DISTANZA MINIMA DI UN "FORO" DA UNA PIEGA

giacomoerre

Utente Junior
Professione: disegnatore/progettista
Software: solidworks - rhinoceros
Regione: veneto
#1
Buongiorno a tutti,

sperando di non aver creato un doppione di un altra discussione, vorrei chiedere come stimate la distanza minima da rispettare tra un foro ed una piega al fine di non avere deformazioni sul foro stesso.

Cioè fino a che distanza dalla piega il metallo viene deformato, ovviamente tenendo conto dello spessore della lamiere, del raggio di piegatura e dell'angolo della piega.

Grazie per l'attenzione,

Giacomo.
 

xxfast

Utente Standard
Professione: Disegnatore-Progettista meccanico-perito industriale
Software: SolidWorks 2017 -CATIA V5 r19- Autocad
Regione: abruzzo
#2
Non credo vi sia una regola fissa. Si fa affidamento all'esperienza.
Mettiti ad un mm. ?
 

giacomoerre

Utente Junior
Professione: disegnatore/progettista
Software: solidworks - rhinoceros
Regione: veneto
#3
Non credo vi sia una regola fissa. Si fa affidamento all'esperienza.
Mettiti ad un mm. ?
Certo, l'esperienza aiuta e fin ora mi sono basato su quella. Ma ora avendo degli spazi limitati entro i quali posizionare il foro vorrei riuscire a posizionarlo il più vicino possibile alla piega.

Il pezzo che devo realizzare ha uno spessore di 120/10 e se il foro lo posiziono ad un millimetro dalla piega sarà totalmente deformato dopo la piega..
 

Mike1967

Moderatore CAM
Staff Forum
Professione: Pane e lamiera
Software: Solidworks 2016 sp 5 X 2017 sp 0
Regione: Lombardia, Varese-Canton Ticino, Svizzera
#4
Buongiorno a tutti,

sperando di non aver creato un doppione di un altra discussione, vorrei chiedere come stimate la distanza minima da rispettare tra un foro ed una piega al fine di non avere deformazioni sul foro stesso.

Cioè fino a che distanza dalla piega il metallo viene deformato, ovviamente tenendo conto dello spessore della lamiere, del raggio di piegatura e dell'angolo della piega.

Grazie per l'attenzione,

Giacomo.
Dipende da molti fattori, spessore, tipo di materiale, diametro del foro, cava utilizzata per la piegatura nonché
l' angolo di piega.
Quando mi succede faccio un forellino piccolo che successivamente allargano col trapano.
Se però si tratta di parecchi fori o fori troppo grandi per farli a mano ho una mia soluzione: faccio un taglio sulla linea di piega
così da indebolire la zona che resta fra parete foro e punzone piega.
 

giacomoerre

Utente Junior
Professione: disegnatore/progettista
Software: solidworks - rhinoceros
Regione: veneto
#5
Dipende da molti fattori, spessore, tipo di materiale, diametro del foro, cava utilizzata per la piegatura nonché
l' angolo di piega.
Quando mi succede faccio un forellino piccolo che successivamente allargano col trapano.
Se però si tratta di parecchi fori o fori troppo grandi per farli a mano ho una mia soluzione: faccio un taglio sulla linea di piega
così da indebolire la zona che resta fra parete foro e punzone piega.
Per quanto riguarda il forerllini da allargare è una buona idea, ma qui si vorrebbe far arrivare i pezzi dal fornitore belli pronti da verniciare quando possibile..

Per il discorso del taglio sulla piega, avevo già effettuato un operazione simile su di uno spessore di un mm o due.. tu dici che sia fattibile anche su uno spessore da 120/10? La mia paura è che il materiale crepi all'esterno piega dove le fibre sono in estensione..

Ti ringrazio per la disponibilità!
 

Mike1967

Moderatore CAM
Staff Forum
Professione: Pane e lamiera
Software: Solidworks 2016 sp 5 X 2017 sp 0
Regione: Lombardia, Varese-Canton Ticino, Svizzera
#6
Per quanto riguarda il forerllini da allargare è una buona idea, ma qui si vorrebbe far arrivare i pezzi dal fornitore belli pronti da verniciare quando possibile..

Per il discorso del taglio sulla piega, avevo già effettuato un operazione simile su di uno spessore di un mm o due.. tu dici che sia fattibile anche su uno spessore da 120/10? La mia paura è che il materiale crepi all'esterno piega dove le fibre sono in estensione..

Ti ringrazio per la disponibilità!
Come ti ha già detto xxfast l' esperienza è la migliore via maestra.
Inoltre anche conoscere l' utilizzo del particolare ti può aiutare nella scelta più opportuna.
In pratica solo tu puoi risponderti! :wink:
 

xxfast

Utente Standard
Professione: Disegnatore-Progettista meccanico-perito industriale
Software: SolidWorks 2017 -CATIA V5 r19- Autocad
Regione: abruzzo
#7
Si fa una campionatura prima di andare in produzione.
Serve a punto per questo. :cool:
 

giacomoerre

Utente Junior
Professione: disegnatore/progettista
Software: solidworks - rhinoceros
Regione: veneto
#8
Si fa una campionatura prima di andare in produzione.
Serve a punto per questo. :cool:
Ovviamente la campionatura è il metodo migliore.

Ma non sempre si ha il tempo nel mio campo per procurarsi delle campionature; e questo è uno di quei casi. Inoltre se riesco ad avere una base "teorica" per capire a che distanza posizionare i fori senza dover ogni volta richiedere delle campionature risparmio soldi e tempo.

Comunque sia, ho trovato delle formule basilari in una dispensa universitaria che danno un punto di partenza per affrontare il problema.

Grazie a tutti e buonagiornata.
 

xxfast

Utente Standard
Professione: Disegnatore-Progettista meccanico-perito industriale
Software: SolidWorks 2017 -CATIA V5 r19- Autocad
Regione: abruzzo
#9
Finchè non hai il primo pezzo in mano, non saprai mai cosa succede in produzione.
Le variabili sono molteplici: La pressa piegatrice utilizzata, l'operatore, l'officina, lo spessore, il tipo e la qualità del metallo, ecc.....
 

SHIREN

MOD.Stampi e manuf.indust
Staff Forum
Professione: Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
Software: "ah capa"
Regione: NAPOLI
#10
Non credo vi sia una regola fissa. Si fa affidamento all'esperienza.
Mettiti ad un mm. ?
ciao
x esperienza
diametro del foro x 1.2
diametro 10 x 1.2= 12
posiz.della piega a 7 mm del centro foro
grazie mille
 

TheMarini

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: SolidWorks 2013
Regione: Lazio
#11
Guarda che io sappia,
oltre all'esperienza come ti hanno detto, l'unica soluzione è leggere i parametri forniti con le relative lame e cave che ha la tua azienda, li ti riporteranno perfettamente il tutto. L'angolo di piega non incide, se non stai attento ai limiti che può avere la cava utilizzata, in qualsiasi dei casi il risultato sarà lo stesso, cioè foro rovinato.
Se utilizzi i parametri che dovrebbe avere l'operatore della piegatrice, allora senza tante prove ci prenderai alla prima botta.
Se invece pensi che l'operatore sia affidabile, allora puoi chiedere a lui che con la sua esperienza riuscirà a recuperare qualche mm, ma non penso più di 2 o 3 mm da quanto dichiarato.

Marco