Problema alias con solid edge

faber_von_weiss

Utente poco attivo
Professione: progettista
Software: pro-engineer, solid edge, solid works
Regione: friuli
#1
Salve a tutti
per velocizzare delle operazioni (soprattutto di comunicazione) avevo bisogno di creare una libreria di oggetti.
Questi oggetti sono sia assiemi che parti a cui è già assegnato un nome, ma avendo bisogno
per altre ragioni di doverli catalogare in modi diversi e poi doverci lavorare sopra mi trovo in un punto morto. Provo a spiegarmi.
Un oggetto già nominato X deve essere chiamato anche A e utilizzato in nuovi progetti come X anche se si sta utilizzando A, e deve essere
possibile modificare X anche da A.
Quindi creare una copia di X e chiamarla A non sarebbe possibile in quanto perderei la possibilità di modificare l'oggetto originale.
La mia idea era quella di creare un assieme che contenesse X e nominarlo A. Dopodichè utilizzare l'assieme A negli assiemi per trasferirci X.
In verità quando si fanno questi trasferimenti si va a modificare anche l'assieme originale e A non conterrebbe più X.
Pensavo che una soluzione potesse essere di creare una copia di A e rinominarla es A_1, utilizzarla, estrarci X e poi eliminare A_1.
Ma è molto macchinosa. C'è qualcuno che ha fatto una macro in questa direzione o qualcosa di simile?
O meglio, siccome è una soluzione che sembra pensata da un maniscalco che a martellate aggiusta tutto:
avete qualche idea più intelligente?
Grazie mille a tutti
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#2
Salve a tutti
per velocizzare delle operazioni (soprattutto di comunicazione) avevo bisogno di creare una libreria di oggetti.
Questi oggetti sono sia assiemi che parti a cui è già assegnato un nome, ma avendo bisogno
per altre ragioni di doverli catalogare in modi diversi e poi doverci lavorare sopra mi trovo in un punto morto. Provo a spiegarmi.
Un oggetto già nominato X deve essere chiamato anche A e utilizzato in nuovi progetti come X anche se si sta utilizzando A, e deve essere
possibile modificare X anche da A.
Quindi creare una copia di X e chiamarla A non sarebbe possibile in quanto perderei la possibilità di modificare l'oggetto originale.
La mia idea era quella di creare un assieme che contenesse X e nominarlo A. Dopodichè utilizzare l'assieme A negli assiemi per trasferirci X.
In verità quando si fanno questi trasferimenti si va a modificare anche l'assieme originale e A non conterrebbe più X.
Pensavo che una soluzione potesse essere di creare una copia di A e rinominarla es A_1, utilizzarla, estrarci X e poi eliminare A_1.
Ma è molto macchinosa. C'è qualcuno che ha fatto una macro in questa direzione o qualcosa di simile?
O meglio, siccome è una soluzione che sembra pensata da un maniscalco che a martellate aggiusta tutto:
avete qualche idea più intelligente?
Grazie mille a tutti
non sono sicuro di aver capito bene.

con solid edge puoi fare questa cosa:

crei A, poi da A crei X (come copia).

X pero' non sara' una copia "stupida", ma bensi' intelligente, ossia avra' la stessa geometria di A, e soprattutto tutte le modifiche geometriche che farai in A si rifletteranno automagicamente in X. X potra' avere proprieta' anagrafiche (codice, descrizione, materiale, etc) diverse da A, ed avra' in comune con A solo la geometria. Le modifiche che farai ad X invece non si ripercuoteranno su A.

Se per te va bene, il comando che devi usare e' inserisci-->copia parte.
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#3
non sono sicuro di aver capito bene.

con solid edge puoi fare questa cosa:

crei A, poi da A crei X (come copia).

X pero' non sara' una copia "stupida", ma bensi' intelligente, ossia avra' la stessa geometria di A, e soprattutto tutte le modifiche geometriche che farai in A si rifletteranno automagicamente in X. X potra' avere proprieta' anagrafiche (codice, descrizione, materiale, etc) diverse da A, ed avra' in comune con A solo la geometria. Le modifiche che farai ad X invece non si ripercuoteranno su A.

Se per te va bene, il comando che devi usare e' inserisci-->copia parte.
Aggiungo che dalla ST4 (o ST5 non ricordo) la stessa cosa è fattibile anche per gli assiemi.

Ciao
 

faber_von_weiss

Utente poco attivo
Professione: progettista
Software: pro-engineer, solid edge, solid works
Regione: friuli
#4
Gentilissimi, grazie mille per la dritta, però mi sono espresso male io: ho scritto il post in un attimo di disperazione, non me ne vogliate, chiedo venia.
A fronte di una serie di progetti già fatti seguendo una logica di costruzione (con tanto di fasi di lavoro, saldature etc) mi è stato chiesto di avere la possibilità di accedere ai vari componenti da una cartella esterna, in cui i vari componenti non fossero più chiamati per codice, bensì per nome. Faccio un esempio.
Se ho un camino, che è un assieme di lamiere piegate, a cui ho dato un codice di assemblaggio, mi hanno chiesto la possibilità di lavorare con un oggetto che si chiami camino e non una serie di numeri. Il tutto nasce dalla mancanza di un buon pdm. La sua necessità è quella di poterci accedere, usarlo in altri assiemi e soprattutto trovarlo in modo semplice.
Avevo pensato quindi di fare un oggetto che fosse un assieme chiamato Camino, il quale fosse costituito da un unico componente che fosse il camino precedentemente codificato: una sorta di "puntatore" al codice.
Quando uno volesse mettere il Camino per esempio nell'assieme Stufa, andrebbe nella "libreria" dei componenti chiamati per nome, prenderebbe Camino, lo trascinerebbe nell'assieme e poi con il comando trasferisci andrebbe a posizionare il codice camino all'interno dell'assieme Stufa. Eliminerebbe Camino dall'assieme e nella distinta finale si troverebbe il codice. Non solo, se ci fosse la necessità di modificare qualcosa nell'originale, lo farebbe al volo, direttamente da Stufa.
Il problema di quest'operazione è che la volta successiva che mi servisse Camino, lo ritroverei vuoto.
Da qui la necessità di dover usare delle copie sacrificali di Camino per trasportare il codice all'interno dell'assieme.
Non so se mi sono fatto capire, sono ancora in stato confusionale :)
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
#5
Gentilissimi, grazie mille per la dritta, però mi sono espresso male io: ho scritto il post in un attimo di disperazione, non me ne vogliate, chiedo venia.
A fronte di una serie di progetti già fatti seguendo una logica di costruzione (con tanto di fasi di lavoro, saldature etc) mi è stato chiesto di avere la possibilità di accedere ai vari componenti da una cartella esterna, in cui i vari componenti non fossero più chiamati per codice, bensì per nome. Faccio un esempio.
Se ho un camino, che è un assieme di lamiere piegate, a cui ho dato un codice di assemblaggio, mi hanno chiesto la possibilità di lavorare con un oggetto che si chiami camino e non una serie di numeri. Il tutto nasce dalla mancanza di un buon pdm. La sua necessità è quella di poterci accedere, usarlo in altri assiemi e soprattutto trovarlo in modo semplice.
Avevo pensato quindi di fare un oggetto che fosse un assieme chiamato Camino, il quale fosse costituito da un unico componente che fosse il camino precedentemente codificato: una sorta di "puntatore" al codice.
Quando uno volesse mettere il Camino per esempio nell'assieme Stufa, andrebbe nella "libreria" dei componenti chiamati per nome, prenderebbe Camino, lo trascinerebbe nell'assieme e poi con il comando trasferisci andrebbe a posizionare il codice camino all'interno dell'assieme Stufa. Eliminerebbe Camino dall'assieme e nella distinta finale si troverebbe il codice. Non solo, se ci fosse la necessità di modificare qualcosa nell'originale, lo farebbe al volo, direttamente da Stufa.
Il problema di quest'operazione è che la volta successiva che mi servisse Camino, lo ritroverei vuoto.
Da qui la necessità di dover usare delle copie sacrificali di Camino per trasportare il codice all'interno dell'assieme.
Non so se mi sono fatto capire, sono ancora in stato confusionale :)
La cosa migliore a mio avviso è quella di compilare il campo "Titolo" nelle proprietà del file con la descrizione dell'oggetto e poi visualizzare la colonna "Titolo" nella cartella in cui è contenuto il file.

cartella.png

Ciao
 

meboll

Utente Junior
Professione: Tiro linee e genero truciolo
Software: Solid Edge ST3, TopSolid'Cam 2010, Goèlan 5.7, Eureka
Regione: Emilia Romagna
#7
La cosa migliore a mio avviso è quella di compilare il campo "Titolo" nelle proprietà del file con la descrizione dell'oggetto e poi visualizzare la colonna "Titolo" nella cartella in cui è contenuto il file.

View attachment 34993

Ciao
Francesco sei un mito! Mi hai aperto un mondo con questo tuo suggerimento...
Grazie davvero e un saluto a tutto il forum

Andrea