Filosofia CAD per CATIA

marcofa

Utente Standard
Professione: Manager
Software: Autocad Catia
Regione: Liguria
#1
Filosofia di approccio alla progettazione con CATIA

Entrato per caso, con l’aiuto di Ferrezio, nella problematica UUIDs, della numerazione, denominazione e del salvataggio dati (fino ad ora ho usato solo NUOVO,APRI e SALVA CON NOME) a causa di malfunzionamenti e comportamenti strani di Part, Product loro copie e loro modifiche, ho capito di aver scoperchiato il Vaso di Pandora.
Dopo aver fatto una ricerca sul Web ho reperito molti post di forum Tutorial ed informazioni in alcuni casi contraddittorie.
Credo sia utile quindi cercare di stendere un tutorial soprattutto per gli studenti ma anche per gli utilizzatori meno esperti, per rendere chiaro il meccanismo usato da Catia e soprattutto per definire il comportamento corretto da usare per creare, copiare, sostituire, modificare e salvare i files specialmente quando si opera con un grande modello o con un progetto contenente modelli multipli simili, che cioè differiscono solo per alcune Part o Product.
Spesso la bontà di un progetto si determina durante i primi passi poiché definendo una valida struttura, una numerazione e denominazione dei file intelligente per una buona metodologia di gestione, si eviteranno grossi problemi .
In tutti i libri, tutorial, corsi online e documentazioni, anche quella all’interno di Catia, peraltro esaustivi sull’uso del singolo comando o funzione, non ho mai trovato cenni su come il tutto interagisce , come Catia ragiona e di conseguenza agisce. Manca l’insegnamento della strategia di approccio alla progettazione con Catia. Mancano anche cenni ai comandi “speciali”.
E’ come se a scuola guida insegnassero a cambiare a motore spento o a sterzare a vettura ferma.
Quando poi si và su strada la musica cambia e sono dolori.
La meraviglia di Catia è che tutti i documenti di un Modello sono collegati ed interdipendenti, cosa che permette di modificare un oggetto ed automaticamente modificarne altri n , sostituire e non perdere i collegamenti, copiare e importare oggetti da altri progetti senza dover ricominciare, utilizzare modelli commerciali di componenti esistenti e molto altro. Il tutto però se si è partiti con il piede giusto e la via imboccata è quella giusta. In caso contrario ci si ritroverà impossibilitati ad utilizzare tutte le potenzialità di Catia.
I gradini della lunga scala della progettazione meccanica (la sola di cui mi occupo), prima di “tirare delle righe” ed “estrudere dei solidi”, iniziano da lontano.
Sarebbe fantastico se qualche Guru si prendesse la briga di scrivere un manuale di “FILOSOFIA CAD PER CATIA” corredandolo di esempi e link ai post dei vari forum e tutorial reperiti sul web.
Questo potrebbe essere il Prologo al magnifico Manuale del Prof Del Nobile www.cad-3d.net/ (peraltro chiaro semplice e completo) che sarebbe così integrato da ciò che manca e dall’esperienza di chi lavora sul campo. Mi risulta che ferrezio stia scrivendo da tempo un manuale. Ce ne avvantaggeremmo molto volentieri tutti, come già ci avvantaggiamo della sua disponibilità!!!

Si potrebbe creare un…. “CATIAPEDIA” con argomenti in cascata, sul quale tutti potrebbero intervenire, modificare, aggiungere.
Proverò a gettare il sasso nello stagno e…….se son rose fioriranno!!!

L’abbozzo che qui allego è in formato Word e può quindi essere scaricato, modificato e ripostato.
In grassetto ho evidenziato i dubbi, le domande, le cose da chiarire.
Ho cercato di elencare i dati certi , le cose capite e quelle non capite in modo che gli addetti ai lavori più esperti possano correggere, integrare, modificare e rendere così il documento chiaro e fruibile per tutti.
Gli argomenti potranno essere aggiunti a piacimento ed ordinati secondo una logica che non ho ancora ben chiara.
Se la cosa ottenesse consenso bisognerebbe anche pensare ad un metodo migliore del documento word da modificare e ripostare (tipo Wikipedia) prima di aumentarne la dimensione.
Auguri e buon lavoro Marco
 

Allegati

cad3d

Amministratore
Staff Forum
Professione: web
Software: Vari
Regione: Sardegna
#2
Ciao,
come amministratore del forum volevo dare il mio completo supporto per una iniziativa di questo tipo.
Posso configurare su CAD3D.it un sistema di gestione "wiki" del tutto uguale a quello utilizzato da wikipedia (www.mediawiki.org) e dare le password di amministratore ad uno di voi.
Fatemi sapere tramite messaggio privato.
Gianni
 

www.cad-3d.net

Utente Standard
Professione: docente, autore e divulgatore
Software: Catia V5 - Creo - Pro/Engineer
Regione: Lombardia
#3
Caro Marco,

la tua idea è ottima e mi sono subito scaricato il file CATIAPEDIA che hai allegato in modo da leggermelo con calma e tentare di inserire quanto suggerisci nella prossima edizione (la quinta) del mio manuale che dovrebbe vedere la luce nelle prossime settimane.

In effetti molti sono gli utenti di Catia che mi scrivono lamentando una mancanza di profondità di visione in questi argomenti ma io, stante la vastità del software CATIA, non so bene cosa possa servire maggiormente e cerco di trattare sempre più argomenti in modo da dare almeno una visione di altri ambienti (tantissimi!) contenuti nell'oceano di Catia. A questo "allargamento" cerco di affiancare un rifacimento delle parti del manuale che reputo migliorabili. E' un lavoro intenso che adesso ha prodotto anche un manuale gemello per l'altra metà del cielo - diciamo così - cioè Pro/Engineer, di prossima uscita.

Anche gli utenti di quel software potranno così avere una guida per potersi districare nei meandri di un software molto potente e diffuso che mi ha incuriosito. Come divulgatore infatti il mio compito non è sposare un software ma aprire le porte agli utenti di quanto c'è in giro nel mondo dei software. Lo faccio da anni per i miei studenti e lo faccio anche per chi ne ha bisogno per motivi professionali

Grazie per la splendida idea che mi aiuterà a soddisfare (e a facilitare) alcuni di quelli che si trovano in difficoltà con l'uso di questi splendidi e misteriosi "oggetti" di cui noi facciamo uso.

PS1:
caro Marco ancora un grazie questa volta per le generosissime parole che hai scritto parlando del mio manuale. GRAZIE!

Giuseppe Del Nobile

PS2: ne approfitto per augurare Buone vacanze a tutti i nostri amici di cad3d. Ciao!
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#4
Cavolacci Sig. Del Nobile, questo manuale su Pro/E deve essere per lei una sfida tosta ed impegnativa.

Da quando ho iniziato ad usarlo (4 anni fa) ho proposto e diverse persone di realizzare un manuale su Pro/E.
Da solo non ce l'avrei mai fatta, per motivi di tempo e per la mancanza di conoscenze relative ad alcune aree specifiche (EFX e Mechanica tanto per fare due esempi).

Le porgo il mio in bocca al lupo e buone vacanze a tutti.
 

www.cad-3d.net

Utente Standard
Professione: docente, autore e divulgatore
Software: Catia V5 - Creo - Pro/Engineer
Regione: Lombardia
#5
Grazie caro MaxOpus,

In effetti è stato impegnativo e devo dirti che la parte più impegnativa di tutte è stata quella che riguarda il modulo Mechanica che mi è sembrato più avanzato di quello base di Catia (anche se adesso con l'acquisizione di Abaqus le cose sono cambiate) e forse per questo è quella che è venuta meglio.

Il risultato però è, secondo me, decisamente buono. Del resto avendo dedicato il libro al mio amico di università e collega caduto quattro anni fa in un incidente aereo dovevo per forza fare un buon lavoro.

La mia soddisfazione più grande l'ho ricevuta quando ho mostrato la prima edizione di 300 pagine a una responsabile EMEA di Parametric Technology ricevendo in cambio una licenza accademica per ben 6 mesi della Wildfire 5 per fare la seconda edizione. Per comprare (comprare dico!) una licenza educational di Catia ho dovuto mandare molte e-mail e per adesso, non avendola ancora ricevuta, sto andando avanti ancora con quelle degli amici e quelle del mio istituto.

In ogni caso i giudizi che prenderò per buoni circa il mio lavoro saranno quelli che leggeranno il libro. A loro è destinato e loro devono dire se ho fatto un buon lavoro.

Un caro saluto!

Giuseppe Del Nobile
 

marcofa

Utente Standard
Professione: Manager
Software: Autocad Catia
Regione: Liguria
#6
Mi sembra che si stia andando fuori tema, non essendo questo il luogo per Pro/E nè per il manuale del Prof Del Nobile.
Ho avanzato la proposta per una iniziativa diversa dalla creazione di un manuale, per forza di cose gestito sempre da un solo autore.
"Catiapedia" deve essere un documento APERTO al quale tutti possono dare il proprio contributo, solo così si possono sintetizzare le capacità, conoscenze, esperienze ed astuzie di TUTTA la comunità.
Non ho ancora visto interventi sull'iniziativa, sul come attuarla e soprattutto sul SE attuarla.
Marco
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#7
Mi sembra che si stia andando fuori tema, non essendo questo il luogo per Pro/E nè per il manuale del Prof Del Nobile.
Ho avanzato la proposta per una iniziativa diversa dalla creazione di un manuale, per forza di cose gestito sempre da un solo autore.
"Catiapedia" deve essere un documento APERTO al quale tutti possono dare il proprio contributo, solo così si possono sintetizzare le capacità, conoscenze, esperienze ed astuzie di TUTTA la comunità.
Non ho ancora visto interventi sull'iniziativa, sul come attuarla e soprattutto sul SE attuarla.
Marco
Calmini ehhh ... cerchiamo di non essere così intransigenti.
Si tratta di un paio di interventi e nulla più, non era mia intenzione portare il thread fuori traccia.
 

www.cad-3d.net

Utente Standard
Professione: docente, autore e divulgatore
Software: Catia V5 - Creo - Pro/Engineer
Regione: Lombardia
#8
Caro Marco,

quello era il messaggio di "presa in carico" (diciamo così) del documento che è piuttosto corposo (18 pagine). Come dire: "ecco che me lo scarico e con calma me lo vado a leggere e già che ci sono aggiungo qualche riga". Ma veniamo al dunque: il numero di quesiti posti nel documento non permette una risposta in tempi rapidissimi a meno che non ci si concentri su uno o due soli punti per volta che se fatti da più contributori può comunque portare a un buon risultato anche se in un lungo periodo. Ed è questo il senso di tutta l'operazione. A una prima valutazione dei punti letti mi viene da suggerire che un percorso molto ricco di "attributi" da inserire nei documenti (soprattutto di un documento Product) crea un vantaggio che può essere meno importante del tempo speso per mettere in opera la funzione stessa. Mi rendo conto che sarebbe bello operare al meglio su ogni aspetto del programma ma certe volte, stante il numero di aspetti incerti nell'uso di un nuovo comando o di un comando che non si padroneggia, ci si limita (dovrei dire ci si autolimita) a funzioni sul cui buon funzionamento si è certissimi.

Citi infatti, caro Marco, spesso la parola "casini" (nel senso di possibilità di incasinare il progetto o il file) e questo è proprio l'aspetto nel quale non si dovrebbe mai incorrere perché fare un po' di lavoro in più ma con sicurezza è davvero preferibile se il rischio di lavorare con più dettaglio ma con maggiori incertezze porta anell'area "grigia" del sistema cioè nell'area che non si padroneggia. Spero di essere stato chiaro nonostante le molte parole.

Per fare un esempio: se il sistema assegna un identificativo universale e io ne voglio alterare la universalità (per così dire) creo (semino) una possibile difficoltà ("casino") che potrà venir fuori a posteriori e senza che io possa anticiparlo o prevederlo poiché non mi è sempre possibile tracciare un percorso di stesura della struttura di prodotto all'inizio della progettazione quando io stesso non so se il committente mi altererà i dati iniziali della progettazione. E' tipico nei progetti che si ritorni sui precedenti dati per aggiungerne altri o modificarli.

PS:
Abbiamo già cominciato e quindi il "SE attuarla" mi sembra un punto superato.

Un saluto!

Giuseppe Del Nobile
 

marcofa

Utente Standard
Professione: Manager
Software: Autocad Catia
Regione: Liguria
#9
Scusa Maxopus, non volevo essere nè intransigente nè scortese, ma per esperienza tenersi focalizzati sull'obbiettivo e procedere con ordine è fondamentale, anche perchè un post con 100 risposte di cui la maggiorparte estranee all'argomento non ne stimola la lettura e fà perdere la bussola.

Prima di iniziare qualsiasi attività è da considerare seriamente la proposta importantissima dell'Amministratore del forum che si è reso disponibile a configurare un sistema di gestione simile a Wikipedia per un tale progetto.
E' un progetto fattibile o è una utopia?
Vi sono "Guru" disposti a spendere tempo in una iniziativa del genere? "Se ci sei batti un colpo!"
Cosa ne pensa il moderatore del forum?
Come può essere eventualmente organizzato un lavoro del genere? Chi fà cosa?
Le domande sono tante e bisognerebbe che ci fossero delle risposte, delle adesioni, o dei commenti dagli utilizzatori del forum.

Esprimete, gente, esprimete!!!
Marco
 

marcofa

Utente Standard
Professione: Manager
Software: Autocad Catia
Regione: Liguria
#10
Vedo che la mia iniziativa non ha riscontrato interesse nè partecipazione nè discussione.
Simile progetto è sviluppato in US
http://www.gtwiki.org/mwiki/index.php?title=Main_Page

Dato che sono testardo, e spero che qualcosa possa iniziare in questo senso, pubblico la seconda edizione di Catiapedia con aggiunte su Pubblicazione, Parametri e Formule, Salvataggi, Kinematic

Se qualcuno vuole aggiungere, sviluppare argomenti, correggere, sarà meritevole di lode
Marco
 

Allegati

oro987

Utente Junior
Professione: progettista stampi per pneumatici
Software: autocad- PowerMill-Catia V5
Regione: Puglia
#11
Scusate se mi intrometto a distanza di tempo, ma ritengo l'iniziativa di marcofa un'ottima idea per chi come me sta migrando verso Catia v5 da poco tempo e trovo molto interessante la 2da ed. di Catiapedia. Pertanto invito i moderatori e il prof. Del Nobile a non abbandonare l'interesse e la partecipazione a questo tipo di iniziativa.
Stefano
 
Professione: docente, autore e divulgatore
Software: Catia V5 - Creo - Pro/Engineer
Regione: Lombardia
#12
Ciao Stefano,

hai fatto bene a caldeggiare la continuazione di questo tema, anche a me sembra importantissimo. Per quanto mi riguarda sono in condizione di salute precaria e devo alleggerire le mie attività che non siano strettamente indispensabili (insegnamento e scrittura) fino a quando non mi ristabilisco.

Ne approfitto per mandare un caro saluto a te e a tutti i frequentatori del sito!


Giuseppe Del Nobile
 

oro987

Utente Junior
Professione: progettista stampi per pneumatici
Software: autocad- PowerMill-Catia V5
Regione: Puglia
#13
Grazie prof. anche da parte mia un augurio di pronta guarigione e a presto tra noi.
Stefano
 
Professione: impiegato
Software: Catia v5 e il profumo di SWX
Regione: sicilia
#14
Filosofia di approccio alla progettazione con CATIA

Entrato per caso, con l’aiuto di Ferrezio, nella problematica UUIDs, della numerazione, denominazione e del salvataggio dati (fino ad ora ho usato solo NUOVO,APRI e SALVA CON NOME) a causa di malfunzionamenti e comportamenti strani di Part, Product loro copie e loro modifiche, ho capito di aver scoperchiato il Vaso di Pandora.
Dopo aver fatto una ricerca sul Web ho reperito molti post di forum Tutorial ed informazioni in alcuni casi contraddittorie.
Credo sia utile quindi cercare di stendere un tutorial soprattutto per gli studenti ma anche per gli utilizzatori meno esperti, per rendere chiaro il meccanismo usato da Catia e soprattutto per definire il comportamento corretto da usare per creare, copiare, sostituire, modificare e salvare i files specialmente quando si opera con un grande modello o con un progetto contenente modelli multipli simili, che cioè differiscono solo per alcune Part o Product.
Spesso la bontà di un progetto si determina durante i primi passi poiché definendo una valida struttura, una numerazione e denominazione dei file intelligente per una buona metodologia di gestione, si eviteranno grossi problemi .
In tutti i libri, tutorial, corsi online e documentazioni, anche quella all’interno di Catia, peraltro esaustivi sull’uso del singolo comando o funzione, non ho mai trovato cenni su come il tutto interagisce , come Catia ragiona e di conseguenza agisce. Manca l’insegnamento della strategia di approccio alla progettazione con Catia. Mancano anche cenni ai comandi “speciali”.
E’ come se a scuola guida insegnassero a cambiare a motore spento o a sterzare a vettura ferma.
Quando poi si và su strada la musica cambia e sono dolori.
La meraviglia di Catia è che tutti i documenti di un Modello sono collegati ed interdipendenti, cosa che permette di modificare un oggetto ed automaticamente modificarne altri n , sostituire e non perdere i collegamenti, copiare e importare oggetti da altri progetti senza dover ricominciare, utilizzare modelli commerciali di componenti esistenti e molto altro. Il tutto però se si è partiti con il piede giusto e la via imboccata è quella giusta. In caso contrario ci si ritroverà impossibilitati ad utilizzare tutte le potenzialità di Catia.
I gradini della lunga scala della progettazione meccanica (la sola di cui mi occupo), prima di “tirare delle righe” ed “estrudere dei solidi”, iniziano da lontano.
Sarebbe fantastico se qualche Guru si prendesse la briga di scrivere un manuale di “FILOSOFIA CAD PER CATIA” corredandolo di esempi e link ai post dei vari forum e tutorial reperiti sul web.
Questo potrebbe essere il Prologo al magnifico Manuale del Prof Del Nobile www.cad-3d.net/ (peraltro chiaro semplice e completo) che sarebbe così integrato da ciò che manca e dall’esperienza di chi lavora sul campo. Mi risulta che ferrezio stia scrivendo da tempo un manuale. Ce ne avvantaggeremmo molto volentieri tutti, come già ci avvantaggiamo della sua disponibilità!!!

Si potrebbe creare un…. “CATIAPEDIA” con argomenti in cascata, sul quale tutti potrebbero intervenire, modificare, aggiungere.
Proverò a gettare il sasso nello stagno e…….se son rose fioriranno!!!

L’abbozzo che qui allego è in formato Word e può quindi essere scaricato, modificato e ripostato.
In grassetto ho evidenziato i dubbi, le domande, le cose da chiarire.
Ho cercato di elencare i dati certi , le cose capite e quelle non capite in modo che gli addetti ai lavori più esperti possano correggere, integrare, modificare e rendere così il documento chiaro e fruibile per tutti.
Gli argomenti potranno essere aggiunti a piacimento ed ordinati secondo una logica che non ho ancora ben chiara.
Se la cosa ottenesse consenso bisognerebbe anche pensare ad un metodo migliore del documento word da modificare e ripostare (tipo Wikipedia) prima di aumentarne la dimensione.
Auguri e buon lavoro Marco
Salve, ma questa interessantissima idea che fine ha fatto?
Catiapedia... idea fantastica!!!
Libera e gratuita diffusione del sapere, FORZA CONDIVIDIAMO!!
 

marcofa

Utente Standard
Professione: Manager
Software: Autocad Catia
Regione: Liguria
#15
Sembra che non abbia sortito un gran interesse soprattutto da coloro che possono dare, comunque allegato l'ultimo aggiornamento.
Marco
 

Allegati

falonef

Moderatore CATIA V5
Staff Forum
Professione: PLM Support Expert (Consumer Goods)
Software: CATIA V5 / PARTsolutions / QA-Report / Q-Checker / Type3toCatia / Agile-PLM / Windows 10
Regione: Svizzera
#17
Ciao,
come amministratore del forum volevo dare il mio completo supporto per una iniziativa di questo tipo.
Posso configurare su CAD3D.it un sistema di gestione "wiki" del tutto uguale a quello utilizzato da wikipedia (www.mediawiki.org) e dare le password di amministratore ad uno di voi.
Fatemi sapere tramite messaggio privato.
Gianni
ciao amministratore,
é ancora fattibile la tua proposta di configurare su CAD3D.it un sistema di gestione "wiki"?

Se si, si potrebbe iniziare
facci sapere e grazie per tuttto.
 

cad3d

Amministratore
Staff Forum
Professione: web
Software: Vari
Regione: Sardegna
#18
ciao amministratore,
é ancora fattibile la tua proposta di configurare su CAD3D.it un sistema di gestione "wiki"?

Se si, si potrebbe iniziare
facci sapere e grazie per tuttto.
inserisco questa cosa tra le cose da fare. Appena pronta ti faccio sapere.
 

iuecos

Utente Junior
Professione: Studente
Software: Catia, Solid Edge, Abaqus, Ansys
Regione: Abruzzo
#20
ottima idea questa, grazie per il file di CATIAWIKI ;)