• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

messa in tavola tabella Family Table

nirvces

Utente Junior
Professione: proget
Software: pro-e
Regione: vercelli
#1
Voglio creare una tabella nella tavola di un componente che prenda i dati dalla FT. Non riesco ad associare alle colonne la quota che voglio appartenente alla family table. Esempio con &fam.inst.name si ripetono tutti i nomi e mi fa l'elenco giusto come nella FT, nella seconda colonna voglio mettere un parametro di quota di un diametro ma non viene fuori nulla (&fam.inst.param.d2) ripete sempre la stessa sintassi.Qualche idea?:confused:
 

Ozzy

Guest
#4
Devi creare una regione di ripetizione 2D (2 direction).
una che si espande in verticale (fam.inst.name)e una che si espande in orizzontale con i due campi in due celle distinte (fam.inst.param.name & fam.inst.param.value).
 

Ozzy

Guest
#6
Per quello devi usare i filtri .
&fam.inst.param.name !=nome_paremetro1,nome_parametro2,ecc--
Questa stringa te le fa saltare mente:
&fam.inst.param.name ==nome_parametro1,ecc ti tiene solo quello che scrivi.

Attenzione:per riga max 80 caratteri..;)
 

cletus

Utente Standard
Professione: Disegnatore elettromeccanico
Software: ProE WF5
Regione: Lombardia
#8
Alternativa alla regione 2d:
crei una tabella con n colonne e 1 riga, in ognuna di queste definisci una regione di ripetizione semplice e in ogni regione definisci un solo filtro per visualizzare solo il parametro che vuoi.
&fam.inst.param.name ==nome_parametro1,ecc ti tiene solo quello che scrivi.
Vantaggi:
- formattazione delle colonne indipendente (carattere, larghezza colonna)
- definizione dei filtri più semplice
 

Allegati

Ozzy

Guest
#9
Si hai ragione cletus, anche io preferisco di gran lunga quelle semplici perchè con quelle 2D sei più legato a fare alcune operazioni tipo quelle che hai citato già tu.
Anzi aggiungo anche che sei costretto ad avere sulla prima colonna il nome variante &fam.inst.name e altra cosa che non sopporto, il fam.inst.param.name chiaramente lo va a prendere dalla family table e quindi non è possibile dare uno spazio vuoto ma per forza l'underline.
Quindi sicuramente meglio la variante da te citata, l'unica cosa "scomoda" anche in questo metodo è che non puoi diciamo standardizzarti completamente le tabelle, in quanto ogni modello ha dei parametri tutti suoi.
Io purtroppo sono costretto a usare il primo metodo, proprio per questo motivo, perchè già far capire i filtri è stata impresa ardua a qualcuno del mio ufficio.:D
 

nirvces

Utente Junior
Professione: proget
Software: pro-e
Regione: vercelli
#10
Non riesco a far funzionare i filtri dove sbaglio? ho fatto le regioni indipendenti come avete detto ma ...tipo.. nella seconda colonna metto il filtro con il nome del parametro che mi interessa ma li mette sempre tutti.
 

cletus

Utente Standard
Professione: Disegnatore elettromeccanico
Software: ProE WF5
Regione: Lombardia
#12
Ciao, ti allego un file di esempio.
Controlla bene la sintassi della definizione del filtro:
&fam.inst.param.name == nome_parametro1

Per eliminare da tabella una riga di variante che non vuoi devi aggiungere ad ogni colonna il filtro
&fam.inst.name != nome_variante
 

Allegati

Professione: Ing progettista
Software: Inventor / Pro-E
Regione: Lombardia
#13
Ciao, ti allego un file di esempio.
Controlla bene la sintassi della definizione del filtro:
&fam.inst.param.name == nome_parametro1

Per eliminare da tabella una riga di variante che non vuoi devi aggiungere ad ogni colonna il filtro
&fam.inst.name != nome_variante
Ciao, io ho aperto il file di esempio ma se vado a leggere i parametri elencati in tabella non capisco.
1.JPG 2.JPG

Io in queste sintassi non vedo i filtri, quindi non capisco perchè a te funzioni e a me no :-(
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 2.0 M230
Regione: Emilia Romagna
#14
I filtri non sono lì. Devi cliccare nel ribbon tabella, regione ripetizione, filtri, fai clic sulla regione di ripetizione che ti interessa, poi modifica