• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Problema Centro Contenuti e norme - laser tubi

bebeto

Utente Junior
Professione: progettista
Software: catia - inventor
Regione: abruzzo
#1
Sono davanti all'ennessimo problema con i fornitori - clienti e norme.

Il cliente mi ha chiesto di disegnare dei contenitori metallici rispettando la normativa tubolari EN10210.

Ho dato al fornitore il 3D a norma e sono iniziati i problemi.

Il fornitore dei profilati ha spedito le barre certificate ma i raggi non corrispondono alla norma.
I tubolari 50x50x4 hanno raggio esterno 6 anzichè 8.
I tubolari 50x50x3 hanno raggio esterno 5 anzichè 6.

Il laser tubi ha altri raggi ancora.

I precedenti disegni del cliente, nonostante siano stati fatti con Inventor e in tabella 2D era specificata la norma EN10210, presentano dei raggi differenti appartenenti alla norma EN10219 poichè il 50x50x3 della norma EN10210 ha raggio 4,5.

Dato che dobbiamo fare delle lavorazioni che interessano il raggio, questo ci sta creando molta confusione e perdita di tempo.

Le possibili soluzioni che ho pensato:
- mi creo una norma personalizzata e rivisito le dimensioni ma dopo avrei il problema sotto descritto :mad:
- non voglio buttare 3 contenitori finiti, come faccio a sostiuire il profilo senza perdere le lavorazioni già effettuate e senza dover rinominare il file ?
Ovviamente se provo a cambiare profilo da CC nell'assieme mi perde tutte le lavorazioni.

Grazie in anticipo

PS: C'era un'altra problematica ma ora mi sfugge.
 

Tarkus

Utente Senior
Professione: Progettista,Disegnatore
Software: Autocad Mechanical,Inventor 2017,HyperMill2012
Regione: Toscana
#2
Sono davanti all'ennessimo problema con i fornitori - clienti e norme.

Il fornitore dei profilati ha spedito le barre certificate ma i raggi non corrispondono alla norma.
I tubolari 50x50x4 hanno raggio esterno 6 anzichè 8.
I tubolari 50x50x3 hanno raggio esterno 5 anzichè 6.

Grazie in anticipo

PS: C'era un'altra problematica ma ora mi sfugge.

Tra il dire e il fare c'e' di mezzo il mare...:biggrin:

I tubolari che ti ha spedito il cliente sono "normali",nel senso che sono con i raggi che si trovano in commercio.:frown:
Hai voglia di dire che corrispondono, sono quelli e spesso bisogna adeguarsi.
Tra l'altro guardali bene,probabilmente i raggi non hanno inizio e fine tangenti alle facce piane del tubolare, ma presentano un piccolo spigolo....e questo non so se puo' dare dei problemi al laser
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#4
Cosa significa "il laser tubi" ha altri raggi ?
Il CAM del laser tube (in genere Almà o il vecchio CAM di Adige Sala) prende in pasto quello che gli dai.
Il calcolo del percorso (per il giro del mandrino e il movimento dell'unità di taglio laser) viene fatto sulla base del raggio che hai imputato al file step (se si tratta del CAM 3D) o al dxf di sviluppo (se si tratta del CAM 2D).
 

bebeto

Utente Junior
Professione: progettista
Software: catia - inventor
Regione: abruzzo
#6
Cosa significa "il laser tubi" ha altri raggi ?
Il CAM del laser tube (in genere Almà o il vecchio CAM di Adige Sala) prende in pasto quello che gli dai.
Il calcolo del percorso (per il giro del mandrino e il movimento dell'unità di taglio laser) viene fatto sulla base del raggio che hai imputato al file step (se si tratta del CAM 3D) o al dxf di sviluppo (se si tratta del CAM 2D).
Il problema è che il programma del cam comunque ha una norma caricata che ha parametri differenti rispetto alla libreria di inventor, quindi per particolari lavorazioni devo sempre presentare dei disegni a parte.

Comunque resta sempre il problema con il laser della corrispondenza tra ciò che ho disegnato (a norma) e ciò che consegnano (fuori norma).

Una soluzione potrebbe essere una libreria personalizzabile dove in base alle esigenze posso barare sulle quote dei raggi lasciando immutato il nome della norma.
 

Peppe

Utente Standard
Professione: Impiegato
Software: inventor
Regione: Emilia Romagna
#7
Il problema è che il programma del cam comunque ha una norma caricata che ha parametri differenti rispetto alla libreria di inventor, quindi per particolari lavorazioni devo sempre presentare dei disegni a parte.

Comunque resta sempre il problema con il laser della corrispondenza tra ciò che ho disegnato (a norma) e ciò che consegnano (fuori norma).

Una soluzione potrebbe essere una libreria personalizzabile dove in base alle esigenze posso barare sulle quote dei raggi lasciando immutato il nome della norma.
Potresti copiare la tua norma in modo da farla diventare in lettura/scrittura, poi aggiungi una colonna chiave che sarà appunto il raggio esterno e aggiungi tutti i raggi che vuoi.
 

bebeto

Utente Junior
Professione: progettista
Software: catia - inventor
Regione: abruzzo
#8
Potresti copiare la tua norma in modo da farla diventare in lettura/scrittura, poi aggiungi una colonna chiave che sarà appunto il raggio esterno e aggiungi tutti i raggi che vuoi.
Ma inventor accetta una norma senza le proprietà fisiche ?
Ci sono alcune misure non presenti nelle norme ma comunque di normale utilizzo, tipo il 50x30, che vorrei inserire.
Devo iniziare a fare delle prove.
 

bebeto

Utente Junior
Professione: progettista
Software: catia - inventor
Regione: abruzzo
#9
- non voglio buttare 3 contenitori finiti, come faccio a sostiuire il profilo senza perdere le lavorazioni già effettuate e senza dover rinominare il file ?
Ovviamente se provo a cambiare profilo da CC nell'assieme mi perde tutte le lavorazioni.
e per quest'altro problema ?

non vorrei rilavorare 6-700 componenti :eek:
 

Peppe

Utente Standard
Professione: Impiegato
Software: inventor
Regione: Emilia Romagna
#10
e per quest'altro problema ?

non vorrei rilavorare 6-700 componenti :eek:
Alla norma dalla quale hai prelevato i tubolari, aggiungi la colonna chiave del raggio, copi la riga inerente al tuo profilo (esempio 50x30x3 raggio5, la incolli e la sistemi con 50x30x3 raggio6). Apri il tuo assieme, editi il profilo e cambi il raggio.....
Oppure se tutti i 6/700 componenti hanno lo stesso profilo, puoi cambiare il raggio di tale profilo nel c.c., e PROVARE a fare un aggiorna da gestione, vicino all'editor c.c..
So che l'aggiorna funziona per le parti standard (viti o altro) ma non so se funzioni per quesi componenti personalizzati come appunto profilati.
 

diegus

Utente Standard
Professione: cad specialist
Software: Inventor, CatiaV5R18, ShowcasePRO, Autocad Mechanical, Fusion 360, Inventor Publisher
Regione: Campania
#11
quello che dice peppe in parte è giusto ma se controlli la tabella del profilo nell'editor del CC la colonna raggi non c'è. dovresti ricreare la iPart con i raggi che ti servono e pubblicarla, una volta pubblicata puoi sostituire il profilo tramite frame generator (se lo hai usato per disegnare le tue strutture).
è decisamente una bella gatta da pelare!
 

bebeto

Utente Junior
Professione: progettista
Software: catia - inventor
Regione: abruzzo
#12
Alla norma dalla quale hai prelevato i tubolari, aggiungi la colonna chiave del raggio, copi la riga inerente al tuo profilo (esempio 50x30x3 raggio5, la incolli e la sistemi con 50x30x3 raggio6). Apri il tuo assieme, editi il profilo e cambi il raggio.....
Oppure se tutti i 6/700 componenti hanno lo stesso profilo, puoi cambiare il raggio di tale profilo nel c.c., e PROVARE a fare un aggiorna da gestione, vicino all'editor c.c..
So che l'aggiorna funziona per le parti standard (viti o altro) ma non so se funzioni per quesi componenti personalizzati come appunto profilati.
Allora, ho creato la mia libreria personalizzata con il comando "salva copia in".
Ho iniziato a editarlo inserendo i profili personalizzati.
- Inserisco un componente in un assieme o parte
- salvo
- chiudo
- edito la tabella cambiando la dimensione del raggio
- riapro
- Il componente ha il raggio vecchio
- Se uso il comando "aggiorna i componenti standard" mi restituisce il messaggio che non ci sono componenti standard utilizzati.

Oltre a questo ho un altro problema.
Non essendo in grado di inserire tutti i dati necessari tra le propietà dei tubolari, mi ritrovo qualche messaggio di errore per i campi vuoti.
Baro anche lì ?????
 

bebeto

Utente Junior
Professione: progettista
Software: catia - inventor
Regione: abruzzo
#13
Piccolo aggiornamento, ci sono quasi :finger:

edit: funzionaaaaaa

fatemi riorganizzare tutto e poi vi spiego.
 

bebeto

Utente Junior
Professione: progettista
Software: catia - inventor
Regione: abruzzo
#14
Ho testato un po' prima di pubblicare il procedimento.

Bisogna agire in questo modo:
- creare una libreria personalizzata lettura/scrittura con il comando "salva copia in".
- caricare la libreria personalizzata
- inserire il componente standard in un assieme
- da "editor centro contenuti" modificare i parametri che servono
- "aggiorna componenti standard"

Ora le accortezze

- quando si aggiungono le nuove misure, bisogna completare tutti i campi altrimenti Inventor non procede all'aggiornamento degli elementi. Nel mio caso non sono in grado di calcolarle quindi ho inserito dei parametri a occhio.
- volendo utilizzare componenti personalizzati, l'unico modo per farli aggiornare è apportare qualche modifica, tipo cambiare la lunghezza.
 

bebeto

Utente Junior
Professione: progettista
Software: catia - inventor
Regione: abruzzo
#15
Io preferisco usare parti personalizzate per avere le tabelle del disegno più complete.
Fatemi sapere se devo fare qualche altra prova.

Nel frattempo grazie a tutti
 

Peppe

Utente Standard
Professione: Impiegato
Software: inventor
Regione: Emilia Romagna
#16
Ragazzi mi riallaccio a questa discussione per farvi alcune domande.
Usando spesso il generatore telaio capita spesso, in fase di progettazione, di creare il mio telaio con determinate forme (esempio con tubolare 40x40x3) ad un certo puno voglio cambiare il tubolare con 50x50x3.... inventor che fa: genera nuove parti sostituendole e ..... sputtanando eventuali vincoli di componenti attaccati.
Mi domando perchè........
Capita anche a voi o sto vaneggiando:mad::mad:
 

bebeto

Utente Junior
Professione: progettista
Software: catia - inventor
Regione: abruzzo
#17
Ragazzi mi riallaccio a questa discussione per farvi alcune domande.
Usando spesso il generatore telaio capita spesso, in fase di progettazione, di creare il mio telaio con determinate forme (esempio con tubolare 40x40x3) ad un certo puno voglio cambiare il tubolare con 50x50x3.... inventor che fa: genera nuove parti sostituendole e ..... sputtanando eventuali vincoli di componenti attaccati.
Mi domando perchè........
Capita anche a voi o sto vaneggiando:mad::mad:
Solitamente accade poichè cambiano le facce su cui hai puntato i vincoli.
Prova a cambiare solo lo spessore del materiale, tutto dovrebbe rimanere invariato.
 

Peppe

Utente Standard
Professione: Impiegato
Software: inventor
Regione: Emilia Romagna
#18
Solitamente accade poichè cambiano le facce su cui hai puntato i vincoli.
Prova a cambiare solo lo spessore del materiale, tutto dovrebbe rimanere invariato.
Se la stessa forma la si inserisce col centro contenuti, si possono variare anche le dimensioni senza che rigeneri parti nuove tutte le volte......
E' questo che non riesco a capire.
 

Alby189

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V5R20 + Autocad
Regione: Marche
#19
Per mia esperienza: il laser tubo del nostro fornitore abituale ha come parametro del raggio
R=1.5xt dove "t" è lo spessore.
Per cui in un tubo 50x50x4 il raggio che devo disegnare è 4x1.5=6 La stessa cosa mi viene confermata dal manuale Baldassini, dove la norma UNI EN 10219-2 specifica quel valore, se volete vi posto l'immagine del manuale.
 

bebeto

Utente Junior
Professione: progettista
Software: catia - inventor
Regione: abruzzo
#20
Per mia esperienza: il laser tubo del nostro fornitore abituale ha come parametro del raggio
R=1.5xt dove "t" è lo spessore.
Per cui in un tubo 50x50x4 il raggio che devo disegnare è 4x1.5=6 La stessa cosa mi viene confermata dal manuale Baldassini, dove la norma UNI EN 10219-2 specifica quel valore, se volete vi posto l'immagine del manuale.
non è proprio così
la norma EN 10219 prevede una media di r=2t per spessori inferiori a mm 6
la norma EN 10210 r=1,5t

la norma EN 10210 è quella utilizzata solitamente dai laser tubi