PTC Creo 1.0 e 2.0 direct e parametric

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#1
Allora la questione è subito fatta: io conosco diversi modellatori parametrici e conosco le potenzialità di solidworks, inventor e catia.

Ma di Creo nulla. Mi chiedo:

- nel modulo direct (che tanto viene pubblicizzato per essere modellatore diretto) nella modalità parte faccio tutto, mentre nella modalità assieme non posso fare nulla oltre a spostare i pezzi?
- sostanzialmente è il vecchio proe reimpastato e quindi siamo sempre di fronte al modellatore parametrico history based (visto che dicono che Creo non ha l'obbligo della "storia fatta da altri" non capisco ciò
- Se è come detto sopra, come posso allargare e stringere tutti i pezzi in un botto solo di macchine con luce variabile a seconda della taglia? Devo stirare il singolo pezzo e rimettere apposto l'assieme tale e quale a solidworks?
- Non è che il modulo direct è come l'instant 3d di solidworks?
- Creo...c'era prima pro engineer e separatamente Cocreate modeling... fusi assieme a dare Creo dove il primo è stato mantenuto e il secondo integrato nel primo. Modeling è sparito e c'è Direct che centra del gran poco.... non capisco

Non riesco a capire la filosofia di questo software e gradirei che chiunque lo sa far girare bene mi dia qualche indicazione perchè sembra davvero un'incognita.

Le sorti di Solidworks? Sembra che debba diventare Catia Lite...sarà un software che darà soddisfazioni? Ultimamente vedo grandi rinnovamenti di prodotto ma ogni volta si riparte da zero su alcune modalità normali di lavoro come se i concetti base debbano essere dimenticati.

Domanda non ultima, visto che pare che CoCreate 18 vive separato da Creo... chi di voi ha acquistato Creo 1.0 cosa ci ha trovato dentro come suite di installazione???
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#2
- Creo...c'era prima pro engineer e separatamente Cocreate modeling... fusi assieme a dare Creo dove il primo è stato mantenuto e il secondo integrato nel primo. Modeling è sparito e c'è Direct che centra del gran poco.... non capisco
Ti rispondo limitatamente a questo:

Cocreate Modeling e' ancora tranquillamente in vendita (versione 18.1) e in Creo non e' stato portato nulla, se non qualche analogia grafica.

La manipolazione diretta di Creo dovrebbe limitarsi a darti delle maniglie con cui spostare le superfici. La differenza fra Creo e CoCreate e' che nel primo tutte le operazioni che fai su un modello vengono diligentemente registrate nel file di parte: se sposti una faccia dieci volte, nell'albero di creo/direct non vedrai nulla, ma se apri lo stesso pezzo con Creo/parametric noterai nell'albero del modello dieci operazioni di sposta faccia.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#3
Cerco di farti chiarezza...

Creo ora è suddiviso in più applicazioni, parlando di cad sono:

1-Creo Parametric (ex Pro/E)
2-Creo Direct (che non è l'ex cocreate modeling) ma bensì una nuova app.

In Creo Parametric il concetto di feature based e modellatore parametrico e associativo è rimasto inalterato, hanno aggiunto una nuova estensione chiamata flexible modeling extension, che permette di modificare esplicitamente sia geometria nativa e parametrica, sia geometria non nativa proveniente da altri cad o apre direttamente i file proveniente da Creo direct visto che ha la stessa estensione *.prt.

In Creo Direct è la nuova applicazione che invece permette la modellazione esplicita diretta sia di parti che di assiemi, ma che non è ancora andata a sostituire completamente il vecchio co-create modeling, la fusione completa dovrebbe arrivare nel 2013, quando il vecchio co-create scomparirà e ingloberanno tutta la sua tecnologia.

Per venire a qualche tuo dubbio inerente la modellazione esplicita, in creo direct puoi muovere singolarmente oppure in maniera multipla, sia superfici che componentim i piazzarli tramite maniglie con dei vincoli simili al parametrico o combinazioni di entrambi i modi.
Come operazioni a livello di assieme, puoi anche estrudere,rivoluzionare,ecc, senza bisogno di attivare il componente precedentemente e altre cosette interessanti.

Chi ha acquistato Creo 1.0 o 2.0 e veniva da Pro/E si è ritrovato Creo Parametric, Creo direct è un app.da acquistare a parte (ci sono dei nuovi pacchetti svilupparti per ruolo), e la flexible modeling è un estensione che va su Creo Parametric per attivare questa modellazione flessibile, cosa che non serve se invece ti compri direttamente il creo direct.

Spero di essere stato abbastanza chiaro, se hai dubbi o altre domande non farti problemi a chiedere.:wink:

Saluti
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#4
Le sorti di Solidworks? Sembra che debba diventare Catia Lite...sarà un software che darà soddisfazioni?
Mi allaccio a questa citazione.... Solidworks deve rimanere solidworks così come oggi solidedge è ancora lui e non è NX lite.
La migrazione al motore di Catia ci sarà, ma ti sembrerebbe normale continuare a pagare diritti al tuo primo concorrente? La DS ha deciso di usare quello che ha in casa e che gli consente di fare profitto. Andrà meglio o peggio? Lo sapremo al momento di immissione sul mercato, sicuramente è un'operazione difficile e "a rischio".


Ultimamente vedo grandi rinnovamenti di prodotto ma ogni volta si riparte da zero su alcune modalità normali di lavoro come se i concetti base debbano essere dimenticati.
Potresti essere più chiaro? A me sembra il cad più statico negli ultimi 2-3 anni e ne sono comunque soddisfatto. Trovo che la 2011 (che sto ancora utilizzando) sia stata una versione indovinata e stabile e apprezzo che abbiano lavorato per la stabilità e non per la pubblicità lasciando buchi indietro.
Dove trovi cambiamenti rivoluzionari che obbligano a cambiare metodo di lavoro?
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#5
Mi allaccio a questa citazione.... Solidworks deve rimanere solidworks così come oggi solidedge è ancora lui e non è NX lite.
La migrazione al motore di Catia ci sarà, ma ti sembrerebbe normale continuare a pagare diritti al tuo primo concorrente? La DS ha deciso di usare quello che ha in casa e che gli consente di fare profitto. Andrà meglio o peggio? Lo sapremo al momento di immissione sul mercato, sicuramente è un'operazione difficile e "a rischio".




Potresti essere più chiaro? A me sembra il cad più statico negli ultimi 2-3 anni e ne sono comunque soddisfatto. Trovo che la 2011 (che sto ancora utilizzando) sia stata una versione indovinata e stabile e apprezzo che abbiano lavorato per la stabilità e non per la pubblicità lasciando buchi indietro.
Dove trovi cambiamenti rivoluzionari che obbligano a cambiare metodo di lavoro?
Ritengo anche io a rischio il "catia lite". Potrebbe funzionare come dare una serie di problemi.

Per solidworks non mi lamento a parte piccoli buchi. E' una vita che lo uso e ho fatto di tutto con grandi successi e forti risparmi di tempo anche sulle modifiche. Ovviamente si deve progettare mettendo la testa sulla funzionalità dei componenti e non solo delle sagome.

Il mio riferimento alla tua seconda citazione è in merito a casa PTC e simili... ProE...Cocreate....Modeling...Creo Direct...Creo parametric. Sempre rimpasto di programmi di partenza gambizzati o potenziati ma mai tenuti costanti. Solidworks lo conosco dalla versione 99 e sinceramente è stato potenziato molto in questi anni e sono stati creati strumenti produttivi.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#6
Cerco di farti chiarezza...

Creo ora è suddiviso in più applicazioni, parlando di cad sono:

1-Creo Parametric (ex Pro/E)
2-Creo Direct (che non è l'ex cocreate modeling) ma bensì una nuova app.

In Creo Parametric il concetto di feature based e modellatore parametrico e associativo è rimasto inalterato, hanno aggiunto una nuova estensione chiamata flexible modeling extension, che permette di modificare esplicitamente sia geometria nativa e parametrica, sia geometria non nativa proveniente da altri cad o apre direttamente i file proveniente da Creo direct visto che ha la stessa estensione *.prt.

In Creo Direct è la nuova applicazione che invece permette la modellazione esplicita diretta sia di parti che di assiemi, ma che non è ancora andata a sostituire completamente il vecchio co-create modeling, la fusione completa dovrebbe arrivare nel 2013, quando il vecchio co-create scomparirà e ingloberanno tutta la sua tecnologia.

Per venire a qualche tuo dubbio inerente la modellazione esplicita, in creo direct puoi muovere singolarmente oppure in maniera multipla, sia superfici che componentim i piazzarli tramite maniglie con dei vincoli simili al parametrico o combinazioni di entrambi i modi.
Come operazioni a livello di assieme, puoi anche estrudere,rivoluzionare,ecc, senza bisogno di attivare il componente precedentemente e altre cosette interessanti.

Chi ha acquistato Creo 1.0 o 2.0 e veniva da Pro/E si è ritrovato Creo Parametric, Creo direct è un app.da acquistare a parte (ci sono dei nuovi pacchetti svilupparti per ruolo), e la flexible modeling è un estensione che va su Creo Parametric per attivare questa modellazione flessibile, cosa che non serve se invece ti compri direttamente il creo direct.

Spero di essere stato abbastanza chiaro, se hai dubbi o altre domande non farti problemi a chiedere.:wink:

Saluti
Grazie Ozzy, sei stato molto chiaro ed esaustivo in merito alla questione
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#7
La migrazione al motore di Catia ci sarà, ma ti sembrerebbe normale continuare a pagare diritti al tuo primo concorrente? La DS ha deciso di usare quello che ha in casa e che gli consente di fare profitto. Andrà meglio o peggio? Lo sapremo al momento di immissione sul mercato, sicuramente è un'operazione difficile e "a rischio".
la migrazione da parasolid al kernel catia non è sicuramente per via dei "diritti" e del loro costo.
ti assicuro che pagano pochissimo.

sul fatto che sia "a rischio": te lo confermo.
 

Trippuma

Utente poco attivo
Professione: Saldatore
Software: autocad
Regione: Toscana
#8
Ciao a tutti, sono nuovo del forum, mi sto avvicinando (o almeno ci provo) al disegno meccanico con creo 2, ma non riesco a capire come si ruota la vista 3d. Per farmi capire meglio, se qualcuno usa cinema4d, per girare la scena tridimensionale si preme alt+tasto destro mouse e si ruota il pezzo come si vuole. Come si fa a fare tutto ciò in creo 2.0? Grazie a tutti, ciao a presto.
 

nicksoft

Utente Standard
Professione: cad-pdm related
Software: Creo
Regione: Emilia Romagna
#9
Ciao a tutti, sono nuovo del forum, mi sto avvicinando (o almeno ci provo) al disegno meccanico con creo 2, ma non riesco a capire come si ruota la vista 3d. Per farmi capire meglio, se qualcuno usa cinema4d, per girare la scena tridimensionale si preme alt+tasto destro mouse e si ruota il pezzo come si vuole. Come si fa a fare tutto ciò in creo 2.0? Grazie a tutti, ciao a presto.
Con il tasto centrale. Comunque vedo che sei proprio alle primissime armi, ti consiglio di consultare l'help in linea:
file - help - online resources - nuovi utenti : ci sono dei video
se poi clicchi su Supporto e formazione ci sono altre esercitazioni gratuite

Ciao