• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Passaggio da Creo 1.0 a catia

szach

Utente Junior
Professione: progettista
Software: Proe Wildfire 2 e Wildfire 5
Regione: Mantova
#1
Salve a tutti, ho ricevuto una proposta di lavoro interessante ma dovrei abbandonare il programma della ptc (dopo 9 anni) e passare a catia.
La cosa mi spaventa e non poco visto che ho sempre utilizzato pro engineer e volevo chiedere a voi se qualcuno aveva già fatto un passaggio di questo tipo e soprattutto quali difficoltà ha incontrato.
La mia paura più grande sono le plastiche create da superficie; dove lavoro attualmente produciamo trasportatori a coclea e la proposta mi è stata fatta da una ditta che produce kart in tutte le sue parti.
Con creo ho utilizzato le superfici solamente per fare tramoggie ma comunque particolari creati in lamiera e non saprei da dove cominciare per creare stampi o pezzi in plastica
Attualmente la ditta si appoggia ad uno studio esterno e vorrebbero una persona che portasse avanti il lavoro in azienda.
Cosa mi consigliate? Mi conviene proporgli un corso x capire come ragiona catia visto che non l'ho mai utilizzato?
Accetto ogni consiglio e vi ringrazio anticipatamente.

Grazie
 

Lucky66

Utente Standard
Professione: C.L.S Progettazione stampi trancia e pressafusione
Software: Visi-cad-2017-R1 ZW3D-2017-sp
Regione: Lombardia
#2
Ciao
Secondo il mio parere il tuo problema non e' passare da Creo a Catia, ma passare dal progettare pezzi in lamiera ha progettare stampi questo si che e' un problema (premetto non so' la tua competenza)
Ciao buon lavoro
 

c3kkos

Utente Standard
Professione: Developer
Software: Rhino
Regione: Pisa
#3
queste acca...!!

:D

Cmq quoto Lucky, se hai la basi teoriche, l'esperienza te la fai..
Considera inoltre che Creo non è proprio un giocattolo, per cui non avrai problemi a passare a Catia.
 

gianni55

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: CATIA V5
Regione: Piemonte
#4
Ciao,

come ti hanno già detto, cambiare il sw non è un problema, quanto invece le conoscenze necessarie per progettare tipologie diverse a cui siamo abituati.

penso ti convenga capire bene cosa la nuova azienda ti richiede, per esempio:

modellano un prototipo a mano e poi eseguono un rilievo dei volumi?

bisogna modellare le superfici dai rilievi, fino a portarle in classe A oppure vengono fornite?

se vengono fornite (le classi A), poi devi ingegnerizzare le matematiche fino a renderle stampabili con stampi di alta produzione?

devi realizzare anche gli stampi completi, oppure fanno solo stampi artigianali in resina, da cui ricavano stratificati o iniezione?

gli altri elementi sono realizzati a CN da fresature? Oppure sono profilati piegati e assemblati?

Perchè usare catia? Di solito per molti uffici, la scelta del software è legata alle richieste del Cliente, altrimenti usi un sw meno complesso e oneroso.

Non consiglio di passare a catia e modellare superfici o grandi insiemi senza un corso...

facci sapere