ad impressionare
E' che uso il draft di SE e quello di SWX e quindi li confronto quotidianamente. I problemi del modulo sono che ha meno funzioni di quello di SE e soprattutto e' lentissimo, per ogni disegno si impiega piu' tempo.

Alla fine i disegni si fanno lo stesso, come giustamente dici, ma costano di piu'.
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#7
io uso solid edge dalla V17, non posso confrontarlo con altri cad simili perchè non li ho mai utilizzati, però concordo con cacciatorino che i punti di forza sono sicuramente:

PRO:
-ambient draft, dopo aversi creato tutte le impostazioni le tavole si fanno velocemente, ci sono alcune lacune ma dovrebbero colmarle con la ST4. Ottima la funzione di applicare i colori alla vista modello introdotta con la ST3, soprattutto se si esporta in dwg/dxf.
-ambiente draft ottimo per creare cinematica 2D.
-gestione proprietà, in pochi minuti si possono editare centinaia di codici in un colpo solo.
-ambiente strutture ottimizzate rispetto alle versioni precedenti.
-gestione modelli o assiemi tramite variabili sia interne che esterne (collegamenti a foglio excel).
-revision manager ottimo si riesce oltre che a copiare/ricodificare ecc. anche a gestire direttamente da RM la "gestione proprietà articoli".
-al contrario di quanto detto da cacciatorino hanno migliorato anche le feature d'assieme sulla ST3, non come vorrei ma meglio delle precedenti versioni.

CONTRO:
-multibody non supportato (...non manifold!!! :mad: )
-grandi assiemi lenti se non si ottimizzano e configurano in partenza, ma dalla ST3 è migliorato.
-manca la possibilità di creare PDF 3D...in toeria sarà integrato nella ST4
-non c'è la possibilità di creare schizzi 3D in ambiente PAR in modo veloce senza dover ricorrere ad escamotage.
-configurazioni... ho sentito parlare delle configurazioni di SWX e sicuramente sarebbe una bella cosa se integrassero qualcosa di simile anche in SE

La mia licenza è la Classic e comprende anche le superfici. Già con questa si lavora e progetta benissimo, sicuramente con la Premium che comprende anche cablaggi,piping e l'ambiente simulation, si ha un ottimo software per lavorare
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#8
Per Caccatorino e Tequila_pilota:

usate entrambi SE, utilizzate la ST? e se sì come?

In NX una cosa simile c'era già da anni e si chiamava Direct Modelling (i comandi sono gli stessi anche oggi ma concettualmente è stato introdotto l'history free mode che è il vero concetto di ST).

Vi trovate bene? E agli atri utenti CAD: i vostri hanno cose simili?

Buona giornata a tutti!!!!
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#9
usate entrambi SE, utilizzate la ST? e se sì come?

In NX una cosa simile c'era già da anni e si chiamava Direct Modelling (i comandi sono gli stessi anche oggi ma concettualmente è stato introdotto l'history free mode che è il vero concetto di ST).
Ancora no, i miei clienti sono ancora sulle vecchie versioni e quindi di conseguenza anche io.

Per quanto riguarda il direct modeling non lo uso in quanto il mio livello di licenza molto basilare non lo permette. Comunque modellazione sincrona e direct modeling sono cose molto differenti.

Ciao.
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#10
Per Caccatorino e Tequila_pilota:

usate entrambi SE, utilizzate la ST? e se sì come?

In NX una cosa simile c'era già da anni e si chiamava Direct Modelling (i comandi sono gli stessi anche oggi ma concettualmente è stato introdotto l'history free mode che è il vero concetto di ST).

Vi trovate bene? E agli atri utenti CAD: i vostri hanno cose simili?

Buona giornata a tutti!!!!
si uso la ST, precisamente la ST3 e come già detto anche qua http://www.cad3d.it/forum1/showthread.php?t=26218 uso praticamente l'ambiente ordinato (ossia l'history mode). La modellazione sincrona per il momento non la uso in quanto lavoro con modelli già fatti con versioni precedenti ed appositamente creati per essere manipolati velocemente in modo parametrico.

Il direct modeling c'è già da anni anche in solid edge, mi sembra già ci fosse sulla V17 o V18
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#11
Ancora no, i miei clienti sono ancora sulle vecchie versioni e quindi di conseguenza anche io.

Per quanto riguarda il direct modeling non lo uso in quanto il mio livello di licenza molto basilare non lo permette. Comunque modellazione sincrona e direct modeling sono cose molto differenti.

Ciao.
So bene la differenza, infatti ho precisato che la vera ST in NX è rappresentata dall'history free (in SE credo sia history free=ST, history mode=ordinata).
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#12
si uso la ST, precisamente la ST3 e come già detto anche qua http://www.cad3d.it/forum1/showthread.php?t=26218 uso praticamente l'ambiente ordinato (ossia l'history mode). La modellazione sincrona per il momento non la uso in quanto lavoro con modelli già fatti con versioni precedenti ed appositamente creati per essere manipolati velocemente in modo parametrico.

Il direct modeling c'è già da anni anche in solid edge, mi sembra già ci fosse sulla V17 o V18
Forse un po' di confusione, vista la terminologia diversa nei due prodotti (SE e NX): in NX la ST è la modellazione sincrona in SE, per cui quando ho chiesto se usavate la ST era per chiedervi se utilizzavate la modellazione sincrona.
Ho usato, non tantissimo SE 20 e non ricordo comandi di direct modelling. Mi puoi fare qualche esempio?
Ciao
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#13
Forse un po' di confusione, vista la terminologia diversa nei due prodotti (SE e NX): in NX la ST è la modellazione sincrona in SE, per cui quando ho chiesto se usavate la ST era per chiedervi se utilizzavate la modellazione sincrona.
Ho usato, non tantissimo SE 20 e non ricordo comandi di direct modelling. Mi puoi fare qualche esempio?
Ciao
anche in SE ST...la ST sta per modellazione sincrona :smile:, solo che in SE invece di continuare con le Vxx hanno cambiato nome chiamando SE ST, ST2 ST3... poi come risposto la modellazione sincrona al momento non la uso.

Per il direct modeling forse ho sbagliato a chiamarlo cosi... io mi riferisco all'ambiente modifica in cui era (ed è tuttora) possibile modificare modelli anche importati (con tutti i limiti del caso). Allego immagine dei comandi per vedere se sono simili a quelli che dici tu di NX
 

Allegati

  • 11.1 KB Visualizzazioni: 26

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#14
anche in SE ST...la ST sta per modellazione sincrona :smile:, solo che in SE invece di continuare con le Vxx hanno cambiato nome chiamando SE ST, ST2 ST3... poi come risposto la modellazione sincrona al momento non la uso.

Per il direct modeling forse ho sbagliato a chiamarlo cosi... io mi riferisco all'ambiente modifica in cui era (ed è tuttora) possibile modificare modelli anche importati (con tutti i limiti del caso). Allego immagine dei comandi per vedere se sono simili a quelli che dici tu di NX
Sì sono proprio i comandi del Direct Modeling, non li ho visti quando ho usato SE.
In NX l'evoluzione è stata questa: fino a NX5 esistevano solo i comandi del Direct, poi, da NX6 è possibile utilizzare gli stessi comandi (con molte aggiunte e migliorie) in History Free Mode (il vero concetto di Synchronous Modeling).
Posto anch'io due jpg.
 

Allegati

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#16
Sì sono proprio i comandi del Direct Modeling, non li ho visti quando ho usato SE.
In NX l'evoluzione è stata questa: fino a NX5 esistevano solo i comandi del Direct, poi, da NX6 è possibile utilizzare gli stessi comandi (con molte aggiunte e migliorie) in History Free Mode (il vero concetto di Synchronous Modeling).
Posto anch'io due jpg.
bene almeno non ho detto una boiata, comunque come detto io me li ricordo già da un bel pò in SE, mi sembra già dalla V17 che ho cominciato ad utilizzare, Cacciatorino che usa la V18 forse potrà confermare se ci sono.
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#18
scusate ma cosa sarebbe "Synchronous Modeling" ?
Cercherò di spiegarmi con un esempio sperando di essere chiaro anche perchè faccio fatica a digerire il concetto.
Nella prima immagine vedi un cubetto con un altro cubetto sulla faccia superiore.
Sono stati creati partendo da uno schizzo, un'estrusione, un altro schizzo e un'altra estrusione (vedi la storia sequenziale a sx). Il solido così creato, meglio il suo confine solido, dipendono dalla sua storia. Se devi modificare, ad esempio, la faccia dx del solido sopra, devi andare a modificare i parametri di costruzione (schizzo, estrusione..). Per ridefinire il confine il programma deve ricalcolarsi la storia del pezzo.
Nelle immagini successive, invece, il solido è senza storia (lo vedi ancora a sx) e vado a modificare il confine con comandi diretti che non lasciano storia nel pezzo. In questo modo servono molti meno calcoli al programma per ridefinire il pezzo.
 

Allegati

flaviobrio88

Utente Standard
Professione: AE
Software: ---------------
Regione: World
#19
Cercherò di spiegarmi con un esempio sperando di essere chiaro anche perchè faccio fatica a digerire il concetto.
Nella prima immagine vedi un cubetto con un altro cubetto sulla faccia superiore.
Sono stati creati partendo da uno schizzo, un'estrusione, un altro schizzo e un'altra estrusione (vedi la storia sequenziale a sx). Il solido così creato, meglio il suo confine solido, dipendono dalla sua storia. Se devi modificare, ad esempio, la faccia dx del solido sopra, devi andare a modificare i parametri di costruzione (schizzo, estrusione..). Per ridefinire il confine il programma deve ricalcolarsi la storia del pezzo.
Nelle immagini successive, invece, il solido è senza storia (lo vedi ancora a sx) e vado a modificare il confine con comandi diretti che non lasciano storia nel pezzo. In questo modo servono molti meno calcoli al programma per ridefinire il pezzo.

grazie mille credo di aver capito
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#20
Nelle immagini successive, invece, il solido è senza storia (lo vedi ancora a sx) e vado a modificare il confine con comandi diretti che non lasciano storia nel pezzo. In questo modo servono molti meno calcoli al programma per ridefinire il pezzo.
Ti sei dimenticato la differenza fra il DM e la ST: la ST supporta i vincoli geometrici, per cui le lavorazioni sono parametriche e associative: per esempio posso vincolare due superfici a restare ad una certa distanza o a formare un certo angolo, in modo tale che se sposto una delle due, l'altra si muovo in modo tale da conservare il vincolo imposto.

Il vantaggio della ST piu' che nella minore potenza di calcolo e' nel rendere piu' semplici le modifiche al modello, specie se chi modifica non e' lo stesso che l'ha modellato in origine. Credo che qui' dentro grosso modo tutti sappiamo cosa significa mettere mano in un albero delle features incasinato del quale ci e' poco chiaro il processo logico di creazione.