distribuzione forze con MPC

tillo

Utente poco attivo
Professione: studente
Software: patran nastran
Regione: veneto
#1
Ciao,
se imposto una forza in un punto da distribuire a altri nodi con un mpc come viene ridistribuita?
in base al numero di collegamenti,la distanza?
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2015, Rhino v5, Autocad 2008, Patran 2014, Nastran 2014
Regione: Italia
#4
Caro Tillo,
dal tuo precedente post, al quale ho risposto non ti sei ancora presentato!
Inoltre sarebbe gentile che quando si risponde ad un post, poi tu replichi dicendo se la risposta è stata utile o meno e per quale motivo.
In ogni caso, un RBE2 è un collegamento rigido tra i nodi, per cui tutti i nodi collegati con questo tipo di MPC si muovono come il nodo master.
Ne segue che applicando una forza al nodo master, questa viene ripartita a tutti i nodi dipendenti in maniera da soddisfare l'equilibrio dell'elemento RBE2.
ovviamente le forze vengono ripartite in funzione della rigidezza degli elementi a cui i nodi sono collegati. se ad esempio alcuni nodi dell'RBE2 sono collegati solo a questo e a nessun altro elemento, a questi nodi non viene dato alcun carico.
Un RBE2 è in generale un collegamento che pesantemente modifica lo stato degli elementi a cui è collegato e deve essere utilizzato con molta attenzione.
Se ad esempio connetti i quattro nodi di una shell con un RBE2 la shell non vedrà alcun spostamento ai nodi e il suo stress sarà nullo. le shell al contorno invece vedono un lato a deformazione nulla e un lato con deformazione normale e quindi avranno un picco di stress anomalo.
Per passare un carico si utilizza un RBE2 solo se si vuole simulare un fitting molto rigido che non è modellato all'analisi, altrimenti per distribuire il carico tra più nodi si utilizza un RBE3 che ha il vantaggio di non aggiungere rigidezze inesistenti al modello.
Comunque il tutto è ampiamente trattato nella guida base di nastran la Linear static user guide, che ti consiglio di leggere perché spiega i concetti molto meglio di come lo possa fare io.
Onda