• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Passo indietro su edifici esistenti? niente certificazione?

liuk_72

Utente Junior
Professione: architetto
Software: ogni tanto la parte destra del cervello, spesso autocad e archicad
Regione: Lombardia
#1
Certificazione edifici esistenti

È in corso di conversione in legge il DL 112 del 25 giugno 2008, recante "Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria", che abroga l'obbligo di allegazione della certificazione energetica nei casi di trasferimento a titolo oneroso e locazione di interi immobili singole unità immobiliari.

Tali abrogazioni sono contenute nell’emendamento 35.15 all'Art.35 del DL112/2008 proposto nella seduta di giovedì 10 luglio dalla Commissione V della Camera.

Il documento è in corso di esame in Commissione.
Maggiori informazioni verranno fornite appena verificate.

(fonte ANIT)
 

gfrank

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Vari
Regione: Lombardia
#2
Nei vari commendi odierni, sembra che le regioni che hanno la propria legislazione, come la Lombardia, potrebbero mantenere la certificazione energetica nelle compravendite.
Vedremo ...
 

liuk_72

Utente Junior
Professione: architetto
Software: ogni tanto la parte destra del cervello, spesso autocad e archicad
Regione: Lombardia
#3
siamo un paese di gamberi
si fa un passo avanti poi di corsa due o tre indietro
mah stiamo a vedere

fatto sta che ogni volta che si cambia governo
si rimettono in discussione tutte le normative
(scuola, sanità, lavoro, urbanistica)
 

liuk_72

Utente Junior
Professione: architetto
Software: ogni tanto la parte destra del cervello, spesso autocad e archicad
Regione: Lombardia
#5
io personalmente ho un'opinione diversa,
serve mooolto di più sul costruito che sul nuovo che è già normato
serve per classificare lo sterminato patrimonio edilizio esistente

altra cosa è il fatto che la certificazione abbia un costo
ma questo è un altro problema ....
 

scalva

Utente Standard
Professione: disegnatore meccanico,progettista
Software: autocad+qs,sw 18
Regione: Piemonte
#6
si ma siccome siamo in italia, molti avrebbero certificato senza controllare, solo per amicizia, per conoscenza e chissa cos'altro
allora piuttosto bisogna obbligare tutti a mettersi in regola non solo quando si compra o si vende
 

gfrank

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Vari
Regione: Lombardia
#7
si ma siccome siamo in italia, molti avrebbero certificato senza controllare, solo per amicizia, per conoscenza e chissa cos'altro
allora piuttosto bisogna obbligare tutti a mettersi in regola non solo quando si compra o si vende
La vera domanda è : Cosi come legiferato, è utile per il compratore avere un AQE/ACE?

Nella situazione attuale, ho molti dubbi, perchè con la "scusa" di ridurre al minimo il costo di una certificazione, hanno invece vanificato i contenuti tecnici della stessa (Vedere Cened Lombardia).


Tuttavia, sono d'accordo con liuk_72 che da qualche parte, sul costruito, bisogna iniziare la classificazione degli edifici. Ma come al solito, quando c'è da pagare (o da rimetterci - leggi venditori di immobili) tutti hanno il "braccino corto".
 

liuk_72

Utente Junior
Professione: architetto
Software: ogni tanto la parte destra del cervello, spesso autocad e archicad
Regione: Lombardia
#8
18/07/2008 - Con un emendamento all’articolo 35 del Decreto Legge n. 112 del 25 giugno 2008, in discussione da ieri alla Camera, il Governo cancella l’obbligo di allegare l’attestato di certificazione energetica all’atto di compravendita di interi immobili o di singole unità immobiliari, e l’obbligo, nel caso delle locazioni, di consegnare o mettere a disposizione del conduttore l'attestato di certificazione energetica.

Questi obblighi sono previsti dai commi 3 e 4 dell’articolo 6 del Dlgs 192/2005, che l’emendamento del Governo intende abrogare, insieme con i commi 8 e 9 dell'articolo 15 dello stesso Dlgs 192/2005, concernenti le relative sanzioni.


Se la modifica sarà confermata dall’Aula, verrà meno l’obbligo di allegare l’attestato di certificazione energetica agli atti di compravendita, ma non l’obbligo di redigerlo, previsto dall’art. 6 del Dlgs 192/2005.

Ricordiamo, a questo proposito, che, per effetto del Dlgs 311/2006, lo scorso 1° luglio è entrato in vigore l’obbligo di produrre l’attestato di certificazione energetica per gli edifici di superficie utile fino a 1000 metri quadrati, nel caso di trasferimento a titolo oneroso dell’intero immobile con l’esclusione delle singole unità immobiliari; dal 1° luglio 2009 tale obbligo sarà esteso alle singole unità immobiliari, sempre nel caso di trasferimento a titolo oneroso.


L'abolizione dell’obbligo di allegare l’attestato di certificazione energetica agli atti di compravendita è una misura analoga a quella, contenuta nel medesimo art. 35 del DL 112/2008, che abroga l’articolo 13 del DM 37/2008 (relativo all’installazione degli impianti negli edifici), cancellando l’obbligo di allegare ai contratti di compravendita di immobili usati la “dichiarazione di conformità” degli impianti (leggi tutto)

Sempre l’art. 35 del DL 112/2008 prevede anche che, entro il 31 marzo 2009, siano disciplinate le disposizioni in materia di installazione degli impianti all’interno degli edifici, semplificando gli adempimenti per i proprietari di abitazioni e per le imprese; sia definito un sistema di verifiche degli impianti; sia rivista la disciplina sanzionatoria. L’emendamento appena presentato interviene sul termine del 31 marzo 2009 anticipandolo al 31 dicembre 2008.


fonte edilportale

sarà il caldo di luglio ma questi mi sa che stanno perdendo il senso delle cose ...
andrà redatto ma non allegato?

mah:confused:
 

gfrank

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Vari
Regione: Lombardia
#9
E' così. Si deve redigerlo, ma non va allegato.
Così i notai, si tolgono la grana della nullità dell'atto, come era previsto prima ..