• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Gestione della Parte - i Layer

Utilizzate i Layer?

  • Li utilizzo raramente, ho altri metodi (quali?)

    Voti: 0 0.0%

  • Votatori totali
    30
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#41
I Product Interface non hanno interfaccia grafica e non sai se sono stati creati.
Se definisci i Product Interface e inserisci un componente, l'utente non sa quali sono le entità definite nel Product Interface.
Tanto vale utilizzare i 'Remember constraints'.
Comunque i reference set di posizionamento nascono per comodità per ovviare a qualche collega che ha creato un centinaio di piani e te ne servono solo due per posizionarlo.
Sto facendo degli esempi...forse banali...ma io non ne vedo l'utilità.
Infatti noi abbiamo 3 reference set (Full, Model e Tassellato (morto con la 7.5)).
FULL? cos'è? a che serve?
 

Utente NX

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: NX8 TC9
Regione: Piemonte
#42
Scusate se mi intrometto nel vostro battibecco ma ho un parere diverso:
per fortuna non sono automatici sai che disastro....
se usi questo metodo si deve pensare prima a cosa ti serve

... e se, dopo una modifica al componente ti serve un piano a 14.5°?
e se aggiungi un foro? e se .... e se ...
in fase di progettazione non puoi mai stabilire con precisione cosa serve quindi ......
se siete un team posso proporre di organizzare i layer e così caricando il componente in assieme e mettendolo in layer original e reference "entire part" puoi utilizzare l'assieme per vedere o meno i datum, superfici, solidi, ecc.... di qualsiasi componenete dell'assieme in uso e alla fine puoi comodamente mettere i reference in "model"
Ridendo e scherzando è così...le cose cambiano in fase di progettazione o evoluzione del prodotto.

Per quanto riguarda il tuo metodo..non mi sembra dei più comodi...ma vediamo di raccontarlo per tutto e vediamo cosa ne pensano.
1) Suddividere le entità nei layer...che siano univoci...altrimenti si possono confondere...il piano A su 61, il piano B sul 62, la curva A sul 41, la curva B sul 42 etc.
2) Poi metto le parti in assieme come entire part e abilito solo in ambiente assieme il layer numero X, sperando che non sia lo stesso di altre 30 parti...altrimenti che bel assieme di piani.
3) fatto tutto, metto la parte sul reference set 'Model'

Adesso...per gli utenti NX e per utenti non NX...pensate che sia comodo in NX usare i reference set e i layer per visualizzare temporaneamente certe entità della parte.
Per me è un giro che fa perdere tempo e pazienza...sempre che non ci siano intoppi.

I rimango dell'idea di non gestire i reference set e i layer...e usare il mostra e nascondi.
Poi amerei che in NX implementassero la possibilità di interagire sulle feature in ambiente assieme.
 
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#44
Ridendo e scherzando è così...le cose cambiano in fase di progettazione o evoluzione del prodotto.

Per quanto riguarda il tuo metodo..non mi sembra dei più comodi...ma vediamo di raccontarlo per tutto e vediamo cosa ne pensano.
1) Suddividere le entità nei layer...che siano univoci...altrimenti si possono confondere...il piano A su 61, il piano B sul 62, la curva A sul 41, la curva B sul 42 etc.
2) Poi metto le parti in assieme come entire part e abilito solo in ambiente assieme il layer numero X, sperando che non sia lo stesso di altre 30 parti...altrimenti che bel assieme di piani.
3) fatto tutto, metto la parte sul reference set 'Model'

Adesso...per gli utenti NX e per utenti non NX...pensate che sia comodo in NX usare i reference set e i layer per visualizzare temporaneamente certe entità della parte.
Per me è un giro che fa perdere tempo e pazienza...sempre che non ci siano intoppi.

I rimango dell'idea di non gestire i reference set e i layer...e usare il mostra e nascondi.
Poi amerei che in NX implementassero la possibilità di interagire sulle feature in ambiente assieme.
Io uso solo l'HIDE/UNHIDE, magari raggruppando tutto quello che non è modello sul layer 6, se proprio devo.
Il ref set MODEL è automatico e raccoglie solidi e superfici sul layer 1. STOP.
Il FACET da 7.5 non serve più.

Scusa Utente NX, che significa "Poi amerei che in NX implementassero la possibilità di interagire sulle feature in ambiente assieme"?
 

Utente NX

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: NX8 TC9
Regione: Piemonte
#45
i product interface li vedi benissimo basta attivare un flag in preferences - assembly - emphasize product interface objects
Hai ragione...in fase di inserimento si capisce, ma sarebbe utile avere un'icona sulla parte per capire se è stata configurata o no la parte con i Product Interface.
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#46
Il mio metodo di lavoro non si differenzia dal tuo...fidati...
Non lo so, ognuno ha le proprie peculiarità ed esperienze, io conosco le mie ma non le tue.

che uso fai dei reference set in NX ?
Li userai per mostrare alcune e non altre geometrie in ambiente assieme.
Dipende dal lavoro che faccio, dal cliente del momento.
Si può utilizzare un reference set per assegnargli un attributo, ad esempio, e non solo per visualizzare geometria.
Quando progetto 'liberamente' non li adopero proprio perchè non mi servono, nè per visualizzare geometria nè tantomeno per crearmi dei riferimenti di posizionamento.
Quando invece progetto in una struttura in cui ci sono delle regole da seguire (in modo tale che ogni utente sappia dove cercare) seguo quelle.


I reference set non vengono creati in automatico, a parte 2 di sistema (entire part e model).
I reference di sistema sono l'entire part e l'empty


Detto questo, non è vero che i reference set vanno pensati a priori ?
No non è vero!


Reference set di posizionamento (nel caso certi piani tornino utili per il posizionamento), quelli geometrici, etc..per fare degli esempi.
Se il piano contenuto nel reference set creato dal tuo collega non è quello ideale o ne manca un altro per meglio definire il suo posizionamento, perché nel tuo progetto devi posizionarlo a 16° anziché 90°, non dei entrare nella parte ed editare il reference set o crearne uno specifico ?
Credo di sì (non mi è mai successo), ma prima fustigo il tuo collega (non il mio che è bravissimo) che non ha saputo creare un reference set ideale.
Sembra, da come la racconti, o da come l'ho capita, che, se non prevedi ESATTAMENTE tutti i reference set e ti accorgi che te ne servono altri devi buttare il progetto. Invece magari è solo una 'smaronata' di work part e display part e nulla più. Ti è mai successo invece di partire con le idee ed input chiarissimi e trovarti a metà del progetto che devi stravolgere tutto? A me sì e se non avessi avuto un software tipo NX non so se ne sarei uscito.


Non so cosa progetti e che metodo usi, sia a livello di reference set che di livelli (sarei curioso di saperlo), perchè per me e i mei colleghi...i reference set e i livelli, se possiamo li evitiamo.
E fate bene se trovate questo metodo più produttivo di altri, però magari vi confrontate con standard aziendali che vi obbligano a mettere quella cosa lì in quel posto là etc. etc.
Per me il discorso è diverso nel senso che ho la massima autonomia e quindi faccio quello che in quella circostanza mi facilita il lavoro. Poi il cliente vuole le linee nel piano 44 e i cerchi nel 27? Alla fine del progetto lo faccio.
 

matfio

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Ugs v15 all' attuale Nx11
Regione: Veneto
#48
Ridendo e scherzando è così...le cose cambiano in fase di progettazione o evoluzione del prodotto.

Per quanto riguarda il tuo metodo..non mi sembra dei più comodi...ma vediamo di raccontarlo per tutto e vediamo cosa ne pensano.
1) Suddividere le entità nei layer...che siano univoci...altrimenti si possono confondere...il piano A su 61, il piano B sul 62, la curva A sul 41, la curva B sul 42 etc.
2) Poi metto le parti in assieme come entire part e abilito solo in ambiente assieme il layer numero X, sperando che non sia lo stesso di altre 30 parti...altrimenti che bel assieme di piani.
3) fatto tutto, metto la parte sul reference set 'Model'

Adesso...per gli utenti NX e per utenti non NX...pensate che sia comodo in NX usare i reference set e i layer per visualizzare temporaneamente certe entità della parte.
Per me è un giro che fa perdere tempo e pazienza...sempre che non ci siano intoppi.

I rimango dell'idea di non gestire i reference set e i layer...e usare il mostra e nascondi.
Poi amerei che in NX implementassero la possibilità di interagire sulle feature in ambiente assieme.
Forse sarebbe meglio raccontarlo bene.... facciamo un esempio banale...
team di progettisti che seguono regole comuni per la gestione feature su livelli.
per esempio solido principale livello 1, datum fixed principali su livello 10, ecc..
logica assieme: componenti con reference set entire part e layer original
1- apri un file assieme nuovo

2- aggiungi in assieme un componente "scatola" e se necessario lo vincoli (dipende dal progetto) utilizzando i livelli (visto che tutti rispettano le posizioni delle feature so benissimo cosa attivare), poi ho due soluzioni : la prima è nascondere (hide) il componente, la seconda usare reference set (model) per vedere solo il solido

3- aggiungi un secondo componente "coperchio" e lo vincoli con i riferimenti "scatola" , utilizzando i vari metodi indicati punto 2

4- aggiungi un terzo componente "fiocco" e lo vincoli con il "coperchio" oppure con la "scatola" , idem quanto scritto sopra

5- avanti con il prossimo componente

Non mi sembra sia ostico, serve solo capire come funziona e devo dire che questo meraviglioso software da la possibilità di fare oltre a quanto scritto sopra anche come dici tu, come dice Matrix ecc....

Io non ho un metodo preciso nell' utilizzare le funzioni di NX perchè ho clienti con specifiche diverse uno dall'altro (parlo di team da 10 a 50 e forse più di progettisti) quindi mi adatto e soprattutto devo saperle usare.
Quando posso gestirmi seguo un metodo che sia più consono a me per sveltire la progettazione e questo per fortuna Nx lo permette a differenza di Catia, Pro-e che non hanno certo la "mente aperta"
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#49
Quando posso gestirmi seguo un metodo che sia più consono a me per sveltire la progettazione e questo per fortuna Nx lo permette a differenza di Catia, Pro-e che non hanno certo la "mente aperta"
Il tuo procedimento lo trovo corretto e pulito, ma non capisco perchè tu debba dire che Catia o Pro-E non hanno la mente aperta,hai usato così a fondo entrambi?
Parlo per Pro/E è la stessa metodologia, solo che parlando in inglese i reference set si chiamano component interface, ma i layer sono quelli, e le layer rules se vogliamo essere pignoli e precisi fanno quel lavoro in automatico,senza filtrare nulla.

Saluti
 

matfio

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Ugs v15 all' attuale Nx11
Regione: Veneto
#50
Il tuo procedimento lo trovo corretto e pulito, ma non capisco perchè tu debba dire che Catia o Pro-E non hanno la mente aperta,hai usato così a fondo entrambi?
Parlo per Pro/E è la stessa metodologia, solo che parlando in inglese i reference set si chiamano component interface, ma i layer sono quelli, e le layer rules se vogliamo essere pignoli e precisi fanno quel lavoro in automatico,senza filtrare nulla.

Saluti
non ho detto che non lo possono fare.....
 
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#51
non ho detto che non lo possono fare.....
Cmq mi pare di vedere che anche NX ha i suoi limiti (vedi post sopra su modifica features in contesto assembly).

Ti dico un segreto: non esiste il cad perfetto:finger:
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#52
non ho detto che non lo possono fare.....
No ... hai semplicemente detto che non hanno una mente aperta, cosa significhi non lo so, ma hai buttato nella mischia un luogo comune da 4 soldi.
Perchè se conoscessi Pro/E non avresti fatto un affermazione del genere.

Con lo stesso criterio, potrei dirti che la potenza di calcolo, la stabilità e configurabilità di Pro/E .... NX se le sogna ogni santa notte, tu cosa ne penseresti ?

Fatevi gli NX vostri ... che per Pro/E ci pensiamo noi :biggrin:
 

Utente NX

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: NX8 TC9
Regione: Piemonte
#53
Forse sarebbe meglio raccontarlo bene.... facciamo un esempio banale...
team di progettisti che seguono regole comuni per la gestione feature su livelli.
per esempio solido principale livello 1, datum fixed principali su livello 10, ecc..
logica assieme: componenti con reference set entire part e layer original
1- apri un file assieme nuovo

2- aggiungi in assieme un componente "scatola" e se necessario lo vincoli (dipende dal progetto) utilizzando i livelli (visto che tutti rispettano le posizioni delle feature so benissimo cosa attivare), poi ho due soluzioni : la prima è nascondere (hide) il componente, la seconda usare reference set (model) per vedere solo il solido

3- aggiungi un secondo componente "coperchio" e lo vincoli con i riferimenti "scatola" , utilizzando i vari metodi indicati punto 2

4- aggiungi un terzo componente "fiocco" e lo vincoli con il "coperchio" oppure con la "scatola" , idem quanto scritto sopra

5- avanti con il prossimo componente

Non mi sembra sia ostico, serve solo capire come funziona e devo dire che questo meraviglioso software da la possibilità di fare oltre a quanto scritto sopra anche come dici tu, come dice Matrix ecc....

Io non ho un metodo preciso nell' utilizzare le funzioni di NX perchè ho clienti con specifiche diverse uno dall'altro (parlo di team da 10 a 50 e forse più di progettisti) quindi mi adatto e soprattutto devo saperle usare.
Quando posso gestirmi seguo un metodo che sia più consono a me per sveltire la progettazione e questo per fortuna Nx lo permette a differenza di Catia, Pro-e che non hanno certo la "mente aperta"
Allora andando di livelli, come fai a visualizzare il livello 'X' solo di un componente o di 2 componenti, visto che le regole sono comuni a tutti ?
Se devi visualizzare il piano che è sul livello 31, quanti componenti hanno il livello 31 ?
Visualizzando il livello 31 in ambiente assieme, lo fai globale, chissà quanti componenti hanno il livello 31.
Se l'assieme è di 500 parti....mi sa che ci viene fuori un bel casino....
In questo caso....vai con altri metodi da utilizzare con i livelli.
Quali ?
Sarò una mosca bianca....ma i livelli non li trovo utili, di semplice gestione, comprensione e manutenzione, da subito e per successive revisioni di assiemi (su quale è il livello della curva che mi serve per creare lo sweep del bordino....).
Se i livelli fossero gestiti in ambiente assieme a livello di singole parti, allora li troverei più utili, ma a livello globale, diventa un calderone.
 

Allegati

matfio

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Ugs v15 all' attuale Nx11
Regione: Veneto
#54
No ... hai semplicemente detto che non hanno una mente aperta, cosa significhi non lo so, ma hai buttato nella mischia un luogo comune da 4 soldi.
Perchè se conoscessi Pro/E non avresti fatto un affermazione del genere.

Con lo stesso criterio, potrei dirti che la potenza di calcolo, la stabilità e configurabilità di Pro/E .... NX se le sogna ogni santa notte, tu cosa ne penseresti ?

Fatevi gli NX vostri ... che per Pro/E ci pensiamo noi :biggrin:
Uauuu che aggressività ..... se non sai cosa significa allora perchè commenti
 

matfio

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Ugs v15 all' attuale Nx11
Regione: Veneto
#55
Visualizzando il livello 31 in ambiente assieme, lo fai globale, chissà quanti componenti hanno il livello 31.
Se l'assieme è di 500 parti....mi sa che ci viene fuori un bel casino....
In questo caso....vai con altri metodi da utilizzare con i livelli.
Non capisco perchè devi tener attive (ripeto: o uso reference set "model" oppure hide/show) le 498 parti se devi vincolare solamente la parte 499 con la 500.....
 

matfio

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Ugs v15 all' attuale Nx11
Regione: Veneto
#56
Cmq mi pare di vedere che anche NX ha i suoi limiti (vedi post sopra su modifica features in contesto assembly).

Ti dico un segreto: non esiste il cad perfetto:finger:

e te ne dico un'altro di segreto: è la persona che deve comprendere i limiti per usarlo al meglio
 

matfio

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Ugs v15 all' attuale Nx11
Regione: Veneto
#58
dico solo che trovo Pro-e e Catia più ostici nel gestire a livello assieme i componenti e i loro vincoli a differenza di Nx
Comunque non vedo perchè essere aggressivi ...... (Maxopus)
Conosco per esperienza diversi cad e so con certezza che non esiste un cad perfetto solo cad che fa cose meglio di un' altro e viceversa.
Da diversi anni uso Nx e mi trovo bene ma soprattutto perchè ho clienti che hanno bisogno del nativo ma se domani mattina nessuno usa più Nx io semplicemente mi adatto, come ho sempre fatto, e cercherò di usare al massimo le potenzialità del nuovo cad
 

IPdesign

MOD UG-NX & RP
Staff Forum
Professione: non lo so più nemmeno io
Software: NX4-NX6-NX8
Regione: Lombardia
#59
Primo richiamo all'ordine

Vorrei invitarvi a evitare inutili diatribe che risultano poco costruttive .
Cadere nel flame è un attimo, una parola tira l'altra ecc..
Attenetevi al tread e cercate di postare risposte o domande costruttive .

grazie a tutti
 
Professione: Galoppino
Software: Creo/Windchill/Arbortext
Regione: Svizzera
#60
e te ne dico un'altro di segreto: è la persona che deve comprendere i limiti per usarlo al meglio
Su questo non ci piove... ma penso che stef lo sappia benissimo.

dico solo che trovo Pro-e e Catia più ostici nel gestire a livello assieme i componenti e i loro vincoli a differenza di Nx
Comunque non vedo perchè essere aggressivi ...... (Maxopus)
Conosco per esperienza diversi cad e so con certezza che non esiste un cad perfetto solo cad che fa cose meglio di un' altro e viceversa.
Da diversi anni uso Nx e mi trovo bene ma soprattutto perchè ho clienti che hanno bisogno del nativo ma se domani mattina nessuno usa più Nx io semplicemente mi adatto, come ho sempre fatto, e cercherò di usare al massimo le potenzialità del nuovo cad
Spiegami il perchè del più ostico allora, stai dicendo delle cose che possono anche essere giuste, ma dovrebbero essere motivate da delle spiegazioni sensate a mio modo di vedere.
Primo richiamo all'ordine

Vorrei invitarvi a evitare inutili diatribe che risultano poco costruttive .
Cadere nel flame è un attimo, una parola tira l'altra ecc..
Attenetevi al tread e cercate di postare risposte o domande costruttive .

grazie a tutti
Giustissimo!:rolleyes: