Gestione parti a METRAGGIO

Pastorman75

Utente Standard
Professione: Ingegnere progettista
Software: Solidworks - Inventor - Cosmos - Ansys
Regione: Toscana
#1
Buonasera, ho fatto una funzione CERCA ma non ho trovato nulla in proposito.
Se qualcuno ha già trattato l'argomento, per cortesia segnalatemi dove.

Vengo al punto:

E' possibile gestire le parti in SW07 come componenti a metraggio? Mi spiego meglio. Di default le parti vengono gestite a "quantità discreta" ovvero, una volta importate in assieme, in distinta troverò il numero della "quantità di utilizzo" come la somma di componenti discreti.
Ora, se i particolari sono gestiti a "numero", nessun problema, ma se i particolari sono gestiti a "lunghezza" o "peso" sarebbe utile avere in distinta un riepilogo della quantità impiegata, ad esempio di tubolare 50x50x2.

In realtà sono riuscito a fare qualcosa di simile configurando manualmente le "proprietà di configurazione" in ambiente di PARTE e inserendo le opportune colonne in ambiente di ASSIEME.

Qualcuno ha già affrontato questo problema?

Grazie a tuuti, saluti.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#2
Si può ottenere questo risultato senza strafare. Devi modellare il profilo in modo che la quota di lunghezza sia presente (può essere anche il valore dell'estrusione). Successivamente visualizzi la quota che ti serve, puoi visualizzare tutte le quote di funzione (tasto dx su annotazioni) o fare doppio click sulla funzione che contiene tale quota.
Vai nelle proprietà del file e crei una proprietà di nome lunghezza. Nel valore della proprietà non scrivi nulla ma clicchi sul valore della quota. La proprietà rimarrà così collegata alla quota.
Se ti crei una libreria fatta così otterrai i valori in automatico, inoltre se inserisci questa proprietà nella tua distinta puoi ottenere il valore nella distinta.
Rielaborando la distinta in excel puoi ottenere in pochi click il totale del materiale. Ovvio che in questo modo è difficile tenere conto dello scarto e della lunghezza delle verghe, però è già qualcosa.
Con i saldati è più semplice perchè normalmente solidworks fornisce la lunghezza dei profili e gli angoli di taglio.
 

Pastorman75

Utente Standard
Professione: Ingegnere progettista
Software: Solidworks - Inventor - Cosmos - Ansys
Regione: Toscana
#4
Ho provato, ma ho ottenuto solo un risultato parziale rispetto a ciò che volevo. Mi spiego meglio.
Ho sempre considerato un punto di forza di SW la gestione delle configurazioni a livello di parte. Ad esempio è molto comodo modellare un tubolare, un laminato, una IPN o un qualsiasi altro profilo a metraggio come un unico file che, di volta in volta, a seconda delle necessità dei vari assieme, viene caricato in configurazioni diverse create in ragione della lunghezza necessaria.

Inserendo la proprietà "lunghezza" tra le proprietà generali del file, perdo la discriminante di utilizzo e non posso fare in automatico la somma delle lunghezze (magari diverse tra loro) utilizzate in un assieme.

Proverò a caricare la proprietà "lunghezza" sulle proprietà di configurazione e creare al contempo un modello di BOM excell che faccia le operazioni richieste.

Saluti
 

Pastorman75

Utente Standard
Professione: Ingegnere progettista
Software: Solidworks - Inventor - Cosmos - Ansys
Regione: Toscana
#5
Ho provato inserendo la proprietà "lunghezza" tra quelle di configurazione e funziona.
A dire in vero funziona solo se, quando si crea la tabella materiali, si lasciano le diverse configurazione di file come elementi distinti (era prevedibile).

Proverò adesso a lavorare su un modello BOM excell che riconosca se il codice è lo stesso ed automaticamente sommi tra loro le quantità. Non so se mi riuscirà.

Se qualcuno ha qualche soluzione diversa, è ben accetta!

Saluti
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#6
Intervengo solo per cercare di portare un contributo alla discussione.
Stai chiedendo qualcosa di simile ai componenti flessibili di Pro/E ?
Ti spiego cosa sono.
Costruisci un tubo lunghezza 6000, e nell'assieme, pur utilizzando quel codice, stabilisci che la lunghezza debba essere 5000 (diciamo che lo tratti come un componenente tagliato in cantiere).

A questo punto la domanda è: in distinta vuoi una lunghezza 6000 (perchè consideri anche lo sfrido di lavorazione fra i costi) oppure 5000 ?
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#7
Io consiglio di utilizzare la distinta di swx, non quella di excel. Dopo aver creato la distinta puoi esportarla in excel (sono due click) e rilavorarla come vuoi. Potresti in una colonna extra creare una moltiplicazione della lunghezza per il numero di pezzi, successivamente portesti ordinare la righe in base al materiale e sommare le lunghezze. Penso che questa rielaborazione di tabella non richieda più di 5 minuti per un assieme con 50 righe di distinta, però fornisce una lunghezza totale necessaria, senza considerare il nesting nelle verghe. Per quello la cosa si complica e penso sia da fare a mano.
Per la gestione con le configurazioni...io la eviterei e farei dei modelli di parte per ogni profilo utilizzato. Questi modelli conterranno già le info necessarie (descrizione, materiale, lunghezza, peso,ecc...) e una volta inseriti e salvati dovrai soltanto rifilarli.
 

Pastorman75

Utente Standard
Professione: Ingegnere progettista
Software: Solidworks - Inventor - Cosmos - Ansys
Regione: Toscana
#8
5000 mm è la lunghezza diciamo "unitaria" che dovrebbe comparire

Adesso ipotizza di usarne 3 di questi componenti nell'assieme.

Vorrei una colonna dove viene riportata la lunghezza "complessiva" che è 15000 mm

Fino a questo punto sono riuscito a farlo senza grossi intoppi perchè sono componeti uguali (stessa configurazione) usando le proprietà di configurazione di SW.

Se invece uso:

cod. X - L=5000
cod. X - L=4500
cod. X - L=3000

con il sistema che ho implementato ho 3 voci distinte sulla BOM.
Mi piacerebbe avere una unica voce che mi dica:

cod. X - 12500 (impiego totale)

Saluti
 

Pastorman75

Utente Standard
Professione: Ingegnere progettista
Software: Solidworks - Inventor - Cosmos - Ansys
Regione: Toscana
#9
Io consiglio di utilizzare la distinta di swx, non quella di excel. Dopo aver creato la distinta puoi esportarla in excel (sono due click) e rilavorarla come vuoi. Potresti in una colonna extra creare una moltiplicazione della lunghezza per il numero di pezzi, successivamente portesti ordinare la righe in base al materiale e sommare le lunghezze. Penso che questa rielaborazione di tabella non richieda più di 5 minuti per un assieme con 50 righe di distinta, però fornisce una lunghezza totale necessaria, senza considerare il nesting nelle verghe. Per quello la cosa si complica e penso sia da fare a mano.
Per la gestione con le configurazioni...io la eviterei e farei dei modelli di parte per ogni profilo utilizzato. Questi modelli conterranno già le info necessarie (descrizione, materiale, lunghezza, peso,ecc...) e una volta inseriti e salvati dovrai soltanto rifilarli.
Sono d'accordo sulla rielaborazione tramite excell e sulla riconfigurazione della BOM di SW aggiungendo una colonna. Ho fatto proprio così!

Per il nesting, sono conscio che è una esigenza diversa. Non stavo cercando una distinta cosidetta "di taglio" ma solo un valore riepilogativo dell'utilizzo di un dato codice.

Per il resto, dipende....

A me piace far coincidere il più possibile modellazione e gestionale aziendale, in cui, normalmente, i profilati vengono gestiti a metro oppure a kg. In tali sistemi esiste un singolo codice per ogni profilato e non tanti codici per ogni impiego di lunghezza o peso diverso.

Non saprei dirti se la mia scelta è migliore o peggiore. Ho trovato dei vantaggi quando si vanno ad interfacciare i DB della produzione con i DB della gestione aziendale.
 

reggio

Utente Senior
Professione: ...
Software: autocad11+swx16 sp4 w7 x64+Ready2W2012
Regione: Emilia - Modena
#10
Si può ottenere questo risultato senza strafare. Devi modellare il profilo in modo che la quota di lunghezza sia presente (può essere anche il valore dell'estrusione.... cut
Con i saldati è più semplice perchè normalmente solidworks fornisce la lunghezza dei profili e gli angoli di taglio.
Gli hai consigliato questi passaggi perchè sw07 NON ha i membri strutturali o perchè?
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#11
Gli hai consigliato questi passaggi perchè sw07 NON ha i membri strutturali o perchè?
Sw 2007 ha i membri strutturali, ma non consente troppe rielaborazioni di distinta.
Io, comunque, sconsiglio di utilizzare le configurazioni per questo obiettivo. Pensa a quando un pezzo di 50X50X3 sarà utilizzato in 5000 assiemi: avrai 5000 configurazioni (è ingestibile) e se ti si corrompe quel file....auguri!
Come dicevo io utilizzerei dei prtdot già modellati e impostati per raggiungere il tuo obiettivo.
Per il discorso saldati: dalla 2008 è possibile esplodere un saldato nella distinta di un assieme di livello superiore. La quantità che appare in ogni materiale della distinta esplosa è proprio la lunghezza totale di quel profilato. Io ho contestato questo modo di esporre il dato, chidendo che la distinta fosse di tipo tradizionale (n° pezzi e non lunghezza). Quindi il tuo obiettivo sarebbe centrato in un sol colpo. per farlo si dovrebbe modellare il telaio come saldato (parte) e alla fine fare un assieme che contiene una o più parti saldate (quelle di cui bisogna estrapolare i materiali) e fare una distinta "con rientranza" di questo assieme. Nelle quantità della distinta apparirà la lunghezza totale di ogni profilo. Allego un immagine del risultato.
 

Allegati

Pastorman75

Utente Standard
Professione: Ingegnere progettista
Software: Solidworks - Inventor - Cosmos - Ansys
Regione: Toscana
#12
Perfetto, SW08 fa proprio quello che volevo! Vedrò di aggiornare il prima possibile.

Due considerazioni sulla modalità di gestione delle parti a [m] o [kg]:

1) non possiamo certo progettare un sistema di gestione dei file in ragione della possibilità che si "corrompano" dei file. Se fosse così allora sarebbe impossibile fare a meno degli archivi cartacei (sempre che non prendano fuoco).

2) Caricare una configurazione tra 5000 diverse credo non richieda un tempo diverso da cercare un file in una cartella dove ve ne sono 5000.

In definitiva, o pensato al modo di getsione che proponi ma ritengo ancora superiore il metodo in cui si gestisce un unico file in diverse configurazioni.

Saluti
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#13
Non è come dici tu. Tu hai un unico modello di documento (dot) che utilizzi alla creazione di una nuova parte di quel tipo e che salvi all'interno del progetto-gruppo-sottogruppo corretto.
Non devi gestire a mano 5000 varianti ma ad ogni utilizzo salvi quello che ti serve dove ti serve.
Per la corruzione... è raro ma può succedere e a me un paio di volte è successo, per cui....fai tu.
È un po' come fare un analisi dei rischi e prendere a priori la via che al massimo della sfortuna da meno problemi.
Per la gestione...quando avrai 5000 configurazioni me lo saprai raccontare.
 

michele81

Utente Standard
Professione: Progettista - Disegnatore
Software: Solidworks 2011 - Pro-E WF4 - Autocad LT09 - Cosmos - FEMM
Regione: Piemonte
#14
Concordo con re, file con troppe configurazioni non sono facilmente gestibili.
Conviene un modello da esportare nella cartella di lavoro corretta. E' il metodo che consigliano tutti i rivenditori e consulenti di software con cui mi è capitato di aver a che fare.
 

Pastorman75

Utente Standard
Professione: Ingegnere progettista
Software: Solidworks - Inventor - Cosmos - Ansys
Regione: Toscana
#15
Creare un .dot per i tubolari ed i laminati o per i componenti a metraggio in genere, può essere un buon sistema in ragione del fatto che, una volta ben modellati, non verranno mai più modificati.

E' solo grazie a questa piccola ma significativa considerazione che il sistema che proponi ha dei vantaggi rispetto a quello che propongo io.

Sono infatti conscio che un eccessivo numero di configurazioni è sempre da evitare ma utilizzare due file diversi per pezzi uguali in tutto e per tutto, non è propriamente nello spirito della progettazione 3D.

La deroga è ammissibile solo in virtù del fatto che mai più modificherò quel file.

Resta un dubbio sulla cartella dove archiviare i file che credo dovrebbe essere diversa a meno di non sovrascrivere.
Non so se poi nascono problemi quando SW ricarica l'assieme.

Saluti
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#16
Una cosa che non avevo detto è che solitamente lavoro in assiemi di grandi dimensioni inteso come numero di elementi. Prova a fare un file di un tubolare come dici tu ed un altro con una trentina di configurazioni e vedrai la dimensione dei due file molto diversa.
Per i salvataggi... non so come archivi i file, io come ho già detto utilizzo un pdm, ma quando non lo utilizzavo organizzavo le cartelle in

Macchina
gruppo
sottogruppo

a questo punto assegnavo un numero di disegno ad ogni elemento, compresi i tubolari.

Se due pezzi sono identici compresa la lunghezza e gli angoli di taglio li puoi comunque riutilizzare. Il problema a questo punto è la rintracciabilità, senza un pdm è un guaio.
 

Pastorman75

Utente Standard
Professione: Ingegnere progettista
Software: Solidworks - Inventor - Cosmos - Ansys
Regione: Toscana
#17
Vero, le configurazioni aumentamo notevolmente le dimensioni dei file (hai visto anche le ripetizioni di numerose feature in una parte che dimensioni comportano.......!!)

In assenza di un buon PDM, a me piace organizzare i file in un unico grande contenitore in modo da rintracciare subito i pezzi comuni di riutilizzo.

Al massimo potrei pensare di prevedere delle cartelle "macchina" ma nessuna sottocartella per non pregidicare la possibilità di riutilizzo dei sotto-assiemi su macchine diverse.

Comunque un buon PDM (io ho usato ProductStream-Compass in abbinata ad Inventor nella precedente azienda) diventa quasi indispensabile.


Productstream organizzava i file in ragione della data di creazione su cartelle server con struttura "anno/mese/tipo documento"
Poi ci pensava lui a "ritrovare tutto".

Ciao
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#18
Io, invece, utilizzo Ready2works, con codifica parlante e archiviazione secondo codifica. Anche in questo caso fa tutto lui...