problema quote tavola lamiera

cen82

Utente Standard
Professione: Disegnatore, Progettista
Software: inventor 2014, Autocad Mechanical 2014
Regione: Emilia Romagna
#1
ho un problema nel quotare le tavole di profili di lamiere dove le pieghe non sono a 90°.

infatti i ragazzi della produzione si lamentano perchè (ed è vero) le quote che metto sui disegni sono prese da punti errati.
ecco l'allegato.
voi come fate?
ho postato 2 foto. in una c'è lo schizzo di inventor con le misure esatte.
nell'altra c'è la tavola con le quote.

sono a conoscenza del fatto che potrei quotare utilizzando l'intersezione delle righe, pero anche questo metodo non è proprio il top secondo me.

voi come fate????
qualche idea?
 

Allegati

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#2
Ma se l'intersezione delle righe corrisponde a quanto vuoi ottenere, perche' non utilizzarle?
 

cen82

Utente Standard
Professione: Disegnatore, Progettista
Software: inventor 2014, Autocad Mechanical 2014
Regione: Emilia Romagna
#3
vengo da un decennio di autocad e l'intersezione delle righe e la quotatura su quelle è come facevo quando utilizzavo autocad. con inventor questa operazione, che in autocad era obbligatoriamente immediata, devo applicarla singolarmente per ogni linea per ogni quota, e qui mi sono posto il dubbio se è il metodo migliore per quotare.

tenendo conto del fatto che comunque con questo metodo di quotatura i ragazzi in officina devono anche loro "calcolare" il valore da scrivere in macchina, dato che la quotatura della proiezione non è una quota "reale".

insomma, una questione che sta diventando una vera e propria domanda esistenziale :)
 

ipotemusa

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Solid Edge e Solid Works
Regione: Veneto
#4
vengo da un decennio di autocad e l'intersezione delle righe e la quotatura su quelle è come facevo quando utilizzavo autocad. con inventor questa operazione, che in autocad era obbligatoriamente immediata, devo applicarla singolarmente per ogni linea per ogni quota, e qui mi sono posto il dubbio se è il metodo migliore per quotare.

tenendo conto del fatto che comunque con questo metodo di quotatura i ragazzi in officina devono anche loro "calcolare" il valore da scrivere in macchina, dato che la quotatura della proiezione non è una quota "reale".

insomma, una questione che sta diventando una vera e propria domanda esistenziale :)
Io in questi casi quoto la distanza tra la metà della piega interna fino alla prossima metà. Mi spiego, "tento" di quotare dove posizioneranno il coltello.
Così ho ricevuto meno lamentele.
Con solid edge riesco a definire l'asse di quotatura prima così da esser sicuro che la quota è riferita esattamente al lembo che voglio, con inventor non ricordo se si può fare.
 

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#5
Io in questi casi quoto la distanza tra la metà della piega interna fino alla prossima metà. Mi spiego, "tento" di quotare dove posizioneranno il coltello.
Così ho ricevuto meno lamentele.
Con solid edge riesco a definire l'asse di quotatura prima così da esser sicuro che la quota è riferita esattamente al lembo che voglio, con inventor non ricordo se si può fare.
Quotare tra meta' piega e successiva meta' è immediato anche con Inventor,
Non corrisponde pero' al pezzo finito.
Io sulle mie tavole di quotatura non do proprio tutte le quote di piega,cerco di usre l'intersezione delle righe degli interni piega,che corrispondono di più al vero,pero' metto sempre in tavola il modello piatto. e' lì che secondo me vanno quotate le pieghe.
Sul modello piegato invece metto le quote di angolo, e le quote che ritengo necessarie per controllare che il pezzo venga come si deve: altezza e larghezza tot, distanza di alcuni spigoli da un lato che prendo a riferimento etc.
Così mi trovo abbastanza bene
Poi, per andare andare a verificare in toto un pezzo come quello che è stato postato, bhe,dipende anche da che strumenti ci sono in officina per poterlo controlllare....
 

cen82

Utente Standard
Professione: Disegnatore, Progettista
Software: inventor 2014, Autocad Mechanical 2014
Regione: Emilia Romagna
#6
nell'allegato intendi il 18,7?

ho evidenziato in rosso 2 punti per la quotatura della piega subito sopra il 18,7. li se prendo quei due punti, o qualsiasi altro, la linea di quota non sarà parallela alla piega... in quel caso come fai tu?
 

Allegati

cen82

Utente Standard
Professione: Disegnatore, Progettista
Software: inventor 2014, Autocad Mechanical 2014
Regione: Emilia Romagna
#7
Quotare tra meta' piega e successiva meta' è immediato anche con Inventor,
Non corrisponde pero' al pezzo finito.
Io sulle mie tavole di quotatura non do proprio tutte le quote di piega,cerco di usre l'intersezione delle righe degli interni piega,che corrispondono di più al vero,pero' metto sempre in tavola il modello piatto. e' lì che secondo me vanno quotate le pieghe.
Sul modello piegato invece metto le quote di angolo, e le quote che ritengo necessarie per controllare che il pezzo venga come si deve: altezza e larghezza tot, distanza di alcuni spigoli da un lato che prendo a riferimento etc.
Così mi trovo abbastanza bene
Poi, per andare andare a verificare in toto un pezzo come quello che è stato postato, bhe,dipende anche da che strumenti ci sono in officina per poterlo controlllare....
ho provato ad utilizzare il modello piatto ed effettivamente corrisponde con lo schizzo (piega interna in questo caso)....
 

Allegati

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#8
ho provato ad utilizzare il modello piatto ed effettivamente corrisponde con lo schizzo (piega interna in questo caso)....
Sì,appunto.
Ci puo' essere differenza al massimo di 1 o 2 decimi, se non hai un pezzo con tante pieghe concatenate,viene fuori un pezzo con errori piu' che accettabili...
almeno per me.:smile:
 

cen82

Utente Standard
Professione: Disegnatore, Progettista
Software: inventor 2014, Autocad Mechanical 2014
Regione: Emilia Romagna
#9
aggiungendo anche il modello piatto di solito stampi in a3 o a4?
 

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#10
nell'allegato intendi il 18,7?

ho evidenziato in rosso 2 punti per la quotatura della piega subito sopra il 18,7. li se prendo quei due punti, o qualsiasi altro, la linea di quota non sarà parallela alla piega... in quel caso come fai tu?
E quello che dicevo prima...non tutto e' facilmente verificabile, dipende da caso a caso,quella quota lì in effetti e' un pò problematica,forse quotando da centro raggio a centro raggio:inserendo due spezzoncini di tondo di Ø 2*Spessore,l'operatore puo' verificare la misura. E' comunque un metodo empirico..

aggiungendo anche il modello piatto di solito stampi in a3 o a4?
Anche qui dipende dal pezzo; anche in A0 se necessario..
 

arzigogolo

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: INVENTOR PRO 2015, Pro/e w 5.0, Solidworks 2012
Regione: LOMBARDIA
#13
E' giusto come dice Tarkus: il metodo corretto è quello di utilizzare il comando "quota generica" -> tasto dx -> intersezione e ti viene la quota esatta, proprio al centro della piega come se fosse senza raggio.
Nelle pieghe non a 90° comprese tra altre, è un po' più complesso selezionare il punto di partenza della quota perchè in realtà non ce l'abbiamo. Infatti bisognerebbe selezionare il centro della mezzeria del raggio di piega che non abbiamo nel modello piegato.
Per ovviare a questo inconveniente richiamo le quote dallo schizzo e così ho le quote corrette anche nei tratti non a 90°.
 

Allegati

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#14
E' giusto come dice Tarkus: il metodo corretto .........................................................................................
Per ovviare a questo inconveniente richiamo le quote dallo schizzo e così ho le quote corrette anche nei tratti non a 90°.
Giusto, anche se funziona al 100%100 solo con schizzo del profilo + "Flangia contorno".
Se hai altre pieghe fatte con il comando "flangia", le quote recuperate non sempre dicono il vero.

Una curiosita', come ho gia' detto, io metto sempre in tavola il modello piatto, salvo che non sia una banale elle, ma voi come fate con l'officina, ci pensano da soli a farsi gli sviluppi?
 

arzigogolo

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: INVENTOR PRO 2015, Pro/e w 5.0, Solidworks 2012
Regione: LOMBARDIA
#15
Giusto, anche se funziona al 100%100 solo con schizzo del profilo + "Flangia contorno".
Se hai altre pieghe fatte con il comando "flangia", le quote recuperate non sempre dicono il vero.
Ho provato a vedere se funziona anche col comando "flangia" e mi pare funzioni a dovere anche con quello. Nell'immagine ho disegnato un pezzo a casaccio con flange e controflange e poi ho richiamato le quote con "recupera quote".
Ho selezionato solo la lunghezza e l'angolo, però mi sembra che siano corrette. Almeno, la lunghezza e l'angolo delle varie flange è giusta poi se andiamo a vedere da vicino, le quote mancano delle linee di intersezione in corrispondenza dei raggi, ma tutto sommato mi sembra comprensibile.
Tu che ne dici?
piega-quota_2.jpg

Una curiosita', come ho gia' detto, io metto sempre in tavola il modello piatto, salvo che non sia una banale elle, ma voi come fate con l'officina, ci pensano da soli a farsi gli sviluppi?
Anch'io metto sempre lo sviluppo però a fianco ci metto anche la parte piegata, poi ci pensa l'officina a ricavarsi il pezzo finito.
Nell'ultima ditta in cui ho lavorato per esempio, utilizzano un metodo un po' diverso per mettere in grado chi realizza il pezzo di capire come sono orientate le flange, perchè effettivamente, se tu guardi solo lo sviluppo, non capisci da che parte sono orientate le pieghe.

Per cui loro nello sviluppo usano cambiare il tipo di linea da continua a tratteggiata per far capire se una piega, guardando il disegno, e rivolta verso l'alto o verso il basso.
Chiaramente per me è un lavoro del cavolo perchè lo fanno a mano cliccando su ciascuna linea di piega col rischio di sbagliare. Secondo me, è meglio mettere la tabella di piega con l'apposito comando.
 

cen82

Utente Standard
Professione: Disegnatore, Progettista
Software: inventor 2014, Autocad Mechanical 2014
Regione: Emilia Romagna
#16
io in tabella ho uno spazio dedicato allo sviluppo del pezzo che recupero dal modlelo dalle info del modello piatto. per quanto riguarda le pieghe a volte le metto direttamente sul modello aperto.

nel frattempo abbiamo fatto delle prove in officina e probabilmente utilizzeremo quotare gli angoli nel modello piegato e le pieghe nel modello aperto... :)
 

Allegati

arzigogolo

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: INVENTOR PRO 2015, Pro/e w 5.0, Solidworks 2012
Regione: LOMBARDIA
#17
io in tabella ho uno spazio dedicato allo sviluppo del pezzo che recupero dal modlelo dalle info del modello piatto. per quanto riguarda le pieghe a volte le metto direttamente sul modello aperto.

nel frattempo abbiamo fatto delle prove in officina e probabilmente utilizzeremo quotare gli angoli nel modello piegato e le pieghe nel modello aperto... :)
Scusa ma le note sulle pieghe, le metti a mano tu o sono automatiche?
Perchè col comando "generale" nel gruppo "tabella" sempre nell'idw, te le mette lui in automatico senza bisogno di far niente e oltretutto, si aggiornano da sole se le pieghe cambiano.
Basta cliccare sullo sviluppo, e il comando aggiunge anche i numeri corrispondenti alle pieghe
 

Allegati

cen82

Utente Standard
Professione: Disegnatore, Progettista
Software: inventor 2014, Autocad Mechanical 2014
Regione: Emilia Romagna
#18
Scusa ma le note sulle pieghe, le metti a mano tu o sono automatiche?
Perchè col comando "generale" nel gruppo "tabella" sempre nell'idw, te le mette lui in automatico senza bisogno di far niente e oltretutto, si aggiornano da sole se le pieghe cambiano.
Basta cliccare sullo sviluppo, e il comando aggiunge anche i numeri corrispondenti alle pieghe

se intendi le pieghe nel modello piatto le aggiunge lui in automatico.


"Basta cliccare sullo sviluppo, e il comando aggiunge anche i numeri corrispondenti alle pieghe[/QUOTE]"

intendi in corrispondenza del pezzo piegato ???
 

arzigogolo

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: INVENTOR PRO 2015, Pro/e w 5.0, Solidworks 2012
Regione: LOMBARDIA
#19
se intendi le pieghe nel modello piatto le aggiunge lui in automatico.


"Basta cliccare sullo sviluppo, e il comando aggiunge anche i numeri corrispondenti alle pieghe

intendi in corrispondenza del pezzo piegato ???
No intendo quei numerini sul modello piatto in corrispondenza delle pieghe.
Se guardi la tabella, nella colonna "bend id" dell'immagine che ho postato, ci sono dei numeri che si ripetono sul modello piatto e che si riferiscono alla direzione (su o giù) e all'angolo delle varie pieghe. Così chi lo realizza sa interpretare la direzione delle pieghe anche senza le viste del modello piegato.
Quei numerini lì vengono fuori in automatico quando attivi il comando "generico" nel gruppo tabella.

Io intendevo se le annotazione che hai messo sul modello piatto tipo: "GIU' 90 RO 60" sono dei simboli di schizzo che hai messo tu manualmente o sono delle scritte che ti vengono fuori in automatico.
 

cen82

Utente Standard
Professione: Disegnatore, Progettista
Software: inventor 2014, Autocad Mechanical 2014
Regione: Emilia Romagna
#20
no, li mette in automatico con questo comando, poi con selezione multipla sulle pieghe del modello piatto, le info le aggiunge lui.

quello che volevo chiederti io è se quei numerini nella tabella sono anche riportati in corrispondenza delle pieghe sul modello piegato...
 

Allegati