• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Progetto formula ATA

peppo82

Utente Standard
Professione: Progettista Meccanico
Software: SolidWorks, Catia V5, Creo 2.0
Regione: Emilia
#1
Salve a tutti.., io mi chiamo Giuseppe studio, quest'anno prenderò parte al progetto formula Ata che la mia facoltà ha finalmente deciso di intraprendere....., anche se al solito i proff sono stati ottimi a proporci di partecipare, dopodicchè sono spariti...
Fatto stà che tocca a noi studenti fare tutto, a partire dal darci una organizzazione, cosa che è già molto difficile quando non ci si conosce.... Io ho scelto quindi non non preoccuparmi della cosa, tanto al solito sarà il nonnismo a farla da padrone, e di passare già oltre.
Il mio pensiero è ora trovare quali software siano i più usati nel settore dell'automotive. Quello che mi interessa soprattutto è disporre dei programmi che ci permettano di realizzare un telaio in tubi, di poterne studiare la rigidezza, di studiare la dinamica del veicolo, ma anche di programmi per studiare i fenomeni fluidodinamici nei condotti di scarico e di aspirazione, sinomma tutto....
Fino a questo momento ho usato solo il SolidWorks, però nno credo che sia molto interfacciabile coi programmi per analisi ad elementi finiti..., ecco quello che vi chiedo è... voi che programmi pretendereste dall'università?
 
Ultima modifica:

alex_cm

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: SolidWorks 2007
Regione: Romagna
#2
Salve a tutti.., io mi chiamo Giuseppe studio ingegneria meccanica al primo anno della laurea specilistica, e quest'anno prenderò parte al progetto formula Ata che la mia facoltà ha finalmente deciso di intraprendere....., anche se al solito i proff sono stati ottimi solo a proporci di partecipare, dopodicchè sono spariti...
Fatto stà che tocca a noi studenti fare tutto, a partire dal darci una organizzazione, cosa che è già molto difficile quando non ci si conosce.... Io ho scelto quindi non non preoccuparmi della cosa, tanto al solito sarà il nonnismo a farla da padrone, e di passare già oltre.
Il mio pensiero è ora trovare quali software siano i più usati nel settore dell'automotive. Quello che mi interessa soprattutto è disporre dei programmi che ci permettano di realizzare un telaio in tubi, di poterne studiare la rigidezza, di studiare la dinamica del veicolo, ma anche di programmi per studiare i fenomeni fluidodinamici nei condotti di scarico e di aspirazione, sinomma tutto....
Fino a questo momento ho usato solo il SolidWorks, però nno credo che sia molto interfacciabile coi programmi per analisi ad elementi finiti..., ecco quello che vi chiedo è... voi che programmi pretendereste dall'università?
Per quello che ne so io e che puoi trovare nel forum....Unigraphics NX e Catia (che sono di Alto livello) e Pro/E (che si attesta fra i primi due e software come SWX e SolidEdge).
 

peppo82

Utente Standard
Professione: Progettista Meccanico
Software: SolidWorks, Catia V5, Creo 2.0
Regione: Emilia
#3
Ma Ansys è semplice da usare in modellazione?

inoltre Catia può studiare i fenomeni fluidodinamici?
 

F4B1O

Utente Junior
Professione: Oleodinamica compatta...molto compatta
Software: SolidWorks2007 Autocad GBG Pro Engineer WF2
Regione: Modena
#4
Ma Ansys è semplice da usare in modellazione?

inoltre Catia può studiare i fenomeni fluidodinamici?

Ansys workbench può modellare la parte, ma la cosa che si fa più spesso è usare un cad per la modellazione ed ansys per la simulazione. Il workbench riconosce la gran parte dei software in commercio.
L'unico neo è il prezzo. In azienda si parlava di circa 20000 euro.

Catia si interfaccia ottimamente con fluent, per gli studi sulla fluidodinamica alla carrozzeria. Se vuoi studiare la fuidodinamica del motore esistono in commercio programmi appositi come StarCD o GT power, dove studi come rispondo i componenti che applichi sul motore, come la lunghezza del condotto di aspirazione o lo scarico.

Il problema che ti devi porre però penso non sia questo. Il problema vero è che il software ha bisogno di dati in input e ti butterà fuori dei dati, che vanno interpretati. Per far ciò ci vogliono conoscenze preacquisite che anche il più potente software al mondo non saprà darti.
Io la formulastudent l'ho fatta ed è una bella esperienza, ma oltre alla classca gavetta servono conoscenze che devi assorbire dai prof e da tecnici capaci che potrebbero darvi una mano.

Una base di partenza non è un progetto evoluto, ma giustificato. Per la giuria quello che conta è sapergli spiegare il perchè di determinate scelte...

In bocca al lupo. Se ben utilizzato questa esperienza è un buon viatico per il mondo del lavoro.
 

tenerone

Utente Standard
Professione: Project engineer per gioco e per diletto...
Software: Creo 2.0 + Windchill
Regione: Ticino - Svizzera
#5
Salve a tutti.., io mi chiamo Giuseppe studio ingegneria meccanica al primo anno della laurea specialistica, e quest'anno prenderò parte al progetto formula Ata che la mia facoltà ha finalmente deciso di intraprendere....., anche se al solito i proff sono stati ottimi solo a proporci di partecipare, dopodicchè sono spariti...
Fatto stà che tocca a noi studenti fare tutto, a partire dal darci una organizzazione, cosa che è già molto difficile quando non ci si conosce.... Io ho scelto quindi non non preoccuparmi della cosa, tanto al solito sarà il nonnismo a farla da padrone, e di passare già oltre.
Il mio pensiero è ora trovare quali software siano i più usati nel settore dell'automotive. Quello che mi interessa soprattutto è disporre dei programmi che ci permettano di realizzare un telaio in tubi, di poterne studiare la rigidezza, di studiare la dinamica del veicolo, ma anche di programmi per studiare i fenomeni fluidodinamici nei condotti di scarico e di aspirazione, sinomma tutto....
Fino a questo momento ho usato solo il SolidWorks, però nno credo che sia molto interfacciabile coi programmi per analisi ad elementi finiti..., ecco quello che vi chiedo è... voi che programmi pretendereste dall'università?
Il problema non è così facile come qualcuno potrebbe pensare, e non te lo risolverebbe nemmeno il Software più potente al mondo. Con questo non voglio ovviamente scoraggiarti ma, visto che sei solo al primo anno di ingegneria specialistica, il tuo problema principale sarà quello di apprendere nozioni tecniche specialistiche che ti permetteranno di capire cosa volere dai Software che poi utilizzerai. Sarebbe come volere utilizzare un programma di progettazione come Catià Pro-E o UG senza conoscere a priori cos'è il disegno tecnico e senza averlo studiato prima, senza sapere cos'è un tecnigrafo.
Premesso questo, dovresti quindi studiarti almeno la teoria di base motoristica e telaistica (Motori Endotermici dell'Ing.Giacosa è un ottimo testo).
Altrimenti rischi di affogare ancor prima di iniziare.:)
Cmq sia buon lavoro ;)
 

peppo82

Utente Standard
Professione: Progettista Meccanico
Software: SolidWorks, Catia V5, Creo 2.0
Regione: Emilia
#6
Intanto grazie per avermi risposto, io mi rivolgo a questo forum erchè so che è frequentato da dei professionisti, quindi traggo le mie conclusioni che forse il Catia, che l'università già tiene, e un dei programmi F4B1O per lo studio dei condotti di scarico e aspirazione, programmi di cui certamente dispone il gruppo di macchine della mia università, rappresentano la giusta scelta.
Per quanto riguarda il numero di dati e soprattutto il loro significato, beh mi rendo ben conto che questo genere di lavori non si portano a termine dalla sera alla mattina, però le nozioni teoriche per il momento le tengo, non basteranno gli esami di fisica tecnica, macchine, sistemi energetici, non basterà l'esperienza fatta al periodo delle scuole superiori come meccanico, nemmeno il bellissimo Motori ad alta potenza specifica che sto leggendo che è davvero un gran bel libro che consiglio anche a chi è appassionato solo di dolci e lavori a uncinetto, però una base da cui partire la tengo, poi chiaramente dovremo rompere il più possibile le scatole ai vari proff.., a me quello che mi preme sapere ora, è, visto che il disegno del telaio dobbiamo iniziarlo su un software e che speriamo debba essere l'unico software Cad che utilizzeremo, quale utilizzare in visione del fatto che poi su questo modello che realizzeremo dovremo fare tante prove virtuali prima di costruirlo? Ecco penso di essermi spiegato, non ve la prendete, so bene che l'argomento è vastissimo, e non ci si inventa professionisti in una notte.
Grazie ancora, e se ci sono altri consigli
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
#7
io credo che come software CAD ti dovresti orientare su CATIA o NX. Per quanto riguarda l'analisi a elementi finiti che immagino vogliate fare sul telaio in realtà potete partire da analisi preliminari ancora prima di avere il modello CAD del telaio impiegando un modello wireframe e assegnando degli elementi di tipo beam alla struttura dal momento che andrete a impiegare una struttura tubolare saldata immagino.
Il problema maggiore è trovare dei dati di confronto per i valori che ricaverete dall'analisi fem e qui o vi fate aiutare da qualcuno che ha esperienza nel campo o altrimenti è come tirare i numeri del lotto :)
Per il reparto motoristico non mi farei troppe paranoie perchè da quello che mi ricordo io si monta il primo motore motociclistico che si riesce a trovare in giro e al massimo si fa uno studio pseudo-fluidodinamico sui condotti di aspirazione e scarico.Senza entrare in prodotti troppo specialistici e complicati come i cfd per la fluidodinamica interna vi potreste fare dei programmini per studiare la risposta del motore in termini di effetti d'onda a valvole aperte/chiuse e gli effetti inerziali sulla base di un semplice risonatore di Helmotz.
Per l'aspetto aerodinamico il mio consiglio è...lascia perdere l'aerodinamica :)
Per ricavare dati almeno attendibili da un'analisi CFD è necessaria una conoscenza e soprattutto un'esperienza di diversi anni,in particolare nella costruzione della griglia di calcolo e dei modelli di turbolenza, quindi a meno che non ci sia qualche professore disposto a segurvi in modo costante (e da quello che mi ricordo io non ce n'erano da me) rischieresti di far girare ore di calcolo ottenendo dei risultati non veritieri.
la parte più interessante penso sia l'analisi della risposta del veicolo al variare dell'assetto, ovvero come si comporta cambiando gli angoli di camber, caster, la convergenza, etc
non ho capito se questo è il tuo lavoro di tesi o che altro ma da quello che ricordo la formula student veniva suddivisa in settori cioè telaistico,motoristico e aerodinamico tu dove ti collochi?
in bocca al lupo per questo lavoro allora
 

falonef

Moderatore CATIA V5
Staff Forum
Professione: PLM Support Expert (Consumer Goods)
Software: CATIA V5 / PARTsolutions / QA-Report / Q-Checker / Type3toCatia / Agile-PLM / Windows 10
Regione: Svizzera
#8
cos?é esattamente il progetto formula ATA?
 

tenerone

Utente Standard
Professione: Project engineer per gioco e per diletto...
Software: Creo 2.0 + Windchill
Regione: Ticino - Svizzera
#9
Ciao Oskar, sì certo che mi ricordo di te, abbiamo avuto un piccolo incidente di percorso in pista a Fiorano vero? :D
Solo che tra noi ci stava qualche annetto visto che ho lasciato Maranello nell'ormai lontano 1993 ;)

Scherzi a parte, quoto in toto Oskar per quanto concerne quanto esposto, buon lavoro e tanta pazienza e tanto studio specifico e vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare.
Ma specialmente tanta passione ;) senza di questa talvolta è dura tirare avanti...

Basta ho finito :p
 

F4B1O

Utente Junior
Professione: Oleodinamica compatta...molto compatta
Software: SolidWorks2007 Autocad GBG Pro Engineer WF2
Regione: Modena
#10
Oskar, ha citato la ferrari delle formula student. Teoricamente si dice che il progetto dovrebbe avere un investimento di 20000 euro:eek:
Allora, le vedi le immagini postate da oskar. Su questo ci ha preso in pieno, e la vettura che vedi è la migliore in circolazione. Fonti molto vicine al team di Graz ( un ragazzo interno al team mi ha detto cosa è costata.) Sono 370 mila euro.
I soldi vanno reperiti da studenti, che se non supportati in modo tecnico ed economico è difficlie che li trovino.
Il team è strutturato internamente dall'università, che tiene molto al progetto ( quindi software compresi!)
Inoltre, cosa che penso sia la più importante, hanno un supporto tecnico di case importantissime come magna steyr, iveco....e altri nomi che non fanno altro tutto il giorno.
Noi a modena eravamo un gruppo molto coeso, che una volta sciolto non è riuscito a dare slancio alle nuove leve, proprio perchè manca un forte interesse delle istituzioni universitarie al fine di avere una struttura precisa.
Quello che abbiamo fatto, è venuto fuori da noi, e la fortuna di abitare in un luogo che vive di motori ci ha aiutato. Chiaramente alle porte di queste persone bisogna bussare.
In bocca al lupo.
PS: Di che area ti occupi? ( telaio, trasmissione motore, aerodinamica...)
 

tenerone

Utente Standard
Professione: Project engineer per gioco e per diletto...
Software: Creo 2.0 + Windchill
Regione: Ticino - Svizzera
#11
eccooooooooooooo........abbiamo scoperto perchè in passato la Ferrari non vinceva più in F1!!!!!....le cose poi sono cambiate, che strana coincidenza :D ah ah ah ah ah ah ah....SCHERZO DAI...
Sai benissimo che alla fine le mie idee non sono molto distanti dalle tue.
Un saluto

OsKar
Non farmici pensare che in quel periodo ero nero come una medusa...:mad:

Però già che ci penso...hai mica sotto il letto i disegni della F2008 eh?? :p
:)
 

LANDINISTA

Utente poco attivo
Professione: studente
Software: sw autocad
Regione: veneto
#12
Ciao,
scusate la curiosita' ma la formula ata sarebbe la formula student o sono 2 campionati
diversi????????????
 

F4B1O

Utente Junior
Professione: Oleodinamica compatta...molto compatta
Software: SolidWorks2007 Autocad GBG Pro Engineer WF2
Regione: Modena
#13
la formula ATA è in un certo senso la "formula student italiana", ......quindi sono 2 campionati diversi ma possono gareggiare le stesse vetture.

La formula ATA 2008 si terrà nuovamente a Fiorano, ma udite udite.....questa volta l'iscrizione si PAGA!!!!!:eek::eek::eek:.....correggetemi se sbaglio ma mi pare che una volta era free.

1400€ in classe 1
1000€ in classe 3

http://www.ata.it/formulaata/Formula SAE Italy 2008/Registration.htm

L'iscrizione si è sempre pagata.
La formula student sono 1500 serline, la ata non so di preciso, ma non è mai stata gratis!
 

peppo82

Utente Standard
Professione: Progettista Meccanico
Software: SolidWorks, Catia V5, Creo 2.0
Regione: Emilia
#14
Beh io dovrei occuparmi di motore e trasmissione, ed ineffetti è in questa direzione che mi sto documentando, anche se il motore lo sceglieremo tra quelli motociclistici, voglio poter parlare di qualsiasi aspetto dello stesso, sto trovando davvero molto interessante motori ad alta potenza specifica, ma sicuramente dovrò entrare ancor più nel dettaglio, questo libro infatti è bellissimo, da tantissime nozioni, ma non penso basti....
Per quanto riguarda vedere le altre soluzioni... e beh! è il nostro primo anno certo che scopiazzeremo un pò :D
 

tenerone

Utente Standard
Professione: Project engineer per gioco e per diletto...
Software: Creo 2.0 + Windchill
Regione: Ticino - Svizzera
#15
Beh io dovrei occuparmi di motore e trasmissione, ed ineffetti è in questa direzione che mi sto documentando, anche se il motore lo sceglieremo tra quelli motociclistici, voglio poter parlare di qualsiasi aspetto dello stesso, sto trovando davvero molto interessante motori ad alta potenza specifica, ma sicuramente dovrò entrare ancor più nel dettaglio, questo libro infatti è bellissimo, da tantissime nozioni, ma non penso basti....
Per quanto riguarda vedere le altre soluzioni... e beh! è il nostro primo anno certo che scopiazzeremo un pò :D
Altri testi significativi :

- Motori endotermici (1)
- L'Autotelaio (2)

di Lucchesi Editore Hoepli

:)
 

peppo82

Utente Standard
Professione: Progettista Meccanico
Software: SolidWorks, Catia V5, Creo 2.0
Regione: Emilia
#16
Eh si, l'autotelaio è un testo che mi procurerò.. già già!!!!
 

peppo82

Utente Standard
Professione: Progettista Meccanico
Software: SolidWorks, Catia V5, Creo 2.0
Regione: Emilia
#17
Ehm ehm, ma chi produce i differenziali per questo tipo di applicazioni? sapete qualche nome? ho visto che la GLoria Cars ne vendo uno, però vorrei poter scegliere, e purtroppo su internet non abbiamo trovato niente....
 

peppo82

Utente Standard
Professione: Progettista Meccanico
Software: SolidWorks, Catia V5, Creo 2.0
Regione: Emilia
#18
Uhm... di derivazione automobilistica non credo proprio...
Certo progettare un differenziale non è un lavoro complicatissimo, questo fino a quando si parla di un differenziale semplice, ma quello di una vettura da corsa deve essere per forza un autobloccante e con possibilità di regolazioni, e noi non abbiamo un know-how tale...
La Gloria Cars è praticamente una formula simile alla forumula Ata e il loro differenziale va sicuramente bene, ma penso che ci siano altri produttori, magari non in italia... bah, comunque quì c'è chi vi ha partecipato, sicuro mi sapranno dire qualcosa.
 

tenerone

Utente Standard
Professione: Project engineer per gioco e per diletto...
Software: Creo 2.0 + Windchill
Regione: Ticino - Svizzera
#20
Ehm ehm, ma chi produce i differenziali per questo tipo di applicazioni? sapete qualche nome? ho visto che la GLoria Cars ne vendo uno, però vorrei poter scegliere, e purtroppo su internet non abbiamo trovato niente....
A Modena c'è un famoso costruttore di cambi e di differenziali, però non ricordo se :

1) Esiste ancora....

2) Il nome...forse Colotti racing o un nome del genere, magari Oskar saprà essere + preciso :D