• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

Distinta tecnica e distinta di produzione

Utente NX

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: NX8 TC9
Regione: Piemonte
#1
Ciao a tutti,
qualcuno dice che lo fanno tutte le aziende grandi, ma io ho dei dubbi, in poche parole chiedo a vuoi tecnici come gestite le distinte basi.
E' vero che le aziende grandi, l'ufficio tecnico produce una distinta base che può a sua volta essere manipolata dalla produzione per generare la cosiddetta distinta di produzione ?
Noi al momento produciamo una dba della macchina con tutti i suoi sottogruppi che possono essere dei pre-montaggi o fittizi.
Se la produzione necessita di altri pre-montaggi o di fittiziare certi componenti, l'UT si fa carico di quanto richiesto.

Qualcuno dice (consulente esterno) che tutti lavorano così :
L'UT codifica la macchina e ci mette dentro secondo la sua logica, tutti i componenti per assemblarla.
Questa dba può avere tutti i livelli che il tecnico ritiene necessari.

Quando la modifica passa al revisore della produzione, può decidere se avere la dba della macchina uguale alla dba di produzione oppure manipolarla per una loro comodità.
Chiaramente il contenuto totale rimarrà identico, ma la dba di produzione potrebbe avere una struttura differente.

Per esempio, io codifico la macchina seguente :
Macchina Pippo
->Gruppo 1
->Gruppo 2
->Componente 1
->Componente 2

La produzione crea una distinta di produzione così :
Macchina Pippo
->Gruppo 1
->Gruppo 2
->Gruppo 3
->Componente 1
->Componente 2

Per me non ha senso.
Sia perché in caso di manutenzione della dba, sarà da fare due volte, sia nella dba tecnica che nella dba di produzione e poi perché non ci sarà allineamento tra la dba del CAD (quella tecnica) e quella di produzione.

Fiat come fa per esempio ?
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#2
Ciao a tutti,
qualcuno dice che lo fanno tutte le aziende grandi, ma io ho dei dubbi, in poche parole chiedo a vuoi tecnici come gestite le distinte basi.
E' vero che le aziende grandi, l'ufficio tecnico produce una distinta base che può a sua volta essere manipolata dalla produzione per generare la cosiddetta distinta di produzione ?
Forse queste necessita' derivano dalla gestione ricambi. Spesso ho visto inserire in distinta un "gruppo ricambi" che ovviamente a progetto non c'e'.

Per cui magari tu hai in distinta N.7 cuscinetti 6302-2RS1, ma al cliente se ne mandano 9 cosi' ha due ricambi a corredo, e quindi ne vanno in acquisto 9 e non 7 come pensava il progettista.
 

Utente NX

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: NX8 TC9
Regione: Piemonte
#3
Forse queste necessita' derivano dalla gestione ricambi. Spesso ho visto inserire in distinta un "gruppo ricambi" che ovviamente a progetto non c'e'.

Per cui magari tu hai in distinta N.7 cuscinetti 6302-2RS1, ma al cliente se ne mandano 9 cosi' ha due ricambi a corredo, e quindi ne vanno in acquisto 9 e non 7 come pensava il progettista.
Noi lavoriamo come IKEA :smile:.
Ci mettiamo quello che serve.
I ricambi li ordini a parte.
 

skymatrix

Utente poco attivo
Professione: progettista
Software: sw e se e jetcam
Regione: italia
#4
Noi progettiamo la macchina a cad e creiamo gli assiemi e i sottoassiemi necessari creando un albero di compoenti/assiemi.

Ora quando progetti è piu' comodo creare quei gruppi che dal punto di vista grafico e di accoppiamento sono identici
di modo da ripeterli e reinserirli velocemente.

La distina con bollatura ed eventuale esplosione che vai a mettere in tavola è utile sicuramente per capire di quali
pezzi è composta la macchina.

Al responsabile di produzione interessa anche "leggere" una distinta che definisca la sequenza di attività che si dovranno
implementare per giungere alla realizzazione di un nuovo prodotto finito.

Per ottenere una costificazione prodotto è necessario fare i cicli e le fasi di lavoro i quali si collegano alla distinta di produzione.

Chi progetta dovrebbe tenere conto a priori del fatto ad esempio che una determinata macchina possa essere relizzata
con montaggio a isola o con montaggio in linea.

Nel caso di linea a piu' persone occorre ottenere un buon bilanciamento e quindi potrebbe essere
conveniente rivedere la distinta creando ulteriori sottogruppi.
 

The_Matrix

Utente Senior
Professione: Industry Leader - Automotive & Machinery
Software: NX10/TC10/4GD
Regione: Mi piacerebbe lavorare in California... Invece sto in Piemonte. Pazienza...
#5
Noi progettiamo la macchina a cad e creiamo gli assiemi e i sottoassiemi necessari creando un albero di compoenti/assiemi.

Ora quando progetti è piu' comodo creare quei gruppi che dal punto di vista grafico e di accoppiamento sono identici
di modo da ripeterli e reinserirli velocemente.

La distina con bollatura ed eventuale esplosione che vai a mettere in tavola è utile sicuramente per capire di quali
pezzi è composta la macchina.

Al responsabile di produzione interessa anche "leggere" una distinta che definisca la sequenza di attività che si dovranno
implementare per giungere alla realizzazione di un nuovo prodotto finito.


Per ottenere una costificazione prodotto è necessario fare i cicli e le fasi di lavoro i quali si collegano alla distinta di produzione.

Chi progetta dovrebbe tenere conto a priori del fatto ad esempio che una determinata macchina possa essere relizzata
con montaggio a isola o con montaggio in linea.


Nel caso di linea a piu' persone occorre ottenere un buon bilanciamento e quindi potrebbe essere
conveniente rivedere la distinta creando ulteriori sottogruppi.
Ottima risposta SKYMATRIX (bello il nick :cool:).
Evidenzio alcuni dei suoi passaggi più importanti e che mi trova d'accordo al 100%.
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#6
La regola generale dovrebbe essere:
"L'Ufficio Tecnico propone, la Produzione dispone".

Prima considerazione:
- L'UT non puo' che "pensare" una distinta "ideale", svincolata da fatti "accidentali".
Mi ricollego all'esempio precedente. Se sono un UT e sto pregettando la macchina, non posso preoccuparmi se verrà costruita "in isola" o "in linea", semplicemente perche', spesso, le produzioni vengono "delocalizzate" ed i cinesi tendono a lavorare "come gli pare" e la distinta dell'UT deve essere sempre "valida".

- La Produzione "legge" la Distinta dell'UT, la "esplode", e la "rimonta" secondo le sue esigenze, spesso "accidentali" (delle serie che non esisteranno mai due prodotti esattamente identici).

A questo punto due cose devono funzionare, la "derivabilità" e la "riconoscibilità", mi spiego:
- Fondamentale e' che ad ogni nuova produzione "lotto", si generi una nuova "lettura" (esplosione) da una Distinta valida (della serie che non si facciano modifiche alla Distinta di produzione poi usate in autonomia).
- A questo punto ogni "esemplare" (matricola) di produzione DEVE avere un collegamento dichiarato per sapere da quale Distinta UT (Codice Disegno) si e' partiti per la creazione della varie distinte di produzione e, inoltre, e' necessario documentare gli "accidenti", i fatti contingenti che hanno generato le "anomalie" (pezzi di distinta non conformi).
- Gli "accidenti" devono tornare in UT, valutati, e se ritenuti "strategici" (accidenti ripetuti), l'UT puo' decidere di aggiornare la Distinta Base con una nuova revisione, altrimenti "l'accidente" rimarra' come "storico" archiviato, da utilizzare per fornire i ricambi corretti (chissa' perche' FIAT ti chiede sempre il numero di telaio per darti un ricambio!).

saluti
 

Utente NX

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: NX8 TC9
Regione: Piemonte
#7
La regola generale dovrebbe essere:
"L'Ufficio Tecnico propone, la Produzione dispone".

Prima considerazione:
- L'UT non puo' che "pensare" una distinta "ideale", svincolata da fatti "accidentali".
Mi ricollego all'esempio precedente. Se sono un UT e sto pregettando la macchina, non posso preoccuparmi se verrà costruita "in isola" o "in linea", semplicemente perche', spesso, le produzioni vengono "delocalizzate" ed i cinesi tendono a lavorare "come gli pare" e la distinta dell'UT deve essere sempre "valida".

- La Produzione "legge" la Distinta dell'UT, la "esplode", e la "rimonta" secondo le sue esigenze, spesso "accidentali" (delle serie che non esisteranno mai due prodotti esattamente identici).

A questo punto due cose devono funzionare, la "derivabilità" e la "riconoscibilità", mi spiego:
- Fondamentale e' che ad ogni nuova produzione "lotto", si generi una nuova "lettura" (esplosione) da una Distinta valida (della serie che non si facciano modifiche alla Distinta di produzione poi usate in autonomia).
- A questo punto ogni "esemplare" (matricola) di produzione DEVE avere un collegamento dichiarato per sapere da quale Distinta UT (Codice Disegno) si e' partiti per la creazione della varie distinte di produzione e, inoltre, e' necessario documentare gli "accidenti", i fatti contingenti che hanno generato le "anomalie" (pezzi di distinta non conformi).
- Gli "accidenti" devono tornare in UT, valutati, e se ritenuti "strategici" (accidenti ripetuti), l'UT puo' decidere di aggiornare la Distinta Base con una nuova revisione, altrimenti "l'accidente" rimarra' come "storico" archiviato, da utilizzare per fornire i ricambi corretti (chissa' perche' FIAT ti chiede sempre il numero di telaio per darti un ricambio!).

saluti
Grazie per avermi illuminato su altre metodologie di lavoro.
L'importante che ci sia coerenza sulle due distinte.
Coerenza sul totale dei componenti, non che nella dba di UT ci siano 5 vite m8 e in quella di produzione 6.
E che ci sia sincronizzazione tra eventuali modifiche sulle varie dba.