• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

FILM di Architettura ed Ingegneria

Professione: Ingegnere civile
Software: autocad lt, arten, sismicad
Regione: sicilia
#1
Vorrei riprendere un po' gli argomenti della discussione FRANCO GHERI
http://www.cad3d.it/forum1/showthread.php?t=4637
per parlare con altri utenti che, come me, siano interessati ai filamti in questione.
mi cito per far capire quello intendo
ma il film è quello con la regia di S.Pollack?
Io l'ho fatto comprare a scuola (I.T. Geometri) e l'ho propinato agli alunni. Su IBS costa meno di 15 Euro, volendo si potrebbe acquistare anche personalmente.
Sempre a proposito di questo genere di film, segnalo e consiglio fortemente il film "My Architect. A Son's Journey" di Nathaniel Kahn sulla vita e le opere di Louis Kahn, è semplicemente superbo! Manco a dirlo ho propinato anche questo agli allievi.
Invece cercherei di trovare i DVD delle serie Megastrutture che mandano su SKY (National Geographic), ho fatto una ricerca sulla rete ma non ho trovato nulla.
A proposito del film su Louis Kahn anche quello, sempre su IBS costa circa 15 Euro.
Infine, su Megastrutture, è essenzialmente divulgativo ma abbastanza preciso e non contiene "strafalcioni"; a mio modo di vedere ottimo per gli allievi dei vari I.T.G.
Scusatemi se sono stato prolisso, aspetto i Vostri interventi
 

uluwatu_74

Utente Standard
Professione: RIDER!
Software: Instagram
Regione: east coast
#2
la mia socia mi ha raccontato di aver visto il film su kahn...e a suo parere...come da te già espresso...è un gran film sulla "narrazione" della vita di kahn...e cosa ancora più importante...LEI ha il DVD...e quindi a breve avrò la fortuna di vedere anche quest'altro documentario...
se in tutte le scuole italiane superiori...facessero vedere questo genere di "documentari"...forse...nell'arco di 200/300 anni l'italia inizierebbe a riscoprire che cos'è l'Architettura...dopo essersene dimenticata completamente da ormai oltre 70 anni a causa delle visioni politiche distorte!!!
 

incasinata

Utente Standard
Professione: Architetto-Ricercatore
Software: Rhino, 3ds, Photoshop e pian pianino Autocaz
Regione: Lombardia
#3
se in tutte le scuole italiane superiori...facessero vedere questo genere di "documentari"...forse...nell'arco di 200/300 anni l'italia inizierebbe a riscoprire che cos'è l'Architettura...dopo essersene dimenticata completamente da ormai oltre 70 anni a causa delle visioni politiche distorte!!!
Ma.....:eek: l'architettura si evolve parallelamente alla società (cosi come tutte le arti....anche se poi l'architettura è n misto tra arte e scienza!), è lo specchio della società......l'architettura non si deve "riscoprire", non dobbiamo fare "copia" delle vecchie forme.......non so a cosa ti riferisci quando parli di "visioni distorte"..........ma spiegami (se hai voglia!) cosa è la vera architettura che si deve riscoprire?
l'italia inizierebbe a riscoprire che cos'è l'Architettura...dopo essersene dimenticata completamente
 

Vitruvio

Utente Standard
Professione: Studente Architettura 4S
Software: AutoCad Architecture-3Dstudio-Mental Ray-VRay-Rhinoceros-Photoshop
Regione: Toscana
#4
Si deve riscoprire "il fare il bello" e non + "il fare il soldo"
 

uluwatu_74

Utente Standard
Professione: RIDER!
Software: Instagram
Regione: east coast
#5
certo che ho voglia...il problema è il tempo! ;)
per "riscoprire" intendo ricordarsi che dal 1400 in poi...l'Architettura era ITALIANA!!!!
...e le città italiane...famose nel mondo non lo sono diventate perchè venivano da noi a costruire gli architetti olandesi o teutonici o finnici...
bensì...sono state costruite dal genio italiano...
anzi...i vari genii...così è più chiaro...
mentre per "visione distorta"...ho sempre avuto l'idea che l'espressione architettonica del periodo fascista è stata di altissimo livello...ma poiché è esistita in quel periodo [e probabilmente..."grazie" a quel periodo (il grazie non significa che sto ringraziando il duce...facciamo a non fraintendere)]...è stata poi demonizzata...e quindi si è persa quella corrente propositiva data dai vari terragni, libera and go on...

ciao
 

incasinata

Utente Standard
Professione: Architetto-Ricercatore
Software: Rhino, 3ds, Photoshop e pian pianino Autocaz
Regione: Lombardia
#6
per "riscoprire" intendo ricordarsi che dal 1400 in poi...l'Architettura era ITALIANA!!!!
piu che dal 14OO in poi.....bhe direi da un po prima.....alla base di tutta la storia dell'architettura c'è il classico greco e romano........gli ordini, la simmetria, i canoni....ecc ecc ecc..... se veramente c'è stata Architettura Italiana (come dici tu!).....bhe era quella romana.....dal 1400, ma soprattutto nel 17OO.....l'architettura era italiana...ma sempre in virtù dei "giganti".....mai sentito parlare del "prix de Rome"....un tour premio per L'italia, e in particolare roma, per visitare però la città che fu......non quella che era!
"qualcuno" dice che la città è sempre stata l'ambiente della "civitas" dove i cittadini si riconoscono come tali......quindi le nostre città, le nostre architetture e simboli sono ciò che siamo oggi......e non ciò che eravamo!
C'è voluto un certo Le Corbusier e i CIAM.....per allontanarsi dalla scia classica...per poi ritornare novamente durante i regimi totalisti.

lezione di arch. finita :D

Diversa è l'argomentazione di Vitruvio....bhe contro le speculazioni......poco si puo fare......purtroppo!
 

Vitruvio

Utente Standard
Professione: Studente Architettura 4S
Software: AutoCad Architecture-3Dstudio-Mental Ray-VRay-Rhinoceros-Photoshop
Regione: Toscana
#7
Incasinata, ti voglio rovinare un mito :-D.
Conosci Villa Schwob? non ci crederai mai ma quello è il miglior progetto di un certo Jeanneret, prima di ripudiare il suo passato e cambiare nome in Le Corbusier.
Il modernismo è nato in Italia, se solo ci lasciassero lavorare in pace altro che Foster e compagnia bella.
Un esempio per tutti di come l?'talia ancora oggi detta legge nel bello:
Renzo Piano ha introdotto a Parigi la parete in cotto ventilata (ecco il passato che torna "il cotto rivisto in chiave moderna"), adesso a Parigi spuntano edifici rivestiti in cotto ventilato come funghi.
 

incasinata

Utente Standard
Professione: Architetto-Ricercatore
Software: Rhino, 3ds, Photoshop e pian pianino Autocaz
Regione: Lombardia
#8
Il modernismo è nato in Italia, se solo ci lasciassero lavorare in pace altro che Foster e compagnia bella.
Ma come si fa a parlare di cultura, di modernismo......se si vive guardando solo l'orto di casa nostra......?
"È un grande artista colui che ha incorporato nel suo lavoro il maggior numero delle più grandi idee".....ecco cosa diceva Ruskin, che pur fu il padre della conservazione......
 

incasinata

Utente Standard
Professione: Architetto-Ricercatore
Software: Rhino, 3ds, Photoshop e pian pianino Autocaz
Regione: Lombardia
#9
Incasinata, ti voglio rovinare un mito :-D.
Conosci Villa Schwob? non ci crederai mai ma quello è il miglior progetto di un certo Jeanneret, prima di ripudiare il suo passato e cambiare nome in Le Corbusier.
.
Adesso te ne rovino anche io uno (cosi siamo pari....:D) premessa....che sia la migliore opera non lo so....ma cmq nn ha mai ripudiato nulla.....è solo un'evoluzione, (visto le le corbusier era un grande....:rolleyes:).....villa schwob, maison la roche, villa garches....e infine Villa savoie....sono piu facce della stesse medaglia.........
 

Vitruvio

Utente Standard
Professione: Studente Architettura 4S
Software: AutoCad Architecture-3Dstudio-Mental Ray-VRay-Rhinoceros-Photoshop
Regione: Toscana
#10
Villa Schwob è l'unico progetto che Le corbusier maturo indicasse con orgoglio come opera sua (cito un libro che ho sotto gli occhi, naturalmente si riferisce ai progetti firmati come Jeanneret). Cmq non è importante.
Per me Le Corbusier, è un grande teorico dell'architettura moderna, ma nella pratica è sopravalutato. ho avuto la fortuna di visitare + volte villa Savoye, e altre sue opere nella periferia Parigina, come la casa svizzera nella città universitaria, e devo dire che mi sono trovato davanti a case "manifesto" + che a case per vivere. su questo punto penso che tutti siamo d'accordo, se mai è da chiedersi se è giusto progettare case "manifesto" o se invece l'architetto deve tenere sempre la funzionalità come regina del suo operare. io credo che l'architetto come artista, possa e deve prendersi delle licenze artistiche, per trasformare le sue teorie in materia.

Rispondendo al tuo penultimo post: forse gli italiani sono i + bravi a recepire le influenze esterne, ecco perché dovunque vai se dici Italia la gente pensa al bello.
penso che convverai che come non si può progettare, senza un'apertura verso altre culture, no si può progettare senza guardare al passato, e in Italia se guardi verso il passato hai l'imbarazzo della scelta.:)
 

uluwatu_74

Utente Standard
Professione: RIDER!
Software: Instagram
Regione: east coast
#11
piu che dal 14OO in poi.....bhe direi da un po prima.....alla base di tutta la storia dell'architettura c'è il classico greco e romano........gli ordini, la simmetria, i canoni....ecc ecc ecc..... se veramente c'è stata Architettura Italiana (come dici tu!).....bhe era quella romana
si...dell'architettura romana credo di averne sentito parlare ;)
mi sono riferito solo a partire dal 1400 in poi...perchè comunque (correggimi se sbaglio) sin dall'epoca romana...fino al medioevo (il romanico e gotico) non si avevano figure di architetti che fossero "personaggi della storia" come invece lo sono diventati brunelleschi...alberti...e tutti i sette nani...
nei tempi più antichi...spesso la figura dell'architetto non emergeva...come invece è iniziato ad essere a partire dal rinascimento...continua a correggermi se sbaglio :rolleyes:
 

FR74

Utente Junior
Professione: PROGETTAZIONE
Software: CATIA PRO-E SW
Regione: LOMBARDIA
#12
incasinata ha detto:
...gli ordini, la simmetria, i canoni....ecc ecc ecc...
Scusate,una domanda,sapete se esistono testi divulgativi che trattano in modo approfondito soltanto questi argomenti e soprattutto questo:

"modulo architettonico:misura di grandezza o una unità che viene ripetuta più volte
in maniera da dare proporzioni equilibrate in un edificio o in un insieme di edifici."

"A partire da questo modulo venivano prese le misure di tutti gli altri elementi,
con precisi rapporti di proporzione matematica."

Grazie
Ciao
 
Ultima modifica da un moderatore:

Vitruvio

Utente Standard
Professione: Studente Architettura 4S
Software: AutoCad Architecture-3Dstudio-Mental Ray-VRay-Rhinoceros-Photoshop
Regione: Toscana
#13
Uluwatu, mi dimenti il grandissimo Arnolfo di Cambio! Apparte arnolfo il tuo discorso è corretto, anche se volendo possiamo trovare molti altri "architetti" che però io preferisco chiamare maestranze.
 

incasinata

Utente Standard
Professione: Architetto-Ricercatore
Software: Rhino, 3ds, Photoshop e pian pianino Autocaz
Regione: Lombardia
#14
Scusate,una domanda,sapete se esistono testi divulgativi che trattano in modo approfondito soltanto questi argomenti e soprattutto questo:

"modulo architettonico:misura di grandezza o una unità che viene ripetuta più volte
in maniera da dare proporzioni equilibrate in un edificio o in un insieme di edifici."

"A partire da questo modulo venivano prese le misure di tutti gli altri elementi,
con precisi rapporti di proporzione matematica."

ma moduli che si rifanno alla natura e all'uomo, moduli geometrici.........architettura moderna contemporanea (quindi geometria frattale!) oppure classica.......spiegati meglio che posso consigliarti qualcosa.......
 

FR74

Utente Junior
Professione: PROGETTAZIONE
Software: CATIA PRO-E SW
Regione: LOMBARDIA
#15
Intendo il modulo classico.Soprattutto in riferimento al dimensionamento di tutta la struttura in base a rapporti di proporzione e "rapporti preferenziali".
 
Professione: Ingegnere civile
Software: autocad lt, arten, sismicad
Regione: sicilia
#16
Caspita!, aspettavo i Vostri interventi, ma non mi aspettavo che fossero tanti!
In un forum in cui pensavo che la maggior parte fossero dei meccanici e produttori di trucioli... mi sembra che non tutto è proprio come sembra.
Se, sinceramente, posso esprimere un mio parere circa l'architettura e le questioni di cui stiamo trattando mi sembra che incasinata risenta ancora un po' troppo di certe verità che ti propinano all'università o che fanno parte di quel genere di "cultura" (autoreferenziale e che, di solito, produce ben poco o nulla di veramente apprezzabile)
e mi riferisco a questo genere di affermazioni:
l'architettura si evolve parallelamente alla società
Personalmente, dopo ormai quasi 30 anni di professione, sono molto più d'accordo con
se in tutte le scuole italiane superiori...facessero vedere questo genere di "documentari"...forse...nell'arco di 200/300 anni l'italia inizierebbe a riscoprire che cos'è l'Architettura...dopo essersene dimenticata completamente da ormai oltre 70 anni a causa delle visioni politiche distorte!!!
ma è solo il mio parere e non sono un architetto.
 

incasinata

Utente Standard
Professione: Architetto-Ricercatore
Software: Rhino, 3ds, Photoshop e pian pianino Autocaz
Regione: Lombardia
#17
mi sembra che incasinata risenta ancora un po' troppo di certe verità che ti propinano all'università o che fanno parte di quel genere di "cultura" (autoreferenziale e che, di solito, produce ben poco o nulla di veramente apprezzabile)

autorefereziale?.........:confused:
Cmq in universita non ti propinano nessuna verità (mica siamo alle elementari!)........io leggo, penso, guardo......e poi rileggo, penso e guardo........!mi pagano per questo per studiare :D:D

quando dico che l'architettura si evolve parallelamente alla società, per società, intendo cambiamenti politici, culturali, tecnologici, ......è innegabile che l'architettura cambi, perchè cambiano i materiali, le funzioni, le tecnologie i materiali, le manovalanze........e di conseguenza la forma!


ma è solo il mio parere e non sono un architetto
é il parere di ogniuno.....e tutti sono importanti in egual misura......!
 
Ultima modifica:
Professione: Ingegnere civile
Software: autocad lt, arten, sismicad
Regione: sicilia
#18
scusate, doppio invio, sono stato troppo lento nello scrivere!
 
Ultima modifica:
Professione: Ingegnere civile
Software: autocad lt, arten, sismicad
Regione: sicilia
#19
Non vorrei aver urtato la Tua suscettibilità, ma lavori all'università? Se è così si spiegano, almeno per me, molte cose.
autorefereziale?.........:confused:
Cmq in universita non ti propinano nulla (mica siamo alle elementari!)........io leggo, penso, guardo......e poi rileggo, penso e guardo........!mi pagano per questo per studiare :D:D
Per essere chiari, ma sicuramente l'hai capito benissimo, per autoreferenziale intendo che quando qualcuno del mondo universitario si inventa una bella frase, magari ad effetto, viene poi citato automaticamente dai suoi colleghi e pertanto questa cosa diventa una ...verità, tant'è che l'ha detta Tizio, Caio ed anche Sempronio. Su quali sono i motivi per cui succede questo potremmo discutere, probabilmente, per delle ore.
Questo mio modo di vedere le cose, personale e discutibile e che comunque non ha assolutamente nulla di personale contro di Te e non è detto con astio ma con assoluto ruskiniano distacco, è quello che mi porta a dire che SI! all'università le cose Te le propinano, perché ...se l'artista è solo il prodotto della società che lo ha generato sei bravo, prendi 30 e lode e poi puoi pure iniziare a fare l'assistente, se la pensi diversamente, anche se lo dimostri, sei automaticamente tagliato fuori, Ti bocciano (perché ho sempre ragione IO che sono il Prof.) e poi siccome mi stai antipatico l'assistente non Te lo farò fare mai, anche se sei più bravo degli altri!
Mi rendo conto che il breve spazio e la modalità di comunicazione di cui ci serviamo può portare ad una certa brutalità delle affermazioni, e di questo mi scuso, ma spero di aver illustrato il concetto.
P.S. solo ora mi accorgo che l'hai anche scritto, assegnista. Va bene, non vorrei che Te la prendessi, niente di personale.
 

incasinata

Utente Standard
Professione: Architetto-Ricercatore
Software: Rhino, 3ds, Photoshop e pian pianino Autocaz
Regione: Lombardia
#20
Non vorrei aver urtato la Tua suscettibilità, ma lavori all'università? Se è così si spiegano, almeno per me, molte cose.
P.S. solo ora mi accorgo che l'hai anche scritto, assegnista. Va bene, non vorrei che Te la prendessi, niente di personale.
No....non preoccuparti........(ci sono abituata!:D)!
Si è gia parlato del mondo universitario, in questo forum....ultimamente.....e ne viene fuori sempre un attacco contro il sistema univeristario!e va bhe.....pensa sono stata ingaggiata dal ministero per difendere l'università.....sempre e cmq, perchè ci credo.....altrimenti avrei fatto altre scelte!:rolleyes:

Cmq......anche io, come te, condivido la "gioia" di questa discussione in questo forum un po troppo "meccanico":)