Modellazione di trasduttori piezoelettrici

robonave

Utente Junior
Professione: docente
Software: inventor autocad mathcad
Regione: veneto
#1
Salve a tutti.
Chiedo ai più esperti se mi sanno indicare quale potrebbe essere un buon software FEM per modellare applicazioni di trasduttori piezoelettrici nel campo del lavaggio con cavitazione ad ultrasuoni.
Grazie
 

MacGG

Utente Standard
Professione: Ing.
Software: 33100
Regione: Friuli
#2
Ciao robonave,

non sò cosa sia il lavaggio per cavitazione, comunque il problema è la formulazione di un materiale piezoelettrico.

In questo campo da anni si usa MSC.Marc, che permette tale modellazione ed ha un'ampia libreria di esempi utili per la costruzione di tali modelli.

Ciao

MacGG
 

robonave

Utente Junior
Professione: docente
Software: inventor autocad mathcad
Regione: veneto
#3
Il lavaggio per cavitazione è il lavaggio in cui la componente meccanica di asportazione è costituita da bollicine di vapore prodotte all'interno del fluido da onde di compressione generate da emettitori di ultrasuoni.
Non conosco Marc, proverò ad informarmi. Tu non sai darmi indicazioni su documentazione specifica per la modellazione del fenomeno con Marc?
Grazie
robonave
 

MacGG

Utente Standard
Professione: Ing.
Software: 33100
Regione: Friuli
#4
Ciao robonave,

come ti dicevo, trovi gli esempi direttamente all'interno dell'help di Marc/Mentat (Mentat è l'ambiente di pre-post processing preferito per Marc).

La parte piezoelettrica, che quindi genera le vibrazioni, la risolvi con Marc, per quanto riguarda la formazione delle bollicine, forse riesci a risolverlo ancora con Marc, altrimenti devi avere un codice FSI (Fuid-Structure-Interaction), come Dytran.
Con MDNastran, probabilemnte riesci a fare tutto contemporaneamente ma si deve vedere a fondo come è il problema.

Parecchi anni fà, avevo lavorato ad un problema simile, in cui si aveva studiato la cavitazione nelle camice del motore in cui scorre il fluido di raffreddamento in grandi motori diesel. Le vibrazioni in realtà venivano calcolate da un codice MB, con Marc si studiava l'effetto termico (e strutturale) che si modificava nel caso di cavitazione o meno del fluido e da questo si poteva calcolare le zone di maggiore ossidazione/erosione dovute a questo aspetto.

Ciao

MacGG
 

robonave

Utente Junior
Professione: docente
Software: inventor autocad mathcad
Regione: veneto
#5
Grazie per le risposte.
In effetti anche a me è capitato, molti anni fa, di avere a che fare con il problema per le "canne in umido" di grossi diesel ma allora le soluzioni seguivano un approccio decisamente empirico...ed il problema era poi esattamente opposto!