Modellazione Esplicita

CADUSER

Utente poco attivo
Professione: tecnico
Software: nessuno
Regione: italia
#1
Una domanda, siccome devo trattare l'acquisto:

vorrei sapere secondo voi, con un parere oggettivo,
quali posso essere le limitazioni di una modellazioni di questo tipo
in quanto prima di parlarne con un rivenditore
vorrei confrontarmi con utenti esperti.
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#2
Se n'è parlato fino allo sfinimento, ci sono i pro e i contro nella modellazione esplicita rispetto a quella parametrica associativa e feature based.
Dipende molto che tipo di prodotto sviluppi e ingegnerizzi.
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#3
I vantaggi del contestuale (sono tradizionalista) sono innumerevoli, gli svantaggi, pochi, trascurabili e strumentalmente enfatizzati dai "malati" di "parastrubbalite"!
:smile:

P.S.: ti assicuro che sono imparziale e assolutamente obiettivo, chiedi in giro.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#5
Una domanda, siccome devo trattare l'acquisto:

vorrei sapere secondo voi, con un parere oggettivo,
quali posso essere le limitazioni di una modellazioni di questo tipo
in quanto prima di parlarne con un rivenditore
vorrei confrontarmi con utenti esperti.

Vai a vedere l'archivio, come diceva Ozzy, comunque cosi' su due piedi:


Vantaggi: modelli molto leggeri per cui il cad riesce a caricare assiemi enormi che con un parametrico te li sogni, sei facilitato a modificare modelli che non hai fatto tu dei quali non conosceresti la logica con cui erano stato modellati da qualcun altro).

Svantaggi: scarsissimo controllo sulla precisione dei modelli, (quasi) impossibilita' di associare funzioni a features (esempio: un ingranaggio che automaticamente cambi diametro quando da tastiera gli dai l'input del numero dei denti), Modeling in genere non ha i vincoli di assieme.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#6
P.S.

visto che devi parlare col venditore, controlla bene quali moduli ti servono. Io avevo trattato l'acquisto un paio d'anni fa e servivano moduli aggiuntivi anche per le cose piu' banali, come ad esempio generare la distinta base.

Magari adesso con PTC le cose sono cambiate, ma meglio che ti informi.
 

reb_bl

Utente Standard
Professione: Far sì che gli altri abbiano qualcuno a cui rivolgere i propri insulti
Software: .
Regione: .
#7
Una domanda, siccome devo trattare l'acquisto:

vorrei sapere secondo voi, con un parere oggettivo,
quali posso essere le limitazioni di una modellazioni di questo tipo
in quanto prima di parlarne con un rivenditore
vorrei confrontarmi con utenti esperti.
Guarda, passare alla modellazione esplicita è stata una delle cose più belle del 2011 :biggrin:
Scherzi a parte, quoto in toto i posts sopra, per dirla "esplicitamente" se fai prodotti in serie, vanno benissimo i parametrici, se devi fare prototipi (ed anche altro che sia soggetto a molte modifiche) usa il contestuale.
Non so le differenze dei costi, non mi compete anche se sarei curioso di conoscere le cifre (anche spannometriche), posso però dirti che adesso le modifiche "non mi fanno più paura" :tongue:
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#8
Vai a vedere l'archivio, come diceva Ozzy, comunque cosi' su due piedi:


Vantaggi: modelli molto leggeri per cui il cad riesce a caricare assiemi enormi che con un parametrico te li sogni, sei facilitato a modificare modelli che non hai fatto tu dei quali non conosceresti la logica con cui erano stato modellati da qualcun altro).

Svantaggi: scarsissimo controllo sulla precisione dei modelli, (quasi) impossibilita' di associare funzioni a features (esempio: un ingranaggio che automaticamente cambi diametro quando da tastiera gli dai l'input del numero dei denti), Modeling in genere non ha i vincoli di assieme.
Direi che con le tecniche di Lightweight e di Streaming questo vantaggio proprio non esiste.

Per il resto è tutto corretto...
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
#9
Direi che con le tecniche di Lightweight e di Streaming questo vantaggio proprio non esiste.

Per il resto è tutto corretto...
ciao Beppe, ma le tecniche di lightweight e streaming cosa sarebbero di preciso? Il lightweight può essere paragonato alla parte o assieme semplificato che c'è in solid edge? ...o è una chicca di NX.

ciao
 

Superguido

Utente Standard
Professione: Scienziato
Software: Creo, Solidgenius
Regione: emilia
#10
Ovviamente dipende da cosa disegni, se fai una cassettiera standard che cambia le sue dimensioni o se tutto il giorno giochi a cambiare il numero di denti ad un ingranaggio il parametrico è perfetto, per tutto il resto c'è Modeling (Creo Elements Direct Modeling) se usi il dinamico tutto il resto sembra preistoria.
Comunque l'argomento è stato ampiamente dibattuto in passato e non sempre con termini ortodossi, sono state fatte sfide ecc....
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#11
per tutto il resto c'è Modeling (Creo Elements Direct Modeling) se usi il dinamico tutto il resto sembra preistoria.
Adesso che uso il dinamico, avrei un'idea diversa su cosa sia preistoria.... :biggrin:
 

Superguido

Utente Standard
Professione: Scienziato
Software: Creo, Solidgenius
Regione: emilia
#12
comunque caccia stanno tutti andando in quella direzione....un motivo ci sarà, non dico che proprio su tutto sia meglio, ma nella maggior parte dei casi abbatte la tempistica
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#13
comunque caccia stanno tutti andando in quella direzione....un motivo ci sarà, non dico che proprio su tutto sia meglio, ma nella maggior parte dei casi abbatte la tempistica
rimango di questa idea, che mi ero gia' fatto tempo fa:

e' piu' facile da usare, ma ti porta meno lontano....

P.S. Gli altri stanno diventando contestuali, ma stanno mantenendo la parametricita' (e soprattutto la possibilita' di lavorare su schizzi e quote guida), c'e' una certa differenza.
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#15
Dopo aver usato approfonditamente la ST direi che è un ottimo sistema per la "Meccanica", intendendo per "meccanica" la gestione di "macchine".
... quindi:
- modelli senza troppe spoglie
- modelli senza troppi raccordi, specialmente se accavallati uno all'altro o che "mangiano" le facce di riferimento
- modelli senza geometrie a doppia curvatura
Per il resto, quando la modellazione si fa un pò più "tosta" lo vedo di applicabilità abbastanza difficile.

e credo che anche con OSD la situazione non sia troppo diversa.

Sulla meccanica, invece, va effettivamente come un treno...
I clienti NX però hanno "paura" di questa tecnologia: un pò come se usassero il prodotto senza "paracadute"... non so come spiegarvi.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#16
Sulla meccanica, invece, va effettivamente come un treno...
I clienti NX però hanno "paura" di questa tecnologia: un pò come se usassero il prodotto senza "paracadute"... non so come spiegarvi.
E' normale, quando uno e' abituato a "imbullonare" tutto il modello, non gli va di mettersi a lavorare con la metodologia "lascio la scatola qui' sulla scrivania e domattina la ritrovo dove l'ho lasciata...".

Il progettista cocreate e' sicuro che al mattino dopo la ritrovera' nello stesso posto e con la stessa forma, il progettista parametrizzato avra' paura che nella notte cadra' dal tavolo, o si trasformera' in sfera o altre amenita' del genere.... :biggrin:
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#17
Dopo aver usato approfonditamente la ST direi che è un ottimo sistema per la "Meccanica", intendendo per "meccanica" la gestione di "macchine".
... quindi:
- modelli senza troppe spoglie
- modelli senza troppi raccordi, specialmente se accavallati uno all'altro o che "mangiano" le facce di riferimento
- modelli senza geometrie a doppia curvatura
Per il resto, quando la modellazione si fa un pò più "tosta" lo vedo di applicabilità abbastanza difficile.

e credo che anche con OSD la situazione non sia troppo diversa.

Sulla meccanica, invece, va effettivamente come un treno...
I clienti NX però hanno "paura" di questa tecnologia: un pò come se usassero il prodotto senza "paracadute"... non so come spiegarvi.
Confermo! Quando i raccordi stravolgono il modello in modo troppo pesante e' dura.
Le modifiche per OSD, significa prima eliminare i raccordi (una volta tutti, adesso solo quelli "coinvolti"), "spostare la faccia" e poi rimetterli.
Togliere i raccordi in "esplicito" non e' sempre una passeggiata.

Per quanto riguarda la "paura", posso intuirla. Esattamente l'inverso del senso di soffocamento che mi prende ogni volta che in un parametrico devo decidere tutto prima, mi sembra di essere costretto a vivere come in una metropolitana affollata.
Certo dopo anni di vita cosi', se ti dicono "esci vai a farti una passeggiata", ti viene l'ansia da smarrimento!
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#18
E' normale, quando uno e' abituato a "imbullonare" tutto il modello, non gli va di mettersi a lavorare con la metodologia "lascio la scatola qui' sulla scrivania e domattina la ritrovo dove l'ho lasciata...".

Il progettista cocreate e' sicuro che al mattino dopo la ritrovera' nello stesso posto e con la stessa forma, il progettista parametrizzato avra' paura che nella notte cadra' dal tavolo, o si trasformera' in sfera o altre amenita' del genere.... :biggrin:
Senza vincoli il mondo e' rischioso!
:biggrin:
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#19
Confermo! Quando i raccordi stravolgono il modello in modo troppo pesante e' dura.
Le modifiche per OSD, significa prima eliminare i raccordi (una volta tutti, adesso solo quelli "coinvolti"), "spostare la faccia" e poi rimetterli.
Togliere i raccordi in "esplicito" non e' sempre una passeggiata.

Per quanto riguarda la "paura", posso intuirla. Esattamente l'inverso del senso di soffocamento che mi prende ogni volta che in un parametrico devo decidere tutto prima, mi sembra di essere costretto a vivere come in una metropolitana affollata.
Certo dopo anni di vita cosi', se ti dicono "esci vai a farti una passeggiata", ti viene l'ansia da smarrimento
!
Ecco... questo è il sentimento che provano...
:cool:
 

Matteo

Moderatore CAE/FEM/CFD
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Creo, ProEngineer, Creo Simulate, ProMechanica, SolidWorks, SolidEdge, SpaceClaim, OpenFOAM
Regione: Pianeta Terra
#20
Anche Patrese diceva che il "muletto" (regolato con le "desiderata" di Senna) era inguidabile.
:biggrin:
Anche perchè non credo che Senna e Patrese abbiano mai corso nella stessa squadra.