Parti guidate da schizzo in assieme

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#1
Devo disegnare una macchina con alcuni cinematismi, e stavo pensando di disegnare lo schema cinematico su uno schizzo di assembly, e poi usare questo schizzo per guidare le parti singole.

Qualcuno ha gia' usato questa metodologia? E' affidabile? O rischio di trovarmi a meta' progetto con le rigenerazioni che falliscono?

Inoltre temo che in ogni caso non potrei simulare i movimenti dell'assembly se non passando attraverso modifiche dello schizzo principale, vero?
 

Leso

Utente Standard
Professione: Ufficiale tecnico
Software: Solid Edge ST9
Regione: Veneto
#2
Secondo me è una cosa che si può fare, ma probabilmente diventa molto pesante da gestire a livello computazionare. E poi come dici tu dovresti ogni volta andare a modificare lo schizzo pricipale con conseguente entra/esci che con l'avvento dell'era ST è diventato anche più lungo a livello di click. Poi non so se con la modalità sincrona questa cosa sia diventata più semplice da gestire a livello di assieme. Non ho mai provato.
 

Focus

Moderatore
Staff Forum
Professione: Odio il sitema italiota e gli italioti di professione.
Software: Solid Edge
Regione: Toscana
#3
Per mia esperienza è affidabile, e non c'è bisogno di entrare tutte le volte nello schizzo, puoi tranquillamente variare i valori di questo dalla "tabella variabili".

Ciao
 

Leso

Utente Standard
Professione: Ufficiale tecnico
Software: Solid Edge ST9
Regione: Veneto
#4
Forse non ho capito cosa vuole fare cacciatorino.
Devi simulare 3/4 posizioni dell'assieme o devi vedere il funzionamento completo del meccanismo? Perchè nel primo caso allora è vero che puoi agire sulle variabili e risulta comodo. Nel secondo invece secondo me non conviene.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#5
Forse non ho capito cosa vuole fare cacciatorino.
Devi simulare 3/4 posizioni dell'assieme o devi vedere il funzionamento completo del meccanismo? Perchè nel primo caso allora è vero che puoi agire sulle variabili e risulta comodo. Nel secondo invece secondo me non conviene.
In realta' non mi serve pere guidare le posizioni delle parti, ma proprio per guidare le geometrie delle singole parti del cinematismo.

Esempio: creo lo schema unifilare del mio meccanismo come schizzo in ambiente assembly, e poi genero le parti in contesto di assieme usando lo "scheletro". Quello che volevo ottenere e' che, se modifico lo schizzo, non tanto a livello di posizione ma quanto a dimensione dei vari membri, poi le modifiche siano riflesse sulle singole parti in maniera affidabile e sicura.

Allego un esempio. Mi sa che pero' ad un certo punto devo rompere le relazioni altrimenti mi rigenera i par (e i draft associati) ad ogni movimentazione dell'assieme! forse e' meglio lavorare come sono abituato....
 

Allegati

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#6
sto facendo anch'io questo tipo di progettazione. diciamo pure che da un punto di vista progettuale se non è una macchina complessa ti puoi giostrare tranquillamente e gli interventi di modifica se non hanno dipendenze circolari particolari non dovrestri trovare grossi problemi, ossia se i tuoi componenti non dipendono in circolo (A dipende B, B da C e C di nuovo da A) l'assieme dovrebbe filare liscio. Eventualmente prova ad elaborare su carta grossomodo il risultato finale e se ritieni necessario smembra in 2, 3 schizzi quello che è l'assieme cinematico finale in modo che se devi modificarne una parte lasciando inalterate le altre tu possa farlo.
In passato su progetti simili ho avuto difficoltà perchè relazioni andavano in conflitto avendo troppi particolari legati tra di loro, ma semplificando, ossia dividendo in gruppi funzionali questi problemi si sono ridotti al minimo ed azzerati.
 

Pizza3d

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: NX - SE - Team center
Regione: lombardia
#7
Se ho capito bene vorresti lavorare con un file di studio dove sono inserite tutte le informazioni principali.
E' un metodo che faccio usare hai miei clienti e funziona.
l'unica cosa, ti devi creare un altro assieme nel quale fare i cinematismi.
 

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora
Regione: Veneto
#8
Intendi che i vari elementi si rigenereranno in funzione della posizione?
E' fattibile, è, come dice Leso, una roba complicata e che richiede molto tempo di calcolo.
Poi occhio che se metti in tavola e rigeneri il pezzo, questo ogni volta ti chiede di aggiornare e potrebbe cambiare la posizione!
ciao
 

Pizza3d

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: NX - SE - Team center
Regione: lombardia
#9
Si , tutti i collegamenti devono pescare da un file esterno.
Allego un esempio: Assieme studio, che comanda i collegamenti, assieme di movimento dove non è presente il file studio dal quale pescare i collegamenti.
Buon Lavoro! :finger:
 

Allegati

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#10
Credo di aver capito qualcosa (non tutto! :biggrin: ), grazie per il suggerimento.

comunque in ogni caso succede che se modifico la geometria del cinematismo (anche senza modificare le dimensioni dei membri) conseguentemente ciascun solido dell'assembly cambia la sua posizione rispetto alla terna XYZ per cui deve essere rigenerato in tavola?

Se e' cosi' conviene usare un'altro trucchetto che mi e' appena venuto in mente che potrebbe andare! Oppure usare i collegamenti fra variabili, regolando l'interasse della mia biella (disegnata a parte) come link alla lunghezza del segmento dello schizzo di assembly, che forse e' la cosa piu' robusta e semplice...
 

radio

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettista (credevo...)
Software: Solid Edge ST7
Regione: Lombardia
#11
..

comunque in ogni caso succede che se modifico la geometria del cinematismo (anche senza modificare le dimensioni dei membri) conseguentemente ciascun solido dell'assembly cambia la sua posizione rispetto alla terna XYZ per cui deve essere rigenerato in tavola?

..
Si se, come nel tuo caso, vincoli a terra le parti; se invece utilizzi vincoli coerenti col cinematismo questo non succede.
Utilizzo spesso gli schizzi negli stubi, a volte fin troppo magari, e li ritengo sufficientemente affidabili.
Ciao.
 

vespa_83

Utente Standard
Professione: disegnatore
Software: Solid Edge
Regione: Romagna
#12
nel l'ultimo studio dovevo ridimensionare un meccanismo esistente su un'altra macchina più piccola. Per essere veloce, e fortunatamente potendo valutare tutto con una vista frontale, ho preferito usare come file di studio un draft e posizionavo i pezzi(linee) e relative quote su layer diversi. Ho avuto un problemino che alcune sagome: mi switchavano di posizione da rombo a Zig-Zag (mah!)

A favore di questa soluzione (il draft di studio) posso ricordarvi che il tutorial sui calcoli ingegneristici della lunghezza cinghia tra le pulegge è sul draft :)
ti consiglio se preferisci usare delle parti, di disegnare per prima cosa su tutti uno schizzo con gli assi, interassi e piani di riferimento (anche dei cerchi per i perni).
Se anzichè creare il part sul posto secondo l'origine dell'assieme, crei un part con qualche schizzo come ti ho detto lo puoi inserire nell'assieme e vincolare i punti notevoli degli schizzi :)
Eviterai il problema dell'aggiornamento viste.
Infine interassi e quote fondamentali che vuoi dimensionare puoi collegarli alle variabili assieme.
 

doc84

Utente Junior
Professione: Apprendista progettista meccanico
Software: SolidEdge ST6
Regione: Piemonte
#13
Se anzichè creare il part sul posto secondo l'origine dell'assieme, crei un part con qualche schizzo come ti ho detto lo puoi inserire nell'assieme e vincolare i punti notevoli degli schizzi :)
Ciao Vespa! Anche dove sto lavorando utilizzano la metodologia di disegnare schizzi di assiemi (con la parte attiva ed il comando "includi") ma non ho capito come fare il contrario: esattamente come faccio a usare uno schizzo in un assieme per posizionare le parti?
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#14
Ciao Vespa! Anche dove sto lavorando utilizzano la metodologia di disegnare schizzi di assiemi (con la parte attiva ed il comando "includi") ma non ho capito come fare il contrario: esattamente come faccio a usare uno schizzo in un assieme per posizionare le parti?
Quando inserisci una parte in un assieme contenente uno schizzo lo puoi vincolare sugli spigoli e non sui piani, se ti serve vincolarlo su altri punti devi crearti uno schizzo anche sulla parte e poi visualizzarlo nell'assieme.

Inoltre sul comando assembla in opzioni devi verificare di aver attivato tutti gli elementi (facce planari, cilindriche, bordi... punti) altrimenti non ti sente gli spigoli quando cerchi di vincolarli.
 

doc84

Utente Junior
Professione: Apprendista progettista meccanico
Software: SolidEdge ST6
Regione: Piemonte
#15
Quando inserisci una parte in un assieme contenente uno schizzo lo puoi vincolare sugli spigoli e non sui piani, se ti serve vincolarlo su altri punti devi crearti uno schizzo anche sulla parte e poi visualizzarlo nell'assieme.

Inoltre sul comando assembla in opzioni devi verificare di aver attivato tutti gli elementi (facce planari, cilindriche, bordi... punti) altrimenti non ti sente gli spigoli quando cerchi di vincolarli.
Grazie infinite per la velocità nella risposta Tequila! Provo e ti faccio sapere :wink:
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#16
Ciao a tutti e scusate l'intromissione.
Se non sbaglio questa si chiama progettazione top-down, è molto efficace ed utile ma richiede molta attenzione e un po' di furbizia.
Quando faccio questo tipo di progettazione io costruisco due assiemi: uno di costruzione (scheletro) e uno di montaggio. Questo perchè le verifiche di eventuali spostamenti e cinematismi le faccio su quest'ultimo che non ha legami fra le parti (il legame fra le parti viene gestito dall'altro assieme).
Un'altra cosa da tenere sotto controllo è il cosiddetto flusso di informazioni legato al timestamp (c'è un post che non riesco a trovare su SE dove si segnalavano errori di aggiornamento-circolarità delle parti). Preferibilmente il flusso deve essere monodirezionale.
Buon lavoro a tutti