Modellazione nel contesto e metodo di lavoro per studi

turcoli

Utente poco attivo
Professione: Progettista meccanico
Software: autocad Mech - NX
Regione: Lombardia
#1
Buongiorno a tutti; sono un progettista meccanico con circa 20 anni di esperienza in ambiente 2D (autocad Mech). In azienda stiamo implementando il 3D (NX) ; ho frequentato un corso base , ma ho alcune forti perplessita' sul metodo di approccio;

Premessa: l'azienda in cui lavoro costruisce grossi impianti siderurgici, composti da decine di macchinari . Gli impianti hanno estenzioni di circa 500mt x 100mt.
In azienda (circa 25 progettisti) eseguiamo solo studi ora in ambiente 2d, la dettagliatura e la messa in tavola e' eseguita estenamente da UT esteni; controlliamo al rientro i lavori ed inseriamo nel PLM.
I tempi di sviluppo richiesti (2d) sono molto serrati (pochi mesi per tutto l'impianto);
molti macchinari sono modifiche di esistenti, altri vengono ogni volta pesantemente stravolti ; spesso sono nuovi causa richieste dei clienti.
Mediamente le singole macchine sono composte da 150-200 componenti , piu' i commerciali (viti, motorid,....)

Adesso arrivo al dunque:

1)Dal corso fatto e dai vari filmati trovati su internet, vedo sempre modellare i componenti singoli e quasi mai nel contesto; la ns esigenza e' quella di generare pezzo su pezzo, spesso partendo da un concept completamente diverso dal risultato finale; con autocad le modifiche sono molto veloci; spesso in 1 giorno vengono generate diverse opzioni di soluzione meccanica completamente diverse; con il 3d (premetto che non ho assolutamente familiarita' con lo strumento) solo per disegnare 2 componenti ( magari 2 carpenterie composte da lamiere, tubi..) ci metto 1 giorno; con il 2d avrei gia' finito uno studio di fattibilita' . Come prima impressione non mi sembra sostenibile dal punto di vista del tempo di evasione commessa. Avete commenti al riguardo?

2) Esistono metodi o ambienti per eseguire studi di layout macchina in NX? (magari una prima fase solo 2d)

3) Solo per mettere i vincoli perdo un sacco di tempo


Chiedo gentilmente consigli su come rendere sostenibile l'implementazione del 3d senza diminuire la il livello di produttivita' attuale;

Preciso che potrebbe non essere un problema il volume di ore necessario dopo lo studio (e' questione di ore uomo in un certo tempo, aumenteremmo eventualmente il potenziale in dettagliatura e assiemaggio per mantenere le attuali tempistiche). Il problema e' mantenere lo stessa produttivita' in fase di studio , in quanto tale fase viene gestita da 1 solo uomo per macchina, in quanto e' necessario il controllo completo da parte di 1 persona al fine di minimizzare al massimo i tempi; ad esempio 60 macchine (40% uguali a imp. precedenti, 40% da modificare, 20% nuovi o pesantemente modificati) a 3-4 progettisti per impianto da evadere in 3-4 mesi.

attendo gentilmente commeni o suggerimenti di approccio

Grazie mille
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#2
Buongiorno a tutti; sono un progettista meccanico con circa 20 anni di esperienza in ambiente 2D (autocad Mech). In azienda stiamo implementando il 3D (NX) ; ho frequentato un corso base , ma ho alcune forti perplessita' sul metodo di approccio;

Premessa: l'azienda in cui lavoro costruisce grossi impianti siderurgici, composti da decine di macchinari . Gli impianti hanno estenzioni di circa 500mt x 100mt.
In azienda (circa 25 progettisti) eseguiamo solo studi ora in ambiente 2d, la dettagliatura e la messa in tavola e' eseguita estenamente da UT esteni; controlliamo al rientro i lavori ed inseriamo nel PLM.
I tempi di sviluppo richiesti (2d) sono molto serrati (pochi mesi per tutto l'impianto);
molti macchinari sono modifiche di esistenti, altri vengono ogni volta pesantemente stravolti ; spesso sono nuovi causa richieste dei clienti.
Mediamente le singole macchine sono composte da 150-200 componenti , piu' i commerciali (viti, motorid,....)

Adesso arrivo al dunque:

1)Dal corso fatto e dai vari filmati trovati su internet, vedo sempre modellare i componenti singoli e quasi mai nel contesto; la ns esigenza e' quella di generare pezzo su pezzo, spesso partendo da un concept completamente diverso dal risultato finale; con autocad le modifiche sono molto veloci; spesso in 1 giorno vengono generate diverse opzioni di soluzione meccanica completamente diverse; con il 3d (premetto che non ho assolutamente familiarita' con lo strumento) solo per disegnare 2 componenti ( magari 2 carpenterie composte da lamiere, tubi..) ci metto 1 giorno; con il 2d avrei gia' finito uno studio di fattibilita' . Come prima impressione non mi sembra sostenibile dal punto di vista del tempo di evasione commessa. Avete commenti al riguardo?

2) Esistono metodi o ambienti per eseguire studi di layout macchina in NX? (magari una prima fase solo 2d)

3) Solo per mettere i vincoli perdo un sacco di tempo


Chiedo gentilmente consigli su come rendere sostenibile l'implementazione del 3d senza diminuire la il livello di produttivita' attuale;

Preciso che potrebbe non essere un problema il volume di ore necessario dopo lo studio (e' questione di ore uomo in un certo tempo, aumenteremmo eventualmente il potenziale in dettagliatura e assiemaggio per mantenere le attuali tempistiche). Il problema e' mantenere lo stessa produttivita' in fase di studio , in quanto tale fase viene gestita da 1 solo uomo per macchina, in quanto e' necessario il controllo completo da parte di 1 persona al fine di minimizzare al massimo i tempi; ad esempio 60 macchine (40% uguali a imp. precedenti, 40% da modificare, 20% nuovi o pesantemente modificati) a 3-4 progettisti per impianto da evadere in 3-4 mesi.

attendo gentilmente commeni o suggerimenti di approccio

Grazie mille
Mi sembra che usate nel 3d una metodica diversa dal 2d: sul 2d fate i layout di massima e poi fate sviluppare fuori la progettazione, invece da come scrivi sembra che sul 3d vuoi definire tutto e subito. Cosi' vi trovate a definire il cordone di saldatura del soppalco pedonale quando ancora non sapete bene come sara' l'impianto!

Hai pensato a lavorare in maniera schematica anche in 3d, ossia disegnando semplici solidi indicativi e poi lasciando la progettazione esecutiva all'esterno come fate adesso? Io al tuo posto affiderei ad un progettista esperto la stesura di un layout in 3d, con un piano che rappresenta il pavimento dello stabilimento del cliente con le colonne, le porte, il carroponte etc etc, e poi definirei vari solidi semplificati che indichino le varie funzioni dell'impianto. Poi ogni progettista usera' questo master per posizionare al suo interno la macchina di propria compentenza, Alla fine vedrai l'assieme padre (il documento master di cui sopra) crescere pian piano con tutte le macchine contenute al suo interno. Ho dei clienti che lavorano cosi' ed i risultati possono essere validi, anche se con il 3d far fare progettazione e dettagliatura all'esterno e poi reinserirla nel sistema e' una cosa molto complessa, se non obbligate i vostri fornitori a prendere lo stesso cad e lo stesso pdm prevedo disastri....

Poi non conosco quasi per niente NX e se l'avete gia' comprato pazienza. Altrimenti io ho visto lavorare molto bene, su linee anche complesse, il Creo Direct/Modeling (non il Creo Direct semplice che e' un'altra cosa): in fase di pre-studio e' ottimo perche' integra abbastanza bene il 3d con le geometrie 2d, ed inoltre permette molto rapidamente la valutazione di alternative progettuali.

Come nota generale, una volta presa la pratica col 3d poi non si torna piu' indietro, perche' i vantaggi sia in precisione che in tempisitica (anche se adesso puo' sembrarti strano) sono enormi, ma va capito bene come usare lo strumento.
 

Allegati

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#3
Qui la questione non è "NX", ma è il "3D".
Avrei molti commenti da fare... alcuni in ordine sparso:
- Un 3D va giudicato sulla globalità della commessa non sulla disegnazione, altrimenti un 2D sarà sempre più veloce di un 3D, specialmente nella meccanica. Il DMU? Il CAE? Le modifiche? Le analisi dimensionali?
- un 3D può fare gli studi in 2D... io lo faccio spesso, anzi... sempre. e il 2D in uno strumento come NX è l'ambiente di sketch.
- Uno studio può essere fatto con un misto di 2D e 3D

Un pò difficile darti dei consigli così... su un forum... dovremmo vederci e parlarne, davanti ad NX.