• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Ottimizzazione

lorenzo83

Utente Junior
Professione: studente
Software: Alcuni e nessuno bene!
Regione: Italia?
#1
Ciao a tutti. Mi sto occupando di un problema di ottimizzazione. I software che uso sono HyperMesh e Fluent. Il mio grosso problema è ora gestire la parametrizzazione e quindi il morphing della geometria. La mia idea era che, dato il set di valori dei parametri elaborato dal mio codice alla i-esima iterazione, ci fosse qualche applicativo che prendesse tali valori e mi creasse il file di input per fluent contente la nuova mesh. La mia idea è completamente sbagliata?
Grazie mille.
 
Ultima modifica:

Druck

Utente Standard
Professione: Progettazione Meccanica
Software: Solidworks / Cosmos / Floworks
Regione: Lombardia
#3
Ciao.
Io in svizzera alla Alstom-Power ho visto dei dottora finalizzati a quello che vorresti fare tu. Erano dei lavori sulla "teoria della mesh" piuttosto che sul CFD vero e proprio.

Se non ricordo male (avevo chiesto piu' per curiosità....io per fortuna ero lì a fare tuttaltro:rolleyes:) il lavoro era incentrato nel cercare di beccare i punti di distacco dello strato limite su una pala di turbina, e con degli algoritmi facevano variare la mesh in base ai risultati ottenuti.

Quello che si voleva vedere è come cambiava il risultato in base al cambiamento della mesh per valutare la solidità del modello matematico e quindi la probabilità che il distacco fosse effettivamente in quei punti.

Parlando con i poveracci che dovevano fare certi studi pieni di matrici incomprensibili mi sono fatto l'idea che oggi è impossibile fare qualcosa di concreto con queste cose.

Non ho aiutato molto ma questa è la mia esperienza.:rolleyes:
 
Ultima modifica:

sbaffini

Utente poco attivo
Professione: Studente
Software: Fluent
Regione: Campania
#4
La cosa si fa tranquillamente. Con il tuo programma di ottimizzazione cacci un file di testo che rappresenta il journal da far leggere al programma che fa la mesh; creata la mesh, sempre dall'interno del programma di ottimizzazione, lanci fluent in batch e gli fai cacciare come output un file di testo in cui scrivi la tua funzione obiettivo e le eventuali funzioni di stato.
Fai leggere al programma questi valori e passi all'iterazione successiva.
L'unico problema è trovare il comando che, per il particolare linguaggio di programmazione in cui è scritto il tuo programma di ottimizzazione, ti consente di lanciare applicazioni esterne (in questo caso il meshatore e fluent) ed aspettare che completino le loro operazioni per tornare al main program.

Qualche tempo fa stavo lavorando ad un algoritmo genetico e provai a testarlo interfacciandolo con ansys. L'algoritmo era scritto in fortran quindi usavo il comando "RUNQQ" che fa esattamente quanto descritto sopra.

Se l'algoritmo di ottimizzazione lo consente, c'è solo da spendere qualche giorno per interfacciarlo a dovere. Niente di impossibile