files in rete

torok

Utente Standard
Professione: disegnatore
Software: solidworks
Regione: italia
#1
Voi in ufficio come gestite gli assiemi?
Lavoro in ufficio con 4 disegnatori e spesso lavoriamo almeno in 2 sulla stessa commessa quindi siamo costretti a lavorare direttamente sulla rete.
Ma e' il metodo corretto?
Il vostro ufficio come e' organizato?
 

Marco74

Utente Senior
Professione: Sviluppo lamiera per taglio laser, piegatura e assemblaggio
Software: Solid Edge ST9 - Autocad Mechanical 2017- Lantek
Regione: Veneto - Emilia
#2
Noi usiamo Solid Edge, e lavoriamo sempre in rete, così siamo sicuri di non dimenticarci qualche pezzo in giro, solo quando partiamo a lavorare senza codici (praticamente solo per offerte o qualche privato) lavoriamo in locale, l'unica cosa da dire è che lavorare in locale rispetto alla rete i salvataggi sono molto più veloci.

Ciao.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#3
A mi giudizio conviene sempre lavorare in rete, del resto piu' o meno tutte le aziende lavorano cosi, per i vantaggi che derivano dalla condivisione fino alla maggior facilita' dei backup.
Come diceva marco74 i salvataggi sono un po' piu' lento, ma non e' quello che faccia poi la differenza a fine giornata.
 

torok

Utente Standard
Professione: disegnatore
Software: solidworks
Regione: italia
#4
ecco ma ho notato che se apro un'assieme ed un mio collega apre una parte di questo assieme io non vedo l'aggiornamento in tempo reale.
Solo quando lui chiude il file il mio assieme si aggiorna e normale?
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#5
ecco ma ho notato che se apro un'assieme ed un mio collega apre una parte di questo assieme io non vedo l'aggiornamento in tempo reale.
Solo quando lui chiude il file il mio assieme si aggiorna e normale?
Penso di si, finche' un file non viene salvato, esso non esiste sul disco rigido in cui o salvi ma solo nella ram del pc che lo sta elaborando. Solo nel momento del salvataggio le informazioni vengono registrate sul disco rigido.
In SolidEdge esiste un comando per ricaricare i file remoti che nel frattempo sono stati modificati da altre postazioni, vedi se c'e' anche in SWX, sicuramente si. Il comando e' manuale, non so se si puo' automatizzare.
 
Professione: Calibri di controllo
Software: SolidWorks
Regione: Campania
#6
Il mio consiglio è quello di utilizzare il PDM e dare il segno di spunta in Strumenti->Opzioni->Collaborazione.
Che versione avete di SolidWorks? Basic, Pro, Premium?

Ciao!
 

torok

Utente Standard
Professione: disegnatore
Software: solidworks
Regione: italia
#7
abbiamo la versione professional
abbiamo preso anche il pacchetto per il PDM ma per ora lo ho fatto solo installare su un server dedicato ma per configurarlo avro' bisogno di una mano pensavo quasi di far venire chi mi ha venduto solid a configurarmelo.
 
Professione: Calibri di controllo
Software: SolidWorks
Regione: Campania
#8
abbiamo la versione professional
abbiamo preso anche il pacchetto per il PDM ma per ora lo ho fatto solo installare su un server dedicato ma per configurarlo avro' bisogno di una mano pensavo quasi di far venire chi mi ha venduto solid a configurarmelo.
Provaci da solo, è davvero banale.
Se poi ti serve aiuto io sono qui.
Ricorda solo che le credenziali da amministratore del PDM sono:
user: pdmwadmin
pwd: pdmwadmin

Ciao
 

torok

Utente Standard
Professione: disegnatore
Software: solidworks
Regione: italia
#9
ecco fino a user e pwd ci sono :smile:
ora guarda mi leggo la guida provo a fare una comessa di esempio e poi ti dico
ci provo in questo momento

anche perche' uno dei problemi che sto incontrando con solidworks e proprio l'assegnazione dei nomi ai files

lo uso da 2 settimane e son gia riuscito a bruciarmi dei file che avevano lo stesso nome:frown:
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#11
Ti consigli anch'io di lavorare in rete. Io ho una cartella condivisa e connessa a tutti i pc come disco di rete con la stessa lettera, poi utilizzo il pdm e non mi preoccupo di salvare, cercare e maneggiare files, fa tutto lui. Una volta che ti ci abitui è difficile farme a meno.
La rete che ho è gigabit e cablata con cavi in cat. 6, la differenza tra in locale e in rete è davvero minima.
 

torok

Utente Standard
Professione: disegnatore
Software: solidworks
Regione: italia
#12
fatemi capire una cosa
dunque il vault e' una cartella unica in cui l'amministratore crea delle sottocartelle che corrispondono alle varie commesse.
Ma per creare delle sottocartelle (per me sarebbero i gruppi che compongono la macchina) come faccio? Dal pannello del pdm ho visto come creare la cartella principale nel vault.

Siccome al corso che ho fatto di solid il tempo dedicato al PDM e' stato usato solo per presentarlo volevo chiedervi usando il PDM non mi devo piu preoccupare di dare dei nomi univoci alle parti di 2 assiemi che poi andranno messi sulla stessa tavola? (esempio in un assieme ho un part che si chiama distanziale ed e' tondo mentre in un'altro assieme il part con nome distanziale e' quadro)
 
Professione: Calibri di controllo
Software: SolidWorks
Regione: Campania
#13
fatemi capire una cosa
dunque il vault e' una cartella unica in cui l'amministratore crea delle sottocartelle che corrispondono alle varie commesse.
Ma per creare delle sottocartelle (per me sarebbero i gruppi che compongono la macchina) come faccio? Dal pannello del pdm ho visto come creare la cartella principale nel vault.
In "PDMWorks Workgroup VaultAdmin" crei le tue belle cartelle/commesse con le eventuali sotto cartelle/sotto commesse, i normalizzati, i pezzi standard, ecc.
Non dimenticare di creare anche i vari utenti e di dargli i permessi.

Siccome al corso che ho fatto di solid il tempo dedicato al PDM e' stato usato solo per presentarlo volevo chiedervi usando il PDM non mi devo piu preoccupare di dare dei nomi univoci alle parti di 2 assiemi che poi andranno messi sulla stessa tavola? (esempio in un assieme ho un part che si chiama distanziale ed e' tondo mentre in un'altro assieme il part con nome distanziale e' quadro)
Devi cominciare a ragionare diversamente.
Adesso devi fare un ulteriore sforzo e pensare che un componente del tuo assieme non è SOLO il nome file, ma anche "codice", "descrizione", ecc.
Visto che i miei assiemi sono molto semplici, io faccio così:
codice e nome file sono uguali, poi a parte completo l' anagrafica aggiungendo la descrizione dell' oggetto alle proprietà.
Io ho questo tipo di codice per le parti: Anno-commessa-001, Anno-commessa-002, e via dicendo.
Ovviamente anche le tavole associate hanno la stessa denominazione.

Spero di essermi spiegato.

Ciao!
 

Brigno

Utente Standard
Professione: Programmatore
Software: SW
Regione: Lombardia
#14
Noi siamo in due a lavorare ma lo facciamo sempre su commesse diverse.

Purtroppo i nostri assiemi sono pesantissimi e le WS sono già "tirate" al massimo (CPU dual core con OC a 4Ghz, Quadro 5500, raid con dischi da 10000 rpm...) e quando lavoriamo in rete (server in dual gigabit con gli switch, raid 1+0 con dischi a 7200rpm) le prestazioni calano notevolmente.

Quindi abbiamo un foglio di Excel in rete per la gestione codici dei particolari nuovi e alla fine della giornata carichiamo sul server il lavoro svolto.

Ovviamente se lavorassimo sulla stessa commessa sarebbe altamente sconsigliabile.

L'utilizzo del PDM "appesantirebbe" ulteriormente il lavoro

PS: appena ricomincerà a girare il lavoro (molto, molto fermo :frown::frown:) cambieremo le stazioni con un i920 e 6Gb ram e forse con un disco SSD Intel solo per i dati
 
Professione: Calibri di controllo
Software: SolidWorks
Regione: Campania
#15
L'utilizzo del PDM "appesantirebbe" ulteriormente il lavoro
Io, invece, sono convinto che proprio in questo caso l' suo del PDM snellirebbe (e di molto) il carico di lavoro derivante dalla connessione alla rete LAN.

Per curiosità, ma di quanti MB stiamo parlando per ogni commessa?

Ciao
 
Professione: Calibri di controllo
Software: SolidWorks
Regione: Campania
#17
Dopo un P&G in alcuni casi arrivo ad 1,3Gb
Inoltre sono pieni zeppi di equazioni !
2 ottimi motivi per usare un PDM e la copia cache locale.
Magari spostate il C:\Working su un disco non di sistema.
Io, fossi in voi, una prova la farei.
Ma il vostro rivenditore non ve lo ha mai suggerito?

Ciao
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#18
Io non uso le equazioni ma sviluppo oggetti con un gran numero di componenti e un buon grado di complessità. Ora sto lavorando ad un progetto in team, ho dato un occhio al volume del progetto nel pdm e sono attorno ai 4 gb, maneggio il tutto in rete con il pdm e non vado per niente male. Forse dipende anche da come viene settato swx, soprattutto per quanto riguarda i riferimenti esterni, opzioni di prestazione o forse anche dal tipo di approcio alla progettazione che si può adottare.

Io sto utilizzando una workstation Dell Precision 490 con 6 gb di ram ECC, un processore Xeon 5160 e una quadro fx 3500 con xpx64. Una buona macchina ma niente di eccezionale.
 

Brigno

Utente Standard
Professione: Programmatore
Software: SW
Regione: Lombardia
#19
Dalla mia esperienza più roba si mette e più le prestazioni degradano.
Quando hanno visto i nostri assiemi anche i tecnici della Nuovamacut2 hanno avanzato le stesse perplessità e hanno concordato con me nel dire che probabilmente è la soluzione più veloce anche se comporta dei rischi che però, per ora, ci ha causato solo pochi e piccoli inconvenienti.

Per noi la flessibilità e la possibilità di cambiare velocemente le cose è indispensabile (adesso con poco lavoro no, ma prima quando il collo di bottiglia era sempre l'ufficio tecnico...).

Pensate che qualche mese fa appena terminai una grossa commessa per la Germania, il cliente mi chiamò per dirmi che voleva fare un pallet più grosso di 100mm...ho dovuto cambiare tutte le rulliere e le dimensioni del robot.
Prima, senza la parametrizzazione spinta, questo avrebbe comportato 2 o 3 giorni di lavoro, mentre con il nostro sistema in un paio di ore ho risolto tutto.
Di quelle 2 ore il 60% l'ho perso a causa dei tempi di "calcolo" del PC...ora capite come mai la velocità delle stazioni grafiche è per noi basilare.

Mi rendo conto che il mio è un caso un po' particolare e che quindi non fa testo.
 
Ultima modifica:

davide75

Utente Senior
Professione: progettista-ing.meccanico
Software: SE-INV-SW-PRO/E-OSD-GBG-ME10-VISUAL NASTRAN 4D-AUTOCAD
Regione: emilia romagna
#20
io ho gli stessi problemi in questi giorni. due macchine prestanti per SW, cambiato gli switch ma mi risulta lento in rete e non capiamo il perchè. La rete va veloce nel trasferimento dei file ma quando carico il file di SW ho un rallentamento in credibile.Non so nenach ecosa puo' essere .
L'unica cosa che posso dire è che su entrambe le macchine c'è anche installato SE eche il server è linux.