• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Emergenza rifiuti

Stefano_ME30

Guest
#1
dal sito "La Repubblica", ogni parola di questa lettera mi ha fatto vergognare di aver anche solo avuto "contatti" con questa "gente".
:(


LA LETTERA
"Emergenza rifiuti,
per favore mandate l'esercito"


Mi chiamo Antonio, sono un cittadino di San Giorgio a Cremano (NA). Vi regalo questo video perché voi lo pubblichiate. Buona visione.

Ecco quello che ho visto dal mio balcone di casa a Mezzanotte...

Vi invito a vedere il filmato fino alla fine... particolarmente interessante quando prendono fuoco entrambi i cumuli di spazzatura.

Vi assicuro che sono scene di ordinaria amministrazione. Non capita solo a Capodanno!

GUARDA IL VIDEO

L'aria ovviamente era bellissima da respirare, bella come lo spettacolo che si poteva ammirare ed ovviamente priva di diossina.

Pensare che c'è chi attacca le forze dell'ordine che fanno il loro dovere a caricare i camorristi fuori dalle discariche ed dai siti di stoccaggio, impediscono ai camion di scaricare i rifiuti.

Pensare che c'è chi difende i camorristi che non vogliono che vada in funzione l'unico termovalorizzatore che abbiamo (paura della diossina ... e noi che respiriamo da anni coi rifiuti in fiamme per le strade? E tutti gli altri paesi civili d'Europa che hanno i termovalorizzatori?)

Pensare che c'è chi si oppone all'apertura di nuovi siti dove conferire i rifiuti.

È ora di pulire le strade.

È ora di difendere la nostra salute e di smetterla coi giochetti di chi vuole che questa situazione persista in eterno. Solo queste persone hanno interesse che si chiudano i siti esistenti e non se ne aprano di nuovi. Non possiamo difenderli. Non è più ammissibile.

Noi la spazzatura la buttiamo. La camorra ci mangia.

Mandiamo l'esercito avanti ed i camion dietro a scaricare.

Puliamo le città. Evitiamo la catastrofe. Evitiamo le epidemie ed i tumori.

Spero che questo serva a farvi capire la dimensione del problema. Sono mesi che non ritirano la spazzatura da qui ed anni che dura l'emergenza.

Come è possibile che invece di pensare a dove andare a riporre tutte queste tonnellate di spazzatura che infestano le città si pensa a dire no a possibili soluzioni per tamponare l'emergenza?

Se lo dico è perché è una situazione che vivo di persona e perché ho il coraggio di dire le cose come stanno. Spero di non sembrare presuntuoso e mi scuso se può sembrare il contrario. Poi si sa, qui si fa presto a pensare male, ma io ho il coraggio delle mie azioni e mi assumo le responsabilità di quello che dico.

Evidentemente qui non è solo colpa della sinistra, altrimenti ad esempio, non si spiegherebbero certi dirigenti di società miste nate per gestire la situazione rifiuti nominati grazie ad uomini di opposta tendenza politica quando al governo c'erano altri. Società che non potevano partecipare a gare ed appalti perché erano in odore di camorra ed avevano il veto delle autorità. Società che sono andate in liquidazione dopo aver dilapidato milioni di euro dei contribuenti.

Allora due sono le cose: o quando passeggio per le strade della mia città e dei dintorni e quando mi affaccio dal balcone, sogno e vedo e respiro una realtà che non è reale, o sono io che non ho capito niente e continuo a non capire.

Noi non dovremmo difendere nessuno se non i cittadini onesti e la loro salute, prima ancora che la loro dignità. Ecco qual è la priorità. Pulire le città, non chiudere i siti ufficiali. Perché si permette che persistano solo le discariche abusive gestite dalla camorra e ci foderiamo gli occhi di prosciutto? Perché la gente non protesta davanti alle discariche abusive della camorra?

Lo sappiamo tutti che è così.

Se sbaglio qualcosa fatemelo notare, non sono perfetto, può darsi che sbagli e che mi convinca che è così, può darsi che riesca a convincere anche quei due vecchietti di novanta anni, miei vicini di casa, che mi hanno telefonato disperati perché quelli della società dei rifiuti avevano posto dei container pieni di rifiuti in decomposizione fuori la loro abitazione e non potevano più aprire le finestre ed uscire di casa. Può darsi che ci riesca. Se volete ve li faccio conoscere. Loro non vanno a protestare. Loro non ce la fanno. Loro chiamano le istituzioni perché sono brava gente.

Scusate lo sfogo ma vi prego di pubblicare almeno il video: servirà sicuramente a qualcosa.

Grazie.

Buon anno.

(1 gennaio 2008)
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#2
Il problema è decisamente spinoso...
vi invito a "leggervi" la puntata di Report del 19 novembre 2006.
Allora Guido Bertolaso era incaricato, con incarichi speciali, di risolvere il problema...
http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%5E1072245,00.html

Laconico e maledettamente profetico l'ultimo commento di Milena Gabanelli...

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Da uno studio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Istituto Superiore di Sanità, Cnr, Osservatorio Epidemiologico, nei comuni di Acerra, Bacoli, Caivano, Giuliano, Aversa, Castelvolturno, Marcianise, Villa Literno, c’è un tasso di mortalità superiore al 10 % risPetto alle altre province campane, e il rischio di malformazioni congenite è dell’80%. Questo è poi il risultato alla fine della partita. E se non se ne esce con il capo della protezione civile appoggiato dal presidente del consiglio e dal presidente della repubblica...
 

Jersey

Utente Standard
Professione: Progettista di interni
Software: Autocad - Archicad - Photoshop e simili
Regione: Pavia
#3
Scusa Stefano...io non trovo il link del video...
Sono stata a Napoli il mese scorso. Una città stupenda con troppi problemi che la sommergono.
In primis un sindaco che afferma che "il vero poblema di Napoli non è la camorra, ma il traffico" (posto il link per correttezza).
In secondo luogo, tanti cittadini che se ne sbattono le palle (e qui non me ne vogliano i cittadini onesti, ma sapranno bene anche loro che purtroppo non tutti sono così).
Adoro Napoli, ma tutte le volte che ci vado rimango sconcertata. Ho visto famiglie che, non avendo voglia di lavare i piatti, mangiano esclusivamente con stoviglie di carta (piatti, bicchieri e persino posate), producendo 4 sacchi della spazzatura al giorno. Ovviamente niente raccolta differenziata. Questo in una famiglia che consideravo "civile" (passatemi il termine). Ora...io credo che se hai la città sommersa dai rifiti, ognuno, nel proprio piccolo, dovrebbe cercare di limitare i danni (visto che non lo fa chi dovrebbe...). Ora il fatto dei piatti è marginale, ma se ogni famiglia produce 4 sacchi di spazzatura al giorno e chi dovrebbe difendere la città non la difende, si distrugge una delle più belle città di Italia.
Non sono in grado di proporre una soluzione, forse davvero l'esercito potrebbe fare qualcosa, certo è che se i vari Falcone e Borsellino non esistono più, risulta difficile sconfiggere un male senza nemmeno iniziare a battagliare!

(ps: io nel mio piccolo una mano l'ho data..mia suocera mi ha rifilato 2 valige di asciugamani, lenzuola e salviette che altrimenti avrebbe buttato...le ho buttate qui da me :D )

Gentilmente, prima di definirmi razzista, leghista o che altro, leggete bene il mio post e conoscetemi!
 
Professione: Mechanical Engineer
Software: Office
Regione: all the world
#4
S
In secondo luogo, tanti cittadini che se ne sbattono le palle (e qui non me ne vogliano i cittadini onesti, ma sapranno bene anche loro che purtroppo non tutti sono così).
Ciao condivido in pieno questo tuo pensiero!....ora uscirò dal seminato ma è vero!.....gran parte della gente si lamenta senza far nulla per cambiare le cose, io sono calabrese, ma stufo delle solite lamentele del lavoro mancante e delle raccomandazioni per trovarne uno non vedevo l'ora di andar via, infatti il 15 febbraio 2006 mi sono laureato , l'1 marzo sono partito in cerca di fortuna il 3 ho fatto un collocquio ed il 15 ho iniziato a lavorare......eppure c'è qualche ex collega che è rimasto li e a distanza di 2 anni ancora si lamenta di non aver trovato un impiego.
...scusate per lo sfogo e se questo è fuori tema.

Oscar
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#7
Scusa Stefano...io non trovo il link del video...
Sono stata a Napoli il mese scorso. Una città stupenda con troppi problemi che la sommergono.
In primis un sindaco che afferma che "il vero poblema di Napoli non è la camorra, ma il traffico" (posto il link per correttezza).
In secondo luogo, tanti cittadini che se ne sbattono le palle (e qui non me ne vogliano i cittadini onesti, ma sapranno bene anche loro che purtroppo non tutti sono così).
Adoro Napoli, ma tutte le volte che ci vado rimango sconcertata. Ho visto famiglie che, non avendo voglia di lavare i piatti, mangiano esclusivamente con stoviglie di carta (piatti, bicchieri e persino posate), producendo 4 sacchi della spazzatura al giorno. Ovviamente niente raccolta differenziata. Questo in una famiglia che consideravo "civile" (passatemi il termine). Ora...io credo che se hai la città sommersa dai rifiti, ognuno, nel proprio piccolo, dovrebbe cercare di limitare i danni (visto che non lo fa chi dovrebbe...). Ora il fatto dei piatti è marginale, ma se ogni famiglia produce 4 sacchi di spazzatura al giorno e chi dovrebbe difendere la città non la difende, si distrugge una delle più belle città di Italia.
Non sono in grado di proporre una soluzione, forse davvero l'esercito potrebbe fare qualcosa, certo è che se i vari Falcone e Borsellino non esistono più, risulta difficile sconfiggere un male senza nemmeno iniziare a battagliare!

(ps: io nel mio piccolo una mano l'ho data..mia suocera mi ha rifilato 2 valige di asciugamani, lenzuola e salviette che altrimenti avrebbe buttato...le ho buttate qui da me :D )

QUOTE]
(ps: io nel mio piccolo una mano l'ho data..mia suocera mi ha rifilato 2 valige di asciugamani, lenzuola e salviette che altrimenti avrebbe buttato...le ho buttate qui da me :D ) INFAME

BUONA SERA A TUTTI
scusatemi se intervengo
e' difficile per me discutere della situazione
la vivo nel quitidiano
la respiro nel qutidiano
l'attraverso nel quotidiano
mi spiace jersey
il prob delle stoviglie e' frivolo
la diferenziata non partira mai a napoli e comuni limitrofi
l'inceneritore ad acerra(na) non aprira mai
sapete perche'
si aspetta che il governo centrale dia lo stato di calamita'
e con esso una pioggia di milioni di euro
quandi per il prosimo periodo (fino in estate) le tv vi faranno vedere montagne di rifiuti
qualche principio di epidemia (colera ecc ecc.)
poi l'intervento dello stato
e poi scomparira'la monnezza
siamo o non siamo i migliori produttori di monnezza?
meglio di noi nessuno la sa produrre
siamo i laeder della produzione di monnezza
allora tutti
rossi-bianchi-neri
ne stanno armonizzando lo stoccaggio
grazie
shiren
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#8
Ciao condivido in pieno questo tuo pensiero!....ora uscirò dal seminato ma è vero!.....gran parte della gente si lamenta senza far nulla per cambiare le cose, io sono calabrese, ma stufo delle solite lamentele del lavoro mancante e delle raccomandazioni per trovarne uno non vedevo l'ora di andar via, infatti il 15 febbraio 2006 mi sono laureato , l'1 marzo sono partito in cerca di fortuna il 3 ho fatto un collocquio ed il 15 ho iniziato a lavorare......eppure c'è qualche ex collega che è rimasto li e a distanza di 2 anni ancora si lamenta di non aver trovato un impiego.
...scusate per lo sfogo e se questo è fuori tema.

Oscar
CIAO OsKaR-WildFire;3476
FORSE non se ne parla sui massmedia nazionali
ma ti assicuro che e ricominciata la mercia verso il nord dei giovani meridionali
alla ricerca di un posto di lavoro
non hanno piu la valigia di cartone
forse vengono in auto
ma chi rimane qui ha altro da fare
o ha la possibilta' di sopravvivere
non so se avete visto "ULTIMO CINEMA PARADISO"
C'E' una frase storica
"non tornare piu'"
shiren
 

Jersey

Utente Standard
Professione: Progettista di interni
Software: Autocad - Archicad - Photoshop e simili
Regione: Pavia
#9
(ps: io nel mio piccolo una mano l'ho data..mia suocera mi ha rifilato 2 valige di asciugamani, lenzuola e salviette che altrimenti avrebbe buttato...le ho buttate qui da me :D ) INFAME
Perchè infame????

mi spiace jersey
il prob delle stoviglie e' frivolo
Si lo so anche io che il problema non si risolve con le stoviglie...era un piccolo esempio che, per quanto frivolo, voleva supportare la mia idea del "cominciamo nel nostro piccolo a fare quello che dovrebbe fare chi ci governa".
 

Stefano_ME30

Guest
#10
Si lo so anche io che il problema non si risolve con le stoviglie...era un piccolo esempio che, per quanto frivolo, voleva supportare la mia idea del "cominciamo nel nostro piccolo a fare quello che dovrebbe fare chi ci governa".
Il "problema" non sono i cittadini che buttano la "monnezza" dal 10° Piano dei palazzi (e' piu' comodo e meno pericoloso perche' se lo fai in modo tradizionale, rischi di essere "centrato" tu) il problema sono "quelli" e con "quelli" servono i mezzi "pesanti" e subito.
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#11
Perchè infame????



Si lo so anche io che il problema non si risolve con le stoviglie...era un piccolo esempio che, per quanto frivolo, voleva supportare la mia idea del "cominciamo nel nostro piccolo a fare quello che dovrebbe fare chi ci governa".
infame perche butti via un regalo della suocera (se ho capito bene;altrimenti scusa l'interpretazione)
fare nel piccolo a napoli
significa riscoprire un vecchio mestiere
"O SAPUNAR"http://www.napoliontheroad.it/celentanosapunaro.htm
CERCA SUL WEB
SALUTISSIMI
SHIREN
 
Ultima modifica:

Meccbell

Utente Senior
Professione: cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
Software: SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D
Regione: Malpensaland - Lombardia
#12
Si lo so anche io che il problema non si risolve con le stoviglie...era un piccolo esempio che, per quanto frivolo, voleva supportare la mia idea del "cominciamo nel nostro piccolo a fare quello che dovrebbe fare chi ci governa".
Quoto ed appoggio.
A riprova, cito quanto visto nello stesso servizio di un TG dell'ultimo dell'anno.
All'inizio le "solite" riprese dei cumuli di monnezza, ai quali ad un certo punto si avvicina una donna con in mano un paio di scatole di cartone, neppure "compattate" come usiamo fare noi, che vengono bellamente gettate nella mischia, senza la benchè minima esitazione. :mad:
In coda al servizio, un'oratorio dove si raccolgono le bottiglie di plastica, con una vera e propria "differenziata" in miniatura. :)
Il prete dice che ogni settimana raccolgono e mandano al recupero 2 cassonetti di bottiglie e non penso davvero che l'oratorio raccolga i rifiuti di mezza Napoli.

Conclusione: se l'improvvida "gettatrice" di cartoni li avesse solo tenuti da parte ed affidati una volta ogni 10-15 gg. a qualche altra organizzazione di volontariato, avrebbe contribuito a raggiungere 2 risultati:
1) diminuire il volume del cumulo di monnezza in strada
2) contribuire sia al recupero di preziosa materia prima, che al finanziamento di qualche ente benefico.

Come direbbe il grande Giobbe Covatta: "basta poco, che ce vo' ?"
:)
 
Professione: Mechanical Engineer
Software: Office
Regione: all the world
#13
CIAO OsKaR-WildFire;3476
FORSE non se ne parla sui massmedia nazionali
ma ti assicuro che e ricominciata la mercia verso il nord dei giovani meridionali
alla ricerca di un posto di lavoro
non hanno piu la valigia di cartone
forse vengono in auto
ma chi rimane qui ha altro da fare
o ha la possibilta' di sopravvivere
non so se avete visto "ULTIMO CINEMA PARADISO"
C'E' una frase storica
"non tornare piu'"
shiren
non c'è voglia di cambiare e questa situazione sta bene a molti!
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#14
Quoto ed appoggio.
A riprova, cito quanto visto nello stesso servizio di un TG dell'ultimo dell'anno.
All'inizio le "solite" riprese dei cumuli di monnezza, ai quali ad un certo punto si avvicina una donna con in mano un paio di scatole di cartone, neppure "compattate" come usiamo fare noi, che vengono bellamente gettate nella mischia, senza la benchè minima esitazione. :mad:
In coda al servizio, un'oratorio dove si raccolgono le bottiglie di plastica, con una vera e propria "differenziata" in miniatura. :)
Il prete dice che ogni settimana raccolgono e mandano al recupero 2 cassonetti di bottiglie e non penso davvero che l'oratorio raccolga i rifiuti di mezza Napoli.

Conclusione: se l'improvvida "gettatrice" di cartoni li avesse solo tenuti da parte ed affidati una volta ogni 10-15 gg. a qualche altra organizzazione di volontariato, avrebbe contribuito a raggiungere 2 risultati:
1) diminuire il volume del cumulo di monnezza in strada
2) contribuire sia al recupero di preziosa materia prima, che al finanziamento di qualche ente benefico.

Come direbbe il grande Giobbe Covatta: "basta poco, che ce vo' ?"
:)
ciao fratello
hai ragione
ma da noi e' un attimo diverso
anche qui devo invitarvi a leggervi questo
http://www.napoliontheroad.it/celentanosapunaro.htm
e' stato per secoli l'unico metodo che dava risultati
un abraccio
shiren
 
Professione: Mechanical Engineer
Software: Office
Regione: all the world
#15
.....cmq le discariche non si vogliono fare (giustamente ce ne sono troppe)...gli impianti termovalorizzatori non si vogliono costruire ...ma vi siete chiesti perchè quest'ultimi la gente non li vuole????
....perchè LO STATO non è credibile!!!!!.....e c'è il timore che nell'aria vengano liberate sostanze nocive!
Gli impianti termovalorizzatori hanno il vantaggio di
1) smaltire l'80% della spazzatura
2) produrre energia elettrica
3) produrre acqua calda per uso termico
se questi funzionassero come dio comanda il loro impatto ambientale sarebbe minimo.....il problema come ho detto prima è che la gente giustamente non si fida perchè lo stato è assente nei momenti in cui deve intervenire.
 

Sandra_ME30

Super Moderatrice
Professione: SuperModeratrice
Software: ND
Regione: Reggio Emilia
#17
Mi sarebbe piaciuto riportare il 90% del libro... se non tutto.
E' un testo duro, che ti fa stringere lo stomaco e spesso ho dovuto interrompere la lettura per "digerire" non solo la capacità dell'autore (considerando comunque la giovane età... è del 79) a "fotografare" situazioni" di fatto, no, non solo... c'è ben altro, c'è la rabbia, ci sono lacrime, molte lacrime.
Non sono brava ad esprimermi come molti di voi e soprattutto quando divento "fumina" perdo molto della mia lucidità.
E quindi evito.
E chiedo scusa di questo.
Riporto solo un brano.

La zona più colpita dal cancro del traffico di veleni si trova tra i comuni di Grazzanise, Cancello Arnone, Santa Maria La Fossa, Castelvolturno, Casal di Principe - quasi trecento chilometri quadrati di estensione - e nel perimetro napoletano di Giugliano, Qualiano, Villaricca, Nola, Acerra e Marigliano. Nessun'altra terra nel mondo occidentale ha avuto un carico maggiore di rifiuti, tossici e non tossici, sversati illegalmente. Grazie a questo business, il fatturato piovuto nelle tasche dei clan e dei loro mediatori ha raggiunto in quattro anni quarantaquattro miliardi di euro.
Un mercato che ha avuto negli ultimi tempi un incremento complessivo del 29,8 per cento, paragonabile solo all'espansione del mercato della cocaina.
Dalla fine degli anni '90 i clan camorristici sono divenuti i leader continentali nello smaltimento dei rifiuti. Già nella relazione al parlamento, fatta nel 2002 dal ministro dell'Interno, si parlava chiaramente di un passaggio dalla raccolta dei rifiuti a un patto imprenditoriale con alcuni addetti ai lavori, finalizzato all'esercizio di un controllo totale sull'intero ciclo. (cut)
Nel giuglianese è stata scoperta una cava dismessa completamente ricolma di rifiuti. La stima della quantità versata corrisponde a circa ventottomila Tir. Una massa rappresentabile immaginando una fila di camion, uno appoggiato al paraurti dell'altro, che va da Caserta a Milano.
I boss non hanno avuto alcun tipo di remora a foderare di veleni i propri paesi, a lasciar marcire le terre che circoscrivono le proprie ville e i propri domini. La vita di un boss è breve, il potere di un clan tra faide, arresti, massacri ed ergastoli non può durare a lungo. Ingolfare di rifiuti tossici un territorio, circoscrivere i propri paesi di catene montuose di veleni può risultare un problema solo per chi possiede una dimensione di potere a lungo termine e con responsabilità sociale. Nel tempo immediato dell'affare c'è invece solo il margine di profitto elevato e nessuna controindicazione. La parte più consistente dei traffici dei rifiuti tossici ha un vettore unico: nord-sud. (cut)
Le campagne del napoletano e del casertano sono mappamondi della monnezza, cartine al tornasole della produzione industriale italiana. Visitando discariche e cave è possibile vedere il destino di interi decenni di prodotti industriali italiani. (da pag. 311 a pag 313)


E poi via, altre "foto" della nostra bella Italia: dalle aziende che, con poca spesa, vogliono fare "pulizia" in casa propria e, per mezzo di intermediari specializzati (stakeholder) che non vengono mai affiliati nel clan... chissà perchè?!!! l'autore, dati alla mano, pagina dopo pagina, ti fa sentire impotente di fronte a questo bel "sistema" che riesce sempre a rialzarsi, a inventarsi nuove strade, nuovi agganci, nuove estensioni di "potere" (compresa la Cina... e i suoi rifiuti).
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#18
.....cmq le discariche non si vogliono fare (giustamente ce ne sono troppe)...gli impianti termovalorizzatori non si vogliono costruire ...ma vi siete chiesti perchè quest'ultimi la gente non li vuole????
....perchè LO STATO non è credibile!!!!!.....e c'è il timore che nell'aria vengano liberate sostanze nocive!

Le discariche, i termovalorizzatori ecc non si fanno perchè la camorra ha deciso che per ora non si devono fare. Vedrete che partiranno treni merci carichi di "ecoballe" (ma che nome del caxxo!) per qualche impianto in germania, francia o spagna che si faranno pagare il dovuto e porbabilmente costerà e inquinerà meno che bonificare i terreni dove i rifiuti vengono gestiti o curare le migliaia di cittadini intossicati dalla diossina degli incendi di montagne di monnezza.

Consiglio caldamente la lettura di "Gomorra" di Saviano. Ce n'è per tutti, dal profondo nord al profondo sud.
Della serie: vendi casa a Bolzano senza accorgerti che stai "lavando" denaro che proviene dal clan tal dei tali oppure compri capi di alta moda in centro a Milano che sono stati fatti e "appaltati" a laboratori clandestini del napoletano con sistemi di appalti al ribasso allucinanti, dove chi fa l'offerta migliore ha stabilito il prezzo anche per tutti gli altri che si divideranno la commessa. Chi non rispetta gli altissimi standard di qualità stabiliti dai nostri "artisti" (ma ROTFL!) dell'alta moda non riceve un euro ma può tenersi la merce che poi reintroduce sul mercato come taroccata di prima scelta, di seconda, di terza ecc. In pratica le borse griffotarocche che si comprano in spiaggia dal senegalese di turno carico come un somaro non sono false, sono vere, cucite negli stessi "bassi" di spaccanapoli, solo che sono quelle venute meno bene e quindi il genio dell'alta moda, quello che dovrebbe tenere alto il nome del nostro povero paese, le ha scartate:eek:

ciao

Marco

P.S. Per la cronaca e a scanso d'equivoci, io adoro Napoli :)
P.P.S Gli "artistoni" dell'alta moda mi stanno su le balle quasi più dei designer ideatori di caffettiere che poi sbrodolano fuori metà del caffè mentre tentavi di riempire la tazzina... :)
 

Sandra_ME30

Super Moderatrice
Professione: SuperModeratrice
Software: ND
Regione: Reggio Emilia
#19
P.S. Per la cronaca e a scanso d'equivoci, io adoro Napoli
P.P.S Gli "artistoni" dell'alta moda mi stanno su le balle quasi più dei designer ideatori di caffettiere che poi sbrodolano fuori metà del caffè mentre tentavi di riempire la tazzina...
P.P.P.S E' strabuono il caffè a Napoli
P.P.P.P.S. Non ci siamo messi d'accordo eh :p :)
P.P.P.P.P.S. Marco, confessa, mi hai spiato mentre scrivevo!!! :mad::p
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#20
P.P.P.P.P.S. Marco, confessa, mi hai spiato mentre scrivevo!!! :mad::p
ROTFL !

Giuro che non ti ho copiato, ma avendo letto Gomorra non èè possibile non fare certe associazioni, tranne quella sui "creatori" che mi sono sempre stati sulle balle e fosse per me li manderei un po' a lavorare in mineira.
Gli passerebbero tante pugnette sull'intellettualismo del vestire. :D
Ah, capoturno in miniera andrebbero messe rigorosamente le giornaliste e i giornalisti che ne pontificano rendendo ancora più vacuo l'intellettualismo del vestire. In pratica Galileo li avrebbe definiti "tubi digerenti" ;)

ciao

Marco