• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

file nativo

ulio82

Utente Junior
Professione: operatore
Software: Catia V5
Regione: Friuli
#1
Buongiorno a tutti,
io ho questo problema : un cliente ha fornito un file di un assieme utilizzando naturalmente un cad diverso dal catia. Questo file è un .step che noi possiamo certamente importare per poi salvarlo in .catproduct ma naturalmente non siamo in grado di recuperare la geometria nativa. Ora secondo Voi è possibile farlo? c'è un programma che consente di fare ciò che chiedo?
L'alternativa è ridisegnare il modello ma come potete immaginare è piuttosto laborioso. Ho sentito parlare dell'IronCad Translator, c'è qualcuno di Voi che lo ha mai sentito nominare?

Vi ringrazio in anticipo per le Vostre risposte
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#2
Buongiorno a tutti,
io ho questo problema : un cliente ha fornito un file di un assieme utilizzando naturalmente un cad diverso dal catia. Questo file è un .step che noi possiamo certamente importare per poi salvarlo in .catproduct ma naturalmente non siamo in grado di recuperare la geometria nativa. Ora secondo Voi è possibile farlo? c'è un programma che consente di fare ciò che chiedo?
L'alternativa è ridisegnare il modello ma come potete immaginare è piuttosto laborioso. Ho sentito parlare dell'IronCad Translator, c'è qualcuno di Voi che lo ha mai sentito nominare?

Vi ringrazio in anticipo per le Vostre risposte
La geometria nativa non puoi recuperarla, perche' nel file step non c'e' scritta dentro. Nel file step trovi solo e soltanto la definizione delle superfici (un cilindro con raggio z, altezza h, centro xyz, un piano da qui' a li', una linea per due punti a e b, etc), ma non la storia di come sono state ottenute quelle superfici stesse. Quello che i "traslator" cercano di fare e' di ricostruire una plausibile storia che possa poi portare al risultato finale, ma si tratta solo di una interpretazione e non della vera storia fatta dal progettista originale.

Faccio un esempio:

ti mandano un libro tradotto in italiano ma tu vorresti l'originale in tedesco. Cosa puoi fare? Puoi andare da chi te l'ha spedito e chiederti che ti dia il libro in tedesco, oppure puoi chiedere a qualcuno di ritradurtelo indietro in tedesco. E' ovvio che nel secondo caso non otterrai mai l'originale, ma al limite qualcosa che lontanamente gli somiglia.
 

gianni55

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: CATIA V5
Regione: Piemonte
#3
Ha ragione Cacciatorino: non si può!

ma per aiutarti vorrei capire meglio perché hai la necessità di recuperare la storia in formato Catia e che esigenze hai!

Forse la conversione ha dei problemi?

Ho ricevuto moltissimi file da Clienti in formati diversi da Catia o Neutri, e molte volte anche modelli nativi Catia, ma sparametrizzati e quindi privi di storia: non ho mai avuto problemi legati alle trasformazioni (se le conversioni sono fatte con programmi adeguati e con parametri corretti), e neppure problemi a modificare i file o usarli per costruire attrezzature o altri elementi.

Se il formato è nativo Catia, può essere più comodo effettuare delle modifiche, ma queste possono essere fatte comunque.

Di solito il vincolo di lavorare in uno specifico formato è il Cliente che lo impone, ma in questo caso è lui che ti ha dato lo step, per cui...
anzi, volte il cliente lo manda neutro proprio per evitare di divulgare la tecnologia di costruzione.

Fammi sapere

Ciao

Gianni
 

ulio82

Utente Junior
Professione: operatore
Software: Catia V5
Regione: Friuli
#4
Buonasera a tutti voi,
innanzitutto vi ringrazio per l'interessamento e per le vostre risposte. Per quanto riguarda l'argomento ovviamente me l'aspettavo e quindi sono qui a descrivervi il dettaglio del mio "problema" :
1) un'azienda x ha costruito una macchina su nostra richiesta per la quale ha progettato vari componenti.
2) Parte di questi componenti dobbiamo costruirceli da soli per questo abbiamo chiesto che ci mandassero dei file adatti.
3) Ed ecco che ci arrivano due file .step di due assiemi, uno di 40 parti circa e l'altro 56.
4) Abbiamo provato a domandare più dettagli (es. tavole;drawing etc.etc.) ma nulla da fare.
5) Quindi io cosa devo fare : questi due assiemi contengono parti che si ripetono sia all'interno del file stesso sia nell'altro. Dovrei estrapolare quelli che sono gli elementi comuni, rinominarli (per poter ottenere alla fine la distinta secondo i nostri standard) e riassemblarli sul modello esistente.

Qual'è secondo voi il sistema più rapido e semplice?
 

gianni55

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: CATIA V5
Regione: Piemonte
#5
Ciao,

procediamo per gradi, prova a rispondere a queste domande:

1) Se apri il primo step con catia e salvi il tutto in una cartella, ti risulta un CatProduct, con i CatPart?

2) I CatPart del primo step sono tutti diversi tra loro e la loro quantità è gestita dalla ricorrenza nel CatProduct o ci sono doppioni anomali? (cioè ci sono troppi CatPart come se alcuni di questi che sono palesemente lo stesso oggetto, anziché ricorrere più volte nel prodotto è stato clonato?)

3) Se apri il secondo step e salvi tutto in un altra cartella, riconosci palesemente una Catpart già presente nel primo step?, questa ha lo stesso (identico) nome?

Dopo le risposte, cerchiamo la strategia per rinominare i file.

Ciao

Gianni
 

ulio82

Utente Junior
Professione: operatore
Software: Catia V5
Regione: Friuli
#6
Ciao Gianni,
Di seguito le risposte....
1) si
2) no non ci sono doppioni anomali
3) si nel secondo step una volta "scomposto" in catpart e un catproduct riconosco file comuni che sono anche nel primo con denominazione identica
 

gianni55

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: CATIA V5
Regione: Piemonte
#7
Bene,
come sai Catia non tollera di caricare nella stessa sessione due file che presentano nomi uguali anche se sono effettivamente la stessa identica cosa, quindi bisogna fare in modo di mettere tutto nella stessa cartella evitando i doppioni.

Io farei così:

OCCHIO: FAI SEMPRE COPIE DI SICUREZZA!

1) apro il primo prodotto e con file "invia a:" salvo il primo prodotto e parti in una nuova cartella (per es. new01)
2) apro il secondo prodotto e con invia a: salvo il secondo prodotto e le parti nella stessa cartella (new01) quando mi dice che alcuni file sono già presenti, gli dico di sovrascriverli.
3) creo un nuovo prodotto dove carico il primo e il secondo prodotto presenti nella cartella new01

A questo punto bisogna iniziare a rinominare i file secondo i vostri standard, e qui se non lo hai mai fatto, devi fare attenzione:

Su un foglio di carta prendi nota dei nomi file vecchi e a fianco scrivi quelli nuovi che gli vuoi mettere.

In file gestione salvataggio, selezioni il file, e poi "salva con nome", lo rinomini e lo salvi, purtroppo a questo punto devi ancora forzare il sistema a cambiare il numero parte e il nome ricorrenza.
Quindi selezioni nell'albero una parte con il nome vecchio e dalle proprietà cambi il numero parte con il nome nuovo.
Fatto questo tutti i particolari nei prodotti cambieranno nome.
Resta ancora da modificare il nome ricorrenza dalle proprietà (che dovrai fare per ogni particolare, lasciando invariato il numero della ricorrenza, oppure farlo con una macro).

Non avere fretta, fallo per un particolare alla volta, controlla con proprietà che: nome file, numero parte, nome ricorrenza siano uguali (tranne che per il numero)

Eseguite queste operazioni (noiose) per i particolari da modificare, ti troverai nella cartella new01 un mucchio di file, ovviamente per ripulire tutto basta fare un invia a una nuova cartella per trasportare solo i file validi.

Da lì continui per messe in tavola, distinte base ecc.

Fammi sapere.

Ciao Gianni
 

ulio82

Utente Junior
Professione: operatore
Software: Catia V5
Regione: Friuli
#8
Gianni ti ringrazio infinitamente per il supporto. Domani proverò questo metodo poi ti farò sapere i risultati.

Grazie mille
 
Professione: Disegnatore CAD
Software: Catia V5, V4, NX2, cadds4x, tecnigrafo
Regione: UK - South England
#9
Buongiorno a tutti,
io ho questo problema : un cliente ha fornito un file di un assieme utilizzando naturalmente un cad diverso dal catia. Questo file è un .step che noi possiamo certamente importare per poi salvarlo in .catproduct ma naturalmente non siamo in grado di recuperare la geometria nativa. Ora secondo Voi è possibile farlo? c'è un programma che consente di fare ciò che chiedo?
L'alternativa è ridisegnare il modello ma come potete immaginare è piuttosto laborioso. Ho sentito parlare dell'IronCad Translator, c'è qualcuno di Voi che lo ha mai sentito nominare?

Vi ringrazio in anticipo per le Vostre risposte

Ciao

" .... recuperare la geometria nativa. Ora secondo Voi è possibile farlo?"

Se per "geometria nativa" intendi la geometria con tutti i parametri, dipende dal tipo di geometria .
In alcuni casi, semplici, e' possibile , partendo dal solido "morto", ricostruire man mano un albero parametrico .
Il comando e' feature recognition.

http://catia2015.sellfile.ir/prod-images/233378.jpg
 

gianni55

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: CATIA V5
Regione: Piemonte
#10
Un grazie a Lettore Espatriato, quel comando non lo ricordavo nemmeno più.

Invece per Ulio82, volevo suggerire un altro metodo:

1) aprire ogni parte e salvarla con nome e numero parte (modificati secondo i vostri standard)

2) aprire il prodotto e applicare il comando sostituisci componente (sostituendo così quelli vecchi con quelli nuovi)

3) cambiare il nome ricorrenza di ognuno (a manina o con la macro)

4) salvare tutto e fare l'invia a: per avere la cartella pulita

Ciao

Gianni
 

ulio82

Utente Junior
Professione: operatore
Software: Catia V5
Regione: Friuli
#11
Buongiorno a tutti,
grazie per le vostre risposte competenti e preziose. Gianni55 ho sostanzialmente seguito il tuo ultimo consiglio e direi che il lavoro procede abbastanza bene non senza "sbattimento" ovviamente.
Secondo te (Gianni55) se io ti inviassi un drawing nel quale ho messo in tavola 4 particolari che sono sicuro per te risultano semplici mi daresti una tua opinione su come tu li quoteresti?.
Tieni presente che per esempio uno dei quattro è una semplice spina la cui quotatura è si semplice ma il mio scopo sarebbe quello di rendere il risultato più pulito possibile.

Grazie in anticipo per le risposte
Giulio
 

ulio82

Utente Junior
Professione: operatore
Software: Catia V5
Regione: Friuli
#13
Ciao

" .... recuperare la geometria nativa. Ora secondo Voi è possibile farlo?"

Se per "geometria nativa" intendi la geometria con tutti i parametri, dipende dal tipo di geometria .
In alcuni casi, semplici, e' possibile , partendo dal solido "morto", ricostruire man mano un albero parametrico .
Il comando e' feature recognition.

http://catia2015.sellfile.ir/prod-images/233378.jpg
Si è interessante, ma mi dai una definizione di semplice.....cioè un cilindro....un cubo....o anche un profilo particolare?
 
Professione: Disegnatore CAD
Software: Catia V5, V4, NX2, cadds4x, tecnigrafo
Regione: UK - South England
#14
Si è interessante, ma mi dai una definizione di semplice.....cioè un cilindro....un cubo....o anche un profilo particolare?
No, per semplice, in generale, intendo che non utilizzi profili o superfici complesse. Potrebbe essere anche un pezzo complesso, ma costituito da molte estruzioni o forature elementari.
 

ulio82

Utente Junior
Professione: operatore
Software: Catia V5
Regione: Friuli
#15
Buongiorno a tutti,
bene....sono a buon punto. Ora, una volta sistemate le nomenclature nell'assieme, vorrei passare prima di disegnare i componenti a realizzare la pallinatura per avere la distinta base. Mi chiedo in che modo catia decide la sequenza di numerazione dei pallini?posso decidere io quali numeri assegnare ai vari componenti?una volta che trasporto l'assieme in tavola come posso dirgli a catia quali pallini visualizzare ed in quali viste?

Vi ringrazio in anticipo per le vostre risposte
 

ulio82

Utente Junior
Professione: operatore
Software: Catia V5
Regione: Friuli
#16
No, per semplice, in generale, intendo che non utilizzi profili o superfici complesse. Potrebbe essere anche un pezzo complesso, ma costituito da molte estruzioni o forature elementari.
Ok. ho provato ad aprire un file qualsiasi che dovrei ridisegnare (vedi foto). Quando clicco su automatic feature recognition mi appare il messaggio che vedete. Mi date una mano a capire?.
 

Allegati

mcbramby

Utente Standard
Professione: Utilizzatore
Software: Catia V5 CAD e CAM
Regione: Lombardia
#17
hai attivato il gruppo geometrico ............ vedi la sottoineatura ???
tasto DX sul Part e poi clicca su "define in work object" ...... o qualcosa del genere io l'ho in Italiano :)
 

gianni55

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: CATIA V5
Regione: Piemonte
#18
in che modo catia decide la sequenza di numerazione dei pallini?
Secondo la sequenza delle parti nel prodotto (se vuoi cambiare la sequenza usa l'icona "riordino dell'albero logico")

posso decidere io quali numeri assegnare ai vari componenti?
Se non hai assegnato la numerazione AL PRODOTTO, lo puoi fare e ogni pallino che crei assumerà un numero progressivo, ma poi devi fare tutta la tabella a mano!

una volta che trasporto l'assieme in tavola come posso dirgli a catia quali pallini visualizzare ed in quali viste?
Invece di usare la pallinatura automatica (che a volte crea casino), usa l'icona "pallinatura" menù/inserisci/annotazioni/testo/pallinatura, quando selezioni una curva del particolare, ti indica quale CatPart si riferisce e mette il numero già assegnato.

Ciao

Gianni
 
Professione: Disegnatore CAD
Software: Catia V5, V4, NX2, cadds4x, tecnigrafo
Regione: UK - South England
#19
Ok. ho provato ad aprire un file qualsiasi che dovrei ridisegnare (vedi foto). Quando clicco su automatic feature recognition mi appare il messaggio che vedete. Mi date una mano a capire?.
Devi essere attivo sul solido che vuoi ricostruire.
Poi devi "ripercorrere al contrario" il percorso che fai usualmente per costruire il pezzo .
Avvertenze se vuoi un pezzo parametrico:
1) In basso lascia solo l'opzione parametric only .
2) Prova con entrambe ma io mi sono sempre trovato meglio ad utilizzare l'opzione non automatica e uno step alla volta . Permette di controllare meglio la ricostruzione logica.
 

ulio82

Utente Junior
Professione: operatore
Software: Catia V5
Regione: Friuli
#20
Secondo la sequenza delle parti nel prodotto (se vuoi cambiare la sequenza usa l'icona "riordino dell'albero logico")



Se non hai assegnato la numerazione AL PRODOTTO, lo puoi fare e ogni pallino che crei assumerà un numero progressivo, ma poi devi fare tutta la tabella a mano!



Invece di usare la pallinatura automatica (che a volte crea casino), usa l'icona "pallinatura" menù/inserisci/annotazioni/testo/pallinatura, quando selezioni una curva del particolare, ti indica quale CatPart si riferisce e mette il numero già assegnato.

Ciao

Gianni
Ciao Gianni,
il problema stà sostanzialmente in questo : come ho già detto in precedenza ho due assembly nei quali ci sono degli elementi che si ripetono in entrambi. Ora se io apro il primo assembly e gli dico di eseguire la numerazione pallinatura ho bisogno che gli elementi "pallinati" nel primo assembly che si ripetono anche nel secondo abbiano lo stesso "pallino" altrimenti in officina al momento della costruzione viene fuori un casino.
C'è qualcuno che si è già scontrato su questo problema?