Parte realizzata in modellazione ibrida

Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#1
Ciao ragazzi, riceviamo file in Catia da un'altro studio con dei problemini.

Lo studio lavora con la modellazione ibrida (non so il perchè:confused:), fatto sta che se apro il file inviatomi, ci lavoro e lo salvo con l'albero "oggetto di lavoro" a metà o in qualsiasi altro punto (quindi non alla fine), ad una successiva riapertura del file non trovo niente di quello che avevo fatto:mad:.
Why??
Vi è mai successo qualcosa di simile
 
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#2
che colore è l'ngranaggio del partbody?
che tipo di modifiche stai apportando (lavori in multi-body o modifiche semplicemente gli schizzi)?
sembra più un problema di privilegio di lettura che non di modello, una cosa del genere mi era accaduta, avevo risolto aprendo un nuovo file con il comando file/nuovo da e avevo lavorato sul duplicato.
comuque di solito mi riallineo con la configurazione iniziale ti consigli di portarti in modellazione ibrida.

ciao
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#3
che colore è l'ngranaggio del partbody?
GIALLO (perchè la modellazione è ibrida)


che tipo di modifiche stai apportando (lavori in multi-body o modifiche semplicemente gli schizzi)?
Qualsiasi cosa che faccio: sia modifiche a schizzo o feature esistenti, sia se cancello delle feature o aggiungo altre e sia se lavoro in multi-body. In pratica SEMPRE:mad:

una cosa del genere mi era accaduta, avevo risolto aprendo un nuovo file con il comando file/nuovo da e avevo lavorato sul duplicato.
Mi spieghi meglio il procedimento:confused:
grazie mille:)
 
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#4
sempicemente anzichè aprire il file originale, ho aperto il file con il comanda file\nuovo da.. ti aprira un copia teporanea a cui devi assegnare un nuovo nome, o salvarlo con uno stesso nome ma su un direttorio diverso.

ciao
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#5
sempicemente anzichè aprire il file originale, ho aperto il file con il comanda file\nuovo da.. ti aprira un copia teporanea a cui devi assegnare un nuovo nome, o salvarlo con uno stesso nome ma su un direttorio diverso.
ciao
Ok, grazie. Faccio questa prova...pensavo che fosse un problema di modellazione ibrida:p.
ciao:)
 
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#8
normalmente in ambiente part il catia lavora posizinando gli oggetto solidi nel contenitore partbody e le parti wireframe (punti , linee, assi, piani, superfici) nel contenitore openbody (gruppo geometrico per che ha il settaggio in italiano), per cui anche se gli elementi creati possono avere delle relazioni di associatività questi possono coesistere in maniera indipentente.
con la r13 è stata introdotta invece la modellazione ibriba che a differenza della precedente posiziona tutti gli elementi (solidi e wireframe) nell'unico contenitore partbody, per cui ogni oggeto che crei è dipendente dal precedente.
Prova a costuire il sequenza un cubo, un punto, un piano, un secondo cubo attaccato al primo, prima in modellazione ibrida e poi non ibrida (questa è attivabile o disattivabile in (strumenti\opzioni\infrastructure\partinfrastructure\documento della parte trovi modellazione ibrida).
noterai che nel primo caso quando modifichi il punto di inserimento delle feature con tasto dx\definisci oggetto di lavoro tutti gli elementi successivi all'inserimento spariranno (compresi i wire frame), mentre nel secondo rimarranno sempre visibili.

ciao