• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Info realizzazione stampo a iniezione

genioz

Utente Junior
Professione: Tecnico cam
Software: Alphacam
Regione: Italy
#1
Ciao Ragazzi
ci tengo a precisare che questo è il mio primo approccio con gli stampi a iniezione, sono abbastanza inesperto in materia.

Dovrei realizzare dei tappini molti piccoli (18mm di diamentro e un altezza di 15)

questi "tappini" sono cappucci copri led, devono essere completamente trasparenti cristallini sulla maggior parte della superficie a parte una zona ricurva all'interno che va rifinita leggermete opacizzata per la rifrangenza luminosa!

avrei bisogno di uno stampo di dimensioni ridotte
qualche azienda a buon mercato che realizzi le anime
una azienda che effettua lo stampaggio

al momento avrei bisogno di una piccola tiratura limitata di 1000 pezzi circa dopo di che le quantità potrebbero salire

qualcuno sa consigliarmi qualche azienda valida e economica?

abito in prov. di Rimini.

grazie
 

mosca_dj

Guest
#2
Se sei ancora interessato, possiamo metterci d'accordo.
La tiratura è sicuramente poca per la quasi totalità delle imprese del settore. Io posseggo una tecnologia più adatta alle tue esigenze, sempre ad iniezione, dal progetto al prodotto.
Ciao a presto
 

mosca_dj

Guest
#4
Certo mi occupo di stampaggio ad iniezione di materiali termoplastici. Posseggo anche una macchina in miniatura per il microstampaggio. La convenienza è che lo stampo ha dei costi nettamente inferiori anche se i tempi aumentano. Ovviamente la proposta del nostro amico su una macchina tradizionale, come avrete capito, non è fattibile. In quei casi non ci sono soluzioni vista la complessita nel materiale (trasparenza e opacità) a meno che non se ne facciano milioni o se ne venda ognuno a 50 euro.
Il microstampaggio abbatte i costi ma non è molto utilizzato poichè le macchine hanno un costo alto rispetto a quanto le sfrutti, fai poche impronte e dovresti vendere al dettaglio per riuscire a guadagnare.
 

Jari

Utente Junior
Professione: una corsa contro il tempo
Software: Catia
Regione: Marche
#5
E' tutto fattibile, anche con macchinari "tradizionali".
Mi occupo di questo settore (anche) , di pezzi trasparenti e opacizzati e di
fanaleria per settore automotive (anche elettrodomestici ecc...)
Ci sono molte possibilità. Inoltre anche per le presse ci sono tante soluzioni.
Direi che un pezzo che misura 18 mm di diametro alto 15 mm non è affatto insolito.
Credo però che debba essere impostato il problema in maniera diversa; ossia Genioz penso sia più utile studiare una adeguata geometria per la diffusione luminosa che non rifarsi subito alle finiture. Poi verrà anche questo discorso.
 

mosca_dj

Guest
#6
Sono d'accordo che l'impronta non ha niente di particolare, fattibilissima, la cosa insolita è la tiratura. Vorrei vedere chi si accolla il costo di un eventuale stampo che non ha mercato per 1000 pz. Più fattibile sarebbe modificarne uno già presente.
Mah.. se ci sono altre alternative sarebbe un interessante discussione, perlomeno istruttiva!
 

Jari

Utente Junior
Professione: una corsa contro il tempo
Software: Catia
Regione: Marche
#7
Così come è impostato il discorso si sono molte alternative (troppe) .
Quindi diciamo così per fare un po' di conversazione:

prendiamo 2 casi limite uno molto economico e sbrigativo, uno invece più raffinato e ovviamente più costoso.
caso economico
il cliente vuole un cappuccetto in policarbonato 4 facce lucido ed una (interna) elettroerosa per opacizzare.
Niente studio di illumino-ottica, il pezzo viene incollato al supporto (avrà un supporto ?), niente clip, niente movimenti
sullo stampo, niente inserti sullo stampo. Solo un perno (da catalogo) per l'anima e una veloce lavorazione di lucidatura sulla
matrice ricavata dal portastampo (economico anche perchè di dimensioni tipo 156x156)
Stampo ad una impronta, stampaggio su una pressa orizzontale (in una giornata stampa più di 900 pz).

2° caso
il cliente chiede uno studio, non ha un modello matematico definito può dirci solo dove e come vorrebbe agganciare il cappuccio.
Occorre fare uno studio per le clip di aggancio o qualcosa di simile, sviluppare una matematica (magari poggiandosi su qualcosa di già esistente)
per il discorso rifrazione e fare uno studio di illumino-ottica.
Ma non bisogna trascurare il LED che può costare pure parecchio a seconda delle caratteristiche, anche qui c'è da valutare e non è detto
che si possa modificarlo. Inoltre potrebbe essere necessario sviluppare un prototipo e verificare zone ombra ecc... (soprattutto verificare i dati del simulatore) ma non è facile
fare un prototipo con le stesse caratteristiche del pezzo stampato, quindi ci vorrebbe un prototipale solo per fare le prove e poi fare il definitivo.
Probabilmente lo stampo prototipale lo si riesce a riutilizzare per fare il definitivo.
Inoltre la tiratura era limitata, ma dal discorso appena accennato ci sono anche margini di tirature maggiori.
Quindi ? Meglio probabilmente 2 impronte , ma come e dove iniettiamo ? Vogliamo inserire una camera calda con due ugelli che iniettano in figura ? oppure fare una materozza fredda (con punto d'iniezione su una faccia lucida ?) ?
Queste sono tutte variabili che influiscono non poco sui costi dello stampo...
Infine per la domanda "chi si accolla i costi di uno stampo ?" , il cliente .
Ma naturalmente (purtroppo) dipende sempre da chi è il cliente e da chi è il fornitore.
...questo però è un altro argomento...

Ah dimenticavo, un'altra variabile: il fornitore potrebbe avere uno studio di progettazione (sia illuminotecnica che di stampi), avere
lo stampaggio e l'officina stampi. Oppure ci potrebbero essere più studi di progettazione, uno stampista ed uno stampatore.
Quindi anche qui si complicano ancora le cose.

E' per questo che quando si vuole fare un prodotto "nuovo" (nuovo per modo di dire) si incomincia dai soldi che si vuole spendere.