Picchi di stress

dragonix

Utente Junior
Professione: analista fem
Software: abaqus, ansys, nastran, ls-dyna, hypermesh, solid edge
Regione: campania
#1
Salve a tutti!

Sto svolgendo un'analisi FEM su un modello che contiene parti in contatto. Nelle zone di contatto registro delle tensioni di Von Mises molto elevate, superiori alla tensione di rottura (i materiali per semplicità sono lineari). Volevo sapere se c'è un criterio ( o se qualcuno ha avuto questo problema) per discriminare queste tensioni nel senso che, essendo limitate solo a piccole zone della superficie di contatto e non essendo estese in profondità, possono essere trascurate e non prese a riferimento nella progettazione.

grazie
 

Zaxxon

Utente Standard
Professione: Progettista Termico e Strutturale
Software: Ansys, CFX, Icem CFD, Flotherm
Regione: Abruzzo
#2
Ciao,
sicuramente possono essere errori numerici dovuti alla discontinuità della mesh che esiste tra le parti connesse. Per cercare di mitigare il problema ti consiglio di meshare per bene le parti che presentano questi picchi di tensione, utilizzare elementi brick se possibile, o di evitare di mettere i contatti. Se tutto ciò non fosse possibile puoi crearti dei path nella zona maggiormente stressata e vedere se effettivamente ci sono delle discontinuità matematiche o no, in pratica ti sarebbe sufficiente valutare la varianza dei valori di stress in quella zona.

Saluti,

ZaxX
 

MacGG

Utente Standard
Professione: Ing.
Software: 33100
Regione: Friuli
#3
Ciao dragonix,

che solutore usi per il calcolo?

E' chiaro che i consigli di Zaxxon sono più che validi, comunque se non puoi fare altrimenti, o sei interesssato alla zona di contatto, con MD Nastran o semplicemente Marc, puoi evitare le tensioni inziali, andando ad eliminarle automticamente, inoltre potresti usare i contatti come superfici interpolanti i nodi di contatto stesso.

Ciao

MacGG
 

dragonix

Utente Junior
Professione: analista fem
Software: abaqus, ansys, nastran, ls-dyna, hypermesh, solid edge
Regione: campania
#4
Ciao,
in questo periodo uno Ansys workbench, software che non mi piace molto sopratutto nella gestione dei contatti. In passato ho utilizzato Abaqus il quale è sicuramente di un altro livello

Ciao dragonix,

che solutore usi per il calcolo?

E' chiaro che i consigli di Zaxxon sono più che validi, comunque se non puoi fare altrimenti, o sei interesssato alla zona di contatto, con MD Nastran o semplicemente Marc, puoi evitare le tensioni inziali, andando ad eliminarle automticamente, inoltre potresti usare i contatti come superfici interpolanti i nodi di contatto stesso.

Ciao

MacGG