• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Gestione di Progetti senza Pro/Intralink

BuDuS

Utente Junior
Professione: Disegnatore Meccanico
Software: PTC Pro/Engineer, DS SolidWorks, Autodesk AutoCAD Mechanical, Cadam Drafting, Microsystem Cimatron
Regione: Bologna
#1
Premetto: ho aperto un post sul NG dedicato al CAD e sono stato invitato da un utente (Ale) a postare anche qui, spero di fare cosa gradita e comunque ne approfitto per discutere con voi di questo aspetto.​

Dunque, vedo di riepilogare la mia situazione:
  • Uso Pro/Engineer WF2 senza Pro/Intralink
  • Ho la necessità di importare/esportare i progetti che sviluppo per un cliente che invece usa Pro/Intralink
  • Avrei pure il desiderio, all'occorrenza, di poter gestire meglio le fasi del progetto, ovvero, permettermi di salvare uno stato, svilupparlo e, se va storta, poter tornare indietro senza troppi problemi.

Chi lavora con la classica Working Directory (WD) credo conosca bene quale razza di grane saltano fuori quando si deve importare ed esportare da Pro/Intralink.

In fase di importazione c'è il problema che, se si deve applicare una patch al progetto (può succedere che, stai lavorando a qualcosa e ti spediscono una parte del progetto aggiornata, ecc...), si presenta il problema della versione dei file: Pro/Intralink ti esporta tutto come un .1 , ma probabilmente nella tua WD hai i medesimi file che sono già oltre e, di fatto, facendo una semplice sovrascrittura, si ottiene il nulla perché chiaramente Pro/Engineer carica comunque l'ultima versione.

In fase di esportazione c'è il problema di evitare categoricamente l'immissione di dati che siano già presenti nel sistema, soprattutto se non si è certi che siano più aggiornati. In linea di massima, per tribolare poco, occorre importare solo le cose nuove o aggiornate.
Il problema è che non è semplice capire, a fine lavoro, cosa sia aggiornato e cosa no, perché Pro/Engineer, in certe situazioni, salva anche file che, sostanzialmente, non hanno subito nessuna modifica progettuale volontaria (magari li salva solo perché ne ha ricalcolato la massa o qualcosa del genere).

N.B.: Chiaramente, se dico castronerie, vi prego di correggermi !
Sono qui apposta ...​

Infine, io ero abituato sul mio 2D che salvavo le fasi di studio con una "versione" e, se qualcosa andava storto, mi bastava ri-aprire una versione vecchia e continuare da quella.
In Pro/Engineer questa cosa non è sostanzialmente fattibile, se non con un certo "sacrificio".

Mi sono anche informato circa un qualche software che consenta di risolvere questi problemi, ma mi è stato risposto che, attualmente, non mi conviene prendere Pro/Intralink o altro perché a "breve" sarà sostituito da un nuovo PDM più efficiente e che integra strumenti per queste problematiche.

Però io sto nella ..... ora, mica posso aspettare uno o due anni ! :frown:

Ho quindi deciso di farmi uno script, un softwarino che mi aiutasse a gestire queste cose.
Tempo a disposizione zero, necessità che funzionasse subito e bene mi hanno portato a crearmi uno script bash su linux, perché lo conosco da parecchi anni, già offre diversi strumenti per fare rapidamente "procedure automatizzate", ecc...

Tempo permettendo e se la cosa ha effettivamente un'utilità (magari c'è qualcosa, io non lo sapevo e ho fatto quell'aggeggio per nulla :tongue:), non escludo che in futuro possa fare anche qualcosa con la GUI e funzionante anche su Windows.
Se vi interessa saperne di più e provarlo, potete leggere la pagina che ho creato su google docs a questo indirizzo: http://docs.google.com/View?id=dcgvrzfr_1d7sb3bgw

Aspetto anche i vostri suggerimenti sull'argomento ! :finger:
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#2
ho aperto un post sul NG dedicato al CAD e sono stato invitato da un utente (Ale) a postare anche qui, spero di fare cosa gradita e comunque ne approfitto per discutere con voi di questo aspetto.
ciao, sono stato io a risponderti su it.comp .software.cad. il motivo per cui ti ho dirottato qui' e' che su quel ng ci sono quasi esclusivamente utenti di autocad, spero che qui' il tuo post raccolga maggior interesse.
Adesso vado a vedere il tuo documento per vedere se ne posso tirar fuori qualcosa di buono per solid edge (anche se solid edge ha gia' un mini-pdm dato in dotazione di serie con tutte le versioni di solid edge).

Ciao.

P.S. complimenti per la conoscenza approfondita della bash e per il file tutto ben commentato.
 

SweptBlend

Utente Standard
Professione: Senior Design Engineer
Software: ProE, Inventor, Think3
Regione: Schweizerische Eidgenossenschaft
#3
Many Compliments...
Veramente un oggettino interessante,
se si potesse avere su Winzoz senza dover installare una virtual machine,
e magari RAFFRONTA diventasse CONFRONTA... ;-)

a parte gli scherzi, veramente notevole
 

BuDuS

Utente Junior
Professione: Disegnatore Meccanico
Software: PTC Pro/Engineer, DS SolidWorks, Autodesk AutoCAD Mechanical, Cadam Drafting, Microsystem Cimatron
Regione: Bologna
#4
Many Compliments...
Veramente un oggettino interessante,
se si potesse avere su Winzoz senza dover installare una virtual machine,
Si, io stesso ho dei problemi in tal senso: tramite rete è lento e ho constatato che "lavora male" (in qualche situazione dei file temporanei vengono "bloccati" anche dopo il loro utilizzo dal SO e lo script non riesce più a lavorare correttamente .... immagino sia un problema di Windows/SAMBA, ecc...) e una VM è comunque un "oggettino pesante", che se aggiunto a Pro/E ...
e magari RAFFRONTA diventasse CONFRONTA... ;-)
Ho usato Raffronta e non Confronta perché la C era già occupata nelle opzioni da Carica.
Probabilmente cambierò Carica in Ripristina e Raffronta in Confronta.
a parte gli scherzi, veramente notevole
Ecco, a me interessa sapere se, prima di imbarcarmi nello sviluppo di un programmino vero e proprio (magari inizialmente mi limito ad una cosa per DOS, praticamente il "motore" e poi ci aggiungo pure la GUI) - sono programmatore autodidatta a livello molto hobbistico, quindi ... -, la cosa ha effettivamente un'utilità e, da qualche parte, non c'è qualcosa di analogo (freeware) fatto meglio, motivo per il quale ho poi scritto qui :biggrin:
 

SweptBlend

Utente Standard
Professione: Senior Design Engineer
Software: ProE, Inventor, Think3
Regione: Schweizerische Eidgenossenschaft
#5
Qualcosa del genere esiste già,
sia sul mercato italiano, che sul mercato internazionale,
ma hanno la presunzione di essere dei veri e propri concorrenti al PDM,
mentre se tu "rimani basso", senza nessuna intenzione di andarti a
sostituire a PDM, EDM, CDM, etc.etc.etc, penso ci siano una marea di persone che saranno interessate, penso a studi tecnici, progettisti che lavorano per n aziende.

fondamentale però è la necessità di lavorare su winzoz ( shell dos ? )

happy work ;-)
 

Lucap

Utente poco attivo
Professione: PLM consultant
Software: Pro/ENGINEER, GStarICAD, SPAC
Regione: Veneto
#6
Scusa BuDus, ma considerare strumenti attualmente distribuiti da PTC? ProIntralink è il vecchio EDM che è stato sostituito da parecchio con i vari strumenti della linea Windchill, su tutti PDMLink§; ma, visto che non sembra tu abbia potenti esigenze di PDM, potrebbe bastare una cosa tipo ProductPoint, che tra l'altro sfrutta SharePoint Services, piattaforma web aziendale Microsoft veramente "easy".
Visto che il cliente è in queste condizioni, cioè ha uno strumento che non è nemmeno più supportato se non per le patch di sicurezza, forse una soluzione per entrambi c'è.

Buon lavoro!
 

BuDuS

Utente Junior
Professione: Disegnatore Meccanico
Software: PTC Pro/Engineer, DS SolidWorks, Autodesk AutoCAD Mechanical, Cadam Drafting, Microsystem Cimatron
Regione: Bologna
#7
Il cliente mi dice che "tra non molto" (?) passeranno ad un PDM che "sembrerebbe" funzionare via WEB e che consentirebbe di lavorare in remoto, eliminando il problema dell'Import/Export.

Tutto molto vago ... ma quanto basta per indurre la mia azienda ad attendere lo sviluppo della cosa.

Nel frattempo, per non stare "a piedi", continuo ad usare il programmino che ho citato. Dato che qualche utente mi ha contattato con messaggi privati chiedendo lumi su come usarlo, espongo qui un sistema che sembra funzionare molto bene ed è piuttosto facile da mettere in piedi.

Inizialmente avevo consigliato la virtualizzazione (VMWARE): funziona, ma è un mattone pesante e non è semplicissimo da mettere in piedi.

Ora sto usando MSYS, un sistema che emula su Windows la bash Linux (in sintesi, il suo terminale).

Ecco come procedere:

  1. Si installa MSYS. Qui http://www.mingw.org/wiki/msys c'è la guida. Sinteticamente bisogna:
    • Scaricare l'ultima versione (http://sourceforge.net/projects/mingw/files/) dell'Automated MinGW Installer (5.1.6 ad oggi) e lanciarlo; si tratta di un software che chiede "quali componenti installare" e, quindi, procede ad installarli; se non avete particolari esigenze, potete lasciare anche così.
    • Installare MSYS prelevandolo dal link scritto sopra (nella pagina lo si trova dove c'è scritto "Install MSYS 1.0.11. I usually install it in C:\msys\1.0, but you can use any directory that you prefer." o similare, non metto link perché magari poi viene aggiornato, ecc....)
    • Quando MSYS si installa, apre un terminale dove fa alcune domande; sostanzialmente chiede dove si è installato MinGW. Ora, io ho risposto con:
      • y
      • y
      • C:\MinGW
      perché usando il forward slash "/" dava errore. Tuttavia c'è da sistemare un file di config (da fare in tutti i modi).
    • Procurarsi un editor decente (quindi non NOTEPAD) in grado di editare files UNIX (gVIM, EMACS, ma ce ne sono altri meno ostici per windows, penso) e modificare il file C:\msys\1.0\etc\fstab come segue:
      Codice:
      C:/MinGW /mingw
      C:/percorso/disegni/proe /proe
      ora, la riga:
      Codice:
      C:/percorso/disegni/proe /proe
      rappresenta dove uno "tiene la radice dei progetti PRO/E" (io ad esempio ho "C:\Clienti" e da lì parto con "\nome_azienda\nome_lavoro") e dove vuole che sia accessibile sotto MSYS; quando aprirà terminale, protrà accedere usando:
      Codice:
      cd /proe/percorso_lavoro/ecc...
  2. Scaricare foto.zip e copiare il file "foto" decompresso nella cartella "C:\msys\1.0\bin"; in questo modo, digitando nel terminale "foto", si avrà subito disponibile il comando.

Fatto tutto questo (ci vuole di più a scriverlo che a farlo !), sul desktop c'è l'icona di MSYS; lanciandola si apre il terminale UNIX. Con:
Codice:
cd /proe/nome_cliente/nome_lavoro
uno va nella cartella dove c'è il progetto e con:
Codice:
foto h | less
verifica se il comando è operativo e ne ottiene pure la guida (si esce dalla guida premendo "q").

Giusto per provarlo un po' uno può salvare la situazione corrente con:
Codice:
foto s base
(io ho usato "base" ma potete dare qualsiasi nome; sconsiglio l'uso degli spazi, usate degli "_")
fare qualche modifica in proe, salvare e farsi dare "le differenze" con:
Codice:
foto r base
Ricordo che "foto" non modifica nessun file, si limita ESCLUSIVAMENTE a fare delle copie di file incrementando la versione e solo se uno usa determinati parametri; in altri termini, un semplice "salvataggio" (parametro "s") e "raffronto" (parametro "r") non toccano minimamente i files; dopo che si esegue un "raffronto", lo script crea un file il cui nome inizia con "elenco_differenze_" (estensione .txt e in formato Windows) dove uno ha un rapporto che può anche allegare, ecc...

Se riscontrate problemi o comunque avete suggerimenti, contattatemi pure :finger:

Buon Lavoro :biggrin: