• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

gestione configurazioni

edoitaly

Utente poco attivo
Professione: Operations manager
Software: Solidworks
Regione: Veneto
#1
Salve a tutti,
premetto che non sono un esperto di programmi 3D ma sto valutando per conto della mia azienta se è possibile utilizzare efficacemente SolidWorks nell'azienda.

Un problema che sto affrontando è come gestire diversi tipi di configurazioni per il singolo pezzo; mi spiego meglio:

supponendo di avere un pezzo di forma qualsiasi al quale posso fare dieci tipi di fori su un lato, dieci tipi su un altro lato e dieci tipi di trattamenti superficiali; ogni tipo di foratura su un lato può andare con ogni tipo di foratura sull'altro lato e con ogni tipo di trattamento superficiale per un totale di mille diverse configurazioni.
Ogni configurazione deve avere il suo disegno/codice.

Come è possibile gestire efficacemente questa situazione?


Grazie a priori per ogni suggerimento.
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#2
Salve a tutti,
premetto che non sono un esperto di programmi 3D ma sto valutando per conto della mia azienta se è possibile utilizzare efficacemente SolidWorks nell'azienda.

Un problema che sto affrontando è come gestire diversi tipi di configurazioni per il singolo pezzo; mi spiego meglio:

supponendo di avere un pezzo di forma qualsiasi al quale posso fare dieci tipi di fori su un lato, dieci tipi su un altro lato e dieci tipi di trattamenti superficiali; ogni tipo di foratura su un lato può andare con ogni tipo di foratura sull'altro lato e con ogni tipo di trattamento superficiale per un totale di mille diverse configurazioni.
Ogni configurazione deve avere il suo disegno/codice.

Come è possibile gestire efficacemente questa situazione?


Grazie a priori per ogni suggerimento.
Ciao,
problema interessante direi.
Io se fossi in te farei un grezzo per ogni trattamento termico, importarei la parte in un'altra parte e ci farei sopra le lavorazioni.
Ma è un problema di cui secondo me dovresti parlare con l'assistenza di SDW, sicuramente se sei in fase di acquisto saranno ben disposti ad esaudire ogni tuo desiderio.
Gianluca
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#3
La soluzione di avere la stessa famiglia di pezzi con configurazioni diverse la risolvi facendo la parte con tutte le configurazioni gestite in excel, le proprietà personalizzate nel foglio excel per quanto riguarda trattamenti finiture materiale ecc, mentre per le feautures (fori smussi lavorazioni e quel che vuoi) lo gestisci sia con excel attivando e disattivando le feautures sia in ambito modellazione con la soluzione "configura lavorazione". Tieni sempre un modello base non codificato definito come Default sul quale potrai sempre lavorare e creare le varie feautures. Eventualmente nell'albero delle lavorazioni crea delle cartelle e raggruppa le lavorazioni e gestisci il tutto con senso logico, rendendo ogni funzione indipendente dal resto.

Le tavole avranno il codice del pezzo e poi con i multifoglio gestisci i codici veri e propri.
Ovviamente il campo codici sarà a parte e non il nome del file, visto che questo sarà un promemoria per esempio "albero principale" e avrà le consigurazioni 1520001 1520002 ecc.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#4
Penso che la soluzione più efficace sia gestire il tutto con un pdm in quanto le configurazioni sono gestibili come normali codici e sono ben riconoscibili per descrizione e dati tecnici.
Forse ti sto mettendo troppa carne al fuoco, nel senso che se state pensando di passare al 3D diventa difficile pensare allo stesso tempo anche all'implementazione di un pdm.
Perchè ti do questo consiglio? Pensa a quando avrai in archivio 2000 files, ognuno dei quali avrà 20 configurazioni: come farai a rintracciare il codice che corrisponde alla parte 24435 ma che in realtà è una configurazione della parte 112233?
O hai una codifica parlante, ma bisogna spesso fare i conti con delle eccezioni che ti complicano la vita.
Con il pdm cerchi semplicemente il codice e lui sa in che parte cercarlo e se si tratta di una configurazione o meno.
Quello che utilizzo quotidianamente crea automaticamente le tavole (salvo diversa disposizione dell'utente) alla creazione di ogni codice, sia questo un file o una configurazione.
L'associazione modello-tavola viene gestita dal pdm e l'utente non si deve preoccupare di sfogliare nessuna cartella perchè tutto e pronto e subito.
Quello che ti posso consigliare e di pensare subito se implementare questo strumento in fase di acquisto del CAD e ti consiglio di valutarie più di uno.
Se in azienda avete solo solidworks ti consiglio di vedere dbworks, pdmworks entrprise e ready2works.
Quello che utilizzo io dei 3 è ready2works.
Una demo non costa nulla e a volte ti da la soluzione a problemi che non sapresti come affrontare.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#5
Salve a tutti,
premetto che non sono un esperto di programmi 3D ma sto valutando per conto della mia azienta se è possibile utilizzare efficacemente SolidWorks nell'azienda.

Un problema che sto affrontando è come gestire diversi tipi di configurazioni per il singolo pezzo; mi spiego meglio:

supponendo di avere un pezzo di forma qualsiasi al quale posso fare dieci tipi di fori su un lato, dieci tipi su un altro lato e dieci tipi di trattamenti superficiali; ogni tipo di foratura su un lato può andare con ogni tipo di foratura sull'altro lato e con ogni tipo di trattamento superficiale per un totale di mille diverse configurazioni.
Ogni configurazione deve avere il suo disegno/codice.

Come è possibile gestire efficacemente questa situazione?


Grazie a priori per ogni suggerimento.
Ho visto solo ora che è il tuo primo messaggio, innanzitutto benvenuto su cad3d.it!
Ti chiedo cortesemente di leggere il regolamento, vedi in alto nel forum di solidworks, e di presentarti nell'apposita sezione sempre in alto nel forum di solidworks.
 

edoitaly

Utente poco attivo
Professione: Operations manager
Software: Solidworks
Regione: Veneto
#6
Penso che la soluzione più efficace sia gestire il tutto con un pdm in quanto le configurazioni sono gestibili come normali codici e sono ben riconoscibili per descrizione e dati tecnici.
[...]
Quello che utilizzo quotidianamente crea automaticamente le tavole (salvo diversa disposizione dell'utente) alla creazione di ogni codice, sia questo un file o una configurazione.
[...]
Grazie della risposta!

L'azienda comprò nel 2008 alcune licenze Solidworks 2008 ed anche PDMWorks, poi venne abbandonato tutto, ora io sto riprendendo in mano il discorso per vedere se si riesce a portarlo avanti (ed a non gettare l'investimento).

Ci sarebbe quindi anche PDMWorks a disposizione anche se al momento non è installato.

Il discorso di creare automaticamente le tavole sarebbe molto comodo; sai se PDMWorks lo supporta? Come funziona? Si crea un modello base di tavola che poi viene riprodotto con le informazioni della singola configurazione?

Per il discorso con cui ho iniziato il tread: ho svariati tipi di lavorazioni (trattamenti, fori, ecc) attivabili in ogni tipo di combinazione, come posso gestilo efficientemente?
Devo creare ogni singola combinazione in configurationmanager ed attivare/disattivare le songole lavorazioni?


Ho visto solo ora che è il tuo primo messaggio, innanzitutto benvenuto su cad3d.it!
Ti chiedo cortesemente di leggere il regolamento, vedi in alto nel forum di solidworks, e di presentarti nell'apposita sezione sempre in alto nel forum di solidworks.
Grazie del benvenuto :smile:
 
Ultima modifica da un moderatore:

edoitaly

Utente poco attivo
Professione: Operations manager
Software: Solidworks
Regione: Veneto
#7
La soluzione di avere la stessa famiglia di pezzi con configurazioni diverse la risolvi facendo la parte con tutte le configurazioni gestite in excel, le proprietà personalizzate nel foglio excel per quanto riguarda trattamenti finiture materiale ecc, mentre per le feautures (fori smussi lavorazioni e quel che vuoi) lo gestisci sia con excel attivando e disattivando le feautures sia in ambito modellazione con la soluzione "configura lavorazione". Tieni sempre un modello base non codificato definito come Default sul quale potrai sempre lavorare e creare le varie feautures. Eventualmente nell'albero delle lavorazioni crea delle cartelle e raggruppa le lavorazioni e gestisci il tutto con senso logico, rendendo ogni funzione indipendente dal resto.

Le tavole avranno il codice del pezzo e poi con i multifoglio gestisci i codici veri e propri.
Ovviamente il campo codici sarà a parte e non il nome del file, visto che questo sarà un promemoria per esempio "albero principale" e avrà le consigurazioni 1520001 1520002 ecc.
Ciao e grazie,
mi potresti spiegare un po' meglio come gestire le configurazioni con i fogli excell? Attualmente li uso ma solo per creare configurazioni con quote differenti, come faccio ad attivare o disattivare features nei fogli excell?
 

geppetto

Utente Standard
Professione: Concretizzare i sogni degli architetti
Software: Basta che raggiunga l'obiettivo
Regione: Una alla volta tutte
#8
Ciao e grazie,
mi potresti spiegare un po' meglio come gestire le configurazioni con i fogli excell? Attualmente li uso ma solo per creare configurazioni con quote differenti, come faccio ad attivare o disattivare features nei fogli excell?
Tabella.JPG
STATO@nomefunzione=S (sospeso)
STATO@nomefunzione=Vuoto (Attivo)
 

Kakisan

Utente Standard
Professione: Progettista meccanico
Software: SDW2012
Regione: Veneto - Vicenza
#9
Penso che la soluzione più efficace sia gestire il tutto con un pdm in quanto le configurazioni sono gestibili come normali codici e sono ben riconoscibili per descrizione e dati tecnici.
Forse ti sto mettendo troppa carne al fuoco, nel senso che se state pensando di passare al 3D diventa difficile pensare allo stesso tempo anche all'implementazione di un pdm.
Perchè ti do questo consiglio? Pensa a quando avrai in archivio 2000 files, ognuno dei quali avrà 20 configurazioni: come farai a rintracciare il codice che corrisponde alla parte 24435 ma che in realtà è una configurazione della parte 112233?
O hai una codifica parlante, ma bisogna spesso fare i conti con delle eccezioni che ti complicano la vita.
Con il pdm cerchi semplicemente il codice e lui sa in che parte cercarlo e se si tratta di una configurazione o meno.
Quello che utilizzo quotidianamente crea automaticamente le tavole (salvo diversa disposizione dell'utente) alla creazione di ogni codice, sia questo un file o una configurazione.
L'associazione modello-tavola viene gestita dal pdm e l'utente non si deve preoccupare di sfogliare nessuna cartella perchè tutto e pronto e subito.
Quello che ti posso consigliare e di pensare subito se implementare questo strumento in fase di acquisto del CAD e ti consiglio di valutarie più di uno.
Se in azienda avete solo solidworks ti consiglio di vedere dbworks, pdmworks entrprise e ready2works.
Quello che utilizzo io dei 3 è ready2works.
Una demo non costa nulla e a volte ti da la soluzione a problemi che non sapresti come affrontare.
Ciao a tutti,
secondo me questa soluzione è ottimale, ma ha i suoi limiti.
Ad esempio, se abbiamo un PDM che gestisce una singola parte composta da molti codici, come facciamo a fare una revisione solo ad una serie limitata di codici. Il modello avrà la sua revisione, ma i codici all'interno della tabella dati avranno molte revisioni diverse.
Secondo me conviene lasciare al PDM il distacco dei codici (niente codici parlanti) e gestire ogni singolo modello separatamente.
Sicuramente se ci fosse la necessità di eseguire modifiche i tempi si allungherebbero, ma avrei un sistema più ordinato (a mio avviso).
Anche secondo me vi conviene implementare contemporaneamente CAD e PDM, in modo da partire da subito sulla giusta via, senza dover rincorrere successivamente. Questo perchè normalmente il CAD dà libertà che successivamente vengono in parte limitate dal PDM, che di norma ha una sua struttura molto più rigida.
Buona giornata a tutti.
Gianluca
 
Ultima modifica da un moderatore:

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#10
Grazie della risposta!

L'azienda comprò nel 2008 alcune licenze Solidworks 2008 ed anche PDMWorks, poi venne abbandonato tutto, ora io sto riprendendo in mano il discorso per vedere se si riesce a portarlo avanti (ed a non gettare l'investimento).
Direi che è doveroso cercare di sfruttare al 100% gli investimenti.

Il discorso di creare automaticamente le tavole sarebbe molto comodo; sai se PDMWorks lo supporta? Come funziona? Si crea un modello base di tavola che poi viene riprodotto con le informazioni della singola configurazione?
Mi dispiace ma non conosco pdmworks se non per sentito dire. L'ho visto velocemente una volta ma non era ancora terminata l'implementazione. Nel mio caso non creo nulla, quando genero un nuovo codice viene generata la tavola associata con inserite le 3 viste standard. La tavola sarà da adattare (scala, altre viste, quote, ecc...) ma intanto c'è, posizionata e immediatamente fruibile dall'elenco generale.

Per il discorso con cui ho iniziato il tread: ho svariati tipi di lavorazioni (trattamenti, fori, ecc) attivabili in ogni tipo di combinazione, come posso gestilo efficientemente?
Devo creare ogni singola combinazione in configurationmanager ed attivare/disattivare le songole lavorazioni? Grazie del benvenuto :smile:
Senza pdm utilizzerei anch'io le tabelle dati (excel) almeno raduni tutte le varianti sulla tabella e le tieni sott'occhio.



Una coriosità: cosa progettate? Perchè avete abbandonato solidworks?
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#11
Ciao a tutti,
secondo me questa soluzione è ottimale, ma ha i suoi limiti.
Ad esempio, se abbiamo un PDM che gestisce una singola parte composta da molti codici, come facciamo a fare una revisione solo ad una serie limitata di codici. Il modello avrà la sua revisione, ma i codici all'interno della tabella dati avranno molte revisioni diverse.
Sono d'accordo, in caso di revisione potrebbe essere difficile sistemare la situazione, come ogni soluzione ha pro e contro...

Secondo me conviene lasciare al PDM il distacco dei codici (niente codici parlanti) e gestire ogni singolo modello separatamente.
Sul discorso dei codici parlanti non sono d'accordo, o meglio, dipende dalla loro produzione e da come si decide di implementare il pdm a livello di regole.
 

SolidUser

Utente Senior
Professione: Progettista
Software: SolidWorks 2013 SP1.0
Regione: Veneto
#12
Per Edo....fatti i tutorial, sei alle prime armi e consigli di utenti esperti possono crearti confusione e dubbi per mancanza di conoscenza.

Per gli altri:
SolidWorks è l'unico CAD che gestisce le configurazioni all'interno del medesimo file.
Ha sicuramente dei vantaggi, ma quando nacque, l'uso del PDM non era ancora sentito e quindi non si era pensato alla gestione delle revisioni dei file configurati.
Questo per dire che un file può essere modificabile o non modificabile, perciò non hai controllo se l'utente revisionando il file e nello specifico non vada a editare anche le altre configurazioni.

Ci sono dei PDM quali DBWorks della MechWorks che gestisce le revisioni delle configurazioni, ma sono dei controlli non sicuri al 100%, l'utente in quella fase può cancellare anche delle funzioni e questo vale su tutte le configurazioni.

Diciamo che quando verrà fuori SolidWorks V6, allora tutto sarà possibile.
Qua ci metto le faccine....:biggrin::biggrin::biggrin::biggrin:
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#13
Diciamo che quando verrà fuori SolidWorks V6, allora tutto sarà possibile.
Qua ci metto le faccine....:biggrin::biggrin::biggrin::biggrin:
Hai qualche info che puoi rendere pubblica? La 2012 uscirà tra un paio di mesi, se verrà rilasciata nelle tempistiche di sempre, e non si sa ancora nulla...
 

SolidUser

Utente Senior
Professione: Progettista
Software: SolidWorks 2013 SP1.0
Regione: Veneto
#14
Hai qualche info che puoi rendere pubblica? La 2012 uscirà tra un paio di mesi, se verrà rilasciata nelle tempistiche di sempre, e non si sa ancora nulla...
Il programma di beta testing della 2012 avverrà come di consueto già da molti anni a metà giugno.
Sanno tutti che stanno sviluppando SW con kernel Catià e che sarà cloud.
Per il resto credo che fino al 2014 non se ne parla.
Nel mezzo di questo tempo può succedere di tutto.
NX sta facendo un ottimo lavoro, stessa cosa per Solid Edge e Creo.
Se SolidWorks non si sveglia...perderanno quote di mercato.
Ricordiamoci che la colpa è dei francesi.
Con l'acquisto di SolidWorks decidono tutto.
 

edoitaly

Utente poco attivo
Professione: Operations manager
Software: Solidworks
Regione: Veneto
#15
Per Edo....fatti i tutorial, sei alle prime armi e consigli di utenti esperti possono crearti confusione e dubbi per mancanza di conoscenza.
Li sto facendo (già finiti quasi tutti in realtà) :wink:
ma non tutto si può capire dai tutorial.


Una coriosità: cosa progettate? Perchè avete abbandonato solidworks?
L'azienda produce mobili.
Da quello che mi è stato raccontato abbandonarono SW perché provarono a fargli fare troppo in una volta solapartendo da zero (progettazione, ingenerizzazione, distinte, connessione ad as400 ed a programmi di vendita, ecc) e venne fuori, passatemi il temine, "un gran casino"! :rolleyes:
 

edoitaly

Utente poco attivo
Professione: Operations manager
Software: Solidworks
Regione: Veneto
#16
Ho incontrato un problema interessante se qualcuno mi aiuta a risolverlo:

in fase di progettazione, quando le dimensioni dei componenti possono ancora variare, progettando nell'assieme, può capitare che faccia dipendere alcune dimensioni di alcuni pezzi da delle quote nell'assieme (ad esempio un'estrusione che riempie la distanza tra due pezzi i quali però non hanno ancora una distanza definitiva).
Supponendo poi di creare tre confeigurazioni dell'assieme in cui varia la quota da cui dipendono le dimensioni del pezzo (la distanza dei due componenti nell'esempio precedente).
Mi trovo con un pezzo che ha effettivamente tre configurazioni (profondità dell'estrusione) le quali però non appaiono nel configuration manager del pezzo stesso.
Come posso gestire queste configurazioni? Mi riferisco al fatto di farne dei disegni e legarle a dei codici.
E' possibile?
Alternativamente come mi conviene fare?
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#17
Ho incontrato un problema interessante se qualcuno mi aiuta a risolverlo:

in fase di progettazione, quando le dimensioni dei componenti possono ancora variare, progettando nell'assieme, può capitare che faccia dipendere alcune dimensioni di alcuni pezzi da delle quote nell'assieme (ad esempio un'estrusione che riempie la distanza tra due pezzi i quali però non hanno ancora una distanza definitiva).
Supponendo poi di creare tre confeigurazioni dell'assieme in cui varia la quota da cui dipendono le dimensioni del pezzo (la distanza dei due componenti nell'esempio precedente).
Mi trovo con un pezzo che ha effettivamente tre configurazioni (profondità dell'estrusione) le quali però non appaiono nel configuration manager del pezzo stesso.
Come posso gestire queste configurazioni? Mi riferisco al fatto di farne dei disegni e legarle a dei codici.
E' possibile?
Alternativamente come mi conviene fare?
Se nell'assieme A dipende da B e vuoi avere una codifica delle 3 confiruazioni, ne devi avere 3 di A e 3 di B e legare poi ogni configurazione di A alla corrispondente di B. Nell'assieme avrai 3 configurazioni di assieme con 3 codici alla volta. Tutto a cascata e tutto legato.
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#18
NX sta facendo un ottimo lavoro, stessa cosa per Solid Edge e Creo.
Se SolidWorks non si sveglia...perderanno quote di mercato.
Intendi con la modellazione sincrona? Credi che possa diventare così vantaggiosa da "ammazzare" il parametrico?
 

SolidUser

Utente Senior
Professione: Progettista
Software: SolidWorks 2013 SP1.0
Regione: Veneto
#19
Intendi con la modellazione sincrona? Credi che possa diventare così vantaggiosa da "ammazzare" il parametrico?
La modellazione sincrona può essere come quella di CoCreate o parametrica, cioè se sposto una faccia, mi lascia una funzione nell'albero.
Non conosco nessuno che usi la metodologia sincrona in modalità 'free hystory'.
Comunque io parlo in linea generale, non solo di questa funzionalità che manca in SW.
 

SolidUser

Utente Senior
Professione: Progettista
Software: SolidWorks 2013 SP1.0
Regione: Veneto
#20
Ho incontrato un problema interessante se qualcuno mi aiuta a risolverlo:

in fase di progettazione, quando le dimensioni dei componenti possono ancora variare, progettando nell'assieme, può capitare che faccia dipendere alcune dimensioni di alcuni pezzi da delle quote nell'assieme (ad esempio un'estrusione che riempie la distanza tra due pezzi i quali però non hanno ancora una distanza definitiva).
Supponendo poi di creare tre confeigurazioni dell'assieme in cui varia la quota da cui dipendono le dimensioni del pezzo (la distanza dei due componenti nell'esempio precedente).
Mi trovo con un pezzo che ha effettivamente tre configurazioni (profondità dell'estrusione) le quali però non appaiono nel configuration manager del pezzo stesso.
Come posso gestire queste configurazioni? Mi riferisco al fatto di farne dei disegni e legarle a dei codici.
E' possibile?
Alternativamente come mi conviene fare?
Confermo quanto scritto da meccanicamg.
Allego file.
Farlo è semplice, una volta che hai la parte che segue le modifiche dell'assieme, crei le varianti nell'assieme e ad ogni switch tra le conf. fai RMB sul componente che varia nel contesto ed usi il comando 'Aggiungi configurazione...'
 

Allegati