• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Moltiplicatori di giri per lavorazioni cam

Meccbell

Utente Senior
Professione: cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
Software: SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D
Regione: Malpensaland - Lombardia
#21
salve la mia azienda è specializzata in lavorazioni speciali su allumini (aeronautici e non) e superleghe, attenzione all'alluminio che è si "morbido" ma è anche una brutta bestia da lavorare, io penso che la velocità del mandrino sia il tuo problema minore avendo a disposizione 12000 giri, i trucchetti stanno nell'acquistare speciali frese, il giusto refrigerante alla giusta percentuale di olio (questo sopprattutto incide moltissimo sulla buona riuscita del pezzo) la stabilità e rigiità della macchina, l'attacco portautensile (esculederei categoricamente mandrini a pinza e a forte serraggio) e tanti altri trucchetti, dolce sin fundo anche le strategie che usi nel cam, insomma l'alluminio non è sempre duro come l'acciaio ma ha altre problematiche tutto un mondo diverso dalle comuni lavorazioni
ciao e buon lavoro
Parole sante !
Ho visto gente lavorare pezzi in AL su centri ad alta velocità ipertecnologici, con CNC forniti di tutte le opzioni possibili e che poi buttavano i pezzi a rottame per aver usato refrigeranti di tipo non adatto.
Oppure, al contrario, pezzi aeronautici ricavati dal pieno, che a vederli ti vien da pensare che vengono fatti in un laboratorio della NASA, ma che poi invece "scendono" da centri di 12 anni fa, con velocità mandrino inferiore ai 10K giri, con CN che leggono non più di 20/30 blocchi alla volta, ma che a rigidità sono messi meglio della rocca di Gibilterra.
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#22
Parole sante !
Ho visto gente lavorare pezzi in AL su centri ad alta velocità ipertecnologici, con CNC forniti di tutte le opzioni possibili e che poi buttavano i pezzi a rottame per aver usato refrigeranti di tipo non adatto.
.
ciao fratello
in zona la produzione di pezzi per l'aereonautica e molto spinta
chi corre indietro ai centri come dici tu iperteconologici
alla fine finisce che chiude
perche?
prima ti fanno i conti in tasca
poi devi sempre comprare l'ultima novita
quindi altri debbiti
alla fine se ti fai i conti l'imprenditore porta a casa qualcosa in piu di un operaio
per gli allumini non ci vogliono i supercentri e altre diavolerie
ma bisogna far funzionare "A CAPA"
UN ABBRACCIO
 

tiemme60

Utente Junior
Professione: Operatore programmatore Cnc
Software: Autocad,mastercam,Hypermill
Regione: Piemonte
#23
salve la mia azienda è specializzata in lavorazioni speciali su allumini (aeronautici e non) e superleghe, attenzione all'alluminio che è si "morbido" ma è anche una brutta bestia da lavorare, io penso che la velocità del mandrino sia il tuo problema minore avendo a disposizione 12000 giri, i trucchetti stanno nell'acquistare speciali frese, il giusto refrigerante alla giusta percentuale di olio (questo sopprattutto incide moltissimo sulla buona riuscita del pezzo) la stabilità e rigiità della macchina, l'attacco portautensile (esculederei categoricamente mandrini a pinza e a forte serraggio) e tanti altri trucchetti, dolce sin fundo anche le strategie che usi nel cam, insomma l'alluminio non è sempre duro come l'acciaio ma ha altre problematiche tutto un mondo diverso dalle comuni lavorazioni
ciao e buon lavoro
Grazie per i consigli,
2 cose non mi sono chiare:
1- il giusto refrigerante e la percentuale ( utilizziamo le macchine per diversi tipi di materiale e non lo cambiamo ogni volta che si passa da un tipo ad un altro)

2-escludendo pinze e mandrini a forte serraggio cosa consigli di usare?
mandrini con calettamento a caldo? oppure altro?

Buon lavoro......sperando che duri per tutti:smile:
 

giannidsg

Utente Junior
Professione: imprenditore
Software: la squadra tonda
Regione: veneto
#24
ciao per quanto riguarda il refrigerante sarebbe ideale acquistare quelli appositi per allumini o uno generico di ottima qualità e lavorare con l'acqua molto grassa, per quanto rigurada la mandrineria il problema sta che con l'alluminio si usano frese con elica a 45° e quindi tenderebbe fortemente ad avvitarsi nel pezzo e sfilarsi dal portautensile, la soluzione sarebbe il weldon ma dato il tipo di accoppiamento stelo-porta ut ha un legggero gioco e quindi non è rigido e ti ovina la fresa, noi usiamo il calettamento a caldo che è rigido e soprattuto per lavorazioni 5 assi i mandrini hanno ingrombri molto ridotti, nello specifico Haimer ha prodotto dei particolari mandrini in collaborazione con iscar dove all'interno del mandrino c'è una sfera piantata in modo radiale e sull'albero della fresa c'è una scanalatura elicoidale questa bella idea serve a far si che quando ho calettato la mia fresa e sincronizzato la sfera interna e la scanalatura della fresa se dovessi spingere eccessivamente con gli utensili e provasse a sfilarsi per effetto della scanalatura elicoidale sx, la fresa si muoverebbe solo rientrando nel porta utensile e quindi senza rovinarti il pezzo o portartelo sotto misura.