• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Il lato bello dell'INOX

dermatoid

Utente Junior
Professione: Faccio gli ascensori
Software: SW2008
Regione: Emilia
#1
Lo so, forse sto abusando del forum, ma ne sapete davvero, quindi... ;)

La lamiera d'acciaio INOX, così come la lamiera plastificata o PLALAM hanno un lato bello e un lato brutto... il progettista vuole che nei suoi assiemi il lato bello sia quello in vista e quello brutto sia nascosto...

Il problema è la messa in tavola della RIPETIZIONE PIATTA: SW non sa qual'è il lato bello dell'INOX, quindi me lo mette sopra o sotto a random, mentre, per convezione, io voglio che il lato bello sia sempre SOPRA!

Mi sono scervellato ma non ho trovato una soluzione... Tipo: "battezzo" il lato bello in fase di modellazione (ad es.: colorando la faccia bella) così me lo trovo SOPRA nella messa in tavola ? ? ?

Ciao e grazie

dM
 

sweep

Utente Junior
Professione: Interagisco con parti meccaniche
Software: SolidWorks 2016 s.p.5.0
Regione: Lombardia
#2
Dato che questo ti succede nella messa in tavola della ripetizione piatta, non puoi aggiungere una nota che identifichi la faccia plastificata?
 

orsettopr

Utente poco attivo
Professione: Impiegato
Software: Solidworks
Regione: Emilia Romagna
#3
Ciao. Ho recentemente avuto la stessa necessità. Ho fatto un po' di prove...
L’orientamento dello schizzo di base (per l’estrusione di lamiere piegate con Linguetta flangia di base) rispetto agli assi del piano di schizzo influenza la direzione della ripetizione piatta nella messa in tavola.
Se si vuole che la ripetizione piatta in tavola sia di default orientata in modo che la "parte bella della lamiera" risulti verso l'alto (ad esempio al fine di creare un DXF tramite macro per la Trumpf) occorre fare attenzione a come orientare lo schizzo di partenza.
Si può utilizzare l’accortezza di disegnare lo schizzo di base per l’estrusione della lamiera tenendo presente che la faccia fissa della lamiera piegata (ovvero quella che sarà rivolta verso l’alto nella ripetizione piatta):
- appartiene alla superficie che viene estrusa dalla linea di schizzo con lunghezza maggiore
- è sul lato che si affaccia verso il semiasse positivo della terna di riferimento del modello (X-Y-Z dell’area grafica) perpendicolare alla linea di schizzo che l’ha generata. (Non confondere la terna di riferimento del modello con l’origine dello schizzo).
Si orienta quindi lo schizzo di conseguenza.
Un minimo sforzo nel ragionare al momento di fare il primo schizzo serve poi per avere il risultato finale desiderato.
 

dermatoid

Utente Junior
Professione: Faccio gli ascensori
Software: SW2008
Regione: Emilia
#4
Forse sbaglio approccio...

lavorando a commessa, i componenti vengono da noi creati "sul posto", ovvero relazionandoli con il resto dei componenti. Non ci possiamo curare quindi di come è orientata la terna...

Dovremmo perciò ri-orientare i piani dopo aver creato la parte: ma come?

Ciao

dM
 

Strumpf

Utente Standard
Professione: progettazione meccanica, industrial design, reverser engineering...
Software: SolidWorks, Rhino, NX
Regione: Veneto, Schio - (VI)
#5
mmm forse non ho capito bene bene bene ma
se SW non sa quale il lato bello, tu lo sai?
quindi se ti fa ripetizione alla rovescia, tu gli dici inverti lato
probabilmente non ho capito bene bene bene, perche sarebbe troppo semplice :)
 

orsettopr

Utente poco attivo
Professione: Impiegato
Software: Solidworks
Regione: Emilia Romagna
#6
Con "sul posto" intendi che progetti in top-down?
Io lavoro su commessa, ma ma preferisco comunque il metodo bottom-up.
Forse potresti provare, una volta modellata la parte, a "slegarla" togliendo i riferimenti esterni e ri-orientare lo schizzo. (Con "Strumenti dello schizzo/Modifica..." è velocissimo.)
Per quel che ne so io, temo che la cosa sia una "coperta corta": o ti scopri le spalle o i piedi.
Magari qualcun altro ha la soluzione... che incuriosisce anche me.
 

dermatoid

Utente Junior
Professione: Faccio gli ascensori
Software: SW2008
Regione: Emilia
#7
Esattamente, lavoriamo in "top down", il che è etremamente comodo (conosciamo gli ingombri di massima, e ci lavoriamo dentro...). Se tolgo i riferimenti esterni, ecco la "coperta corta" che si manifesta! ;)

Comunque, anch'io resto in attesa...

Ciao e grazie

dM
 

pose63

Utente Junior
Professione: Tecnico
Software: SolidWorks 2016 OfficePro sp5.0 Win7 x64 Quadro FX580 2xSamsung SM226BW
Regione: Veneto
#8
Premetto che la prima versione Solidworkws che ho usato era la 98Plus e che fino alla 2001 le attuali funzioni di lamiera avanzate non esistevano, per intenderci si lavorava solo come in immagine part4.jpg, nonostante tutto si riusciva al ottenere buoni ririsultati e sono ancora legato a quel modo di lavorare con la lamiera, anche se può sembrare obsoleto.
Con questo modo si indica la faccia o il bordo su cui appoggiare la funzione di lamiera. La ripetizione piatta è sempre normale allo schizzo figlio della funzione "Processo piegature". Lavorando nello stesso modo dalla 2006 viene inserita di default la funzione "Ripetizione Piatta" (part3.jpg).In questo caso la ripetizione piatta è normale allo schizzo "linee di piegatura", che coincide in questo caso con la faccia dove è appoggiata la funzione di lamiera.
In questi casi è semplice "battezzare il lato bello dell'inox".
Nel caso di figura part2.jpg ( usando esclusivamente funzioni specifiche di lamiera) per modificare la faccia su cui si appoggia la ripetizione piatta bisogna andare in modifica funzione e selezionare la faccia su cui appoggiare la funzione, riattivare la funzione di Ripetizione Piatta in modo che venga aggiornata la faccia di riferimento dello schizzo "linee di piegatura". In ogni caso le viste dei pezzi sviluppati sono sempre normali agli schizzi delle linne di piegatura.
Detto questo dalla versione 2001+ io uso una procedura per esportare i dxf , senza generare le configurazioni di ripetizione piatta.
La procedura consiste in due macro, una che memorizza una vista, che chiamo "DXF", normale allo schizzo figlio del processo di piegatura o figlio della Ripetizione piatta. Questa vista rimane memorizzata e deve essere aggiornata se si cambia la faccia di riferimento della funzione di piegatura (volendo andare a fondo si potrebbe individuare via codice la faccia, ma fino ad ora non ho trovato il tempo perfezionare la macro). Prima di fare partire la macro bisogna selezionare uno degli schizzi citati prima
La seconda macro fa l'esportazione del dxf aprendo un modello di disegno di default impostato con scala 1:1 ,bordi tangenti nascosti e schizzi nascosti(perchè nel mio caso non mi iteressano le linee di piega), e dei link alle propietà personalizzate. La macro esporta il disegno in dxf con il nome del file se c'è una sola configurazione, con il nome del file concatenato al nome della configurazione, nel caso di più configurazioni, o con il codice che deve apparire in distinta.
Viene salvata anche una copia in una directory apposita per i backup.
Bisogna modificare il percorso del modello

resdxf = False
Modello = "Z:\SW\MODELLI DI DOCUMENTO\dxf.drwdot" 'modificare qui
stringadata = "_" & Year(Now()) & "-" & Month(Now()) & "-" & Day(Now())

Allego una versione "Lite" in quanto quella che uso in azienda ad ogni salvataggio chiede se aggiornare la proprietà "Revisione" e salva nel database del gestionale le dimensioni del pezzo, la data di salvataggio e altro .
Scusate se sono stato prolisso
 
Ultima modifica:

alex_cm

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: SolidWorks 2007
Regione: Romagna
#9
Per chi usa SWX2007 (non ricordo sel lo faceva anche la 2006...) nella vista di ripetizione piatta della lamiera è disponibile un comando sul property manager che capovolge la vista ("capovolgi vista") mettendo in mostra il lato desiderato dall'utente per la ripetizione.

Comunque io non colgo il problema: non è sufficiente una semplice annotazione che indichi al piegatore quale lato della lamiera è da lasciare all'esterno della piega? Tutt'alpiù in modellazione è possibile colorare una o più facce per distinguerle, ma in effetti ha davvero senso?

Ciao a tutti :)
 

dermatoid

Utente Junior
Professione: Faccio gli ascensori
Software: SW2008
Regione: Emilia
#10
Ciao,

il problema non è in piegatura, ma in punzonatura. Per convenzione, da sempre, i disegni qui si mandano in produzione con la ripetizione piatta del componente col lato bello VERSO L'ALTO, ovvero verso chi legge il disegno... E' solo una convenzione, e la utilizziamo per non equivocare i DXF per il CNC - in pratica l'operatore carica in macchina l'INOX col lato bello verso l'alto e non deve interpretare il disegno... Il problema si ha solo quando si producono componenti asimmetrici.

"Capovogli vista" è molto utile, ma consideriamo che le piegature, in SW07, sono rappresentate tutte nello stesso modo (tratto punto: orrore!) e la nota automatica di piegatura può disorientare, soprattutto quando produci un migliaio di componenti singoli a disegno a settimana...

Saluti

dM
 

pose63

Utente Junior
Professione: Tecnico
Software: SolidWorks 2016 OfficePro sp5.0 Win7 x64 Quadro FX580 2xSamsung SM226BW
Regione: Veneto
#11
Ciao,

il problema non è in piegatura, ma in punzonatura. Per convenzione, da sempre, i disegni qui si mandano in produzione con la ripetizione piatta del componente col lato bello VERSO L'ALTO, ovvero verso chi legge il disegno... E' solo una convenzione, e la utilizziamo per non equivocare i DXF per il CNC - in pratica l'operatore carica in macchina l'INOX col lato bello verso l'alto e non deve interpretare il disegno... Il problema si ha solo quando si producono componenti asimmetrici.

"Capovogli vista" è molto utile, ma consideriamo che le piegature, in SW07, sono rappresentate tutte nello stesso modo (tratto punto: orrore!) e la nota automatica di piegatura può disorientare, soprattutto quando produci un migliaio di componenti singoli a disegno a settimana...

Saluti

dM
"il lato bello" lo fai coincidere con la faccia su cui e appoggiata la funzione di lamiera o la ripetizione piatta.
Col video forse rendo meglio l'idea del mio post precedente (dxf senza creare la configurazione).
Scusate la qualità del video
 

dermatoid

Utente Junior
Professione: Faccio gli ascensori
Software: SW2008
Regione: Emilia
#12
Figo! Ho capito, e funziona!

Per curiosità, cos'è il mitico tasto "DXF" con la macchina fotografica che schiacci?

Saluti

dM
 

pose63

Utente Junior
Professione: Tecnico
Software: SolidWorks 2016 OfficePro sp5.0 Win7 x64 Quadro FX580 2xSamsung SM226BW
Regione: Veneto
#13
Figo! Ho capito, e funziona!

Per curiosità, cos'è il mitico tasto "DXF" con la macchina fotografica che schiacci?

Saluti

dM
I tasti sono quelli utente della barra delle macro che puoi personalizzare.
Con il tasto con l macchina fotografica faccio partire la macro che salva la vista per il DXF, mentre quello con la scritta DXf fa partire la macro per il salvataggio del DXF.
Io come te lavoro prevalentemente con la lamiera di acciaio e ho risolto tutto in questo modo. Tra l'altro la vista DXF rimane memorizzata per cui il salvataggio del dxf lo posso fare in batch.