Mesh e simulazione fem con Hypermesh

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2015, Rhino v5, Autocad 2008, Patran 2014, Nastran 2014
Regione: Italia
#22
E che domande dovremmo fare? per fare una mesh a shell con hypermesh basta praticamente spingere un pulsante. . . . . .
 

acatra83

Utente Junior
Professione: Cad/Cae Designer
Software: Ug/Catia/Nastran...
Regione: Campania
#23
vabbuò...
come al solito la modestia che avete...

il modello è già compilato con le plies di materiale composito (Teoria di Tsai-Wu) ed è pronto per una analisi modale.

Onda...
non devo aiutare te...

Statt bbuon
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2015, Rhino v5, Autocad 2008, Patran 2014, Nastran 2014
Regione: Italia
#24
Non è immodestia, ma per aiutare devi raccontarci le scelte che hai fatto.
hai meshato sulla linea media? sul bordo esterno? su quello interno? come hai risolto i solidi interni? e le problematiche al mozzo.
Fare una mesh con hypermesh è facile, occorre però fare delle assunzioni affinchè il lavoro fatto sia valido. credo che per aiutare Ziocantante bisogna spiegargli queste assunzioni. Cioè come passare da un modello solido di solidworks ad un modello a mesh pronto per essere analizzato.
Io per esempio farei la mesh sulla shell esterna in modo da non doverla cambiare ogni volta che si decide di cambiare il piano di laminazione e quindi gli spessori.
Farci vedere la mesh fatta senza spiegare queste assunzioni non è di aiuto.
Poi che proprietà gli hai dato? che materiali? Ziocantante non li ha ancora postati.
Sei andato un passo avanti, non trovi?
 
Professione: Studente
Software: solidworks 2009
Regione: piemonte
#25
il materiale composito è un prepreg formato da una matrice a base di resina epossidica e un tessuto di carbonio.
allego un'immagine con le caratteristiche.
la schiuma invece si chiama rohacell e ad alte T reticola assumendo così funzione strutturale (per alleggerire la struttura e nn avere il cerchio interamente in carbonio e ridurne il più possibile lo spessore).
allego un'altra immagine con le caratteristiche della schiuma.
per la zona del mozzo invece verrà utilizzata una lega di alluminio.
allego immagine con caratteristiche.

questi sono i dati che mi ha fornito la ditta che produrrà il cerchio.

alla luce di questo penso che il modello che acatra ha postato era quello che avevo in mente ma nn so realizzare con hm.
devo partire dalla mesh (come si fa e che tipo) e imparare a definire le proprietà dei materiali, vincoli e carichi.
qualcuno portrebbe seguirmi passo passo?

per onda: ho capito quello che dovrei fare, ma non so farlo sul programma. qual era il problema di importare in hm la geometria prodotta direttamente da solidworks? perchè è meglio lavorare su un terzo del cerchio? e soprattutto, come faccio a replicare tutto ciò che ho fatto su quel terzo per ottenere il pezzo completo?

per acatra: hai detto che il modello che hai fatto è già compilato ed pronto per l'analisi modale (per capirci, è pronto per lo studio del comportamento sotto carico statico e dinamico??).
sapresti guidarmi nei passi per arrivare ad avere il modello che hai fatto tu?
non voglio far fare lavoro a nessuno, ma vorrei imparare ad usare correttamente il programma, almeno per quanto riguarda la mia casistica.
 

Allegati

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2015, Rhino v5, Autocad 2008, Patran 2014, Nastran 2014
Regione: Italia
#26
per onda: ho capito quello che dovrei fare, ma non so farlo sul programma. qual era il problema di importare in hm la geometria prodotta direttamente da solidworks? perchè è meglio lavorare su un terzo del cerchio? e soprattutto, come faccio a replicare tutto ciò che ho fatto su quel terzo per ottenere il pezzo completo?
Perchè in solidworks fai una superficie esterna ed una interna dello spessore pelli e se modelli a shell ne devi tenere sola una delle due o l'intermedia. di solito, se si produce uno stampo esterno, si mesha sulla superficie esterna in maniera da poter modificare il laminato (spessore) senza dover modificare la mesh.
Coi compositi si utilizza poco la superficie intermedia.

Non è meglio lavorare su un terzo di cerchio. E' normale (ma dipende dalle abitudini), lavorare sul minimo delle superfici e poi copiare le mesh.
Semplicemente fai una copia della mesh su un altra comp. poi ruoti la comp di 120° se questo ti crea dei problemi puoi lavorare sul cerchio intero.
Oppure lavori sul terzo di cerchio, sistemi le superfici, le copi su un altro comp e le ruoti di 120, fai lo stesso e le ruoti di 240. poi fai l'equivalence delle superfici e fai la mesh di tutto quanto.

Tutto questo perchè il modello non è meshabile da subito, ma occorre leggermente modificare le superfici al mozzo e al dente che tiene il copertone.
credo che il punto critico del modello sia proprio l'interfaccia al mozzo.
 

acatra83

Utente Junior
Professione: Cad/Cae Designer
Software: Ug/Catia/Nastran...
Regione: Campania
#27
Infatti,
il problema è al mozzo.

Ti conviene lavorare su dei solidi primitivi.
Mi spiego:
Elimina i raggi di raccordo tra i raggi e il mozzo.
Mesha le primitive modificando le nuove geometrie tramite intersezioni tra solidi.
Credo che per te sia molto complesso però.

Domanda:
ma nn ti conviene meshare tutto a tetra del 2° ordine (parabolici) e poi ricoprire con delle pelli??

fai qst proposta al prof.


Per qnt riguarda i materiali, il prepreg va bene,da simulare come Mat8 di Nastran.


mentre per il rohacell devi simularlo con il Mat9

Ciao
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2015, Rhino v5, Autocad 2008, Patran 2014, Nastran 2014
Regione: Italia
#28
Riguardo ad utilizzare gli elementi ricoperti:
Le shell di nastran sono tipicamente i cquad4 o i cquadr (e relativi elementi di transizione ctria3 e ctriar.
utilizzare elementi triangolari del secondo ordine non la vedo una grande soluzione. Per quello che ne so si utilizzano solo nel caso di solidi ricoperti dove la parte strutturale è sostenuta dai solido. non dimentichiamoci che la mesh shell è quella che porta il carico mentre la mesh solida rappresenta solo la schiuma e porta essenzialmente il taglio tra le pelli. Quindi direi che non è ammissibile meshare a tria del secondo ordine per quanto riguarda la mesh a shell.
per quanto riguarda i materiali:
per la schiuma hai bisogno del modulo elastico a taglio e tangenziale (e relativo coefficiente di poisson), poi la modellerei con materiale lineare elastico isotropo (MAT1).
Per quanto riguarda il composito (carbonio) ti manca il modulo elastico a taglio nel piano e fuori piano. se non metti pelli a 45° questo modulo è essenziale.
Riguardo alla geometria: ti ho proposto un file iges con una semplificazione del mozzo. E' da valutare se è valida.
Questo è il motivo per il quale occorre prima decidere come semplificare e poi fare la mesh, che è la cosa più facile quando si sono decise le assunzioni e modificata la geometria di conseguenza.