• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Parametrizzazione parte

ias87

Utente Junior
Professione: studentessa
Software: ProE wf3
Regione: veneto
#1
ciao a tutti! vi chiedo aiuto perchè proprio non riesco a parametrizzare questo pezzo...

è molto difficile da spiegare..per cui per fare prima ve lo allego, così potete vedere...

e allego anche un immagine jpg di quello che dovrei fare...

praticamente devo parametrizzare questo componente (in particolare sketch 1) in modo tale che muovendo (avvicinando) i punti a e b...la parte assuma la configurazione 2...

la configurazione 1 è la configurazione di partenza (i punti a e b non possono allontanarsi ulteriormente), mentre la configurazione 2 è la configurazione finale (i punti a' e b' non possono avvicinarsi ulteriormente)...

come potete vedere dal pezzo sedutaok.prt...io ho costruito questo sketch in modo che (geometricamente) questa cosa funzioni...
il problema è...anzi sono:

1. devo parametrizzarla perchè mi è stato chiesto così e non geometricamente

2. nel modo in cui io ho creato lo sketch quando avvicino i punti a e b si creano degli spigoli...e a proE non sta bene...infatti mi da errore...

quindi vi chiedo...come cavolo faccio a parametrizzare per dirgli tutte queste cose qua??

bho...

vi ringrazio tantissimo! ciao!
 

Allegati

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#2
Come la vedo io:
Devi realizzare mezza spline (in un quadrante) a 3 o 4 punti, metti le quote di controllo sui punti e le eventuali condizioni di tangenza o perpendicolarità.
Poi te la specchi rispetto all'asse di mezzeria.
Guarda lo sketch che ho fatto all'interno della tua parte.
 

Allegati

ias87

Utente Junior
Professione: studentessa
Software: ProE wf3
Regione: veneto
#3
ok grazie! ma come faccio a parametrizzare? devo comunque impostare dei vincoli geometrici? e a quel punto come si fa? grazie!
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#4
Cosa intendi per parametrizzare ?
 

ias87

Utente Junior
Professione: studentessa
Software: ProE wf3
Regione: veneto
#5
scrivere qualcosa su dentro alla tabella "relazioni" :p...in modo tale che muovendo a e b tutto funzi come ho spiegato sopra ;)...
 

geppetto

Utente Standard
Professione: Concretizzare i sogni degli architetti
Software: Basta che raggiunga l'obiettivo
Regione: Una alla volta tutte
#6
Io sono un profano, ma da quello che vedo, cambiando la quota il modello fallisce. Ma se la prima funzione fosse un estrusione con spessore anziche estrusione con sweep tutto sembra più semplice. Io ho osservato il modello molto velocemente, se ho perso qualche dettaglio ditemelo.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#7
E se ti fai una family table? a quel punto ti troveresti a gestire una tabella tipo le tabelle dati di swx, ma con molti strumenti in più. All'inizio bisogna un po' capire come funziona ma è uno strumento veramente eccezionale.
 

ias87

Utente Junior
Professione: studentessa
Software: ProE wf3
Regione: veneto
#9
em...non ho la più pallida idea di cosa state parlando :p...è solo 3 mesi che uso proE...e so a mala pena le funzioni base purtroppo...:(...
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#10
Re ... come va con Pro/E ?

Ciao Maxopus, ti spiego: per ora ho superato:

Fase 1 = vomito totale e presa di coscienza di aver fatto un investimento totalmente sbagliato
Fase 2 = compatimento del prodotto, necessario per continuare il lavoro
Fase 3 = Inizio di una valutazione più costruttiva
Fase 4= aprezzamento di alcune funzioni e lavoro + fluido e costruttivo.

Mi piace molto il modo di lavorare con le family table e con le relazioni. Cose che ha anche swx, ma effettivamente sono migliori, più versatili, più semplici da utilizzare in proe.

Per quanto riguarda la parametrizzazione proe ne ha di più...non c'è nulla da dire.

Però non è un prodotto per tutti. Secondo me fa bene ad acquistarlo chi vuole o deve spaccarsi la testa per parametrizzare, se uno vuole disegnare e basta è meglio un mid.

Poi sono fortunato, sono sotto l'ala protettiva di Ozzy....

Ciao
 

geppetto

Utente Standard
Professione: Concretizzare i sogni degli architetti
Software: Basta che raggiunga l'obiettivo
Regione: Una alla volta tutte
#11
Ciao Maxopus, ti spiego: per ora ho superato:

Fase 1 = vomito totale e presa di coscienza di aver fatto un investimento totalmente sbagliato
Fase 2 = compatimento del prodotto, necessario per continuare il lavoro
Fase 3 = Inizio di una valutazione più costruttiva
Fase 4= aprezzamento di alcune funzioni e lavoro + fluido e costruttivo.

Mi piace molto il modo di lavorare con le family table e con le relazioni. Cose che ha anche swx, ma effettivamente sono migliori, più versatili, più semplici da utilizzare in proe.

Per quanto riguarda la parametrizzazione proe ne ha di più...non c'è nulla da dire.

Però non è un prodotto per tutti. Secondo me fa bene ad acquistarlo chi vuole o deve spaccarsi la testa per parametrizzare, se uno vuole disegnare e basta è meglio un mid.

Poi sono fortunato, sono sotto l'ala protettiva di Ozzy....

Ciao
Ciao Re, sto seguendo attentamente il tuo passaggio a Pro_E perchè anchio sto valutando l'idea. Premesso che amo SWX per la sua sempilicità e ritengo di conoscerlo piuttosto bene, vorrei capire perchè le family table di Pro_e sono migliori rispetto a SWX. Io conosco bene quelle di SWX ma quelle di Pro_E le ho solo brevemente osservate e mi si sono sembrate del tutto simili alle prime. Per quanto concerne le relazioni pur avendole affrontate marginalmente sembra che diano più spazi rispetto alle equazioni di SWX.
Tu hai involontariamente risposto alla domanda che mi assilla in quest'ultimo periodo.
Io non mi assillo a parametrizzare di continuo poichè il mio è un settore dove nella maggior parte dei casi ciò che disegno verrà prodotto una ed una sola volta (il concetto di industrializzazione è per noi inesistente). Ciò che mi aiuta
in SWX e che nonostante questo modus operandi, riesco definire molto semplicemente non solo le geometri ma anche i dati di prodotto con un risultato più che soddisfacente.
Le domande a questo punto sono:
1 Quanto costa il passaggio in termini di tempo?
2 Dopo quanto tempo riuscirò ad usufrire a pieno dei vantaggi di Pro_E?
3 Cosa faccio di tutto il mio storico?
4 Nel frattempo progetto con SWX o Pro_E?
5 Come la mettiamo con i difetti di Pro_E? (Perchè anche lui ha i suoi. Uno che avrai sicuramente notato è che in diversi casi rispetto a SWX è più macchinoso e per niente intuitivo).
Chi lascia la via vecchia per la nuova...
Speriamo bene.
Saluti e scusa se sono stato un pò logorroico.
 

SweptBlend

Utente Standard
Professione: Senior Design Engineer
Software: ProE, Inventor, Think3
Regione: Schweizerische Eidgenossenschaft
#12
Io posso solo rispondere alla domanda 5
Proe non è più macchinoso, ha solo IL SUO MODO DI PENSARE,
che è sempre lo stesso, ( a differenza di molti altri sw ),
percui prima butti via il modo di pensare swx, prima sarai proficuo.
Quando ti troverai a "pensare" come proe, che tu ti trovi in sketch,
modello, sheetmetal, idsx, pro/mechanica, disegno, il "filo logico"
è sempre lo stesso, e ti aiuterà a venire fuori.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#13
Ciao Geppeto,

io non sono passato a Proe ma ho aggiunto Proe agli stumenti a mia disposizione per svolgere il mio lavoro di progettazione.
Ho fatto questo investimento non perchè costretto da limiti di swx, ma per altre ragioni che non sto a citare.
Per questo motivo, non avendo nulla di urgente da fare con Proe, dopo 6 mesi posso dire di aver appena iniziato.
Penso che il ragionamento di Sweptblend sia corretto e la mia difficoltà più grande è abituarmi a Proe senza mollare swx, che utilizzo comunque al 90%.
Nel momento in cui ho trovato un lavoro con Proe ho fatto un corso e ho preso questo lavoro non come un'attività da svolgere per un profitto, ma come un modo di imparami un po' proe con un piccolo rimborso spese.
Dico così perchè se avessi svolto il lavoro con swx avrei fatto prima e in quel caso avrei fatto cassa, ora mi addentro il più possibile nelle problematiche cercando di capire tutte le strade possibili per arrivarci, ci rimetto un sacco di ore ma lo scotto è da pagare.
Io con le tabelle dati di swx mi sono trovato male per alcuni motivi:
1- dipendenza totale da excel con tutti i problemi legati alle versioni di excel. Se tu fai una parte con tabella dati con excel 2007 e la dai a uno che ha la stessa versione di swx ma excel 2003 ci sono dei problemi.
2- immissione dati manuale (a parte le quote) che fa perdere tempo perchè basta sbagliare una virgola e sai il risultato
3- pubblicazione in tavola limitata. Con le FT di proe in tavola ci fai quello che vuoi, una volta capito il meccanismo delle regioni di ripetizione e dei filtri è eccellente.

Per le relazioni...in swx mi sono trovato male perchè appesantiscono molto il modello e mi sono fallite spesso, quasi sempre per motivi prevedibili, in altri casi...non sono il massimo
In proe non pesano nulla e sono molto più stabili ed hanno maggiori potenzialità di gestione (ad esempio anche dei parametri per la compilazione del cartiglio.
Il passaggio in termini di tempo costa parecchio e se sei pressato dalla produzione....non so se vale la pena, meglio in un momento di calma. Riesci a lavoricchiare da subito ma per fare quello che fai con un cad su cui hai molta pratica serve qualche mese (2 o 3 forse). Per me non essendo un full immersion si allunga un po'.
I vantaggi di Proe non è detto che arrivino, forse per me è presto per tirare delle conclusioni, ma ci sono dei lavori che svolgo in tempi eccezionali con swx e non mi sogno di cambiare. Riesco soprattutto grazie ad un applicativo e ad una metodica messa a punto negli anni che sarà da provare su proe... ma non so se ci riuscirò, gli strumenti sono diversi e si utilizzano in modi diversi.
Il tuo storico te lo tieni in swx o te lo rifai in proe, il passaggio dei 3d è sempre un problema e c'è poco da fare. Se ti serve qualcosa swx->iges->proe.
Di conversioni ne ho fatte parecchie e una volta trovate le impostazioni sono veloci. Con gli importati proe è ottimo, ma restano comunque importati di cui perdi la storia.
Se decidi di cambiare (e non affiancare a seconda del lavoro / cliente) ti ci devi buttare dentro e basta. Le soluzioni ibride non danno nulla a nessuno e conviene avere progetti in un solo sistema cad (se possibile).
I difetti di un cad sono difficilemte confrontabili con quelli di un altro. Proe ha la sua logica, come dice Sweptblend, ma la logica di swx è più semplice.
L'interfaccia di swx è A MIO PARERE E RIPETO A MIO PARERE, comunque più veloce da utilizzare a parità di pratica, anche se io uso principalmente la wf2 (ormai obsoleta). La 4 è già migliore.

Non so cosa dirti, dovresti prima capire cosa swx non ha che ti serve o perchè non ti soddisfa e che peso hanno questi "difetti".

Per ora mi fermo, se vuoi possiamo continuare con qualche (sempre a mio parere) pregio di swx, ma forse stiamo andando troppo OT ed è meglio continuare nella sezione apposita.
 

simra

Utente Standard
Professione: Reporter
Software: Pro-e, Creo El, Cocreate, Solid Works
Regione: Emilia & Romagna
#14