• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Modifica di selezione

gargiun

Utente Junior
Professione: Sky-men
Software: Sciolina
Regione: Lombardia
#1
Buongiorno a tutti. :confused:
Vorrei chiedere ad esperti di conf. se fosse possibile modificare il modo in cui catia seleziona gli oggetti, faccio un esempio per chiarire cosa vorrei ottenere:
La Conf. std di catia permette di selezionare + oggetti premendo il tasto ctrl e selezionando con il mouse, io invece vorre che la selezione fosse continua (senza necessità di premere il ctrl) e eventualmente poter deselezionare premendo il tasto shift, trovo questa tecnica più comoda in quanto si seleziona maggiomente di quanto non si deselezioni , e si ha sempre una mano libera magari utilizzabile per la gestione grafica tramite spaceball o altro, otterrei in questo una maggiore produttività non dovendo continuamente spostare la mano dalla tastiera alla spaceball.

Bye.
 
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#2
La soluzione più semplice sarebbe quella di comprare la space boll con tastiera funzionale... www.3dconnexion.com
comunque che io sappia la configurazione della tastiera (per quel che riguarda i tasti fondamentali windows) non può essere modificata.
comunque la selezione delle parti può essere fatta anche tramite trappola (vedi menù selezione)

ciao
 

gargiun

Utente Junior
Professione: Sky-men
Software: Sciolina
Regione: Lombardia
#3
HTML:
comprare la space boll con tastiera funzionale
Abbiamo diversi sistemi di puntamento 3D di cui anche lo spacepilot ma comunque sia tenere premuto il tasto ctrl è sempre una seccatura (sarò di parte ma per quanto riguarda la parte di selezione nx è un passo "forse anche due" più avanti) . Per la selezione mediante trappola si dovrebbero preconfigurare dei filtri, esempio: selezionare solo i cerchi o le linee con deteminato colore ecc. anche qui (a mio avviso) tante possibilità ma poca efficacia nel poter selezionare solo quello che si vuole.

P.S. Scusate oggi non digerisco Dassault :mad:
P.P.S. Si la mia intenzione era proprio riconfigurare la modalità di selezione.

Ciao e grazie ferrizio ti auguro una buona serata.
 
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#4
la cosa che trovo più curiosa di questa cosa e che l'uso della tastiera e conforme a tutte le utiliy windows, per cui la selezione degli oggetti rispecchia la metodologia che utilizzeresti usando excel, word o fotoshop e così via.

ciao
 

gargiun

Utente Junior
Professione: Sky-men
Software: Sciolina
Regione: Lombardia
#6
HTML:
selezione degli oggetti rispecchia la metodologia che utilizzeresti usando excel, word o fotoshop
Ciao ferrezio, il fatto che catia usi un'interfaccia 99% win non significa che sia funzionale , sopattutto se si riferisc ad un cad, dove le selezioni sono veramente tante durante una sessione di lavoro, e ti garantiso che selezionare con ug è veramente facile e veloce (se lo provi ti innamori):biggrin:
Scherzo!

HTML:
Cos'è che allora preferisci
Ciao stef_design.
Indubbiamente Ug , non ci sono paragoni riguardo all'interfacci utente ed alla parte di modellazione solida compresa tutta la parte di gestione parametrica vincoli schizzi ecc. , (penso di essere di parte comunque, visto che ug lo uso dal 92 ed oramai mi sono inquadrato a quel tipo di interfaccia)comunque per amor del vero catia e superiore nella parte superfici.

P.S. Mi piacerebbe che altri utenti che utilizzano entrambi i Sw citati diano una loro impressione a riguardo, non si sa mai, potrebbero emergere opinioni contrastanti ed in quel caso mi fare consigliare al meglio da loro.

P.P.S. Se vi capita di utilizzare o di provare ug ditemi cosa ne pensate a riguardo.
 

torniaccio

Utente Standard
Professione: Tra un'interruzione e l'altra modello qualcosa, ma cosa?
Software: CatiaV5 ProE AutoCAD Inventor 2013 64bit
Regione: Lazio
#7
.... strano che UGoA ancora non si sia fatto vedere .... cmq sapendo che immancabilmente interverra .... Ciao UGoA! Tutto bene?:biggrin:
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#8
Ciao stef_design.
Indubbiamente Ug , non ci sono paragoni riguardo all'interfacci utente ed alla parte di modellazione solida compresa tutta la parte di gestione parametrica vincoli schizzi ecc. , (penso di essere di parte comunque, visto che ug lo uso dal 92 ed oramai mi sono inquadrato a quel tipo di interfaccia)comunque per amor del vero catia e superiore nella parte superfici.

P.S. Mi piacerebbe che altri utenti che utilizzano entrambi i Sw citati diano una loro impressione a riguardo, non si sa mai, potrebbero emergere opinioni contrastanti ed in quel caso mi fare consigliare al meglio da loro.

P.P.S. Se vi capita di utilizzare o di provare ug ditemi cosa ne pensate a riguardo.
Ciao, io personalmente conosco NX per sentito dire e per le interessanti discussioni che leggo nel forum. Da quello che ho visto e sentito mi sono fatto un'idea molto molto positiva del programma. Spero un giorno di poterlo usare:smile:
Al lavoro abbiamo un progettista, ex NX3, il quale mi dice che si trovava meglio con NX. Sia come stabilità, interfaccia e modellazione. No come drawing!! A dir il vero se noti, negli ultimi anni, molte aziende hanno lasciato o "snobbato" Catia a favore di NX. Ci sarà un perchè (sicuramente il fattore $ è importante).
Comunque da ex SW e ProE, quando mi sono avvicinato al mondo Catia ogni giorno scoprivo cose nuovi e soprattutto mi è piaciuto per la velocità e flessibilità nelle modifiche. Un pò meno la visualizzazione e manipolazione (zoom,pan,ruota) del modello.
ciao
P.S: magari qualche utente di tutti e due i CAD può avere più argomentazioni.
 

gargiun

Utente Junior
Professione: Sky-men
Software: Sciolina
Regione: Lombardia
#9
HTML:
No come drawing!!
stef_design Ti quoto al 100% :finger:
Catia nella parte drawin e molto più completo e veloce (soprattuto con modelli di superfici non ha nessun problema, cosa che invece ug non digerisce, ricordo che tempo fa creai una messa in tavola con nx4 l'elaborazione della vista in sezione richiedeva circa 17min di calcolo che si concludeva con un errore quindi niente di fatto , riprovai più volte cambiando la posizione dei tagli di sezione ma anche così non riuscii ad elaborare la vista, (l'errore è divetato un PR ma da allora tutto tace) decisi di eseguire la tavola con catia v5r17 calcolo della sezione poco meno di 20secondi (una bella diffrenza) in più la sezione veniva esegiuta correttamente , che dire un'alto pianeta.
Sulla stabilità non ho mai avuto grossi problemi nemmeno con catia anzi forse meno che con ug, questi sempre per motivi di sheda grafica.
Con catia eseguiamo assiemi molto grossi e con file di grandi dimensioni eppure posso contare sulle dita di una mano le volte in cui mi ha dato errori, con ug invece il problema della scheda video una ati, mi ha fatto maledire il giorno che l'ho acquistata, mi ha sempre dato problemi ed è la causa ti tutti i crash che ho avuto con nx.
Comunque sia non capisco perchè entrambi non si copino (spudoratamente) le parti migliori, se si tenesse il meglio dei 2 sw avremmo davvero uno strumento formidabile, ma come è già noto a molti gli utente non vengon c...ati da nessuno se non hanno un sacco di $ per suscitare l'interesse del software huose.

Come da te citato anche la gestione grafica e migliore in ug soprattutto se si utilizzano strumenti come Spaceboll o altro, in ug sono veramente integrati alla perfezione mentre in catia ci sono ancora dei problemi in diverse situazioni, ed anche l'utilizzo normale è meno fluido che in ug.

Ora vi saluto e vi auguro una buona serata,in attesao che altri conoscitori dei due sistemi dicano la loro

P.S. UoA Quando hai finito di mangiare il panettone offerto dalla siemens :biggrin: raccontaci la tua opinione, siamo ansiosi in merito (soprattutto se non di parte come sempre dimostri).
bye.
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#10
Ti chiedo un'ultima cosa. Come modellazione solida e operazioni booleane come le trovi in Catia?!? Ti piace il discorso dei Body che puoi relimitare o aggiungere a piacimento?!? Secondo me si riescono a costruire matematiche davvere complesse senza ricorrere alle superfici.
Un'altra cosa, che ho fatto fatica ad abituarmi, è il continuo cambio da un ambiente all'altro (es: da surface design a part design). Potevano inglobare solidi e superfici insieme (come ProE).
Inoltre Catia non permette di sezionare l'oggetto in ambiente Part Design e i normalizzati (viti, dadi, rosette) non riconoscono i vincoli di accopiamento quando li trascini, ad esempio, sopra un foro:frown:
ciao:smile:
 

gargiun

Utente Junior
Professione: Sky-men
Software: Sciolina
Regione: Lombardia
#11
Per la parte di modellazione solida come ti avevo anticipato preferisco ug, è più snello nella gestione delle singole feauture, mentre per quanto riguarda i body dopo essersi abituati non posso dire che mi dispiacciano, le operazioni in questo modo sono esplicite (eventualmente la seccatura è ricordarsi di attivare il body prima di iniziare nuove operazioni su di esso) riguardo alla complessità non trovo differenze anche con altri sw dove si possono eseguire feauture che sono fine a se stesse al fine di usarle come tools per aggiungere o togliere materiale.
Concordo su fatto che cambiare ambiente sia fastidioso, ma temo che visti i moduli presenti non si possa fare a meno di avere vari ambienti, semmai unirei l'ambiente delle parte solida e della parte superfici visto che l'uno non può fare a meno dell'altro, ed in questo modo sarebbe più omogeneo lo svolgimento del lavoro stesso, visto che nella maggior parte delle attività di modellazione è proprio con questi moduli che si eseguono continuamente i continui passaggi d'ambiente.
L'assemblaggio pur essendo veramente completo non ha dei comadi di posizionamento diretto dei componeti, l'utente o li posiziona approssimativamente oppure è obbligato a vinvolarli, sarebbero sufficienti due comandi, traslazione e rotazione utilizzandoli con gli snap sui punti e si assemblerebbe tutto in pochissimo e la parte di vincoli sarà a discrezione dell'utente.
La parte che pià mi manca di più quando uso catia è la mancanza delle modellazione diretta, anche qui pochi comandi e la vita ti sorride, esempi stupidi: spostare un foro , una tasca o una nervatura modificare il valore di un raccordo una faccia uno sformo, queste semplici operazione che capitano di sovente a chi esegue engineering fanno risparmiare molto tempo senza la necessita di modellazione, è chiaro che si prestano maggiormente a matematiche importate oppure a particolari molto complessi dove la ricerca della feauture per una modifica è gia dispendiosa di suo , figuriamoci se questa ha figli che si modificano in base ad essa, con rischi di modificare ciò che non si sarebbe dovuto se non si ponesse estrema attenzione.

Be ora ti saluto stef_design altrimeti ti addormeti prima di finire il messaggio :biggrin:

Ciao e alla prossima.
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#12
La parte che pià mi manca di più quando uso catia è la mancanza delle modellazione diretta, anche qui pochi comandi e la vita ti sorride, esempi stupidi: spostare un foro , una tasca o una nervatura modificare il valore di un raccordo una faccia uno sformo, queste semplici operazione che capitano di sovente a chi esegue engineering fanno risparmiare molto tempo senza la necessita di modellazione, è chiaro che si prestano maggiormente a matematiche importate oppure a particolari molto complessi dove la ricerca della feauture per una modifica è gia dispendiosa di suo , figuriamoci se questa ha figli che si modificano in base ad essa, con rischi di modificare ciò che non si sarebbe dovuto se non si ponesse estrema attenzione.
No no non mi fai addormentare...anzi, sono interessato a questo confronto:finger:
Ma il direct modeling di NX non coinvolge anche i figli di una funzione?! Ad esempio, se muovo un foro e questo era costruito prendendo come riferimenti una tasca, solo il foro si muove senza coinvolgere altre funzioni (tipo la tasca):confused:
 

gargiun

Utente Junior
Professione: Sky-men
Software: Sciolina
Regione: Lombardia
#13
HTML:
No no non mi fai addormentare...anzi
Vista l'ortografia mi sa proprio che ero io ad avere sonno :tongue:

Esatto il direct medeling non coinvolge nessuna feauture, si limita ad eseguire l'operazione richiesta inserendola nell'albero, io per ora uso la nx3 o nx4 , in nx5 oppure nx6 è stato fatto un ulteriore passo avanti che per ora non avendo testato non ti descrivo, inizierò ad usare la 6 per i progetti interni nella primavera prossima ed allora non mancherò di informanti (mentre la 5 la salto a piè pari è na schif..a) generalmente gli studi sono allineati ai loro clienti che come sempre rimangono fedeli alle release che dimostrano buona stabilità, rimandando gli upgrade il più a lunzo possibile, non solo per scetticismo ma soprattutto per il costo dell'investimento d'aggiornamento che il più delle volte prevede anche la sostituzione dell'hardware (così come capiterà a chi passera dalla Nx3/ 4 alla 6 dove una presunta installazione sulla vecchia stazione che non sarebbe più performante ne usabile (tanto meno certificata) obbligherebbe di fatto all'acquisto in una nuova ws, in pratica ti verrebbe il latte alle ginocchia, il perchè del degression performance te lo lascio immaginare) con il passaggio di release si devono predisporre anche corsi di formazione (con grande piacere di Uoa :biggrin:) i quali non sono di certo indolori, ed a tutto questo si deve prevedere una collaborazione con la sw house che riconfigurerà i pacchetti di check ed eventuali pdm ,plm, detto questo diviene chiaro il perchè non si eseguono tutti gli aggionamenti.

Ciao e Buona domenica.
 
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#14
Concordo su fatto che cambiare ambiente sia fastidioso, ma temo che visti i moduli presenti non si possa fare a meno di avere vari ambienti, semmai unirei l'ambiente delle parte solida e della parte superfici visto che l'uno non può fare a meno dell'altro, ed in questo modo sarebbe più omogeneo lo svolgimento del lavoro stesso, visto che nella maggior parte delle attività di modellazione è proprio con questi moduli che si eseguono continuamente i continui passaggi d'ambiente.
se vuoi un ambiente personalizzato te lo puoi sempre creare sotto strumenti parsonalizza e insetire le tue toolbar a piacimento.

L'assemblaggio pur essendo veramente completo non ha dei comadi di posizionamento diretto dei componeti, l'utente o li posiziona approssimativamente oppure è obbligato a vinvolarli, sarebbero sufficienti due comandi, traslazione e rotazione utilizzandoli con gli snap sui punti e si assemblerebbe tutto in pochissimo e la parte di vincoli sarà a discrezione dell'utente.
il posizionamento diretto dei componenti lo puoi ffetuare in diversi, modi uno è l'uso del posizionamento tramite snaap, poi per quanto riguarda le trasformazioni si deve utilizzarela bussola tamite il suo pannello di trasformazione locale o secondo il sistema di riferimento assoluto.

La parte che pià mi manca di più quando uso catia è la mancanza delle modellazione diretta, anche qui pochi comandi e la vita ti sorride, esempi stupidi: spostare un foro , una tasca o una nervatura modificare il valore di un raccordo una faccia uno sformo, queste semplici operazione che capitano di sovente a chi esegue engineering fanno risparmiare molto tempo senza la necessita di modellazione, è chiaro che si prestano maggiormente a matematiche importate oppure a particolari molto complessi dove la ricerca della feauture per una modifica è gia dispendiosa di suo , figuriamoci se questa ha figli che si modificano in base ad essa, con rischi di modificare ciò che non si sarebbe dovuto se non si ponesse estrema attenzione.
Puoi sempre lavorare in modalità esplicita con il sisstema basta che rendi attiva la funzione inserisci un riferimento.
e' sbagliato dire che non puoi modificare un feature in maniera diretta, perchè in qualsiasi moento puoi isolare i vincoli pardre\figlio, e muovere la stessa imponendo dei vicoli 3d, oppure in caso di isolamento del piano di schizzo puoi muovere l'elemento tramite la bussola.
e dopo questo puoi sempre ricondizionare il posizionamento.
comuque rimane sempre a monte l'opportunitàdi modificare il posizionamento o le caratteristiche del foro visualizzado i solo parametri che la definiscono.
per quel che riguarda la ricerca basta usare correttamente il comando Centra e Centra grafo, la sua corretta interpretazione dipede solo dalla correttezza con cui selezioni l'elemento (es se tocchi una perete sformata di un cilindro questa punterà alla feature sformo, ma se selezioni la faccia di testa, questo ti punterà la feature cilindro).

ciao
 

gargiun

Utente Junior
Professione: Sky-men
Software: Sciolina
Regione: Lombardia
#15
Ciao Ferrezio, anche se in ritardo Auguro Buon Anno a tutti.


Posizionamento diretto dei componenti lo puoi ffetuare in diversi, modi uno è l'uso del posizionamento tramite snaap, poi per quanto riguarda le trasformazioni si deve utilizzarela bussola tamite il suo pannello di trasformazione locale
L'uso della Bussola non l'ho mai capito quindi mai usato, (non mi sembra nemmeno intuitivo, forse è una mia lacuna) mi spieghi in quale contesto la si usi ed a quale scopo, come e in che modo posizioni i componeti tramite essa.
Selezionando la bussola noto che lo space pilot non gestisce più la grafica ma la bussola è corretto oppure è un errore.

Dissento da quanto detto sulla modellazione diretta, modificare una feauture implica che il modello sia stato costruito con lo stesso sw (non importato), mentre le modifiche eseguite tramite la modellazione diretta muovono la regione indicata in una nuova posizione rispettandone i voncoli dati, indipendentemente dal sw utilizzato per la costruzione, comunque, modificare una zona del modello creato con varie feauture basate su schizzi spero mi confermerai che è molto più complesso che gestirlo direttamente fregandotene di come è stato costruito .

Per quanto riguarda l'albero delle feauture posso dirti che è vero quanto dici ma che in alcune situazioni la feauture che cerchi la trovi solo chiedendo la storia della stessa (padri/figli).
Ti faccio lo stesso esempio che hai fatto tu, creo un clinindro, eseguo uno sformo sulla faccia cilindrica unisco il cilindro al corpo principale ed ora eseguo uno sformo sulla/e faccia/e di testa (classico basamento motore) come vedi la feauture principale non la riesci più a selezionare perchè la forma originale di costruzione è stata completamente modificata e fusa in un altro corpo.



Ringraziandoti aticiparamente per qualsiasi consigli tu voglia darci, ti saluto augurandoti buona giornata.
 
Professione: Progettista meccanico
Software: Catia, Think3
Regione: Marche
#16
Ciao gargiun
e buon anno anche a te

L'uso della Bussola non l'ho mai capito quindi mai usato, (non mi sembra nemmeno intuitivo, forse è una mia lacuna) mi spieghi in quale contesto la si usi ed a quale scopo, come e in che modo posizioni i componeti tramite essa.
la bussola viene usata per pe trasformazioni, sia in ambiente part che in ambiente product (io prevalentemente la uso in quest'ultimo).
quando si vuole effettuare delle traformazione senza mentenere memoria di queste, basta attivare l'opzione (tasto dx su bussola/"aggancia l'oggetto selezionato"), dopo di che selezionando con il puntatore gli elementi da traslare (bussola verde) doppio clik su di essa si a per il pannello di controllo della bussola.
comunque lavorando in ambiente assembly per il posizionamento delle parti preferisco gli snaps

Selezionando la bussola noto che lo space pilot non gestisce più la grafica ma la bussola è corretto oppure è un errore.
lo uso anche io lo space pilot e non è un errore, i controlli di traslazione si spostano sulla bussola.

Dissento da quanto detto sulla modellazione diretta, modificare una feauture implica che il modello sia stato costruito con lo stesso sw (non importato), mentre le modifiche eseguite tramite la modellazione diretta muovono la regione indicata in una nuova posizione rispettandone i voncoli dati, indipendentemente dal sw utilizzato per la costruzione, comunque, modificare una zona del modello creato con varie feauture basate su schizzi spero mi confermerai che è molto più complesso che gestirlo direttamente fregandotene di come è stato costruito .
ogni metodo ha i suoi pregi e difetti, io mi sono abituato alla modifica delle parti attraveso la modifica dei parametri di una feature, altri preferisco il metodo taglia e cuci, comunque vada il risultato fondamentale è fare la modifica.
quello che aggiungo è che con V5 ci sono buone funzioni per lavorare in entrambi i metodi.

Per quanto riguarda l'albero delle feauture posso dirti che è vero quanto dici ma che in alcune situazioni la feauture che cerchi la trovi solo chiedendo la storia della stessa (padri/figli).
Ti faccio lo stesso esempio che hai fatto tu, creo un clinindro, eseguo uno sformo sulla faccia cilindrica unisco il cilindro al corpo principale ed ora eseguo uno sformo sulla/e faccia/e di testa (classico basamento motore) come vedi la feauture principale non la riesci più a selezionare perchè la forma originale di costruzione è stata completamente modificata e fusa in un altro corpo
.

Più il modello diventa complesso più devono valere le capacità dell'operatore nel riconoscere la cronistoria del modello, e ovvio che ti devi avvelere anche delgli altri strumenti (tipo padri/figli o "visualizza il grafo cronologico") perchè nella modellazione basata su feature non potresti fare altrimenti.
personamlmente per esperienza (alberi con oltre 500 body) più l'albero è ramificato, più ricercare la modifica e modificare è semplice.

Ciao
 

torniaccio

Utente Standard
Professione: Tra un'interruzione e l'altra modello qualcosa, ma cosa?
Software: CatiaV5 ProE AutoCAD Inventor 2013 64bit
Regione: Lazio
#17
OOH! Finalmente trovo qualcun'altro che opera felicemente con lo Space Pilot!!!

CMQ:

La funzione muovi il modello con il manipolatore è disattivabile da opzioni>realtà virtuale>sposta manipolatore con periferiche 3D

Modellare con più body e con albero orizzontale è una vecchia eredita degli utenti V4 e per parti complesse non è da sottovalutare. Esistono 'n' modi di modellare una parte, la migliore è qulla che tiene conto della complessita della parte in vista di ulteriori revisioni, delle persone che ci dovranno poi mettere mano, del tempo.

Ciao!
 

gargiun

Utente Junior
Professione: Sky-men
Software: Sciolina
Regione: Lombardia
#18
Ciao Ferrezio, grazie per la spiegazione , non mancherò di provare ad utilizzare lo strumento come da te indicato, oltre ad un ringraziamento il caffè e d'obbligo :finger:


Grazie anche a te tornaccio, io non voglio disattivare la manipolazione 3D con lo space pilot ma vorrei se possibile che quando attivo la bussola ma manipolazione 3D continui ad essere attiva sul modello e non sulla bussola.

P.S. Ho un'ultima richiesta (a dire la verità me avrei un'infinità, per ora Vi ringrazio ulteriormente se siuscste a risolvermi quest'ultima), mi sapreste indicare qualè la variabile che definisce l'unità in cui il sistema punta quando si seleziona file -> apri, (ho un sever sul quale risiedono tutte le commesse e vorrei puntare direttamente ad esso con il comado apri o file nuovo).

Thanks of all.
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#19
P.S. Ho un'ultima richiesta (a dire la verità me avrei un'infinità, per ora Vi ringrazio ulteriormente se siuscste a risolvermi quest'ultima), mi sapreste indicare qualè la variabile che definisce l'unità in cui il sistema punta quando si seleziona file -> apri, (ho un sever sul quale risiedono tutte le commesse e vorrei puntare direttamente ad esso con il comado apri o file nuovo).

Thanks of all.
Ciao, intendevi QUESTO?!
 

gargiun

Utente Junior
Professione: Sky-men
Software: Sciolina
Regione: Lombardia
#20
Ciao Stef, non penso che i DLNAME sia la soluzione ideale, di fatto lo dovrei cambiare ad ogni nuovo lavoro, io più semplicemente vorrei che il sistema in fase di richiesta file nuovo mi apra in automatico il percorso (path).
Ti facci un esempio pratico, apro catia, dal menu seleziono apri il sistema apre la maschera "seleziona file" (con una serie di opzioni, di cui Documenti, Desktop, Risorse, Rete) ecco! a questo punto io vorrei che si posizionasse diretamente in H:\dir..\ ecc.. ecc.. .
Penso sia una regola comune a tutti coloro hanno un server e salvano il lavorano su di esso.


Bye :smile: