Primi passi con il metodo degli elementi finiti

mir

Utente Standard
Professione: progettista inox
Software: autocad / inventor
Regione: trentino
#1
Ciao,
premetto che non ho mai usato fem o dintorni per analisi dei carichi. volevo proprio chiedere se è complicato fare analisi di flange saldate sottoposte a momento flettente e torcente senza comunque dover conoscere approfonditamente il programma e se avete qualche programma da consigliarmi.

grazie
mir
 
Ultima modifica da un moderatore:

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#2
A mio avviso si....
Il problema e' che senza una certa esperienza o preparazione (corsi, etc) e' abbastanza difficile capire se i risultati delle analisi sono veritieri oppure no, in quanto il software non ti fornira' mai questa indicazione. A me e' capitato per esempio, facendo dei test, di ottenere risultati estremamente diversi variando di poco le condizioni del problema (mesh piu' o meno fitta, elementi tetraedrici o esaedrici, etc).

Dipende anche dal tipo di precisione che cerchi: se ti accontenti di capire l'ordine di grandezza delle tensioni, cioe' ad esempio se per te va bene sapere che la sigma in quel punto e' fra 10 e 100, ma di sicuro non e' 1 o 1000, oppure se ti serve una precisione alta, magari attorno al +/- 5%.
 

MacGG

Utente Standard
Professione: Ing.
Software: 33100
Regione: Friuli
#3
Ciao mir,

ogni FEA produce una mole smisurata di numeri raccchiusi in files, da cui produci grafici ed immagini con bellissimi colori.

Da questo devi iniziare a capire se i numeri sono giusti e se sì, come interpretare i risultati e come sfruttarli per le tue cose.

Se vuoi fare questo, senza dover conoscere approfonditamente il programma, ti conviene farti sviluppare delle interfacce FEA sulle cose di cui hai bisogno, ovvero dato il CAD, e volendo simulare una certa cosa (ad esempio la saldatura, con tale saldatrice, volendo veder quale è la forma finale tensionata in base al raffreddamento che si ha), si generano i risultati (ad esempio l'immagine o il report, o il gafico dei punti più distorti).

Ciao

MacGG
 
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
#4
in merito all'argomento sono solito affermare che il software di FEM è per l'ingegnere quello che la calcolatrice è per il commercialista...e io con la calcolatrice non so fare il commercialista!
 

Vmax

Utente Standard
Professione: Analista - emigrante
Software: StarCCM+, Fluent, CFX, FlowSimulation, Ansys, Matlab...
Regione: UK-Lombardia
#5
il software di FEM è per l'ingegnere quello che la calcolatrice è per il commercialista...e io con la calcolatrice non so fare il commercialista!
ROTFL :hahahah:
 

Matteo

Moderatore CAE/FEM/CFD
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo, ProEngineer, Creo Simulate, ProMechanica, SolidWorks, SolidEdge, SpaceClaim, OpenFOAM
Regione: Pianeta Terra
#6
Comunicazione di servizio: ho cambiato il titolo per rendere il thread più riconoscibile.