Posizionamento parte con vincoli guidati da family table

Tekkasoft

Utente Junior
Professione: Ingegnere Progettista/Disegnatore CAD
Software: AutoCad, PRO-E, Adobe
Regione: Calabria
#1
Ciao a tutti

ho necessità di inserire una parte in un assieme con tre vincoli (come è tipico) di cui uno (angolo di accoppiamento) vorrei guidarlo da family table.
ho fatto una ricerca ma non sono riuscito a trovare aiuto.

qualcuno di voi ha già affrontato il problema e sa come fare?
grazie anticipatamente e buon lavoro a tutti
 

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#2
Ciao, ciao
Ti cosiglio questo metodo:
Inserisci un piano nuovo nell' assieme, controlli la posizione tramite FT ed utilizzi questo per accoppiare il particolare.
 

Tekkasoft

Utente Junior
Professione: Ingegnere Progettista/Disegnatore CAD
Software: AutoCad, PRO-E, Adobe
Regione: Calabria
#3
Ciao DANI
grazie per l'aiuto ma stamattina ho risolto il problema.

la cosa funziona così:
1. Andare nella finestra delle relazioni
2. Selezionare la voce "componente" dall'elenco a discesa e selezionare il componente nell'assieme
3. Sempre nella finestra relazioni , premere il pulsante "commuta tra valori di quote e nomi"
4. Nell'assieme vengono evidenziate le quote di posizionamento
5. selezionare quella interessata "angolo di accoppiamento" (d12) che era quella che cercavo
6. scrivere il resto della relazione [d12 = angolo, ad esempio] dove angolo è il parametro guidato da family table

Forse nell'inserire il problema non ho spiegato bene quale fosse la mia difficoltà.
Il problema nasceva dal fatto che quando si va nella finestra delle relazioni e si seleziona il componente, con "Assieme" nell'elenco a discesa, vengono mostrare solo le quote di costruzione del componente e non quelle di posizionamento.
La soluzione è piuttosto semplice ma come tutte le cose, dopo scoperte, diventano facili.

grazie ancora
buon lavoro
 

Allegati

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#4
Ciao
Il tuo metodo va benissimo se i componenti sono pochi, altrimenti preferisco affidare la rotazione utilizzando un piano a cui riferire tutti i singoli particolari, è più sicuro ed è più facile da gestire anche pensando a possibili modifiche e/o sostituzioni di pezzi future.