E' possibile fare questo con Inventor?

raf

Utente Standard
Professione: Disegnatore refrattari 2D/3D
Software: Autocad/Inventor 2014
Regione: Lombardia
#1
Sono ormai straconvinto che Inventor non sia il software giusto per quello che devo fare io, ma ve lo chiedo comunque.
Secondo voi è possibile fare un 3D simile a quello qui sotto con Inventor?
Mi servirebbe fare una cosa simile, semplificata al massimo, tutta carpenteria, da rivestire poi internamente con mattoni/fibra refrattaria.
Dai miei tentativi fatti in passato la cosa risulta ingestibile da Inventor, sopratutto alla luce del fatto che a me la carpenteria interessa solo come supporto ai miei materiali, non deve quindi poi neanche figurare in un eventuale conteggio materiali.
Dico Inventor perchè è l'unico software 3D che conosco...



Grazie ad eventuali dritte in merito!
 

pagnotz

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Autodesk Inventor Simulation Suite 2010
Regione: Abruzzo
#2
Certamente è possibile, il problema più che altro è avere un computer abbastanza potente e con memoria sufficiente per "reggere" un assieme così grande... poi se Inventor sia il cad più adatto per questo, è un altro discorso, forse ce ne sono di più adatti, non lo so.
Si può escludere ciò che si vuole dalla distinta materiali, l'importante è impostare quelle parti come "riferimento" nella distinta componenti e non verranno conteggiati.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#3
si può fare tutto con quasi tutti i modellatori 3D. Solidworks e Inventor hanno più o meno le stesse caratteristiche per realizzare quello che ti serve ma con concetti diversi.
 
Professione: Informatica
Software: Prodotti Autodesk
Regione: Campania
#4
anche io non ci vedo alcun problema. Anzi, non si intravedono nessuna forma complessa che farebbe orientare verso altri modellatori 3D. Poi dipende a cosa ti serve il disegno.
 

raf

Utente Standard
Professione: Disegnatore refrattari 2D/3D
Software: Autocad/Inventor 2014
Regione: Lombardia
#5
I problemi che ho riscontrato dai tentativi che ho fatto fin'ora per svolgere il mio lavoro con Inventor, al posto di Autocad, sono i seguenti:

- estrema pesantezza dei file, i rivestimenti refrattari sono composti spesso da decine di migliaia di mattoni, in buona parte uguali, ma anche tagliati e/o sagomati, più tutta la carpenteria...
- impossibilità di gestione dello stesso elemento (stesso nome e descrizione) tagliato in dimensioni e forme diverse
- impossibilità di gestire parti "morbide", materassini di fibra che si adattano agli spazi vuoti

Insomma ho concluso, a malincuore, che Inv non è il software adatto per svolgere il mio lavoro, felicissimo di essere smentito concretamente!

Dopo una giornata di ricerche su web ho trovato svariati software per la realizzazione di impianti, da menzionare sicuramente Autocad Plant 3D, del quale sto provando la trial ora, e Revit Structure, il quale però ha un concetto di funzionamento diverso sia da Autocad che da Inv, dovrei quindi guardarmelo bene.
 

diegus

Utente Standard
Professione: cad specialist
Software: Inventor, CatiaV5R18, ShowcasePRO, Autocad Mechanical, Fusion 360, Inventor Publisher
Regione: Campania
#6
beh certo se intendi mettere ogni singolo mattoncino sicuramente hai ragione. penso però che sia abbastanza inutile fare un lavoro del genere. se devi fare un muro di mattoni fai un'unica estrusione e applica una texture a mattoni per ottenerne una visualizzazione. anche perchè non penso che ti serva una distinta di quanti mattoni ti servono per realizzare il muro. anche per quanto riguarda i materassini di fibra penso che non sia utile alla progettazione la loro fedele rappresentazione.
anche Revit in questo non ti aiuta, le entità muri non vengono gestite come singoli elementi ma come estrusioni uniche di oggetti, i muri, di cui hai impostato precedentemente la stratigrafia (intonaco, mattoni, isolante, mattoni, intonaco).
 

raf

Utente Standard
Professione: Disegnatore refrattari 2D/3D
Software: Autocad/Inventor 2014
Regione: Lombardia
#7
Purtroppo non mi interessa si vedano i mattoni per un puro senso estetico, mi interessa perchè ci sono zone critiche dove i mattoni vanno tagliati e sagomati in modo particolare, e quindi si deve vedere TUTTO BENE, perchè chi lo deve realizzare deve avere una guida chiara, il vantaggio di farlo in Inv dovrebbe appunto essere quello, i dettagli e le viste le fa poi lui in automatico e non bisogna impazzire, ovvio, questo premette un lavoro fatto con le O_O.
E' ovvio anche che, dato il mio lavoro consiste proprio nel rivestire le pareti di mattoni, mi interessa avere la quantità esatta di mattoni, non è che li vendo al cliente a spanne!
Diverso è il discorso dove le pareti non hanno bisogno di dettagli, li si che non mi serve che si vedano tutti i mattoni, ma le quantità le ho sempre bisogno.

Per quanto riguarda i materassini in fibra, il discorso invece è ancora più complesso, devo andare a riempire interstizi di forme e dimensioni più disparate e, anche qui, il materiale si paga quindi, devo sapere le quantità esatte!

Alla luce di tutto ciò, forse pian piano riesco a farvi capire perchè, secondo me, Inventor è, ahimè, molto molto difficile da usare per il mio scopo! :frown:
 
Professione: Informatica
Software: Prodotti Autodesk
Regione: Campania
#8
passare dal 2D al 3D comporta pensare anche differentemente all'approccio ad un disegno. Sicuramente anche secondo me non ha senso posizionare tutti i singoli mattoncini. Con il 3D puoi lavorare con le estrusioni, tagli e fori velocizzando notevolmente i tempi di sviluppo del dsegno.
 

Christian76

Utente Standard
Professione: Disegnatore
Software: Inventor
Regione: Lombardia
#9
Un rivestimento "dettagliato" lo vedrei bene al limite tutto serializzato orizzontale fino alla misura piu vicina al riempimento, e poi se possibile una serie verticale per riempire, altrimenti pezzo per pezzo.
Se "ricopri" usando dei sottoassiemi non dovrebbe essere impossibile.
Pero' io parlo senza sapere effettivamente la complessita'.
:)
 

LuiVerde

Utente Junior
Professione: Disegnatore progettista designer
Software: Inventor2012-Microstation - Rhinoceros -SolidWorks - SolidEdge-
Regione: Emilia-Romagna
#10
Inizialmente Pianifica bene il tuo progetto, suddividilo in tanti piccoli assiemi ( che puoi dettagliare come vuoi, sezioni, viste spaccate,ingrand. ecc. ) e poi nell'assieme generale usi le rappresentazioni con un livello di dettaglio semplificato. Puoi riuscire benissimo. ( è chiaro che l'hardware ha la sua importanza, inoltre devi conoscere bene tutte le strategie che inventor ti mette a disposizione per i grandi assiemi) . Buon lavoro
 

raf

Utente Standard
Professione: Disegnatore refrattari 2D/3D
Software: Autocad/Inventor 2014
Regione: Lombardia
#11
passare dal 2D al 3D comporta pensare anche differentemente all'approccio ad un disegno...
E' proprio questo che mi sta risultando così difficile, NON supportato come sono dal mio UT...
Sono da solo, a tentare di fare in 3D, un lavoro che con molta difficoltà so fare in 2D (sono qui da due anni, e, fidatevi, non bastano per apprendere tutto).
Inoltre le mie conoscenze di Inventor sono ormai molto arruginite e basate sulla 2008... non mi resta che questo forum e sbattere la testa... :frown:
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#12
Purtroppo non mi interessa si vedano i mattoni per un puro senso estetico, mi interessa perchè ci sono zone critiche dove i mattoni vanno tagliati e sagomati in modo particolare, e quindi si deve vedere TUTTO BENE, perchè chi lo deve realizzare deve avere una guida chiara, il vantaggio di farlo in Inv dovrebbe appunto essere quello, i dettagli e le viste le fa poi lui in automatico e non bisogna impazzire, ovvio, questo premette un lavoro fatto con le O_O.
Andando di fantasia per quanto riguarda la forma di ogni singolo rivestimento o di un rivestimento d'esempio (ho la boccia di cristallo alla revisione :rolleyes:) mi viene in mente questo:
Diamo per scontato che si conosca il riempimento in mattoni per unità di superficie da rivestire tenuto conto dello spessore medio di malta ecc (se devi quantificare dei numeri dovrai conoscerlo per forza)
Diamo per scontato che devi tu stabilire come procedere alla costruzione del singolo rivestimento (da dx a sin, dal basso all'alto ecc) in modo da sapere che, ad esempio, un tubo che attraversa la parete alle coordinate x;y rispetto al punto dal quale si comincia a "mettere giù la prima pietra" intercetterà il mattone a tot cm dal bordo che pertanto dovrà essere sagomato.
Per farti questa griglia di riferimento basta uno sketch di layout con il passo dei mattoni in x e y.

A questo punto io farei per primi solo i singoli mattoni che vanno sagomati attorno alle parti complesse di carpenteria, tubazioni e altro. Riempirei poi i vuoti attorno con un solido unico che sarà di superficie nota e multipla di quella di un mattone+malta e che ti permetterà di calcolare facilmente il numero di mattoni che contiene.
Quindi per ogni "muro" avrai ad esempio 200 mattoni sagomati e un blocco unico che ne rappresenta 4590.
Con 201 componenti ne rappresenti 4790...

"Con questo cosa voglio dire?.Non lo so. Però c'ho ragione e i fatti mi cosano." :smile:

Schersi a parte, se non è chiaro stasera provo a postare un esempio
 

raf

Utente Standard
Professione: Disegnatore refrattari 2D/3D
Software: Autocad/Inventor 2014
Regione: Lombardia
#13
Scusate l'assenza, ma in queste ultime due settimane mi sono dedicato alla realizzazione della carpenteria 3D dell'impianto che vorrei rivestire con i nostri prodotti. Diciamo che la carpenteria, anche se colossale, con inventor non è un problema, ci vuole solo tanto tempo e tanta pazienza ma, del resto, a farlo con autocad è uguale con in più tutti gli svantaggi del 2D per quanto riguarda le varie sezioni e le viste dei dettagli.
Non ho ultimato il 100% dell'impianto ma sono a buon punto, ho abbastanza materiale per passare al mio vero lavoro, il rivestimento interno refrattario! E qui iniziano i problemi, come ho detto anche nei post precedenti.
Per semplificare un po' le cose affronterò l'impianto zona per zona, cambiano i materiali e quindi anche le problematiche.
Inizio ad esporrvi una zona pavimento che andrà rivestita con dei pannelli di fibra tagliati a misura dai pannelli standard, ricoperta poi con mattoni, anche questi tutti uguali a parte quelli da sagomare nei giunti e nei bordi.
Qui sotto due immagini, pianta e sezione tipica, per farvi capire forma e dimensioni della cosa.
Aggiungo ancora che NON ho necessità di rappresentare tutto in modo realistico, mi interessa però avere sotto controllo i quantitativi, sia dei mattoni che dei pannelli, sarebbe quindi comodo, da una parte, disegnare tutto in modo realistico, ma penso diventerei pazzo, oltre ad appesantire notevolmente il file...

http://img829.imageshack.us/img829/2519/65932722.gif
http://img84.imageshack.us/img84/2840/52754385.gif
 
Ultima modifica da un moderatore:

Iraz

Utente Junior
Professione: ...a creare scatole in lamiera e componenti elettroniche
Software: SolidWorks 2016, Autocad; Draftsight
Regione: Veneto
#14
Vai di sottoassiemi.
certo che una cosa così complicata necessita di hardware "pesante"
 

raf

Utente Standard
Professione: Disegnatore refrattari 2D/3D
Software: Autocad/Inventor 2014
Regione: Lombardia
#15
Fosse così facile...
L'utilizzo di sottoassiemi potrebbe riguardare l'organizzazione del modello ma non il metodo di realizzazione dello stesso. Mi trovo infatti a dover riempire uno spazio X con tanti piccoli pezzi Y, finchè stiamo nel modulo, vado con le serie e non ho problemi, questi sorgono però nonappena vado fuori modulo, ovvero nel 99% dei casi.
Per tirar le somme, secondo me, inventor non è adatto e/o non ha una funzione adatta a riempire un dato spazio vuoto. O sono io che non la conosco...
 

raf

Utente Standard
Professione: Disegnatore refrattari 2D/3D
Software: Autocad/Inventor 2014
Regione: Lombardia
#16
Ci ho ragionato un po' su, diciamo che una funzione di inventor che mi semplificherebbe notevolmente il tutto sarebbe avere la possibilità di eliminare tutto ciò che supera una determinata linea. Esempio, ho un rettangolo 7500x3500 da riempire con mattoni da 200, ovviamente ne dovrò tagliare alcuni sui bordi, facico una serie e tutti quelli che escono dal mio rettangolo vengono tagliati automaticamente, ovviamente previa definizione del profilo "tagliante".
E' possibile secondo voi una cosa così in inventor?
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#17
Fosse così facile...
L'utilizzo di sottoassiemi potrebbe riguardare l'organizzazione del modello ma non il metodo di realizzazione dello stesso. Mi trovo infatti a dover riempire uno spazio X con tanti piccoli pezzi Y, finchè stiamo nel modulo, vado con le serie e non ho problemi, questi sorgono però nonappena vado fuori modulo, ovvero nel 99% dei casi.
Per tirar le somme, secondo me, inventor non è adatto e/o non ha una funzione adatta a riempire un dato spazio vuoto. O sono io che non la conosco...
Scusa se insisto, ma la soluzione che ti ho prospettato ti pare proprio impraticabile? Dall'esempio che hai postato mi pare che i profili da riempire con i tuoi mattoni siano decisamente elementari. Metti i pochi che sono da sagomare secondo il passo della griglia data dal tipo di mattoni e il resto lo riempi con un unica parte che in base alla superficie ti restituisce il numero di mattoni che contiene.
Fare delle serie di componenti di quelle dimensioni IMHO è un'inutile esercizio volto solo ad appesantire all'inverosimile il tuo assieme.
Mettiamoci poi che nel post successivo ipotizzavi anche di tagliare la tua serie "abbondante" con uan feature di taglio in assieme e il quadro apocalittico si completa da solo.

ciao

P.S. Non allegare immagini da link esterni che poi le pagine si allargano a dismisura e rendono difficile la lettura del thread. Anzi, se il moderatore volesse correggere quelle immagini e reinserirle sarebbe un a buona cosa.
 

raf

Utente Standard
Professione: Disegnatore refrattari 2D/3D
Software: Autocad/Inventor 2014
Regione: Lombardia
#18
Mi rendo conto che spiegare bene in cosa consista il mio lavoro non sia facile! Se hai un attimo di tempo prova a guardare tu stesso nel disegno quanti mattoni sarebbero da sagomare singolarmente, ovvero non sono a modulo, ti accorgerai ben presto che raggiungiamo facilmente cifre a 3 zeri...
Considera che abbiamo 3 strati di mattoni a 90° l'uno rispetto all'altro, ci sono i giunti e il profilo esterno da rispettare. Ovvio che risparmio riempiendo il resto con un'unica grande sagoma (come la faccio???), ma comunque devo farmi tutti gli altri mattoni a mano, uno ad uno! Sarebbe folle!!!
Io, purtroppo per me, non vedo una via d'uscita. :frown:
 
Professione: Consulenza e Progettazione
Software: Catia - Solid Works - Solid Edge
Regione: Veneto
#19
Mi rendo conto che spiegare bene in cosa consista il mio lavoro non sia facile! Se hai un attimo di tempo prova a guardare tu stesso nel disegno quanti mattoni sarebbero da sagomare singolarmente, ovvero non sono a modulo, ti accorgerai ben presto che raggiungiamo facilmente cifre a 3 zeri...
Considera che abbiamo 3 strati di mattoni a 90° l'uno rispetto all'altro, ci sono i giunti e il profilo esterno da rispettare. Ovvio che risparmio riempiendo il resto con un'unica grande sagoma (come la faccio???), ma comunque devo farmi tutti gli altri mattoni a mano, uno ad uno! Sarebbe folle!!!
Io, purtroppo per me, non vedo una via d'uscita. :frown:
Premetto che non ho mai trattato articoli e questioni del genere. Considerato però che la discussione mi ha "appassionato", vorrei chiedere: i mattoni sagomati vengono sagomati in opera? Se si, il dato interessante da sapere è il numero totale dei mattoni ed il numero dei mattoni sagomati in opera (perchè questi avrebbero un delta costo derivato dalla ripresa manuale). In tal caso, qual'è la necessità di disegnare i tantissimi mattoni sagomati?
 

marcof

Utente Senior
Professione: appiccico francobolli con lo schiacciasassi
Software: solidworks 2013 SP 5.0
Regione: Modena
#20
Mi rendo conto che spiegare bene in cosa consista il mio lavoro non sia facile! Se hai un attimo di tempo prova a guardare tu stesso nel disegno quanti mattoni sarebbero da sagomare singolarmente, ovvero non sono a modulo, ti accorgerai ben presto che raggiungiamo facilmente cifre a 3 zeri...
Considera che abbiamo 3 strati di mattoni a 90° l'uno rispetto all'altro, ci sono i giunti e il profilo esterno da rispettare. Ovvio che risparmio riempiendo il resto con un'unica grande sagoma (come la faccio???), ma comunque devo farmi tutti gli altri mattoni a mano, uno ad uno! Sarebbe folle!!!
Io, purtroppo per me, non vedo una via d'uscita. :frown:
I disegni li ho visti, ho capito la storia dei tre strati incrociati.
Continuo a non vedere tutte queste difficoltà, certo ci vuole un po' di tempo, ma non devi certo disegnare uno a uno i mattoni sagomati. Sul lato inclinato quelli tagliati sono identici, ne fai uno e poi una serie per ripeterli, idem per quelli lungo la parete da 12188. Ah a proposito, nell'altro thread ti dicevo che dovendo pianificare tu il lavoro devi stabilire da dove partire con i mattoni. Io sarei partito proprio dalla parete di 12188 con i mattoni interi poi sarei arretrato verso le due pareti da 3566; avresti quasi la metà di mattoni da tagliare longitudinalmente rispetto al tuo disegno.
Nella peggiore delle ipotesi avresti un tipo di mattone tagliato per ogni parete, quindi nell'esempio postato sarebbero 14, ma disponendoli in maniera intelligente in modo che le pareti più lunghe e rettilinee ricevano i mattoni interi diminuirebbero di sicuro.
Avresti quindi 10-12 tipi di mattone per le pareti laterali e il resto sono mattoni pieni del riempimento in una parte unica. Il numero contenuto in quella parte lo calcoli dalla superficie del riempimento stesso. Lavorando sulle proprietà della parte sono convinto che nella distina materiali tu riesca a mettere in automatico il calcolo del numero a partire dall'area.
L'assieme sarebbe composto quindi da 12-13 componenti unici e qualche ripetizione; questo per ognuno dei tre differenti strati Niente di trascendentale, ma certamente una noia mortale a farlo...
Ovviamente devi sapere usare bene Inventor, per adattare i suoi strumenti alle tue esigenze escogitando gli opportuni stratagemmi (inventarsi l'area centrale che rappresenta il grosso dei mattoni e dalla superficie ne calcoli il numero, ad esempio...).
Insomma, pianificando il lavoro io non vedo nessuna difficoltà.