Parametri di taglio per il legno

robonave

Utente Junior
Professione: docente
Software: inventor autocad mathcad
Regione: veneto
#1
Dovremmo eseguire delle lavorazioni (prototipali) sul legno e non essendo degli esperti ci siamo rivolti ai rappresentanti di utensili ed abbiamo cercato nella rete per sapere come impostare le macchine. Da queste ricerche ho avuto l'impressione che non esistano ( e probabilmente non sono richiesti) parametri di taglio (velocità di taglio, avanzamento, profondità di passata, pressioni specifiche di taglio etc.) "consigliati" dai produttori ma che, piuttosto, ogni utilizzatore si organizzi per conto suo.
Capisco che le caratteristiche della materia prima sono molto differenti dai metalli o in generale dai materiali isotropici (o quasi) ma possibile che scarseggino così le informazioni o che peggio l'approccio sia così empirico come sembra?
Ciao
 

robonave

Utente Junior
Professione: docente
Software: inventor autocad mathcad
Regione: veneto
#3
Dovremmo utilizzare sia legno di conifera tipo abete rosso e/o hemlock sia latifoglia come faggio, eventualmente anche derivati MDF e compensato di betulla.
Comunque il mio era uno spunto per capire se ci fosse una qualche letteratura tecnica co le informazioni relative ai parametri di taglio così come esistono per i metalli.
Ciao
 

vmirko

Utente Standard
Professione: legnamè
Software: alphacam
Regione: MB
#4
per abete e hemlock vanno bene sia frese con placchette a gettare che quelle integrali meglio se usi prima delle rompitruciolo per sgrossare.
prima si fa la vena a traverso e poi alla lunga con la fresa che lavora a favore non contro.

mentre per mdf e multistrati di betulla ti consiglio frese in diamante industriale in quanto sono molto duri e sopratutto l'mdf è anche abbastanza abrasivo.
 

robonave

Utente Junior
Professione: docente
Software: inventor autocad mathcad
Regione: veneto
#5
Ti ringrazio per le risposte ma le mie necessità non si fermano al tipo di utensile, vorrei anche sapere velocità di taglio, avanzamenti per dente, profondità di passata ottimale, pressione specifica di taglio etc, ammesso che questi siano dati disponibili....
 

vmirko

Utente Standard
Professione: legnamè
Software: alphacam
Regione: MB
#6
mi spiace ma non ho mai trovato parametri di taglio per utensili da legno.
 

robonave

Utente Junior
Professione: docente
Software: inventor autocad mathcad
Regione: veneto
#7
E' proprio quello che pensavo!
Cercando su internet ho trovato dei valori indicativi su alcuni siti americani ma questo è tutto!
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#8
Dovremmo utilizzare sia legno di conifera tipo abete rosso e/o hemlock sia latifoglia come faggio, eventualmente anche derivati MDF e compensato di betulla.
Comunque il mio era uno spunto per capire se ci fosse una qualche letteratura tecnica co le informazioni relative ai parametri di taglio così come esistono per i metalli.
Ciao
lavorando questi materiali da vari lustri
in effetti non ci siamo posti mai il prob e nessun fornitore ci ha mai
edotto in materia
nel quodidiano andiamo al max in avanzamenti e numero di giri
secondo capacita cnc
per le passate in z tutto il taglio utile
per mdf o prob e' un po piu grosso
fa polvere e devi essere attrzzato con aspiratori altrimenti
mandi i cnc di notte non sorvegliati
per i compensati marini ci vogliono frese con carburi in k20
il resto e solo eserienza
grazie mille
 

Luciojim

Utente Junior
Professione: Disegnatore
Software: Catia V5 / AutoCAd Lt
Regione: Lombardia
#10
Lavorando da 20 anni con cn che fresano solo legno,
posso darti solo alcune indicazioni, io lavoro principalmente faggio
acero americano, palissandro e compensato
Per il faggio (spazzole capelli) frese a 3 taglienti diam.60mm 12000-15000 giri
avanzamenti 3-5 mt/1 coltellini fresa in K10, potremmo spingerci
+ in alto, ma "calibriamo" il tutto x avere una affilatura al giorno.
Acero americano (impugnature pennelli imbianchini) + tenero ma + bastardo nelle lavorazioni di testa, si strappa facilmente.
Palissandro, principalmente x manici coltelli, dove successivamente
va levigato, fresiamo con diamante, finitura + brutta ma durata
dell'utensile 5/10 volte il k10.
Compensato solo col diamante, in base alla qualità del pannello
preferiamo lavorare a favore di fibra.
x migliora la finitura superficiale abbiamo sostituito gli
elettromandrini standard con modelli raff. ad acqua e cuscinetti ceramici.
Buon lavoro