passare da inventor a pro/e :differenze principali di utilizzo, richiesta info

ninfh

Utente Standard
Professione: meccanico?
Software: inventor, autocad, keyshot, mani
Regione: Lombardia
#1
buonasera,

mi trovo nella situazione di dover imparare ad utilizzare pro/e (ancora non mi è stata comunicata quale versione) per la realizzazione di nuovi progetti.

visto che un corso di formazione è tristemente furi discussione, e quindi dovrò fare da autodidatta (e tormentare chiunque incontri che utilizza proe). Qualcuno che abbia familiarità con entrambi i software, saprebbe gentilmente indicarmi quali sono le principali differenze pratiche di utilizzo per la modellazione di componenti e gestione delle tavole?


provengo da inventor 2008-2014 (e prima da autocad)
 

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#2
.... visto che un corso di formazione è tristemente furi discussione, e quindi dovrò fare da autodidatta....
Ciao
Purtroppo non è il sistema migliore per avvicinarsi ad un nuovo cad, qualunque esso sia. Almeno ti auguro di avere a disposizione un bel po di tempo da dedicarci, perchè partire da zero senza nessun aiuto è dura.

La differenza principale è che pro-e è un cad di fascia superiore che ti permetterà in futuro di sfruttare le enormi possibilità che possiede nel creare e gestire progetti anche complessi, Ma all' inizio non è per niente intuitivo.
 

Therapy?

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo 3
Regione: Marche
#3
ciao

io ho fatto il passaggio ormai 5 anni fà e posso dirti che concettualmente sono simili (parte-assieme-disegno) se si esclude l'utilizzo delle superfici che con inventor non usavo
la difficoltà all'inizio stà nel trovare il comando giusto da utilizzare e nel fatto che ci sono delle differenze all'interno di alcuni comandi che non sono così intuitivi come ti hanno già detto
comunque fare un corso secondo me significa risparmiare non spendere più soldi cerca di farlo capire al titolare perchè se conosci il programma ed il lavoro viene impostato nel modo giusto risparmi ore a fine settimana......
buone feste
 

ninfh

Utente Standard
Professione: meccanico?
Software: inventor, autocad, keyshot, mani
Regione: Lombardia
#4
grazie per le risposte

come si suol dire, il ciuco lo si attacca dove vuole il padrone.....
ed ad essere totalmente sincero, ancora non ho capito il perche del cambio software, facendo linee di confezionaento inventor non mi è mai risultato "stretto", spero sia solo una impressione data dalla mia totale ignoranza di proe
 

DANI-3D

Utente Senior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: PRO-E WF5
Regione: TOSCANA
#5
Passare a Pro-e non è certamente una scelta sbagliata, però la transizione va fatta con criterio perchè sia meno traumatica possibile.
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#6
visto che un corso di formazione è tristemente fuori discussione, e quindi dovrò fare da autodidatta
Ciao, io sono passato da qui circa 3 anni fa e posso dirti che corsi non ne ho fatti all'inizio. Prova perlomeno a spingere sull'E-Learning PTC, io da neofita avevo a disposizione solo quello e almeno ho imparato a muovere i primi passi e ad impostarmi il lavoro. E' fatto abbastanza bene, ci sono video-corsi completi anche da 40 ore con tutorial, video-trailer, esercitazioni, ecc... Poi lavorando chiaramente ho dovuto approfondire alcuni aspetti più dettagliati per conto mio, con la guida in linea, il forum, il web, e via discorrendo. Ma penso che in tutti i contesti sia più che normale.
Come costi dovrebbe essere un migliaio di euro più o meno.
Appena ho visto la fattura mi son cacciato a ridere, perché pensavo che fosse stata una scelta assurda pagare 1000 euro per dei tutorial... Ma col senno di poi mi sono ricreduto e posso dirti che per me è stata una fortuna disporre dell'E-Learning. Facendoli un po' alla volta mi son reso conto che sono strutturati veramente bene, divisi per argomenti, per livelli (base, avanzato). Complessivamente sono soldi che vale la pena spendere all'inizio.

Poi un corso frontale vero e proprio di 30 ore me lo sto facendo adesso (sponsorizzato da me, purtroppo). Chiaramente il consulente che lo fa, dato che è uno bravo, mi sa dare delle belle chicche e mi sa risolvere di quelle magagne che un video-corso non arriverà mai!
 

fabmorse77

Utente Junior
Professione: Progettista Meccanico
Software: CREO 2 - THINK3 - SW2011 - SICAD/SICAM - SPEOS - 3D MAX
Regione: Lombardia
#7
Sicuramente CREO non è il CAD più intuitivo...avrai da lavorare parecchio. Tanti auguri...
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#8
grazie per le risposte

come si suol dire, il ciuco lo si attacca dove vuole il padrone.....
ed ad essere totalmente sincero, ancora non ho capito il perche del cambio software, facendo linee di confezionaento inventor non mi è mai risultato "stretto", spero sia solo una impressione data dalla mia totale ignoranza di proe
Probabilmente hanno scelto Creo e la suite PTC in generale per tutto quello che gira intorno al cad (PLM,ecc) oltre le potenzialità maggiori soprattattuto nella gestione di grandi assiemi.
Il consiglio che ti ha dato calacc è ottimo, inoltre ti posso solo consiigliare di non cercare lo stesso comando con un dato nome che avevi in inventor in creo, perchè forse si chiama in maniera diversa, perchè forse non c'è o forse ce n'è un altro simile,ecc.
è l'errore dove più o meno cadono tutti quando si cambia, ragiona per costruzione e geometria non per comando, magari ripassati un pò la gestione parametrica ed associativa,le relazioni padre figlio che In creo è sicuramente più rigorosa rispetto ad inventor, una volta che hai capito bene questi principi e sei capace ad usare un 3d, sei a cavallo.
Saluti