• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Progettazione grandi impianti con CAD 3D o 2D?

mtvonno

Utente Junior
Professione: disegnatore
Software: Autocad, Inventor,
Regione: PZ
#1
Buongiorno a tutti,
vi chiedo un parere, secondo voi l'utilizzo di un CAD 3D è una scelta corretta per la progettazione di impianti grandi, tipo movimentazione sabbia/polvere (trasportatori a nastro, silos... e altri componenti)?
Ora la ditta che li progetta usa Autocad 2D.
Invece con un CAD 3D una volta fatto il modello/assieme, la messa in tavola è immediata e corretta, a differenza che con Autocad dove si deve disegnare una riga alla volta, poi disegnare le sezioni...
L'unico problema, con tanti parti ed un assieme grande, il PC dovrebbe essere adeguatamente prestazionale. Quindi un costo da gestire...
Quindi costi a parte, un 3D è la scelta corretta oppure è meglio un AUtocad 2D?
 

Tristan

Utente Senior
Professione: Application Engineer
Software: AutoCAD Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
#2
IMO il 3D è sempre da preferirsi. Ovviamente l'investimento in termine di costi e di tempo è maggiore.
 

mtvonno

Utente Junior
Professione: disegnatore
Software: Autocad, Inventor,
Regione: PZ
#3
Investimento in termini di costi, OK, ma di tempo?
Intendi che ci vuole più tempo nel produrre i modelli/assiemi, però poi la messa in tavola è GRATIS! :biggrin:
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#4
Investimento in termini di costi, OK, ma di tempo?
Intendi che ci vuole più tempo nel produrre i modelli/assiemi, però poi la messa in tavola è GRATIS! :biggrin:
Non e' detto: a spostare un blocco su layout impieghi 20 secondi; a rigenerare la tavola di un impianto a partire dal modello 3d modificato, ci puoi mettere anche un'ora o due....

Dipende dai casi, anche se i casi un cui il 2d e' da preferire credo siano veramente pochissimi.
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#5
Il 2d per me è preferibile solo per schemi di impianti elettrici o idraulici.
Per il resto i vantaggi del 3d sono inconfutabili.
 

Tristan

Utente Senior
Professione: Application Engineer
Software: AutoCAD Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
#6
Non a caso Autodesk propone due prodotti, P&ID e Plant 3D (bidimensionale il primo, treddi il secondo), per venire incontro alle esigenze dei progettisti di impianti industriali. Se ti basta creare "semplici" diagrammi P&I ti accontenti del primo, ma se ti serve una marcia in più ti sveni e vai sul Plant 3D.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#7
Buongiorno a tutti,
vi chiedo un parere, secondo voi l'utilizzo di un CAD 3D è una scelta corretta per la progettazione di impianti grandi, tipo movimentazione sabbia/polvere (trasportatori a nastro, silos... e altri componenti)?
Ora la ditta che li progetta usa Autocad 2D.
Invece con un CAD 3D una volta fatto il modello/assieme, la messa in tavola è immediata e corretta, a differenza che con Autocad dove si deve disegnare una riga alla volta, poi disegnare le sezioni...
L'unico problema, con tanti parti ed un assieme grande, il PC dovrebbe essere adeguatamente prestazionale. Quindi un costo da gestire...
Quindi costi a parte, un 3D è la scelta corretta oppure è meglio un AUtocad 2D?
Ciao, ci sono pro e contro con tutti i sistemi. Con un bidimensionale hai sempre un'ottima reattività del sistema, il database dei disegni è sempre abbastanza semplice rispetto ad una matematica 3d.
Con il 3d hai una matematica molto più complessa, con i tempi di ricalcolo che ne conseguono, ma un'agevolazione non indifferente nella stesura delle tavole.

Per gestire un impianto di quel tipo, qualsiasi sia il cad che utilizzi, richiede molta esperienza nella modellazione di grandi assiemi e serve una strategia di modellazione intelligente. Questo conta come o più dell'hardware che vai ad utilizzare, se modelli male pianti l'assieme in un batter d'occhio, con qualsiasi cad.

La messa in tavola è più veloce di un 2d, ma non a tempo 0. Nel mio studio se dividiamo in 3 parti i tempi di progettazione una serve per modellare e 2 per eseguire le messe in tavola.
C'è da dire che noi curiamo molto le tavole e inevitabilmente i tempi si allungano. Inoltre modelliamo in topdown agevolando la modellazione ma rallentando le tavole in quanto non possiamo quotare le viste con le quote di modellazione ma dobbiamo inserire le quote come annotazioni (+ o - come in Autocad).
I vantaggi del 3d si vedono in temrini di tempo se lavori "bene" e cioè completi bene i tuoi disegni. Innegabile che in caso di modifica non c'è paragone, soprattutto se il 3d è eseguito in topdown e le tavole si aggiornano automaticamente, mentre in 2d ti arrangi e se ti dimentichi qualcosa...amen.

I veri vataggi del 3d sono altri ed esattamente:

- hai sempre a disposizione le proprietà di massa corrette e questo agevola molto il lavoro dei progettisti.
- puoi interagire con solutori fem con una precisione inimmaginabile con un sistema 2d. In sostanza puoi meshare i tuoi modelli, applicare i carichi e vedere in modo estremamente dettagliato il comportamento delle strutture.
- puoi eseguire analisi cinetodinamiche partendo dai tuoi modelli
- puoi interagire nel miglior modo con soluzioni pdm/plm e con gli ERP
- Puoi eseguire particolari in lamiera molto complessi ottenendo con 1 click lo sviluppo corretto
- puoi eseguire analisi di interferenza per verificare il tuo progetto.
- puoi liberarti del modo di progettare tipico del 2d e realizzare progetti + economici ed efficienti.

In sostanza migliora molto la qualità dei progetti e si abbattono gli errori. I tempi dipendono dalla complessità geometrica di quello che vai a fare. Nel mio campo le geometrie da progettare non sono molto convenzionali e negli anni per fare lo stesso lavoro, abbiamo abbattuto drasticamente i tempi.

Per fare un progetto X con Autocad 2000 servivano 5 persone per 10 mesi
Per fare lo stesso progetto con Solidworks servono 2 persone per 5 mesi
Per fare lo stesso progetto con Solidworks + Ready2works servono 2 persone per 1 mese e mezzo.
Si tratta di geometrie complesse da rappresentare con un 2d, abbiamo sempre tribolato tanto con Autocad.

Se fai cancellate non avrai sicuramente questi vantaggi.
 

mtvonno

Utente Junior
Professione: disegnatore
Software: Autocad, Inventor,
Regione: PZ
#8
Ho disegnato anni in 2D, poi sono passato al 3D, con immensa gioia professionale, voi ritornereste a progettare in 2D a tirar linee nuovamente tutto il giorno? Ovviamente nessuna offesa per chi lo fa ancora...
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#9
Ho disegnato anni in 2D, poi sono passato al 3D, con immensa gioia professionale, voi ritornereste a progettare in 2D a tirar linee nuovamente tutto il giorno? Ovviamente nessuna offesa per chi lo fa ancora...
Non lo farei sicuramente, ma consiglierei ad un'azienda che progetta impianti di passare al 3d solo se ci sono i presupposti e cioè possibilità di fare un'adeguata formazione, tecnici con buona volontà di imparare (anche dopo 20 anni di esperienza 2d) e fondi adeguati per l'investimento (soprattutto in termini di formazione).

Per il resto mi capita di prendere in mano progetti 2d per delle modifiche o come base di partenza per nuovi progetti e anche se questi sono fatti da persone che lavorano da una vita in 2d... lasciamo perdere, ci sono sempre un sacco di errori e spesso i disegni non sono chiari per chi produce.
 

numero1

Utente Senior
Professione: Non lo sò + nemmeno io
Software: Tavoletta cuneiforme ....... ACAD, MStation, PDS/PDMS, Autoplant ed un poco di NX
Regione: Da qualche parte
#10
Ho disegnato anni in 2D, poi sono passato al 3D, con immensa gioia professionale, voi ritornereste a progettare in 2D a tirar linee nuovamente tutto il giorno? Ovviamente nessuna offesa per chi lo fa ancora...
Grandi impianti ?
Escluso Autocad, Microstation ed Inventor, uno degli altri CAD presenti sul mio profilo.
Ciao :)
 
Professione: Disegnatore
Software: Solidworks
Regione: Lombardia
#11
Buon giorno, io mi occupo di progettazione in un' officina meccanica che costruisce apparecchi a pressione ed anche insiemi di apparecchi a pressione Come accennavo ieri in un altro forum, sarei intenzionato a passare dal 2d al 3d. Nel caso di progettazione di impianti, con poi la stesura di tavole 2d per la costruzione delle apparecchiature in officina, con dimensioni, quote ed ecc..., che software sarebbe più funzionale tra i parametrici?
 

Dastardly

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: Inventor (newbie)
Regione: Piemonte
#12
Non a caso Autodesk propone due prodotti, P&ID e Plant 3D (bidimensionale il primo, treddi il secondo), per venire incontro alle esigenze dei progettisti di impianti industriali. Se ti basta creare "semplici" diagrammi P&I ti accontenti del primo, ma se ti serve una marcia in più ti sveni e vai sul Plant 3D.
Salve a tutti,

scusate la mia ignoranza ma, vorrei sapere se Plant 3D comprende già al suo interno Autocad P&ID oppure no.
Quello che vorrei capire e se con solo Plant 3D è possibile disegnare un P&ID e da li generare il 3D, oppure serve per forza anche il P&ID separato.

Grazie